Un faro tra terra e mare 2008

Commenti

Transcript

Un faro tra terra e mare 2008
www.volontariato.lazio.it
Documentazione/Servizio Civile
Progetti 31/10/07 Scade 07/07/08
Scheda sintetica del progetto di servizio civile
“Un faro tra terra e mare 2008”
Ente a cui indirizzare o consegnare la domanda:
SPES – Associazione Promozione e Solidarietà
Via dei Mille, 6 – 00185 Roma
Tel. 06.44702178
Referenti: Chiara Mantovani, Govinda Vecchi
SPES – Associazione Promozione e Solidarietà c/o Casa del Volontariato
Via Pierluigi da Palestrina, 14 – 03100 Frosinone
Tel. 0775.260390 0775.889054
Referenti: Michela Colatosti, Daniela Sbardella
Sede d’attuazione del progetto:
Associazione Il Faro Onlus
Via Conte Canofari, snc - Sora (FR)
Tel. 0776.832402
Referenti:Leonarda Chiarlitti, Monica Petricca
Obiettivi del progetto:
Obiettivi generali:
Contribuire al miglioramento della qualità della vita dei giovani in difficoltà nel territorio della
provincia di Frosinone e alla diminuzione del fenomeno della devianza sociale e culturale attraverso
azioni di prevenzione, assistenza e sostegno.
Obiettivi specifici:
Area prevenzione
a) Attività nelle scuole: incrementare in modo significativo le attività di informazione e
prevenzione del disagio e della devianza sociale e culturale.
b) Centro di Informazione e Consulenza (C.I.C.): aumentare in modo significativo il numero
di sportelli di ascolto sul territorio.
c) Centro Documentale Argonauti: implementare l’azione ludico-ricreativa del centro.
d) Cantieri aperti: creazione di una rete provinciale per interventi di prevenzione e lotta alla
droga.
Area intervento
a) Centro Diurno: attivazione dei gruppi di auto aiuto con i ragazzi in carico ai Sert (Servizi per
le Tossicodipendenze); incremento degli utenti che si rivolgono al centro.
b) Gruppo Genitori: incremento dei momenti di incontro e scambio.
www.volontariato.lazio.it
Documentazione/Servizio Civile
Progetti 31/10/07 Scade 07/07/08
Descrizione del progetto:
Il ruolo dei volontari, in quanto integra le risorse dell’Associazione, avrà un’importanza decisiva per il
conseguimento degli obiettivi. I volontari in servizio presso l’Associazione collaboreranno, secondo un
criterio di turnazione, nello svolgimento di tutte le attività.
In particolare si occuperanno di:
AREA PREVENZIONE
Attività nelle scuole e Centro di informazione e consulenza (C. I. C.):
• preparazione di tutti i materiali per l’intervento;
• elaborazione di schede e sussidi per gli incontri;
• ricerca di materiale “nuovo”: tecniche per gi incontri, dati, strumenti, testi;
• pubblicizzazione degli incontri;
• nuovi contatti con le scuole;
Centro Argonauti:
• interventi di socializzazione, promuovendo iniziative per il tempo libero;
• affiancamento e/o supporto agli operatori del centro nell’organizzazione e nell’attuazione delle
varie attività.
Cantieri aperti: coadiuvare attivamente l’operatore coinvolto nel progetto nel contatto con i ragazzi e
realizzazione delle attività previste.
AREA D’INTERVENTO
Relativamente a quest’area i compiti dei volontari in servizio civile riguarderanno:
Centro Diurno:
• accompagnamento degli ospiti all’interno e all’esterno della comunità per lo svolgimento del
percorso terapeutico;
Gruppo Genitori
• partecipazione all’organizzazione e allo svolgimento degli incontri.
Nautilus
• Collaborazione nel lavoro di supporto materiale: rilevazione dati, contatto con le imprese,
partecipazioni alle riunione di monitoraggio sul progetto.
Tra il settimo e il nono mese di realizzazione del progetto i volontari svolgeranno uno stage di 30 ore
presso la Cooperativa Sociale di Volontariato e Sportiva dilettantistica Onlus “Emmaus”
Numero dei volontari da impiegare nel progetto:
Numero ore di servizio settimanali dei volontari, ovvero monte ore annuo:
Giorni di servizio a settimana dei volontari:
4
1400
6
www.volontariato.lazio.it
Documentazione/Servizio Civile
Progetti 31/10/07 Scade 07/07/08
Eventuali particolari obblighi dei volontari durante il periodo di servizio:
•
•
•
•
•
disponibilità a missioni, trasferte e trasferimenti per un periodo non superiore ai 30 giorni
rispetto della privacy
disponibilità alla partecipazione alle riunioni degli organi di gestione dell’Associazione
(cadenza quindicinale)
flessibilità oraria
disponibilità a svolgere esperienze di formazione all’interno di Comunità Terapeutiche
Eventuali requisiti richiesti ai candidati per la partecipazione al progetto oltre a quelli richiesti dalla
legge 6 marzo 2001, n. 64:
nessuno
Competenze e professionalità acquisibili dai volontari durante l’espletamento del servizio,
certificabili e valide ai fini del curriculum vitae:
I volontari acquisiranno una serie di capacità legate alle attività svolte durante il progetto:
• capacità di affrontare e gestire un progetto educativo;
• competenze educative in campo scolastico;
• capacità di cogliere segnali di devianza giovanile;
• capacità di assumere e gestire responsabilità;
• lavoro in équipe.
IAL – Istituto per la formazione professionale di Roma e Lazio, ente accreditato presso la
Regione Lazio, riconosce e certifica le competenze acquisite dai volontari durante l’espletamento
dell’anno di servizio civile, così come sopra menzionate, valide ai fini del curriculum vitae.
L’Ente Upter Sport (Centro di Formazione IRC – Italian Resuscitation Council) riconoscerà e
certificherà le competenze acquisite a seguito della partecipazione al modulo formativo di
“Esecutore BLSD”, rilasciando ai volontari in servizio civile l’attestato professionale IRC,
riconosciuto e disciplinato dall’art. 1 della Legge 3 aprile 2001, n. 120 e successive modifiche.
La società Fusilla s.r.l valorizza l’esperienza di servizio civile attraverso il rilascio di un attestato di
frequenza al modulo informatico, valido ai fini curriculari e per l’accesso all’esame della Patente
europea per l’uso del PC (ECDL).
www.volontariato.lazio.it
Documentazione/Servizio Civile
Progetti 31/10/07 Scade 07/07/08
Contenuti della formazione generale:
La formazione generale si svolgerà entro i primi 5 mesi di servizio e avrà inizio in concomitanza
con l’avvio del progetto. Sarà articolata secondo 11 moduli, per la durata totale di 42 ore. Di
seguito si propone la progressione dei moduli, che segue criteri di opportunità ed adeguatezza per
la migliore realizzazione del progetto e solo alcuni elementi di dettaglio che si aggiungono, non
sostituendoli, ai contenuti previsti dalle Linee Guida per la formazione generale dei giovani in
servizio civile nazionale approvate il 04 aprile 2006 dal Direttore Generale dell’Ufficio Nazionale
per il Servizio Civile:
1. L’identità del gruppo in formazione.
2. La solidarietà e le forme di cittadinanza
3. Presentazione dell’Ente (Spes)
4. Il sistema Servizio civile: la normativa vigente e la Carta d’impegno etico
5. Diritti e doveri del volontario in servizio civile
6. Dall’obiezione di coscienza al servizio civile nazionale: evoluzione storica, affinità e differenze
tra le due realtà
7. Il dovere di difesa della Patria
8. La difesa civile non armata e non violenta
9. La protezione civile
10. Servizio Civile Nazionale, associazionismo e volontariato
11. Il lavoro per progetti
Contenuti della formazione specifica:
Tenendo conto degli ambiti di impiego in cui saranno coinvolti i partecipanti, si tratterà di offrire
loro le informazioni, le conoscenze e le competenze necessarie perché possano svolgere l’attività di
affiancamento agli operatori dell’associazione. Ciò significa che il percorso sarà suddiviso in
moduli corrispondenti alle principali tematiche che vengono trattate dall’associazione:
1° Modulo: introduzione al servizio
2° Modulo: la tossicodipendenza e gli interventi possibili
3° Modulo: le relazioni di aiuto
4° Modulo: il disagio psicologico nei minori
5° Modulo: Word Processor, Internet e Posta elettronica, alcune funzioni del pacchetto Office
6° Modulo: corso per esecutore BLSD (Nozioni di Primo soccorso, Rianimazione cardio-polmonare
e defibrillazione precoce)