progetto esecutivo - rete.marche.it > Home

Commenti

Transcript

progetto esecutivo - rete.marche.it > Home
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
PROGETTO ESECUTIVO
Variante – Ottobre 2012
Marius – le MArche RIUSano
Pag. 1 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Indice
1.
ANAGRAFICA PROGETTO
3
2.
RESPONSABILE
4
3.
ENTI PARTECIPANTI
5
4.
SOLUZIONE RIUSATA
9
SERVIZI CONFERMATI
11
4.3.1.
4.3.1.3 Beneficiari
11
4.3.1.5 Amministrazione cedente e nome della soluzione riusata
11
4.3.1.6 Enti coinvolti
11
4.3.1.3 Beneficiari
14
4.3.1.5 Amministrazione cedente e nome della soluzione riusata
14
4.3.1.7 Enti coinvolti
14
4.3.1.3 Beneficiari
14
4.3.1.5 Amministrazione cedente e nome della soluzione riusata
14
4.3.1.7 Enti coinvolti
15
4.3.2.
SERVIZI ELIMINATI
16
4.3.3.
SERVIZI AGGIUNTI
16
5.
INFRASTRUTTURE
17
6.
ATTIVITÀ
29
7.
PIANO DI RILASCIO DEI PRODOTTI/SERVIZI
35
8.
ALLEGATI
35
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 2 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
1. Anagrafica Progetto
1.1. Codice CUP
B72E09000000006
1.2. Acronimo del progetto
Marius.
1.3. Nome
Le Marche riusano
1.4. Descrizione
Il progetto di riuso “Marius (Le Marche riusano)” prevede di riutilizzare le seguenti soluzioni,
pubblicate nel catalogo nazionale del riuso: “SIGMATER”, “PEOPLE-Modulo Pagamenti e Incassi
(MIP)”, “Studiare” e “TecUt-WS” e altre soluzioni locali.
L’iniziativa si propone di mettere a punto delle piattaforme software, omogenee e condivise fra
Regione Marche e i quattro CST marchigiani al fine di erogare servizi ed in particolare:
- Servizi di front-office prioritari e sostenibili sugli ambiti: Governo del territorio, Territorio ed
ambiente, (SIGMATER), Istruzione Primaria e superiore (Studiare), Tributi (SIGMATER,
PEOPLE-MIP),Servizi alle imprese (APS)
- Servizi infrastrutturali di supporto per la cooperazione applicativa ed il collegamento di diversi
back-office dei Comuni (SIGMATER, TecUT-WS, Fed-Cohesion).
La Regione Marche interviene direttamente in tale progetto, in quanto interessata nel riuso ed
estensione funzionale relativamente all’interscambio delle informazioni di toponomastica della
soluzione SIGMATER; delle altre soluzioni, oltre ad offrire un supporto tecnico-infrastrutturale
secondo una logica aggregante ed unitaria, sfrutta tutte quelle funzionalità compatibili con la
propria funzione istituzionale.
1.5. Coordinatore
Regione Marche
1.6. Data inizio
La data di inizio da cui calcolare il limite temporale dei 24 mesi è quella relativa alla comunicazione
del cofinanziamento ovvero il 20/05/2011.
Va comunque osservato che sono rendicontabili i costi sostenuti a partire dalla data di
pubblicazione in G.U. del’avviso ovvero dal 06/02/2007.
1.7. Durata
36 mesi complessivi, di cui 24 mesi per l’esecuzione delle attività, e 12 mesi per l’esercizio iniziale.
1.8. Quadro di contesto
Rispetto al quadro presentato in risposta all’avviso del 6/02/2007, sono sopravvenute diverse
criticità:
1) I due CST “CESMA - CST della Marca Anconetana” e “CST della Provincia di Macerata” non
sono stati finanziati nell’ambito del progetto “ALI” e pertanto non potranno contribuire al
finanziamento del progetto;
2) A seguito dell’istituzione della nuova provincia di Fermo si sono create dei problemi di
competenze nel CST PICENO FERMANO tuttora irrisolti.
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 3 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
3)
Alcuni Comuni dell’alto Pesarese sono passati sotto l’amministrazione dell’Emilia Romagna e
pertanto sono stati espunti dalla lista dei partecipanti (vedi cap. 3).
4) A seguito di avvicendamenti amministrativi è decaduto completamente l’interesse per il
progetto di riuso RilfFeDeUr.
5) A seguito della predisposizione della piattaforma nazionale “Scuolamia” e dell’Anagrafe
nazionale degli Studenti, da parte del MIUR, i servizi relativi al riuso del progetto “Studiare”
sono ormai superati, e quindi l’interesse di parte degli enti inizialmente interessati è venuto
meno.
6) A seguito delle recenti disposizioni sulla semplificazione amministrativa, Albo Pretorio on-line,
Agenda Digitale, SUAP e IMU, i Comuni hanno manifestato serio interesse per attivare, in
alternativa, i servizi correlati.
A fronte di tali mutamenti, la Regione Marche ha provveduto a riformulare un progetto esecutivo
che tenesse conto del mutato interesse su alcuni progetti e delle sopraggiunte modifiche
organizzative.
Per quanto riguarda la copertura finanziaria, la Regione Marche si fa parte garante nei confronti dei
CST che non hanno avuto il finanziamento ALI, fermo restando che sono tuttora in corso di
definizione gli accordi istituzionali tra gli enti partecipanti all’aggregazione.
Anche per quanto riguarda le problematiche emerse a seguito della costituzione della nuova
provincia di Fermo, la Regione Marche metterà a disposizione, per il periodo transitorio la propria
infrastruttura tecnologica al fine di garantire l’erogazione diretta dei servizi ai Comuni della
Provincia Piceno-Fermana che vorranno ancora aderire al progetto.
1.9. Costo totale del progetto
1.9.1 Costo
Totale
1.9.2 Costi
Interni
1.9.3 Costi
generali
2.125.328,00
190.569,00
127.407,00
1.9.4 Costi
per
hardware
228.000,00
1.9.5 Costi
per software
969.999,00
1.9.6 Costi
1.9.7 Costi
per
per servizi
formazione professionali
47.220,00
562.133,00
2. Responsabile
Il responsabile del progetto è la Dirigente della Posizione di Funzione Sistemi Informativi e Telematici
della Regione Marche
2.1. Nome
Serenella
2.2. Cognome
Carota
2.3. Telefono
071-8063500
2.4. Cellulare
335 5254669
2.5. E-mail
[email protected]
2.6. Fax
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 4 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
0171-8063071
2.7. Ruolo
Dirigente della Posizione di Funzione Sistemi Informativi e Telematici
2.8. Ufficio
PF Sistemi Informativi e Telematici – Servizio risorse umane e strumentali – Giunta regionale
3. Enti Partecipanti
3.1 Codice
Istat
08
11
041
041001
041003
041004
041005
041006
041007
041008
041009
041010
041012
041014
041015
041016
041017
041018
041019
041020
041021
041022
041023
041025
041026
041027
041028
041029
041030
041031
041032
041033
Progetto MaRius
3.2 Nome
Regione Emilia-Romagna
Regione Marche
Provincia di PESARO E URBINO
Acqualagna
Auditore
Barchi
Belforte All'Isauro
Borgo Pace
Cagli
Cantiano
Carpegna
Cartoceto
Colbordolo
Fermignano
Fossombrone
Fratte Rosa
Frontino
Frontone
Gabicce Mare
Gradara
Isola Del Piano
Lunano
Macerata Feltria
Mercatello Sul Metauro
Mercatino Conca
Mombaroccio
Mondavio
Mondolfo
Montecalvo In Foglia
Monte Cerignone
Monteciccardo
Montecopiolo
© Regione Marche
3.3 Livello
amministrativo
Regione
Regione
Provincia
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
3.4 Popolazione
amministrata
4.520
1.646
1.003
823
655
9.148
2.420
1.689
7.992
6.236
8.668
9.823
1.015
314
1.367
5.976
4.764
660
1.523
2.133
1.481
1.131
2.157
3.974
11.971
2.734
690
1.698
1.214
Pag. 5 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
041034
041035
041036
041037
041038
041040
041041
041043
041044
041045
041046
041047
041048
041050
041051
041052
041054
041056
041057
041058
041059
041060
041061
041062
041064
041065
041066
041067
042002
042006
042008
042009
042010
042011
042012
042016
042018
042019
042021
042023
042026
042028
042029
042034
042042
042043
042049
043001
043002
Progetto MaRius
Montefelcino
Monte Grimano Terme
Montelabbate
Montemaggiore Al Metauro
Monte Porzio
Orciano Di Pesaro
Peglio
Pergola
Pesaro
Petriano
Piagge
Piandimeleto
Pietrarubbia
Saltara
San Costanzo
San Giorgio Di Pesaro
San Lorenzo In Campo
Sant'Angelo In Lizzola
Sant'Angelo In Vado
Sant'Ippolito
Sassocorvaro
Sassofeltrio
Serra Sant'Abbondio
Serrungarina
Tavoleto
Tavullia
Urbania
Urbino
Ancona
Camerano
Castelbellino
Castel Colonna
Castelfidardo
Castelleone Di Suasa
Castelplanio
Cupramontana
Falconara Marittima
Filottrano
Jesi
Maiolati Spontini
Montecarotto
Monterado
Monte Roberto
Osimo
San Paolo Di Jesi
Santa Maria Nuova
Staffolo
Acquacanina
Apiro
© Regione Marche
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
2.769
1.213
6.754
2.795
2.812
2.176
738
6.667
95.011
2.925
1.029
2.150
711
6.870
4.976
1.449
3.551
8.749
4.138
1.604
3.506
1.476
1.113
2.592
926
7.820
7.119
15.627
102.997
7.268
4.858
1.072
18.935
1.731
3.552
4.929
27.781
9.745
40.635
6.199
2.083
2.128
3.021
33.737
916
4.263
2.372
121
2.445
Pag. 6 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
043003
043004
043005
043006
043007
043008
043009
043010
043011
043012
043013
043014
043015
043016
043017
043018
043019
043020
043021
043022
043023
043024
043025
043026
043027
043028
043029
043030
043031
043032
043033
043034
043035
043036
043037
043038
043039
043040
043041
043042
043043
043044
043045
043046
043047
043048
043049
043050
043051
Progetto MaRius
Appignano
Belforte Del Chienti
Bolognola
Caldarola
Camerino
Camporotondo Di Fiastrone
Castelraimondo
Castelsantangelo Sul Nera
Cessapalombo
Cingoli
Civitanova Marche
Colmurano
Corridonia
Esanatoglia
Fiastra
Fiordimonte
Fiuminata
Gagliole
Gualdo
Loro Piceno
Macerata
Matelica
Mogliano
Montecassiano
Monte Cavallo
Montecosaro
Montefano
Montelupone
Monte San Giusto
Monte San Martino
Morrovalle
Muccia
Penna San Giovanni
Petriolo
Pievebovigliana
Pieve Torina
Pioraco
Poggio San Vicino
Pollenza
Porto Recanati
Potenza Picena
Recanati
Ripe San Ginesio
San Ginesio
San Severino Marche
Sant'Angelo In Pontano
Sarnano
Sefro
Serrapetrona
© Regione Marche
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
4.293
1.859
164
1.888
7.130
598
4.899
318
533
10.735
40.816
1.289
15.505
2.194
577
214
1.547
647
906
2.497
43.019
10.325
4.901
7.195
155
6.826
3.592
3.686
8.116
783
10.339
930
1.176
2.070
877
1.501
1.307
314
6.617
12.264
16.081
21.830
872
3.773
13.169
1.537
3.424
446
1.019
Pag. 7 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
043052
043053
043054
043055
043056
043057
044001
044005
044007
044010
044011
044012
044013
044014
044015
044020
044021
044023
044027
044031
044034
044036
044038
044044
044054
044056
044063
044064
044065
044066
044071
109001
109002
109003
109004
109005
109008
109010
109012
109015
109019
109020
109022
109025
109026
109029
109031
109039
718086
Progetto MaRius
Serravalle Di Chienti
Tolentino
Treia
Urbisaglia
Ussita
Visso
Acquasanta Terme
Appignano Del Tronto
Ascoli Piceno
Carassai
Castel Di Lama
Castignano
Castorano
Colli Del Tronto
Comunanza
Folignano
Force
Grottammare
Maltignano
Monsampolo Del Tronto
Montedinove
Montefiore Dell'Aso
Montegallo
Montemonaco
Offida
Palmiano
Ripatransone
Roccafluvione
Rotella
San Benedetto Del Tronto
Spinetoli
Altidona
Amandola
Belmonte Piceno
Campofilone
Falerone
Grottazzolina
Magliano Di Tenna
Monsampietro Morico
Montefortino
Monteleone Di Fermo
Montelparo
Monterubbiano
Monte Vidon Combatte
Monte Vidon Corrado
Ortezzano
Petritoli
Smerillo
CM Esino Frasassi
© Regione Marche
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
COMUNE
Comunità
1.115
20.769
9.740
2.754
436
1.229
3.092
1.906
51.168
1.144
8.511
2.962
2.349
3.526
3.214
9.433
1.444
15.652
2.522
4.657
535
2.230
600
661
5.277
208
4.395
2.116
959
48.262
7.160
3.238
3.823
675
1.942
3.459
3.333
1.450
692
1.240
436
877
2.432
473
768
816
2.483
387
0
Pag. 8 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
048017
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Firenze
CST Piceno Fermano
CST della Provincia di Macerata
CSTPU Centro Servizi Territoriale
Pesaro Urbino
Montana
Comune
ALI
ALI
ALI
366.901
0
0
0
Si conferma che, in difetto di finanziamento degli enti soprindicati come “Da definire” ovvero nel caso
non si confermi l'impegno al progetto preliminare, la copertura finanziaria del progetto è assicurata dalla
Regione Marche, che attualmente copre anche la quota dei CST “CESMA - CST della Marca
Anconetana” e “CST della Provincia di Macerata” in quanto non sono stati finanziati nell'ambito del
progetto "ALI".
Qualora, viceversa, si perfezionino gli accordi ancora in via di definizione con le amministrazioni locali
dell'aggregazione, le quote attualmente assegnata alla Regione Marche ed ai CST “CST Piceno
Fermano e “CSTPU Centro Servizi Territoriale Pesaro Urbino”, si ridurranno corrispondentemente.
4. Soluzione riusata
4.1. Nome
Riuso436 - SigmaTer
- Servizi Integrati
catastali e Geografici
per il Monitoraggio
Amministrativo del
TERritorio
4.2. Descrizione
La soluzione Sigma Ter consente di creare una infrastruttura di
interscambio di informazioni catastali e territoriali fra l’Agenzia del
Territorio, le Regioni e gli enti locali.
La Regione assume un ruolo attivo nel processo di fruizione dei dati
territoriali previsto dal CAD in un rapporto sia di fornitore
(normalizzazione del dato, attivazione di un canale efficiente per la
modifica e bonifica dei dati catastali) dia di fruitore di servizi (database
integrato territoriale – DBTI, servizi di consultazione catastali).
IN AGGIUNTA:
La soluzione di riuso prevede una specifica estensione che, anche
integrandosi con i servizi infrastrutturali TECUT, consentirà di dare
servizi avanzati al cittadino come il calcolo on-line dell’IMU.
L'obiettivo di questa estensione è mettere a disposizione dei cittadini,
preventivamente autenticati tramite il frame work regionale SSO “FedCohesion“, uno strumento che consenta la determinazione agevole
dell'importo dovuto per l'IMU utilizzando i dati proveniente dalla Banca
dati catastale "certificata" resa disponibile dal sistema di interscambio di
SIGMATER.
Riuso 367 - PEOPLEModulo Pagamenti e
Incassi (MIP)
Progetto MaRius
Il MIP è un sistema che permette gestione dei pagamenti on-line e la
gestione degli incassi on-line.
Principali obiettivi:
– Interazione con i circuiti bancari ed i sistemi di pagamento disponibili
– uniformità di accesso alla fase di pagamento
– Indipendenza dal tributo e dai dati specifici del tributo stesso
– Modello generalizzato per l’incasso
– Versatilità nell’interazione con le procedure di gestione tributi
dell’ente
– Gestione Multi - ente
– Modularità di utilizzo da parte degli enti
© Regione Marche
Pag. 9 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
–
Predisposizione alla Multicanalità
RIUSO 163 – TecutWS - Infrastruttura
per interrogazione
banche dati e
interoperabilità (web
services)”
Il servizio dei web-services di Tecut permette di interfacciare banche dati
di diversa provenienza (back-office comunale o di altre applicazioni) per
la creazione di servizi on-line per cittadini, imprese ed altri enti. Le
banche dati interfacciate sono quelle anagrafiche, tributarie, elettorali,
etc. La soluzione permette ai CST/ALI la creazione di portali di servizi
nonché l’interfacciamento con applicazioni già presenti sul territorio.
RIUSO 169 STUdiARE – Sistema
Telematico Unificato
di Accesso alla Rete
scolastica
I servizi offerti da Studiare permettono:
–
a livello degli Enti Locali, il miglioramento degli adempimenti
amministrativi che sono legati a tali servizi;
– a livello dei cittadini, il miglioramento della qualità di accesso e
fruizione dei servizi;
– per le Scuole del territorio, la partecipazione al processo di
innovazione e digitalizzazione delle attività e dei servizi, cui spesso
si è esclusi per carenza di iniziative e di fondi di investimento.
Il progetto, dopo essere stato installato in alcuni comuni, è stato
ridimensionato con l’integrazione della banca dati regionale dei
procedimenti per la esposizione di un servizio di reperimento delle
informazioni e della modulistica per l’Avvio dei Procedimenti legati al
SUAP (APS).
Data la natura “multi progetto” della soluzione, il progetto è stato ripartito secondo in due sottoprogetti,
coordinati complessivamente dalla Regione Marche, ma eseguiti materialmente dai partecipanti
all’aggregazione, secondo la seguente tabella:
Sigla
Soluzioni associate
Ente esecutore
Marius_RM
SIGMATER, Tecut-WS e
PEOPLE-MIP
STUdiARE
Regione Marche
Marius_PU
Progetto MaRius
© Regione Marche
CST Pesaro Urbino
Pag. 10 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
4.3. Servizi
4.3.1.
SERVIZI CONFERMATI
Marius_RM - SIGMATER
4.3.1.4 4.3.1.6
Stato Attiv.
4.3.1.1 Nome 4.3.1.2 Descrizione
AGP Applicazioni
General Purpose
Sincrocat
TPR-BASE
TPR-Plus
Racchiude un insieme applicazioni web mediante le quali è possibile
consultare i dati presenti all’interno del DBTI. Queste applicazioni non
accedono direttamente al DBTI ma utilizzano i Servizi Infrastrutturali
invocandoli in modalità “nativa”, ossia senza l’utilizzo della Porta di Dominio.
L'elenco dei singoli servizi è il seguente:
Application ID Nome AGP
1014 S3AccertamentoICISoggetto
1017 S3AccertamentoICIUIU
1020 S3InformazioniICISoggetto
1023 S3InformazioniICIUIU
1026 S3ConsultazioneSoggetto
1028 S3ConsultParticella
1030 S3ConsultUIU
1008 S3AccertamentoTarsuSoggetto
1011 S3AccertamentoTarsuUIU
1006 S3ScarichiNativi
1038 S3RecuperoPlanimetrie
1005 S3RecuperoFoglioRaster
1000 S3EstrazioneMappaCatastalePerCDU
1033 S3RettificaIndirizzoUIU
1035 S3RettificaStrada
1037 S3InserimentoStrada.
E' il servizio che consente di gestire gli aggiornamenti del database locale
dei CST o dei Comuni con dati provenienti dal DataBase Territoriale
Integrato Regionale (Cartografia, censuario terreni e fabbricati, dati metrici e
quanto previsto dalla Cooperazione Applicativa con l’AdT).
Servizio base che consente l'interscambio delle informazioni relative allo
stradario comunale con l'Agenzia del Territorio. Tale servizio è integrabile
con SigmaTer ma è anche indipendente ovvero può essere utilizzato da
qualsiasi Ente.
Servizio avanzato che consente l'interscambio delle informazioni relative alla
toponomastica con il DBTI Regionale. Tale servizio è integrato con
SigmaTer e con le componenti dei sistemi comunali, come ad esempio il
sistema Elisa.
R
A5
R
A6
C
A6
C
A6
4.3.1.3 Beneficiari
Amministrazioni
4.3.1.5 Amministrazione cedente e nome della soluzione riusata
Regione Emilia-Romagna - Riuso436 - SigmaTer - Servizi Integrati catastali e Geografici per il
Monitoraggio Amministrativo del TERritorio
4.3.1.6 Enti coinvolti
Enti CST riusanti- ruolo di utilizzatori. Comune di Pesaro
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 11 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Marius_PU - STUdiARE
4.3.1.1 Nome
4.3.1.2 Descrizione
S06 : Iscrizioni scolastiche Il genitore può iscrivere il proprio figlio alla scuola prescelta in
via parzialmente o totalmente telematica. In caso di presenza
numero chiuso o riguardo le prescrizioni, si intende mostrare in
tempo reale l’andamento delle iscrizioni e la disponibilità dei
posti. E’ disponibile l’applicazione che rende possibile avviare
on-line, da parte delle famiglie, la richiesta di iscrizione
scolastica. Durante questa operazione è possibile verificare la
presenza di prescrizioni che possano ostacolare la frequenza
dello studente presso l’istituto desiderato. Tutta la procedura è
disponibile senza che l’utente si debba spostare fisicamente o
debba compilare della modulistica cartacea.
S07: Consultazione
E’ disponibile l’applicazione che rende possibile l’accesso alle
registro di classe
informazioni che riguardano l’offerta, la programmazione e lo
svolgimento dell’attività formativa. I genitori e gli studenti
potranno consultare on-line i propri dati del registro di classe;
dalle presenze/assenze alle valutazioni dei singoli alunni.
S08: Servizio di accesso
E’ disponibile l’accesso alle informazioni che riguardano l’offerta,
al registro del docente con la programmazione e lo svolgimento dell’attività formativa . I
consultazione unità
genitori e gli studenti potranno consultare on-line le banche dati
didattiche
che riguardano i piani di lavoro degli istituti scolastici e gli
argomenti che costituiscono le unità didattiche dei docenti.
S09 : Comunicazioni
E’ disponibile un servizio che migliori la gestione delle
scuole-famiglia
informazioni tra l’istituto educativo e la famiglia e/o cittadino e
che stimoli la partecipazione alla gestione dell’attività formativa.
In particolare l’applicazione rende possibile la richiesta da parte
delle famiglie di ricevere qualsiasi comunicazione attraverso i
nuovi strumenti informatici. I genitori possono fare domande e
ricevere risposte così come scaricare e stampare la modulistica
scolastica.
S10 : Servizio di iscrizione E’ disponibile un servizio che semplifichi e realizzi la gestione
ai centri ricreativi estivi
telematica delle procedure delle domande dei servizi educativi
(mense, trasporti, buoni libro) ed extra educativi (laboratori,
servizi educativi estivi). L’applicazione rende possibile avviare
on-line, da parte delle famiglie, la richiesta per poter far
frequentare ai propri figli i centri ricreativi circoscrizionali. I
genitori possono verificare i giorni di presenza e le attività svolte
presso questi centri.. Tutta la procedura è disponibile senza che
l’utente si debba spostare fisicamente o debba compilare della
modulistica cartacea.
S11 : Servizi di e-Learning E’ disponibile una piattaforma di formazione a distanza che
consente di ampliare l’accesso alle attività formative da parte dei
cittadini. Sono messi a disposizioni on-line corsi di
alfabetizzazione informatica, corsi per il rilascio della patente
europea, corsi riguardanti gli applicativi di ufficio, corsi inerenti le
attività scolastiche.
S12 : Iscrizione servizi
E’ attivo in via telematica il servizio di iscrizione ai corsi ed agli
integrativi (corsi ed esami) esami proposti dagli istituti educativi. Si intende mostrare in
tempo reale l’andamento delle iscrizioni e la disponibilità dei
posti. L’applicazione rende possibile avviare on-line, da parte
delle famiglie o degli studenti , la richiesta di iscrizione a
particolari corsi oppure la richiesta per poter sostenere esami
con rilascio di attestati. I genitori possono richiedere la
Progetto MaRius
© Regione Marche
4.3.1.4 4.3.1.6
Stato Attiv.
R
A3.3
R
A3.3
R
A3.3
R
A3.3
R
A3.3
R
A3.3
R
A3.3
Pag. 12 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
documentazione dei programmi dei corsi, la disponibilità dei
posti e il calendario degli esami. Tutta la procedura sarà
disponibile senza che l’utente si debba spostare fisicamente o
debba compilare della modulistica cartacea.
S13: Servizi di richiesta
E’ disponibile la gestione online della procedura che vede
finanziamenti per gli
impegnato il cittadino nella richiesta e composizione delle
studi(assegni sociali,
certificazioni di situazione economica (ISE – Indicatore della
borse di studio…)
Situazione Economica) presso gli uffici territoriali dell’INPS. Tali
certificazioni accompagnano la richiesta di sussidi scolastici e di
borse di studio che il cittadino presenta agli istituti educativi. In
particolare l’applicazione rende possibile la richiesta da parte
delle famiglie degli assegni sociali e delle borse di studio. I
genitori possono scaricare e stampare i moduli necessari
affinché possano essere compilati e trasmessi all’ufficio
competente che potrà avviare il procedimento per l’erogazione
del finanziamento oppure comunicare la negazione dello stesso.
S14 : Richieste e
L’applicazione rende disponibili in forma digitale i documenti
autorizzazioni per l’attività amministrativi utili all’attività didattica. La documentazione
didattica
digitale può essere scaricata, compilata e firmata su supporto
cartaceo e spedita utilizzando il sistema postale fisico; può
essere già precompilata, con i dati richiesti dalla tipologia di
documento, firmata online e inviata via web; può essere
compilata, firmata online e inviata via web; può essere ricevuta
ed essere inviata attraverso il sistema di posta elettronica
certificata. Verrà eliminato, per quanto possibile, l’utilizzo della
carta quale supporto alle attestazioni e comunicazioni tra
cittadino e istituto educativo, garantendo autenticità, integrità,
riservatezza e conservazione della documentazione informatica.
Nel caso in cui le certificazioni riguardino i titoli di studio e/o le
attestazioni di frequenza a corsi, queste possono essere
richieste dal cittadino sia nella forma del documento informatico,
valido legalmente come originale, sia nel tradizionale supporto
cartaceo. In quest’ultimo caso, la gestione dei servizi telematici
consentirà di effettuare la richiesta del rilascio e di ricevere la
comunicazione sulle coordinate logistiche e temporali per il ritiro.
I genitori possono richiedere la certificazione delle assenze del
figlio e gli attestati che riguardano i titoli di studio.
S15 : Servizio di
Negli enti in cui viene gestita elettronicamente la graduatoria di
pubblicazione automatica accesso agli istituti è utile da parte di un genitore poter
della graduatoria di
consultare via web la posizione del proprio figlio. Vista la
accesso agli istituti che le frequenza di modifica sulle graduatorie si propone di aggiungere
prevedono
il servizio di pubblicazione che raccoglie le informazioni in
maniera automatica in modo aggiornare costantemente le
informazioni sul portale e semplificare le operazioni di
pubblicazione.
S16 : Servizio di rinuncia
Vista l’esistenza del servizio di iscrizione scolastica è
all’iscrizione/assegnazione consigliabile introdurre un ulteriore servizio di rinuncia
posto in graduatoria
all’iscrizione sempre via web che consenta quindi di liberare il
posto occupato in graduatoria utilizzando sempre lo stesso
canale utilizzato per l’iscrizione.
S17 : Servizio di ricorso
Il servizio consente di integrare la domanda già presentata,
ed integrazione della
questo servizio è visto come la possibilità di “modificare”
domanda di iscrizione per l’iscrizione già effettuata utilizzando lo stesso canale web.
nidi e materne
Progetto MaRius
© Regione Marche
R
A3.3
R
A3.3
C
B 4.2
C
B 4.2
C
B 4.2
Pag. 13 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
4.3.1.3 Beneficiari
Cittadini – Amministrazioni
4.3.1.5 Amministrazione cedente e nome della soluzione riusata
Amministrazione Provinciale di Pesaro e Urbino - RIUSO 169 - STUdiARE – Sistema Telematico
Unificato di Accesso alla Rete scolastica
4.3.1.7 Enti coinvolti
Enti CST riusanti- ruolo di utilizzatori
Marius_PU - PEOPLE-MIP
4.3.1.1 Nome 4.3.1.2 Descrizione
S01: Servizio di
pagamento
spontaneo
S02:
Visualizzazione
pagamenti
pregressi
S03:
Pagamento
contravvenzioni
4.3.1.4 4.3.1.6
Stato Attiv.
R
Il servizio di pagamento spontaneo è il servizio che può essere dispiegato
nella maggior parte dei casi, la sua caratteristica di generalità di pagamento
aperto verso tutti i tipi di causali di tributo fa sì che si possano effettuare
pagamenti spontanei, in cui il cittadino, l’impresa o l’amministrazione
inserisce liberamente l’importo dovuto.
Non è prevista alcuna identificazione del contribuente, questo fa sì che
chiunque, anche non dotato di credenziali possa utilizzare il servizio.
Data la sua adattabilità a più contesti e il minor impatto organizzativo viene
considerato un “apripista” anche per la definizione di regolamenti interni,
convenzioni con i tesorieri e consente di valutare la “resistenza” su
determinati strumenti tecnologici.
Il servizio interagisce con il gestore incassi e deve essere integrato con il
sistema di rendicontazione dell’ente in maniera più o meno spinta a seconda
anche del numero di transazioni previste.
Il servizio visualizza tutti i pagamenti effettuati da un soggetto, è obbligatoria R
l’identificazione del beneficiario attraverso l’uso di credenziali sicure.
I pagamenti effettuati vengono ricercati nel database attraverso il codice
fiscale del soggetto, qualsiasi siano gli enti creditori dei pagamenti effettuati.
Il servizio rappresenta una funzionalità “a corredo” degli altri servizi; non
contiene interazioni ed integrazioni particolari con i sistemi di
rendicontazione o comunque di gestione dell’ente.
Il servizio di pagamento contravvenzioni può essere configurato ed utilizzato R
in maniera personalizzata.
Questa caratteristica consente di adattarsi alle situazioni più o meno difficili
di integrazione verso e da i sistemi legacy.
Viene utilizzata una staging area logica che può essere implementata in
modalità differenti, le modalità scelte a seconda delle circostanze delineano
il livello di interazione e di innovazione apportato dallo stesso servizio.
Questo tipo di servizio ha un livello più alto di integrazione e di automatismo
informativo, di conseguenza una criticità e rischio maggiore rispetto al
servizio spontaneo.
L’interazione principale è rappresentata dalla possibilità di recuperare il
verbale e l’importo dovuto.
4.3.1.3 Beneficiari
Cittadini, imprese e amministrazioni.
4.3.1.5 Amministrazione cedente e nome della soluzione riusata
Comune di Firenze - RIUSO 367 - PEOPLE-Modulo Pagamenti e Incassi (MIP)
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 14 di 35
A 3.3
A 3.3
A 3.3
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
4.3.1.7 Enti coinvolti
Enti CST riusanti- ruolo di utilizzatori
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 15 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
4.3.2.
SERVIZI ELIMINATI
Rilfdeur_Segnalazione Il servizio consente la rilevazione dei fenomeni di degrado urbano per i Vigili Urbani
degrado urbano
tramite l'utilizzo del palmare o dell'interfaccia web e a tutti gli altri uffici comunali abilitati
(ad es Uffici tecnici) via postazioni WEB
S04: Pagamento pre- Il servizio pre-calcolato prevede che venga predefinito l’importo dovuto, l’importo è
calcolato
riferito ad un documento che identifica la natura del tributo.
Questo maggiore automatismo prevede un rischio più alto e un coinvolgimento delle
software house per attivare un flusso dati che popoli la staging area, implementata in
maniera personalizzata a seconda delle situazioni.
Il servizio prevede “chiamate” a web services del gestore incassi che a sua volta
colloquia con i sistemi di back-office dell’ente.
Il servizio rappresenta un’evoluzione del servizio spontaneo, in cui si siano identificati e
implementate le intergrazioni con i sistemi legaci attraverso il recupero del numero
documento e l’importo.
S05: Posizione
Il servizio posizione debitoria è il servizio in cui si prevede la visualizzazione completa
debitoria
dei tributi o pagamenti pendenti di un soggetto.
E’ il servizio in cui vengono visualizzati e raccolti tutti i pagamenti pre-calcolati che si
riferiscono ad un codice fiscale.
Questo servizio comprende contiene la complessità maggiore rispetto a tutti gli altri,
anche se il livello di automatismo e di fruibilità non cambia rispetto a quello precalcolato: numero documento, importo già predefinito, etc.
4.3.3.
SERVIZI AGGIUNTI
Nome
Descrizione
S18:
APS_SUAP
Il servizio di reperimento delle informazioni e della modulistica, anche in ambito “Cloud”,
per l’avvio dei procedimenti legati al SUAP, in risposta alla necessità di attuazione del
DPR 160/2010 (Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo
Sportello Unico per le attività produttive) rende possibile per il cittadino ricercare le
informazione sui procedimenti amministrativi dei vari enti oltre alla modulistica di
riferimento.
Dispiegamento di un sistema federato di autenticazione che estende il framework
Cohesion per supportare S.A.M.L. 2.0
La soluzione di riuso prevede una specifica estensione che, anche integrandosi con i
servizi infrastrutturali TECUT, consentirà di dare servizi avanzati al cittadino come il
calcolo on-line dell’IMU.
L'obiettivo di questa estensione è mettere a disposizione dei cittadini, preventivamente
autenticati tramite il frame work regionale SSO “Cohesion“, uno strumento che consenta
la determinazione agevole dell'importo dovuto per l'IMU utilizzando i dati proveniente
dalla Banca dati catastale "certificata" resa disponibile dal sistema di interscambio di
SIGMATER.
Il servizio prevede per i cittadini marchigiani la possibilità di pagare on-line il bollo auto
S19: FEDCOHESION
S20: IMU
S21:
Pagamento
del bollo auto
S22:
Pagamento
ticket sanitari
Il servizio consente il pagamento dei ticket sanitari sull’intero territorio marchigiano
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 16 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
5. Infrastrutture
La seguente tabella riassume i servizi infrastrutturali previsti dal progetto e raggruppati per soluzione
riusata
SP
5.1 –
Nome
5.2 Descrizione
RM_SigmaTer
SXC-R Sistema di
interscambio
Lato Regione
Costituisce l’interfaccia di comunicazione
verso l’omologo sistema presente presso
l’Agenzia del Territorio (ADT). Questo
sistema è costituito dalle seguenti
componenti: Sistema di Interscambio lato
Regione, Database di Interscambio,
Database di Staging.
SINTEG Tramite opportune funzioni di
Sistema di
trasformazione, i dati provenienti
integrazione
dall'Agenzia del Territorio vengono
Catasto – DBTI integrati nel DBTI
SIS-R - Servizi Sono servizi software che operano sul
infrastrutturali
DBTI SIGMA TER. Descritti da documenti
per la
XML Schema di richiesta e di risposta e
cooperazione
sviluppati in accordo alla specifiche
applicativa
OpenPDD, possono essere interrogati
mediante gli standard CNIPA delle Porte di
Dominio e delle buste di e-government e,
in modalità nativa, mediante le specifiche
Enterprise Java Bean. Uno dei possibili usi
dei servizi SIGMA TER è la validazione dei
riferimenti catastali: ad esempio, durante
l’inserimento dei dati catastali in una
concessione edilizia viene effettuata la
validazione
E' prevista l'implementazione dei seguenti
servizi SigmaTer:
s3001accertamentoici;
s3002accertamentoterrenoici;
s3003informazioniici;
s3004informazioniterrenoici;
s3005validazioneparticella;
s3006validazioneuiu; s3007consultuiu;
s3008consultparticella;
s3009consultsoggetto; s3010titolariuiu
s3011titolatiterreni; s3012listasoggetti;
s3013uiusoggetto; s3014terrenisoggetto;
s3015listacomuni;
s3016accertamentotarsu;
s3017uiuparticelle;
s3018informazioniparticelle;
s3019listastrade; s3021datiprodediz;
s3022elencoprodediz;
s3023entitaperedizione;
s3024datasetperedizione;
Progetto MaRius
© Regione Marche
5.3
Tipologia
Cooperazione
Applicativa
SPCoop
5.6 Attività
5.4
5.5 Ente
di
Stato responsabile
riferimento
Pot.
Regione
Marche
A5
Interoperabilità Riuso
dati catastali
Regione
Marche
A5
Cooperazione
Applicativa
Regione
Marche e CST
A5
Riuso
Pag. 17 di 35
PU_Peop
PU_Stud.
RM_SigmaTer+
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
s3025ricercametadati;
s3027estensioniperpunto;
s3028sezionequadrodaestensione;
s3029datasetperestensione;
s3031codelistmetadati;
s3032listascarichinativi;
s3033scariconativo;
s3034prenotascaricosel; s3035scaricosel;
s3041trovacomune; s3042trovaprovincia;
s3046trovaparticella;
s3047trovapuntofiduciale;
s3051estrazionemappacatastalepercdu;
s3052recuperofoglioraster;
s3054recuperoplanimetrie;
s3055listaplanimetrie;
s3073propostarettificaindirizzouiu;
s3074propostarettificatoponomastica.
SXC-Plus
Componente aggiuntiva di SXC-R per
l'interscambio dati relativi allo stradario con
AdT
SincroCat-Plus Servizi di interoperabilità con l'ACI del
progetto EliCat/EliFis e/o equivalenti
TPR-Omnia
Servizi di interoperabilità dei dati di
toponomastica con i principali SIT (due
minimo) utilizzati dai comuni della Regione
Marche
Studiare WSA Web Services applicativi, che realiazzano
i servizi applicativi del sistema, rivolti alla
realizzazione delle funzioni richieste nei
requisiti. * Vedi Schema architettura
People-MIPWSA
Progetto MaRius
Web service per Servizi applicativi non in
architettura People. La Componenti
Incassi può essere utilizzata per Tributi per
i quali non è previsto un servizio
applicativo specifico in People. * Vedi
schema Architettura
© Regione Marche
Cooperazione Pot.
Applicativa
SPCoop
Interoperabilità Pot.
dati catastali
Interoperabilità Pot.
dati catastali
Regione
Marche
A7
Regione
Marche e CST
Regione
Marche e CST
A6
Cooperazione
Applicativa
Pot.
CST Pesaro
B5
Cooperazione
Applicativa
canale
pagamenti
Pot.
Regione
Marche
B5
Pag. 18 di 35
A8
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
PF_Tecut-WS
Infrastruttura
dei web
services di
TECUT
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Nel sottoprogetto Tecut-WS viene previsto
il potenziamento dell’attuale infrastuttura di
TECUT mettendo a disposizione dei CST
aderenti e dei comuni stessi i web services
originari inglobati nell’architettura regionale
di interoperabilità prevista dal progetto
Marius. Attualmente l’infrastuttura che
collega i web services del progetto TECUT
ai comuni sono esterni sia alla rete intranet
della regione Marche che ai nodi (CST)
che si sono costituiti. Ne consegue che i
servizi che possono essere implementati
sia per la cooperazione applicativa che per
l’interoperabilità da parte di CST o della
Regione Marche stessa di fatto non
usufruiscono
dell’architettura
intranet
costituita dalla regione stessa. Obiettivo
del progetto è armonizzare l’infrastruttura
presente nella Regione Marche inglobando
nella stessa i WS del progetto TECUT in
modo da rendere disponibile ai CST e ai
Comuni stessi una infrastruttura standard
sia per usufruire dei servizi di TECUT sia
per lo sviluppo di nuovi servizi. Ne
consegue che i servizi del progetto TECUT
saranno traslati nell’intranet Regionale
usufruendo della stessa architettura
(protocolli, autenticazione ecc) previsti nel
progetto Marius.
L’inglobamento dei servizi Tecut all’interno
della intranet regionale permetterà alla
Regione Marche di erogare servizi di
interoperabilità verso le ASL tramite i CST
(aggiornamento nati, morti) , sia ai comuni
stessi per la messa in funzione di un GIS
agganciato ad una base dati anagrafica
per una corretta gestione del territorio
Offrire
sia Pot.
servizi
di
interoperabilità
che
di
cooperazione
applicativa.
, pertanto ha
entrambe le
classificazioni.
Regione
Marche
SSO_Cohesion
È opportuno anche indicare l’architettura dei seguenti sistemi:
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 19 di 35
C8
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
5.2.1 Specifiche architetturali “SigmaTer”
Le applicazioni web di SIGMA TER sono sviluppate sopra uno strato di web service (servizi
infrastrutturali, nella terminologia SIGMA TER) che vengono esposti dalla Regione permettendone
quindi anche l’uso diretto. In questa maniera oltre all’utilizzo diretto delle applicazioni web questo
permette una forte interoperabilità con altre applicazioni del Sistema regionale.
Lo schema esemplifica le componenti SIGMA TER responsabili dei servizi:
•
Sistema di Interscambio Lato Regione (SXC-R)
•
Sistema di integrazione (SINTEG)
•
Servizi infrastrutturali (SIS-R)
•
Applicazioni General Purpose (AGP)
•
Sistema di Registrazione e Monitoraggio (SR&M)
IN AGGIUNTA
La soluzione di riuso prevede una specifica estensione che, anche integrandosi con i servizi
infrastrutturali TECUT, consentirà di dare servizi avanzati al cittadino come il calcolo on-line dell’IMU.
L'obiettivo di questa estensione è mettere a disposizione dei cittadini, preventivamente autenticati
tramite il frame work regionale SSO “Cohesion“, uno strumento che consenta la determinazione
agevole dell'importo dovuto per l'IMU utilizzando i dati proveniente dalla Banca dati catastale
"certificata" resa disponibile dal sistema di interscambio di SIGMATER.
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 20 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
5.2.2 Specifiche architetturali “Studiare”
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 21 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Viene adottato lo standard XML che permette di definire in modo unificato il formato e l’organizzazione
dei dati scambiati nell’interazioni tra applicazioni. Lo standard XML, oltre ad essere un prezioso
strumento per la normalizzazione delle strutture dati è alla base per nuove e più efficaci forme di
cooperazione applicativa. L’uso di XML garantisce che il software lato server è trasparente dalle
modalità di preparazione della pagina.
Per quanto riguarda la soluzione STUdiARE, sono stati utilizzati differenti ambienti applicativi.
Applicazione STUdiARE
Il principale prodotto software del progetto è stato realizzato conformemente ai dettami della massima
riusabilità, utilizzando l’ambiente applicativo Java J2EE. Nel dettaglio:
Linguaggio di programmazione: Java basato su compilatore e librerie facenti parte del Software
Development Kit j2sdk1.4.2_04
Framework: Struts 1.1 , People 1.1. Struts è la metodologia di sviluppo Model View Controller utilizzata
per le web application Java, mentre People 1.1 è il framework utilizzato dagli sviluppatori del progetto
People che STUdiARE ha adottato.
Application server: Servlet engine Apache Tomcat 4.1.31 su sistema operativo Debian GNU/Linux.
Tomcat è la reference implementation delle tecnologie Java Servlet e Java Server Pages (JSP). In
particolare, questa è la tabella di corrispondenza tra le versioni di Tomcat e le rispettive versioni Servlet
e JSP:
Database server: MySql 4.0.23 su sistema operativo Debian GNU/Linux. La scelta di MySql è stata
dettata dalla sua semplicità di installazione e gestione, e dal tipo di applicativo che non richiede un
DBMS particolarmente sofisticato quale potrebbe essere Postgres (tanto per rimanere nell’ambiente
FLOSS).
Tool: Ambiente di sviluppo Eclipse 3.0. Si tratta del più diffuso ambiente Open Source per lo sviluppo di
applicazioni. Pur essendo nato come tool IDE per lo sviluppo in Java J2EE, nel tempo sono stati
aggiunti, da una amplissima comunità internazionale di sviluppatori, una serie di plugin per lavorare con
altri linguaggi e ambienti, ad esempio con PHP.
Piattaforma di Groupware
Il sistema è Twiki (licenza Open Source - GPL) su sistema operativo Debian GNU/Linux, una
piattaforma web collaborativa sviluppata in Perl, ispirata alla nota e diffusa metafora denominata Wiki.
Tra i punti di forza le potenti funzionalità di ricerca, il versioning dei documenti, l'utilizzo del file system e
non di un database.
Piattaforme di e-learning
La piattaforma di e-learning prescelta (Intralearn su sistema operativo MS Windows e DBMS MS Sql
Server) si affiancata anche delle piattaforme basate su FLOSS: Moodle, Dokeos e Atutor.
Anche in questo caso il sistema operativo di riferimento è Debian GNU/Linux.
Sito di progetto
Il sito di progetto è realizzato con il CMS denominato Typo3, che ben si presta a diventare una vera e
propria piattaforma di pubblicazione web. Typo3, distribuito con licenza GPL, è caratterizzato da una
amplissima comunità di sviluppatori e di consulenti, anche in Italia, e da un numero elevato di cosiddette
“estensioni”, cioè moduli preconfezionati che esplicano particolari funzionalità.
Va sottolineato che il CMS Typo3 e tutti i moduli ad esso correlati, sono scritti nel linguaggio di
programmazione PHP, che è il maggiormente utilizzato in ambito web.
Anche in questo caso si è scelto di utilizzare come sistema operativo Debian GNU/Linux.
Il sistema operativo
Il sistema operativo è Debian GNU/Linux
L’infrastruttura cluster: dettagli applicativi è realizzata attraverso una architettura cosiddetta a cluster o,
più precisamente, con caratteristiche di High Availability (HA) e di Load Balancing (LB).
E’ stato scelto di utilizzare solo tecnologie FLOSS disponibili su piattaforme FLOSS (nel nostro caso sul
solito sistema operativo Debian GNU/Linux).
Queste le tecnologie/pacchetti utilizzate/i per implementare servizi in HA e LB:
* heartbeat
* kernel LVS (Linux Virtual Server)
* ipvsadm
* ldirectord
* tecniche di hidden interface
* DRBD
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 22 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
L’architettura
Al primo livello abbiamo il bilanciatore di carico (load balancer o director) che provvede a ricevere le
richieste verso i cosiddetti real server (i server che ospitano i servizi applicativi veri e propri) tramite gli
IP virtuali dei servizi (VIP).
A un secondo livello abbiamo, per l’appunto, i real server, dove risiede, ad esempio, l’application server
Tomcat con l’applicativo STUdiARE, o il CMS Typo3 con l’application server basato su PHP, o gli
applicativi di e-learning FLOSS.
Al terzo livello abbiamo il DBMS e il file server.
Da notare che sia il director che il DBMS/File server si basano su due macchine configurate in modalità
HA.
Director (o load balancer)
i server in HA si monitorizzano a vicenda usando heartbeat, il quale utilizza una seriale null modem e
una ethernet a 1Gb
heartbeat controlla anche che i server siano accessibili dall'esterno usando un "ping group" esterno
un server è active, l'altro passive, in caso di guasto avviene il failover e il VIP viene passato all'altra
macchina
i server hanno LVS attivato a livello kernel
un client user-space (ipvsadm) viene usato per gestire i pool di servizi associati ai real server
ldirectord viene usato per pilotare a livello più alto ipvsadm
Real server
Ireal server ospitano i servizi "veri" (apache, tomcat, typo3, e-leaning, ecc.)
si appoggiano per i dati al database server e al file server NFS in HA
affinché i pacchetti non vengano droppati bisogna si utilizza una tecnica di hidden interface (la NIC non
risponde alle ARP request, così lascia che risponda "solo" il director)
affinché i pacchetti tornino al mittente col source address corretto, si utilizza una riga di iptables che
faccia source NAT
DB e NFS server
i server in HA si monitorizzano a vicenda usando heartbeat, il quale utilizza una seriale null modem e
una ethernet a 1Gb
heartbeat controlla anche che i server siano accessibili dall'esterno usando un "ping group" esterno
un server è active, l'altro passive, in caso di guasto avviene il failover e il VIP viene passato all'altra
macchina
per tenere sincronizzati i dati a livello di file system, si utilizza DRBD che funziona solo in modalità
active/passive
le partizioni drbd sono due su ciascun server e ognuna di esse ha la gemella sull'altra macchina
heartbeat è configurato in modo tale che normalmente ogni macchina sia active per un servizio e
passive per un'altro (in questo modo si sfruttano entrambi i server).
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 23 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
5.2.3 Specifiche architetturali “People-MIP”
Per descrivere in maniera semplificativa le funzionalità di People-MIP possiamo fare immaginare tale
sistema come ad un gateway logico/funzionale realizzato in maniera modulare.
Il MIP-Pagamenti si pone infatti come un componente aggiuntivo al framework People che realizza una
serie di funzionalità per l’interscambio funzionale tra gli stessi componenti People, tra le consolle di
gestione, tra i sistemi di incasso, ed infine il tesoriere attraverso una cooperazione applicativa con
l’interfaccia di effettuazione finale del pagamento.
Il MIP-Pagamenti interagisce attraverso gli altri componenti pubblicando e richiamando link o web
services opportuni.
Nell’ambito del riuso il “gateway” accentua ulteriormente questa sua caratteristica di snodo: viene posto
al centro di un’architettura che deve consentire la mappatura dei servizi in modo da collegare le
informazioni necessarie sulla relazione servizio/ente.
Alla soluzione vengono opportunamente aggiunte le funzionalità che ne rafforzano l’utilizzo in un ambito
di centro servizi completando così il ruolo del mip-pagamenti anche da un punto di vista di gestione
operativa.
IN AGGIUNTA
Il sistema verrà evoluto prendendo a riuso la soluzione PayER della Regione Emilia Romagna che
ingloba ed estende il sistema People MIP
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 24 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
5.2.4 Specifiche architetturali “Cohesion”
La Regione Marche ha da anni adottato un framework di autenticazione chiamato Cohesion. Questo
permette di verificare la corretta identità degli utenti che accedono ai servizi gestendo opportunamente il
processo di autenticazione. Cohesion supporta l’autenticazione forte con Smart-Card Regionale (Carta
Raffaello) standard Carta Nazionale dei Servizi, Carta d’Identità Elettronica, utente & password & pin,
autenticazione di dominio (solo per gli utenti interni alla rete regionale), e autenticazione debole tramite
utente & password. Lo sviluppo tecnologico e organizzativo che la Regione Marche sta affrontando,
quale soggetto abilitante la comunità regionale in ottica interregionale, ha evidenziato la necessità di reingegnerizzazione del framework Cohesion al fine di renderlo compatibile con standard emergenti quali
SAML 2.0. La versione 1.0 di Cohesion non si basa, infatti, su questo standard di autenticazione, ma
garantisce il Single Sign On mediante un flusso ad hoc. Essendo stato Cohesion oggetto di sostanziosi
investimenti, economici e non solo, oltre che essere standard di riferimento per l’autenticazione nella
Regione Marche la scelta di re-ingegnerizzazione è prevalsa sulla possibilità di migrazione ad altri
sistemi SAML 2.0 compatibili, quali ad esempio Shibboleth. In questo lavoro si vuole presentare
l’esperienza di re-ingegnerizzazione del framework regionale d’autenticazione dalla versione 1.0 alla 2.0
quest’ultima SAML 2.0 compatibile.
5.2.5 Specifiche architetturali “procedimenti SUAP”
Il servizio di reperimento delle informazioni e della modulistica per l’avvio dei procedimenti legati al
SUAP, è motivato dalle seguenti considerazioni.
E’ stato siglato un accordo tra Governo, Regioni ed Enti Locali concernente l’attuazione delle misure
previste dal DL: 9 Febbraio 2012, n. 5, in cui all’art. 6 le parti si impegnano ad effettuare uno specifico
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 25 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
studio per la costruzione di una banca dati unica di tutti i procedimenti amministrativi e dei relativi
adempimenti per le attività economiche. Tale banca dati, articolata a livello regionale è progettata al fine
di poter essere generalizzata ed accogliere anche procedimenti amministrativi rivolti ad altri settori.
In questo contesto, la banca dati dei procedimenti e la relativa interfaccia applicativa è un “soggetto” la
cui integrazione è fondamentale al fine di:
– standardizzare le tipologie di procedimenti che vengono trattati dagli enti che afferiscono al
territorio della regione Marche
– creare un unico punto di accesso centralizzato che realizzi la trasparenza amministrativa verso
gli utenti
– integrare i sistemi gestionali locali dello Sportello Unico
Pec Comune
BDP
S.I. SUAP
In particolare la Banca Dati dei Procedimenti, in risposta alla necessità di attuazione del DPR 160/2010
(Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le attività
produttive) rende possibile ai cittadini ricercare le informazione sui procedimenti amministrativi dei vari
enti oltre alla modulistica di riferimento. Espone altresì interfacce applicative accedibili dai siti comunali e
dai sistemi informativi che gestiscono il SUAP per ricercare ed acquisire tutte le informazioni relative ad
una specifica tipologia di procedimento ed i dati necessari all’avvio del procedimento presso lo specifico
ente.
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 26 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Milestone
5.1.
Milestone A – Firma Convenzione/APQ
Tale Milestone si è conclusa il 19 maggio 2011.
Tale data è stata dettata dal ritardo della risposta di alcune amministrazioni che si sono rinnovate o
addirittura nate (vedi provincia di Fermo) da poco.
Va sottolineato che, finché non si raggiunge tale Milestone, le attività in corso sono sospese in quanto
orientate a realizzare prodotti con finalità ridotte rispetto al progetto Marius.
5.2.
Milestone B - Assessment intermedio di Avanzamento lavori
La Milestone MB è prevista per il 28/02/2013,
A tale data si considerano concluse le seguenti attività
Codice
A11.2
A11.4
A2
A3.2
A5.3.1
A5.5
A5.6
A5.7
A5.8
A6.1
Nome attività
RM_IMU_CALCOLA_BASE
RM_IMU_Dispiega
Marius_Pmanag
RM_ProgExec2
RM_S3_PARTENARIATO_1
RM_S3_REGIO
RM_S3_INFRA2
RM_S3_ICAR
RM_S3_AGP
RM_TPN_Affida
A8.1
A8.2
A8.3
A9.1
A9.2
B1.1
B1.2
B2.2.2
C16
C17
C18
C19
C2
C20
C21
C22
C23
C24
C3
C4
C5
C6.1
C7.2
RM_TPN_Qproc
RM_TPN_RQUDev
RM_TPN_RQUDisp
RM_S3R_Affida
RM_S3R_INFRA_SW_CST
PU_Pmanag
PU_ProgExec1
Ampliamenti/adattamenti tecnologici per la soluzione “studiare”
COHESION_1
COHESION_2
COHESION_3
COHESION_4
WS_PROJ
COHESION_5
COHESION_6
COHESION_7
COHESION_8
COHESION_9
WS_PROGETTO
WS_HW
WS_INSTALL
WS_PORTING_MIGRA
WS_INTERFACE
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 27 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
C8
D1
E2
E3
E5
E7
5.3.
NEW_WS
APS- banca dati
PU_ProgExec1
PU_ProgExec2
convenzione di riuso PayER
acquisizioni infrastrutture piattaforma dei pagamenti seconda
fase
Milestone C/D - Fine attività di realizzazione
Le Milestone MC e MD costituiscono un’unica Milestone MCD corrispondente al completamento del
100% delle attività è prevista al 20/05/2013
A tale data si considerano concluse, oltre le precedenti, anche le seguenti attività
Codice
A11.3
A7
A9.3
C10
C11
C6.2
C7.1
C9
D2
D3
E6
5.4.
Nome attività
RM_IMU_CALCOLA_AVANZATO
RM_TPN_REGIO_AdT
RM_S3R_Dispiega
WS_PORTAL2
WS_PORTAL3
WS_PORTING_TEST
WS_PORTING2
WS_PORTAL1
APS- interfacce
APS- start up CST
acquisizione servizi di personalizzazione e start up dei
servizi
Milestone E - Verifica finale
La milestone ME corrispondente al completamento del primo anno di esercizio è prevista al 20/05/2014
A tale data si considerano concluse tutte le attività del progetto.
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 28 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
6. Attività
Per facilitare la lettura e la gestione delle attività si sono organizzate tutte le informazione richieste in tre tabelle sintetiche:
• Descrizione Attività
• Termini Esecuzione
• Costi
Per ogni tabella si ripetono le informazioni “Codice” e “Nome”
La suddivisione in sottoattività è stata fatta utilizzando lo schema principale di suddivisione delle informazioni.
7a Descrizione Attività
A1
Marius_PP0
A2
Marius_Pmanag
A3.1
A3.2
A4
A5
A5.1
A5.2
RM_ProgExec1
RM_ProgExec2
MilestoneA
RM_SigmaTer Base
RM_S3_Affida
RM_S3_INFRA1
A5.3.1 RM_S3_PARTENARIATO_1
A5.3.2 RM_S3_PARTENARIATO_2
A5.5
RM_S3_REGIO
Coordinamento Iniziale Progetto Marius e presentazione progetto preliminare. Include le
attività specifiche realizzate dai responsabili dei sottoprogetti WBS_RM, WBS_PU e WBS_PF
Project Management, direzione esecuzione e coordinamento dei tre sottoprogetti RM, PU e
PF.
Sottoprogetto esecutivo SigmaTer - Prima iterazione
Sottoprogetto esecutivo SigmaTer - Seconda iterazione
Firma Convenzione con CNIPA
Affidamento servizi e implementazione SigmaTer Regione
Procedura di affidamento servizi installazione, configurazione e startup BASE
Predisposizione infrastruttura di base per il sistema regionale:
N. 6 Server per deployment SIGMATER € 30.000,00
N. 2 Server Interscambio AdT lato regione € 6.000,00
N. 2 Licenze Oracle Enterprise € 46.492,00
N. 8 Licenze VMWARE € 40.000,00
Adesione al partenariato SIGMATER primo anno
Adesione al partenariato SIGMATER secondo anno
Servizi software per caricamento catasto e DBTI regionale: Installazione e configurazione
delle componenti SIGMA TER e Caricamento impianto dati catastali
Pag. 29 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
A5.6
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
RM_S3_INFRA2
Predisposizione infrastruttura di base per un Comune ed un CST:
N. 6 Server per deployment SIGMATER € 30.000,00
N. 2 Server Interscambio AdT lato regione € 6.000,00
N. 2 Licenze Oracle Enterprise € 48.000,00
A5.7
RM_S3_ICAR
Migrazione servizi Sigmater su porta ICAR
A5.8
RM_S3_AGP
Implementazione dei servizi AGP comprensibi dei servizi di toponomasticae sperimentazione
sui comuni test
A6
RM_TPN_Regione
Estensione SigmaTer per Toponomastica nazionale - interscambio regionale
A6.1
RM_TPN_Affida
Progetto e affidamento servizi estensione Sigmater x Toponomastica Regionale e Nazionale
A7
RM_TPN_REGIO_AdT
Implementazione servizi SigmaTer Plus per sincronizzazione e interscambio dati
toponomastici ed estensione per Toponomastica regionale; Implementazione servizi SigmaTer
Plus per sincronizzazione e interscambio stradario con AdT
A7.1
RM_TPN_MANUTENZIONE
Manutenzione del sistema per sincronizzazione e interscambio dati toponomastici regionale e
nazionale
A8
Dispiegamento Servizi di interscambio toponomastica in tutti i comuni
RM_TPN_Dispiega
A8.1
RM_TPN_Qproc
Progetto esecutivo; procedura contratto quadro e cofinanziamento per servizi di interfaccia
con S3TPR_FULL; verranno selezionate le procedure SIT più usate nei comuni delle Marche
e sarà definito un contratto quadro con i fornitori software per lo sviluppo delle interfacce
A8.2
RM_TPN_RQUDev
Sviluppo da parte dei fornitori delle interfacce sui Comuni di test
A8.3
RM_TPN_RQUDisp
Dispiegamento delle interfacce
A9
RM_SigmaTer Regionale
Affidamento servizi per dispiegamento SigmaTer nei CST
A9.1
RM_S3R_Affida
Affidameno servizi e implementazione SigmaTer nell'aggregazione
A9.2
RM_S3R_INFRA_SW_CST
Acquisizione software di base CST
A9.3
RM_S3R_Dispiega
Dispiegamento sistema Sigmater presso i CST/Comuni
Calcolo IMU
A11
RM_IMU
A11.1 RM_IMU_VISUCAT
Procedura di affidamento realizzazione servizi per implementazione calcolo IMU
omnicomprensivo
A11.2 RM_IMU_CALCOLA_BASE
Servizio calcolo IMU base
A11.3 RM_IMU_CALCOLA_AVANZATO Servizio calcolo IMU con gestione storico pagamenti
A11.4 RM_IMU_Dispiega
Dispiegamento del servizio "Calcolo IMU" presso i CST
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 30 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
A12
A13
B1.1
Manutenzione
Conduzione
PU_Pmanag
B1.2
PU_ProgExec1
B2.2.2 Ampliamenti/adattamenti
tecnologici per la soluzione
“studiare”
E1
PU_Pmanag
Progetto MaRius
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Stipula contratti di manutenzione per un anno dal collaudo finale
Gestione servizio
Project Management sottoprogetto PU.Confluiscono in questa attività tutte le fasi di
coordinamento e controllo del progetto che vanno dall’avvio della progettazione fino alla fine
effettiva del progetto stesso. In particolare le attività inerenti la conduzione del progetto sul
piano organizzativo, operativo, qualitativo, economico e del raggiungimento degli obiettivi
prefissati per il sottoprogetto nei tempi stabiliti.
L’obiettivo di questa attività riguarda la conduzione del progetto sul piano organizzativo,
operativo, qualitativo, economico. In particolare sarà posta attenzione al monitoraggio del
raggiungimento degli obiettivi prefissati nel documento di progettazione esecutiva, in accordo
a quanto stabilito dell'atto denominato "Accordo tra le parti", previsto dalle line guida per lo
sviluppo dei progetti di riuso.
Sottoprogetto esecutivo Studiare - Prima iterazione - Nella progettazione verranno identificate
e definite tutte le attività riguardanti la definizione delle specifiche generali esecutive di
progetto, ovvero di tutte quelle attività di analisi che portano dalla stesura dello studio di
fattibilità fino al progetto definitivo.Le attività di analisi e progettazioni sono state raggruppate
in tre fasi principali:
1) Progetto Preliminare – consente di definire esattamente i costi ed i prodotti e quindi di
formalizzare gli impegni delle parti
2) Progetto Esecutivo consente di definire la convenzione con il CNIPA
Obiettivo dell’Attività è la realizzazione degli interventi emersi dalla fase di “Assessment
tecnologico” che, all’interno dell’attività di Progettazione Esecutiva, ha definito, per ogni
specifico contesto d’uso dell’Ente riusante, gli interventi necessari a definire le esigenze di:
Acquisizione di nuove tecnologie o Ampliamenti/adattamenti tecnologici. In particolare, per la
soluzione studiare, l’amministrazione deve dotarsi dell’architettura sia hw che sw prevista dal
progetto.
Project Management People pag.Confluiscono in questa attività tutte le fasi di coordinamento
e controllo del progetto che vanno dall’avvio della progettazione fino alla fine effettiva del
progetto stesso. In particolare le attività inerenti la conduzione del progetto sul piano
organizzativo, operativo, qualitativo, economico e del raggiungimento degli obiettivi prefissati
per il sottoprogetto nei tempi stabiliti.
L’obiettivo di questa attività riguarda la conduzione del progetto sul piano organizzativo,
operativo, qualitativo, economico. In particolare sarà posta attenzione al monitoraggio del
raggiungimento degli obiettivi prefissati nel documento di progettazione esecutiva, in accordo
© Regione Marche
Pag. 31 di 35
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
E2
PU_ProgExec1
E3
PU_ProgExec2
E4
E5
E6
E8
C1
C2
PAGA_REGIO
convenzione di riuso PayER
acquisizione servizi di
personalizzazione e start up dei
servizi
acquisizioni infrastrutture
piattaforma dei pagamenti
seconda fase
Manutenzione sistema pagamenti
WS_GROUP
WS_PROJ
C3
WS_PROGETTO
C4
WS_HW
E7
Progetto MaRius
a quanto stabilito dell'atto denominato "Accordo tra le parti", previsto dalle line guida per lo
sviluppo dei progetti di riuso.
Sottoprogetto esecutivo People-MIP - Prima iterazione - Nella progettazione verranno
identificate e definite tutte le attività riguardanti la definizione delle specifiche generali
esecutive di progetto, ovvero di tutte quelle attività di analisi che portano dalla stesura dello
studio di fattibilità fino al progetto definitivo.Le attività di analisi e progettazioni sono state
raggruppate in tre fasi principali:
1) Progetto Preliminare – consente di definire esattamente i costi ed i prodotti e quindi di
formalizzare gli impegni delle parti
2) Progetto Esecutivo consente di definire la convenzione con il CNIPA
Sottoprogetto esecutivo Seconda iterazione. PDCA in base alla criticità delle singole attività,
consistenti nella messa a punto del BPR e delle SLA di servizio.
Gli obiettivi sono:
- individuare le proprietà e le funzionalità che il centro servizi dovrà avere rispetto alle
soluzione di gestione pagamenti e di accesso alla rete telematica scolastica.
- Valutare lo stato dell’arte delle soluzioni da riusare
Stabilire i requisiti software e hardware del sistema da realizzare in modo da poter avviare la
fase di procurement delle tecnologie nuove o da estendere
Messa in esercizio del modulo PeopleMIP presso Regione Marche
firma convenzione di riuso del software PayER
acquisizione servizi di personalizzazione del software e start up dei servizi ed integrazione dei
sistemi di bollo auto e ticket sanitari
acquisizione infrastrutture hardware per la seconda fase del progetto del sistema dei
pagamenti
Manutenzione sistema pagamenti
Projet Managment , direzione, esecuzione e coordinamento del progetto WS-tecut
Costituzione gruppo di progettazione struttura per funzionamento ws con collegamenti verso
enti riusanti ( CST e portali). Tale struttura si dovrè integrare con la struttura intranet regionale
Progettazione struttura di WS-tecut per le due tipologie di utenze (CST e portali comunali non
residenti in CST). Esistono 2 tipologie in quanto alcuni enti non intendono aderire al CST
Acquisizione hw
© Regione Marche
Pag. 32 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
C5
C6.1
C6.2
C7.1
C7.2
WS_INSTALL
WS_PORTING_MIGRA
WS_PORTING_TEST
WS_PORTING2
WS_INTERFACE
C8
NEW_WS
C9
C10
C11
C12
C13
C14
D1
D2
D3
C16
C17
C18
C19
C20
C21
WS_PORTAL1
WS_PORTAL2
WS_PORTAL3
WS_FORMAZ
Manutenzione
Conduzione
APS- banca dati
APS- interfacce
APS- start up CST
COHESION_1
COHESION_2
COHESION_3
COHESION_4
COHESION_5
COHESION_6
C22
COHESION_7
C23
C24
COHESION_8
COHESION_9
Progetto MaRius
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
Installazione e configurazione hw e strutture di rete e collaudo
Migrazione dei ws su nuova struttura.
Attività di testing verso n.1 CST e n.1 portale
Attivazione collegamenti con tutti i CST
Sviluppo modulo di interfacciamento ws per erogazione dei servizi al cittadino e alle imprese,
enti. Si tratta di un modulo per la pubblicazione dei dati provenienti dai WS Test e collaudo
Adeguamento WS per connessione BO da parte dei fornitori dei comuni e sviluppo nuovi ws
per interfacciamento con GIS e modulo di interfacciamento. Affidamenti ex art. 57 c2b
Integrazione modulo ws_interface sui portali comunali I CST test e collaudo
Integrazione modulo ws_interface sui portali comunali II CST test e collaudo
Integrazione modulo ws_interface sui portali comunali III CST test e collaudo
formazione del personale dei CST
Manutenzione corretiva, conservativa ed evolutiva
Gestione servizio
costruzione banca dati regionale
realizzazione interfacce applicative banca dati e prototipo
integrazione e start up servizio presso i CST
Analisi delle esigenze regionali sul tema dell’identità federata.
Analisi del contesto regionale sul tema dell'identità digitale.
Supportare il funzionamento del SSO.
Integrazione wrapper PEOPLE.
Integrazione CIE/CNS come strumento di autenticazione
Sperimentazione federazione di FedCohesion con il sistema di autenticazione di ospedali
riuniti
Gestione lato Service Provider della visibilità delle modalità di autenticazione nell'IdP
Cohesion.
Manutenzione correttiva Fedchoesion su F5 per SSO.
Manutenzione correttiva Fedcohesion su F5 per SAML.
© Regione Marche
Pag. 33 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
7b Termini esecuzione
Per il dettaglio dei termini di esecuzione delle singole attività si rimanda all’allegato foglio Excel.
7c Costi
Per il dettaglio dei costi delle singole attività si rimanda all’allegato foglio Excel.
Progetto MaRius
© Regione Marche
Pag. 34 di 35
Agenzia per l’Italia Digitale
Gestione ex- DigitPA
Ufficio per i rapporti con gli enti territoriali
Progetto esecutivo progetti RIUSO – MaRius
Variante – Ottobre 2012
7. Piano di rilascio dei prodotti/servizi
8. ALLEGATI
8.1. Allegato D – Gantt.pdf
8.2. Allegato E – AttivitaMARIUS.xls
Pag. 35 di 35