Rassegna Stampa - Conferenza diritto energia

Commenti

Transcript

Rassegna Stampa - Conferenza diritto energia
06-05-2016
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
AVVENIRE
06/05/2016
19
MILANOFINANZA.IT
06/05/2016
1
MINAMBIENTE.IT
06/05/2016
1
METEOWEB.EU
06/05/2016
1
Galletti: 50 litri gratis al giorno alle famiglie povere
3
Antonio Maria Mira
Acqua: Galletti, bonus per categorie disagiate
4
Redazione
Galletti: arriva bonus acqua per indigenti
5
Redazione
Ambiente, Galletti: "l'acqua è un bene pubblico, ma la gestione è
un'altra cosa" - Meteo Web - - - - -
8
Redazione
askanews.it
06/05/2016
1
finanza.tgcom.mediaset.it
06/05/2016
1
h2oil.it
06/05/2016
1
Acqua, Sperandini (GSE): certificati blu per efficienza settore
9
Redazione
Acqua: Galletti, bonus per categorie disagiate
11
Redazione
Energia, VII Conferenza di Diritto dell`Energia, Sperandini (GSE) "Certificati blu
per l`efficienza del settore idrico"
12
Redazione
improntaunika.it
06/05/2016
1
Arriva il bonus acqua per indigenti, Galletti alla VII Conferenza sul diritto
dell`energia del GSE
13
Redazione
QUOTIDIANO ENERGIA
06/05/2016
12
Certificati blu uno sguardo sul futuro dell`acqua Certificati blu e tariffa unica: uno
15
sguardo sul futuro (possibile) dell`acqua
De Amicis Claudia
I
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
9 articoli
• Galletti: 50 litri gratis al giorno alle famiglie povere
• Acqua: Galletti, bonus per categorie disagiate
• Galletti: arriva bonus acqua per indigenti
• Ambiente, Galletti: "l'acqua è un bene pubblico, ma la gestione è un'altra cosa" - Meteo...
• Acqua, Sperandini (GSE): certificati blu per efficienza settore
• Acqua: Galletti, bonus per categorie disagiate
• Energia, VII Conferenza di Diritto dell`Energia, Sperandini (GSE) "Certificati blu per l`efficienza del s...
• Arriva il bonus acqua per indigenti, Galletti alla VII Conferenza sul diritto dell`energia del GSE
• Certificati blu uno sguardo sul futuro dell`acqua Certificati blu e tariffa unica: uno sguardo sul futuro ...
Edizione del: 06/05/16
Estratto da pag.: 19
Foglio: 1/1
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
181-135-080
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
Dir. Resp.: Marco Tarquinio
Tiratura: 133.534 Diffusione: 158.674 Lettori: 393.000
Peso: 9%
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
3
milanofinanza.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 1/1
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
Milanofinanza
ItaliaOggi
MF Fashion
Class Life
CCeC
articoli, quotazioni, video...
Cerca
 Login | Per registrarsi
Per registrarsi 

Login |  Per abbonarsi
 Newsletter
Home
Italia
NEWS
Europa
Mondo
MF Dow Jones
Mercati
Strumenti & Analisi
Video
Motori
Tecnologia
Lifestyle
 Status Utente
Opinioni
 05/05/2016 15:34
Investimenti
TUTTE LE NEWS
INDIETRO
MF DOW JONES
Acqua: Galletti, bonus per categorie disagiate
VOTA
0 VOTI
ROMA (MF-DJ)--"Il Ministero ha compiuto una scelta chiara: alle
categorie disagiate alle quali si riconosce il bonus acqua, l'acqua non
puo' essere staccata". cerca case e appartamenti
Lo ha dichiarato il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti,
Inserisci comune
intervenendo alla 7* edizione della conferenza Diritto e Energia
organizzata dal Gse e presentando il 'bonus acqua' introdotto dal "decreto
attuativo del Collegato Ambientale sulla tariffa sociale, finalizzato a
Tutte
Le News più lette
sostenere le utenze domestiche residenti disagiate attraverso strumenti
tariffari idonei che diano accessibilita' al quantitativo minimo di acqua
e, al contempo, garantiscano il rispetto del principio del 'chi inquina
1. Cinque buy e cinque sell in Europa
05/05/2016
paga' e della 'copertura dei costi' ai sensi della normativa Comunitaria".
2. Veneto Banca, in borsa perché malata
05/05/2016
"Il decreto - ha spiegato Galletti - definisce il quantitativo minimo
vitale necessario al soddisfacimento dei bisogni essenziali in 50 litri
3. Il Ftse Mib rimbalza, Mps in evidenza
05/05/2016
per abitante al giorno: un valore di 10 litri superiore a quello ottimale
per garantire una vita umana dignitosa, indicato dall'Oms". Spettera'
4. FtseMib future: spunti operativi per giovedì 5
maggio
all'Autorita' per l'energia elettrica e il gas e il sistema idrico
05/05/2016
"prevedere per gli utenti domestici o i nuclei familiari, di cui sono
accertate le condizioni di disagio economico sociale, un bonus acqua
5. Incendio infernale in Canada: il petrolio balza
del 4,7%
corrispondente a questo minimo minimo vitale", ha concluso il ministro.
05/05/2016
dap
(fine)
Tutte
Le News piu' commentate
MF-DJ NEWS
1. Unicredit: volatilità sempre più
dominante
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
13/04/2016
2. Dax future: una rapida correzione
29/04/2016
Galletti disagiate bonus Energia categorie
acqua 3. Dax future: supporto in area 9.550-9.535 punti
13/04/2016
4. Dax future: una pericolosa ondata ribassista
SPIDER-CH13-NEWSPAPERNAT-27780124
06/04/2016
Annunci Premium Publisher Network
Broker Autorizzato
Consob
Fai Trading con GO Markets
e ricevi in omaggio iPhone 6s
Scopri di più
Genertel
5. Dax future: una nuova ondata ribassista
04/05/2016
Scopri quanto risparmi con
Genertel
Calcola il preventivo!
Tutte
Le News piu' votate
1. Renzi: banche venete, qualcuno ha
fatto sparire i soldi
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.milanofinanza.it/news/acqua-galletti-bonus-per-categorie-disagiate-201605051604151707
4
minambiente.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 1/3
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
MINISTERO DELL'AMBIENTE
E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE
Home
Contatti
HOME IL MINISTRO
Pec
Mappa Del Sito
MINISTERO
Cerca Nel Sito
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
Acqua
UFFICIO STAMPA
ARGOMENTI
Aria
EVENTI
Energia
Natura
Territorio
CERCA
Comunicati Stampa » Galletti: arriva bonus acqua per indigenti
GALLETTI: ARRIVA BONUS ACQUA PER INDIGENTI
Il discorso integrale del ministro Galletti alla VII Conferenza sul diritto
dell’energia del GSE (Roma 5 maggio 2016)
La gestione socialmente virtuosa ed efficiente dell’acqua rappresenta un
elemento qualificante per un Paese come il nostro, che non solo punta
sulla tutela ambientale e la valorizzazione della biodiversita', ma che ha
deciso di cambiare il suo modello di sviluppo, scegliendo la strada
vincente per il futuro, quella sostenibilità ambientale, ma anche sociale
ed economica.
Credo che ogni persona che rappresenti le istituzioni debba sentire forte
il dovere morale di assicurare che l’acqua, come risorsa di vita e bene
comune, arrivi nelle case di tutti gli italiani, sia resa disponibile
all’agricoltura, generi energia pulita, non venga sprecata per alcun
motivo.
Dico questo con molta amarezza, perché conosciamo bene cosa freni
oggi l’effettiva messa a disposizione di questa risorsa ai cittadini.
Conosciamo le intollerabili percentuali di spreco del prezioso liquido che si perde lungo condotte colabrodo e non dimentichiamo che recentemente
una città come Messina è rimasta per giorni a secco mentre, ancora al Sud, ci sono centri urbani in cui l’erogazione avviene poche ore al giorno.
Il settore delle risorse idriche nel nostro presenta ancora molteplici aspetti di criticità nonostante i ripetuti interventi correttivi e sostitutivi previsti dal
legislatore nel corso degli anni e messi in campo da questo Governo e, quindi, dal Ministero.
Oggi non è stato ancora superato il problema della frammentazione gestionale (il 25% dei Comuni gestiti in economia, un 15% ancora diverse e solo il
60% presenta gestione coerenti con la normativa vigente, e cioè ovvero concessioni a terzi, società miste e gestioni in house)
Analogamente a tutt’oggi non esiste una corretta ed esaustiva pianificazione d’ambito propedeutica ad un corretto a affidamento del servizio.
Per il superamento della frammentazione gestionale preme evidenziare il Ministero ha fornito una lettura in punta di diritto che evidenzia innanzitutto il
perimetro e la qualifica del servizio idrico integrato come servizio pubblico a rilevanza economica appartenente quindi alla categoria comunitaria dei
Servizi di Interesse Economico Generale (SIEG) nell’unità logica dell’Ambito Territoriale Ottimale, come unità minima di organizzazione dei servizi; ne
conferma l’unicità gestionale ai sensi del codice ambientale che prevede, in piena aderenza rispetto all’ordinamento europeo, che l’affidamento possa
avvenire in concessione a terzi, con società mista o con società in house.
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Alla luce di ciò, il Ministero argomenta e motiva le peculiarità che distinguono le due tipologie di deroga all’unicità della gestione previste dalla legge
ricostruendo nel dettaglio le due fattispecie e le casistiche di riferimento, senza che ciò metta in discussione il principio dell’affidamento al gestore
unico d’ambito. So che ciò è stato apprezzato dalla stessa ANEA la quale ha inviato questa nota a tutti i suoi associati come circolare interpretativa del
Ministero.
La Pianificazione d’ambito ancora manca in molte aree del paese. Alla fine del 2014 le Regioni che non avevano ancora individuato l’ente di governo
d’ambito erano Calabria, Campania, Molise, Sicilia.
Tali Regioni sono state tutte diffidate a provvedere, avviando quindi l’iter per l’esercizio dei poteri sostitutivi da parte del Governo e per esso del
Ministero.
Inoltre per quanto riguarda la Regione Lazio, risulta non ancora affidato il servizio idrico nell’ATO 3 Lazio Nord Rieti: solo il 15 settembre 2015 è stato
sottoscritto l’atto costitutivo della società di gestione in house “Acqua Pubblica Sabina”.
Nel dicembre 2015 sono state diffidate le Regioni Abruzzo e Basilicata in quanto i rispettivi Enti di Governo, sebbene identificati, non erano
effettivamente costituiti ed operativi.
-27785166
E veniamo alla DEPURAZIONE: E’ ANCORA UN PROBLEMA. IL COMMISSARIO UNICO PUO’ ESSERE LA RISPOSTA.
Spesso la norma non è sufficiente se non è accompagnata da una chiara politica “ambientale” che spinga in quella direzione, come ho cercato di
impostare dal mio insediamento e sto continuando a fare, al solo fine di consentire al nostro paese di fare quel salto di qualità in termini di governo e
gestione di una risorsa primaria come l’acqua.
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.minambiente.it/comunicati/galletti-arriva-bonus-acqua-indigenti
5
minambiente.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 2/3
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
Si tratta di rendere coerente quello sul quale sembriamo essere tutti d’accordo a parole, ovverosia sulla garanzia di accesso alla stessa da parte di tutti e
sulla necessità di garantire un servizio che non si riduca al solo approvvigionamento ma che comprenda anche e soprattutto depurazione e fognatura. In
una parola sulla necessità di favorire investimenti adeguati che consentano il superamento del gap infrastrutturale i cui dati parlano chiaro.
Depurazione e fognatura presentano un gap del 20-25% con punte in alcune aree del paese che si attestano attorno al 50%. La fornitura acquedottistica
per quanto copra il 95% del territorio ha perdite consistenti con un valore medio di dispersione del 32% e punte in molte aree del paese, non solo al sud,
dell’ordine del 40-45%.
Sono numeri che ci dividono dagli altri paesi europei e che ci consente di offrire un servizio idrico in linea con i target medi di paesi come la Germania o
la Francia, dal quale ancora siamo troppo lontani, garantendo al contempo la sua tutela e la sua valorizzazione.
Purtroppo abbiamo due sentenze della Corte di Giustizia Europea del 2012 e del 2014 per violazione della Direttiva sulle acque reflue che riguardavano
rispettivamente 81 agglomerati superiori a 15.000 abitanti e 34 superiori a 10.000 che scaricano in aree sensibili. Vi è inoltre un parere motivato riferito
ad 814 agglomerati superiori a 2000 abitanti distribuiti in tutte le regioni ad eccezione del Molise. Rispetto alla prima sentenza, siamo ad oggi sempre a
75 agglomerati non conformi, 56 dei quali sono in Calabria, Sicilia e Campania.
Il Governo, il mio Ministero ha disposto fin da subito l’esercizio dei poteri sostitutivi previsti dallo “Sblocca Italia”, nominando Commissari straordinari
al fine di accelerare la progettazione e la realizzazione degli interventi necessari all'adeguamento dei sistemi di collettamento, fognatura e depurazione
oggetto di procedura di infrazione o di provvedimento di condanna della Corte di Giustizia dell'Unione europea sul trattamento delle acque reflue
urbane”.
Oggi vi sono 5 commissari per 73 interventi per un importo di 806 milioni di euro. Il Ministero supporta costantemente i Commissari ed ha messo a
disposizione la struttura della direzione competente che sta monitorando l’attività delle strutture commissariali: ad oggi purtroppo - complice anche il
dispositivo della norma e i problemi di trasferimento alle contabilità speciali- non vi sono state le accelerazioni sperate e l’idea che stiamo maturando è
quella di un’ulteriore razionalizzazione e semplificazione che conduca ad un Commissario Unico incardinato presso la Direzione competente, dotato di
poteri anche aggiuntivi rispetto agli esistenti previsti, che consenta di porre rimedio ad una situazione compromessa che ci espone ad ulteriori sanzioni.
Proprio ieri abbiamo fatto il punto con gli uffici della Commissione e anche da Bruxelles emerge la necessità di una scelta chiara e forte da parte del
nostro Paese.
I PROVVEDIMENTI DEL GOVERNO: DPCM TARIFFA SOCIALE E DPCM MOROSITA’
In materia tariffaria il Ministero ha predisposto il decreto attuativo del Collegato Ambientale sulla TARIFFA SOCIALE, finalizzato a sostenere le utenze
domestiche residenti disagiate attraverso strumenti tariffari idonei che diano accessibilità al quantitativo minimo di acqua e, al contempo, garantiscano
il rispetto del principio del “chi inquina paga” e del principio della “copertura dei costi” ai sensi della normativa Comunitaria.
Infatti, se da una parte è necessario assicurare la fruibilità del servizio idrico a tutti, e quindi l’accesso all’acqua, dall’altra è necessario che la politica
tariffaria consegua un razionale utilizzo della risorsa e assicuri la copertura dei costi e l’equilibrio economico finanziario.
Tenendo conto di ciò, il decreto definisce il quantitativo minimo vitale necessario al soddisfacimento dei bisogni essenziali in 50 litri per abitante al
giorno, ovvero in un valore di 10 litri superiore a quello ottimale per garantire una vita umana dignitosa, indicato dall’OMS.
L’Autorità per l’energia elettrica e il gas e il sistema idrico deve:
definire la fascia di consumo annuo agevolato per le utenze domestiche alla quale applicare una tariffa agevolata;
prevedere per gli utenti domestici residenti, ovvero nuclei familiari, di cui sono accertate le condizioni di disagio economico sociale, un bonus acqua
corrispondente al corrispettivo annuo che l’utente domestico residente dovrebbe pagare relativamente al quantitativo minimo vitale.
In quanto all’erogazione del bonus acqua è stabilito che sia riconosciuto in bolletta dalla data di verifica dei requisiti prescritti, in detrazione dei
corrispettivi dovuti dall’utente per il servizio idrico integrato.
Abbiamo dunque fatto una scelta precisa: mentre il Parlamento legittimamente discute, noi abbiamo dato immediata attuazione ad un indirizzo del
Collegato con un decreto che istituisce un BONUS ACQUA per tutte le categorie disagiate che non pagheranno più.
Il Ministero ha inoltre predisposto un decreto sul contenimento della MOROSITA’ che nel nostro paese è un fattore di grave criticità della gestione, in
quanto pregiudica l’equilibrio economico finanziario della stessa mettendo a rischio la qualità e l’erogazione del servizio.
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Il provvedimento è a tutti gli effetti un atto di indirizzo finalizzato ad indicare i criteri e i principi sulla base dei quali l’Autorità dovrà determinare le
direttive per il contenimento della morosità degli utenti del servizio idrico integrato tenendo conto dei molteplici fattori di varia natura, da quelli
alimentari, igienico sanitari e di tutela della salute, a quelli di tutela della risorsa fino alla necessità di copertura dei costi del servizio a garanzia
dell’equilibrio economico finanziario della gestione.
Il decreto individua espressamente le misure per il contenimento della morosità, ovvero le procedure che devono essere disciplinate dall’Autorità per
l’Energia Elettrica e il gas e il sistema idrico al fine di agevolare l’attuazione di tutte le attività che devono essere messe in atto al fine di garantire, nel
rispetto delle condizioni contrattuali fra gestore e utente, la tutela di questo ultimo e l’equilibrio economico finanziario attraverso la riduzione del
fenomeno della morosità.
Il decreto però, nel definire tali metodologie individua le utenze a cui non si sospendere l’erogazione per morosità, cioè quelle domestiche residenti in
condizioni di documentato stato di disagio economico sociale e quelle relative alle attività di servizio pubblico essenziale.
Il Ministro ha compiuto una scelta chiara: alle categorie disagiate alle quali si riconosce il bonus acqua, l’acqua non può essere staccata.
In aggiunta sono state previste misure di tutela per le utenze domestiche residenti morose, diverse da quelle che presentano uno stato di disagio
-27785166
economico sociale, le quali possono essere staccate soltanto successivamente al mancato pagamento di fatture che complessivamente siano superiori ad
un importo pari al corrispettivo annuo dovuto relativo al volume di acqua consumata ricadente nello scaglione di consumo a tariffa agevolata come
determinata dall’AEEGSI.
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.minambiente.it/comunicati/galletti-arriva-bonus-acqua-indigenti
6
minambiente.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 3/3
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
È inoltre previsto a tutela di tutti gli utenti e dell’equilibrio economico finanziario, la definizione da parte dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il gas e il
sistema idrico degli obblighi di comunicazione da parte del gestore all’utente prima della sospensione del servizio, delle forme di rateizzazione per
fatture di importi rilevanti, delle modalità di riattivazione del servizio in caso di sospensione e delle modalità di reintegro del deposito cauzionale
escusso dal gestore.
Fondo di garanzia opere idriche abbiamo lavorato ai sensi dell’art. 58 del Collegato di concerto con il MIT per istituire un fondo di garanzia, che a partire
dal 2016:
faciliti l’accesso al credito sostenendo la c.d. finanziabilità dei programmi di investimento e l’accelerazione degli interventi;
garantisca anche il rischio connesso al trasferimento delle gestioni tra diversi gestori;
aiuti a contenere l’impatto tariffario garantendo la sostenibilità sociale ed economica della tariffa e l’equilibrio economico e finanziario della gestione.
La finalità ultima del fondo dovrà essere quella di incentivare la realizzazione degli interventi previsti nei piani d’ambito approvati e non ancora realizzati
e di eventuali ulteriori interventi, approvati dall’Autorità competente, destinati al potenziamento delle infrastrutture idriche, nonché al superamento di
deficit infrastrutturali con priorità di quelli sui quali verte un contenzioso comunitario e al miglioramento della qualità del servizio fornito a livello
nazionale.
Mi piace
IL MINISTRO
0
MINISTERO
AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE
UFFICIO STAMPA
RICERCA
Il Ministro
I Sottosegretari
Amministrazione Trasparente
Ufficio Stampa
Notizie
Rassegna stampa
Uffici diretta collaborazione
Disposizioni Generali
Comunicati Stampa
Comunicati Stampa
Galleria Fotografica
Segretario generale
Organizzazione
Rassegna Online
Biblioteca
Galleria Video
OIV
Consulenti e collaboratori
Newsletter
Normativa
Segretariato generale
Personale
Agenda Ministro
Bandi e Avvisi
Direzioni generali
Bandi di concorso
#COP21 Parigi
Attività e Progetti
Comando Carabinieri tutela Ambiente
Performance
I nostri eventi semestre UE
Concorsi
Reparto Ambientale Marino
Enti controllati
EXPO 2015
Comitati e Commissioni
Attività e procedimenti
Campagne ed Iniziative
Enti ed Organismi Vigilati
Provvedimenti
Statistiche Ambientali
Controlli sulle imprese
Associazioni di Protezione Ambientale
(legge 8 luglio 1986, n. 349)
Bandi di gara e contratti
Richieste patrocinio ministero
ARGOMENTI
Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi
economici
AIA
Bilanci
Attività internazionali
Beni immobili e gestione patrimonio
BCH italiana
Controlli e rilievi sull'amministrazione
Clima
Servizi erogati
Ecolabel, Emas
Pagamenti dell' amministrazione
Economia Circolare
Opere pubbliche
Educazione Ambientale
Pianificazione e governo del territorio
Formazione Universitaria
Informazioni ambientali
GPP - Acquisti Verdi
Interventi straordinari di emergenza
Horizon 2020
Linee Programmatiche
Ilva
Accordi internazionali
Impronta Ambientale
Altri contenuti - Corruzione
Inquinamento da mercurio
Altri contenuti - Accesso civico
LIFE (2014-2020)
Altri contenuti - Accessibilità e Catalogo
di dati, metadati e banche dati
OGM e Biosicurezza
Altri contenuti - Dati ulteriori
Programmazione Fondi UE 2014-2020
PAN-Prodotti fitosanitari
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Tweet
REACH
Rifiuti radioattivi e combustibile
nucleare esaurito
Sistri
Sorveglianza piattaforme petrolifere
Sviluppo sostenibile e rapporti
internazionali
VAS e VIA
UTILITÀ
CERCA
-27785166
EVENTI
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.minambiente.it/comunicati/galletti-arriva-bonus-acqua-indigenti
7
meteoweb.eu
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 1/1
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
HOME
NEWS
METEO
NOWCASTING
GEO-VULCANOLOGIA
ASTRONOMIA
MEDICINA & SALUTE
TECNOLOGIA
VIAGGI
OLTRE LA SCIENZA
FOTO
VIDEO

Ambiente, Galletti: “l’acqua è un bene pubblico,
ma la gestione è un’altra cosa”
Secondo il ministro Galletti, l'acqua è un bene pubblico, ma la gestione è
un tema molto diverso
Di Ilaria Quattrone - 5 maggio 2016 - 22:38
Mi piace
373 mila
Forte turbolenza in volo per un
aereo dell'Etihad Airways: 31
feriti
“L’acqua e’ un bene pubblico, su questo non ci sono dubbi. La gestione dell’acqua e’ un’altra cosa. E qui
ci viene in soccorso la normativa comunitaria, che dice con molta chiarezza che la gestione dell’acqua
puo’ essere privata, in house (af data all’ente locale tramite una sua societa’, n.d.r.) o esercitata da
societa’ miste. Noi ci riferiamo a quel modello europeo“. Lo ha detto oggi a Roma il ministro
dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, a margine di un convegno sui servizi idrici organizzato dal Gestore dei
servizi energetici (Gse) e l’Universita’ di Roma Tre.
0
Facebook
tweet
Twitter
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Mi piace
Ilaria Quattrone
Nata il 6 agosto 1992 a Melito di Porto Salvo (RC), laureata nel 2015 all'Università
degli Studi di Messina. Collabora con MeteoWeb dal 2015 quando ha iniziato la
sua carriera da giornalista scientifica. Studia l'ambiente e la climatologia.
SPIDER-CH45-WEBPORTAL-27793562

ARTICOLI CORRELATI

 
ALTRO DALL'AUTORE
Servizi di Media Monitoring

VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.meteoweb.eu/2016/05/ambiente-galletti-lacqua-e-un-bene-pubblico-ma-la-gestione-e-unaltra-cosa/681939/
8
askanews.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 1/2
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
Chi siamo La redazione
venerdì 06 maggio | 06:14
POLITICA ECONOMIA ESTERI CRONACA REGIONI SPORT CULTURA SPETTACOLO NUOVA EUROPA VIDEO
SPECIALI
CYBER AFFAIRS
GIUBILEO
LIBIA - SIRIA
ALTRE SEZIONI
CONCORSO ANDREI STENIN
Home / Altre sezioni / Energia e Ambiente / Acqua, Sperandini (GSE): certificati blu per efficienza settore
pubblicato il 05/mag/2016 20:00
Acqua, Sperandini (GSE): certificati blu per
efficienza settore
Settore legato strettamente all'energia
twitter
google+
e‐mail
Roma, 5 mag. (askanews) - Si
è conclusa la VII Conferenza di
Diritto dell'energia, organizzata
dal GSE in collaborazione con
l'Università di Roma Tre e
incentrata quest'anno sul tema
dell'acqua. Un settore legato
strettamente all'energia "almeno
per quattro aspetti, la risorsa
idroelettrica, la sostenibilità, la
regolazione e l'efficienza
energetica", ha detto in apertura
il Presidente del GSE,
Francesco Sperandini, offrendo
la collaborazione del GSE alle
Istituzioni qualora volessero sostenere "iniziative di efficientamento nel settore idrico, non solo con i
meccanismi già esistenti, ma anche con strumenti nuovi".
Strumenti che "premino gli investimenti infrastrutturali", ha concluso Sperandini, e che sul modello
dei Certificati Bianchi potrebbero chiamarsi "Certificati blu".
-27799390
La tavola rotonda ha visto confrontarsi sul tema delle risorse e delle infrastrutture idriche le imprese,
rappresentate anche da Utilitalia, le Autorità di settore e le Istituzioni. Per il Presidente di Utilitalia,
Giovanni Valotti, l'idea dei Certificati blu, lanciata dal Presidente del GSE, "è molto interessante". "Il
settore dell'acqua in Italia", ha proseguito Valotti, "ha bisogno di importanti investimenti. Un sistema
di incentivi che induca le imprese a comportamenti virtuosi in favore della tutela ambientale della
risorsa può senz'altro dare una spinta importante al settore, a beneficio dell'utente e di tutti noi
cittadini". Per questo, ha concluso, "Utilitalia è disponibile ed interessata ad approfondire l'idea dei
Certificati blu con il GSE, al fine di definire nuovi strumenti in grado di stimolare le imprese più
efficienti e innovative".
Gli articoli più letti
1
Fca
2
Salute
3
Enogastronomia
4
Energia
Fca, Marchionne ed
Elkann presentano la Alfa
Romeo Giulia a Renzi
Diabete, pazienti più che
raddoppiati in 30 anni
Cibus, 1000 prodotti
nuovi alla Kermesse
gastronomica a Parma
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
facebook
Acqua, Sperandini (GSE):
certificati blu per
efficienza settore
È intervenuto anche il Presidente dell'Autorità per l'energia, Guido Bortoni, ricordando che "la
regolazione dell'Autorità nel settore idrico, di nostra competenza dal 2012, in questa prima fase si è
indirizzata verso tre obiettivi principali: promuovere lo sviluppo del settore, incentivare i necessari
investimenti e tutelare l'utenza, con particolare attenzione alle fasce disagiate". Bortoni ha concluso
dicendo che "in questa azione la tariffa è stata capace di far crescere gli investimenti annuali, dal
2012 al 2015 aumentati del 55%, ma certo non può far tutto e lo studio di altre forme di
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.askanews.it/altre-sezioni/energia-e-ambiente/acqua-sperandini-gse-certificati-blu-per-efficienza-settore_711803608.htm
9
askanews.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 2/2
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
finanziamento, che si affianchino alla tariffa e al contributo pubblico, è un elemento positivo per lo
sviluppo del settore e per il miglioramento del servizio".
La seconda giornata della Conferenza si è aperta con le relazioni di sintesi dei Professori
dell'Università di Roma Tre, Giulio Napolitano e Andrea Zoppini, mentre a concludere i lavori è
intervenuto il Ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti, sottolineando l'importanza di "favorire
investimenti adeguati che consentano il superamento del gap infrastrutturale i cui dati parlano chiaro:
depurazione e fognatura presentano un gap del 25% con punte in alcune aree del paese che si
attestano attorno al 50%".
TAG CORRELATI
#energia
Video
ALTRE SEZIONI
SALUTE E BENESSERE
MOTORI
ENOGASTRONOMIA
TURISMO
LIFESTYLE E DESIGN
Diabete, pazienti
più che
raddoppiati in 30
anni
La nuova Giulia
presentata a
Palazzo Chigi da
Marchionne e
Elkann
Vino rosso
d'estate: al via la
campagna
"Chianti gustalo
fresco"
Sette giganti a
spasso per Parigi
diventano gli idoli
dei turisti
Christie's fa 30
anni con la Birkin
più cara e un
diamante verde
SISTEMA TRASPORTI
SOSTENIBILITÀ
SCIENZA E INNOVAZIONE
TECHNOFUN
Ambiente, Testa
(Enea): serve
agenzia per uso
efficiente risorse
Tutto su Planet
Nine, il pianeta
che non dovrebbe
esistere
Brasile blocca
Whatsapp,
Zuckerberg invita
a protesta di
piazza
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Biciclette, nel
2015 mercato
stabile. Boom
delle e-bike
ALTRE SEZIONI
Energia e
Ambiente
Made in Italy
Mondo Golf
-27799390
Moda
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.askanews.it/altre-sezioni/energia-e-ambiente/acqua-sperandini-gse-certificati-blu-per-efficienza-settore_711803608.htm
10
finanza.tgcom.mediaset.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 1/1
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
> Tgcom24 > Economia > News d'agenzia > Acqua: Galletti, bonus per categorie disagiate
Quotazioni Borsa
MF-DOW JONES NEWS
News d'agenzia
< Indietro
Stampa
Condividi
Mf-Dow Jones
ACQUA: GALLETTI, BONUS PER CATEGORIE
DISAGIATE
Caldissime MF
Focus Ipo
05/05/2016 15:34
Comm. Borse Estere
ROMA (MF-DJ)--"Il Ministero ha compiuto una scelta chiara: alle
categorie disagiate alle quali si riconosce il bonus acqua, l'acqua non
puo' essere staccata". Fondi comuni
Lo ha dichiarato il ministro dell'Ambiente, Gian Luca Galletti,
intervenendo alla 7* edizione della conferenza Diritto e Energia
organizzata dal Gse e presentando il 'bonus acqua' introdotto dal "decreto
attuativo del Collegato Ambientale sulla tariffa sociale, finalizzato a
sostenere le utenze domestiche residenti disagiate attraverso strumenti
tariffari idonei che diano accessibilita' al quantitativo minimo di acqua
e, al contempo, garantiscano il rispetto del principio del 'chi inquina
paga' e della 'copertura dei costi' ai sensi della normativa Comunitaria".
Euro e valute
Tassi
Fisco
Petrolio
Cerca Titoli
Milano - Azioni *
Invia
Note sull'utilizzo dei dati
Invia
Ricerca avanzata News
Commenti Borsa
Indici Borse estere
Strumenti
Help
Le News piu' lette
1. BORSA: commento di preapertura 05/05/2016
2. MERCATO TAH: banche in ordine sparso, A2A
+0,58% 04/05/2016
3. *Australia: +0,4% vendite dettaglio marzo 05/05/2016
4. *Cina: 51,8 punti indice Pmi servizi Caixin aprile
da 52,2 a marzo 05/05/2016
5. *Australia: +0,5% vendite dettaglio 1* trim. 05/05/2016
"Il decreto - ha spiegato Galletti - definisce il quantitativo minimo
vitale necessario al soddisfacimento dei bisogni essenziali in 50 litri
per abitante al giorno: un valore di 10 litri superiore a quello ottimale
per garantire una vita umana dignitosa, indicato dall'Oms". Spettera'
all'Autorita' per l'energia elettrica e il gas e il sistema idrico
"prevedere per gli utenti domestici o i nuclei familiari, di cui sono
accertate le condizioni di disagio economico sociale, un bonus acqua
corrispondente a questo minimo minimo vitale", ha concluso il ministro.
dap
(fine)
-27785363
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
MF-DJ NEWS
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://finanza.tgcom.mediaset.it/news/dettaglio_news.asp?id=201605051604151707&chkAgenzie=PMFNW&sez=news&testo=galletti&titolo=Acqua: Galletti, bonus per categorie disagiate
11
h2oil.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 1/1
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
FINANZA ED ECONOMIA
METEO
GIOCHI & SCOMMESSE
ENERGIA
Chi siamo
POLITICA E DIRITTO
PRODOTTI E AZIENDE
EFFICIENZA ENERGETICA
ESTERO
ELETTRICITÀ
GAS
PERSONAGGI
ACQUA
SCUOLA
EVENTI
PETROLIO
DATI
ETICA
INNOVAZIONE
ENERGIE ALTERNATIVE
Energia, VII Conferenza di Diritto dell'Energia,
Sperandini (GSE) "Certificati blu per
l'efficienza del settore idrico"
articolo pubblicato il 5 maggio 2016 - 14.11 in Politica e Diritto, Eventi, Elettricità, Acqua
Si è conclusa la VII Conferenza di Diritto dell’energia, organizzata
dal GSE in collaborazione con l’Università di Roma Tre e
incentrata quest’anno sul tema dell’acqua. Un settore legato
strettamente all’energia “almeno per quattro aspetti, la risorsa
In Evidenza
Energia, Istat "Commercio estero extra
Ue: ripresa dei prezzi del petrolio ha
influenzato esportazioni ed
importazioni beni energetici"
idroelettrica, la sostenibilità, la regolazione e l’efficienza
energetica”, ha detto in apertura il Presidente del GSE,
Francesco Sperandini, offrendo la collaborazione del GSE alle Istituzioni qualora volessero
sostenere “iniziative di efficientamento nel settore idrico, non solo con i meccanismi già esistenti,
ma anche con strumenti nuovi”. Strumenti che “premino gli investimenti infrastrutturali”, ha concluso
05/05/2016, 13:35
Sperandini, e che sul modello dei Certificati Bianchi potrebbero chiamarsi “Certificati blu”. La
In un contesto europeo
tavola rotonda ha visto confrontarsi sul tema delle risorse e delle infrastrutture idriche le imprese,
caratterizzato da una crescita
significativa del Pil in [...]
rappresentate anche da Utilitalia, le Autorità di settore e le Istituzioni. Per il Presidente di Utilitalia,
Giovanni Valotti, l’idea dei Certificati blu, lanciata dal Presidente del GSE, “è molto interessante”.
Acqua, Mucchetti (Comm. Ambiente
Senato): "Utile netto per aziende tra i più
alti, investimenti ripagano"
“Il settore dell’acqua in Italia”, ha proseguito Valotti, “ha bisogno di importanti investimenti. Un
sistema di incentivi che induca le imprese a comportamenti virtuosi in favore della tutela
05/05/2016, 12:45
ambientale della risorsa può senz’altro dare una spinta importante al settore, a beneficio
'Privatizzazione non è
dell'utente e di tutti noi cittadini”. Per questo, ha concluso, “Utilitalia è disponibile ed interessata ad
necessariamente la soluzione.
approfondire l'idea dei Certificati blu con il GSE, al fine di definire nuovi strumenti in grado di
05/05/2016, 12:41
l’energia, Guido Bortoni, ricordando che “la regolazione dell’Autorità nel settore idrico, di nostra
competenza dal 2012, in questa prima fase si è indirizzata verso tre obiettivi principali:
promuovere lo sviluppo del settore, incentivare i necessari investimenti e tutelare l’utenza, con
'La discussione sul tema
particolare attenzione alle fasce disagiate”. Bortoni ha concluso dicendo che “in questa azione la
dell'acqua pubblica è molto
tariffa è stata capace di far crescere gli investimenti annuali, dal 2012 al 2015 aumentati del 55%,
delicata, partivamo da un [...]
Acqua, Tomasetti (Pres. Acea): "Servizi
idrici generano ricavi per 43 miliardi di
euro"
SPIDER-CH25-WEBAGENCIES-27775253
stimolare le imprese più efficienti e innovative”. È intervenuto anche il Presidente dell’Autorità per
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Acqua, Braga (Comm. Ambiente
Camera): "Sprechiamo ogni anno 3
miliardi di metri cubi di acqua per reti
inefficienti"
ma certo non può far tutto e lo studio di altre forme di finanziamento, che si affianchino alla tariffa e
al contributo pubblico, è un elemento positivo per lo sviluppo del settore e per il miglioramento del
servizio”. La seconda giornata della Conferenza si è aperta con le relazioni di sintesi dei
05/05/2016, 11:53
Professori dell’Università di Roma Tre, Giulio Napolitano e Andrea Zoppini, mentre a concludere i
'Mancanza di aggregazione e
lavori è intervenuto il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, sottolineando l’importanza di
aziende di troppa piccola taglia".
“favorire investimenti adeguati che consentano il superamento del gap infrastrutturale i cui dati
parlano chiaro: depurazione e fognatura presentano un gap del 25% con punte in alcune aree del
Energia, Renzi: “Vero dramma Russia
non sono sanzioni ma crisi petrolio”
paese che si attestano attorno al 50%”. H2OIL
04/05/2016, 17:46
"Le sanzioni corrispettive e
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.h2oil.it/News/Item.aspx?id=17_2016-05-05_TBN-H2OIL
12
improntaunika.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 1/2
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
Accetta la privacy policy e la cookie policy per visualizzare il contenuto.
HOME
INFORMARSI
SOSTENIBILITÀ
RINNOVABILI
AZIENDE
EDILIZIA GREEN
CONSUMARE
BENESSERE
VIAGGIARE
AMICI ANIMALI
SERVIZI GREEN: EVENTI
FORMAZIONE
AZIENDE
COMUNICATI STAMPA
SEGNALA AD IMPRONTA UNIKA
SEI IN: HOME / AMBIENTE / ARRIVA IL BONUS ACQUA PER INDIGENTI, GALLETTI ALLA VII CONFERENZA SUL DIRITTO
DELL’ENERGIA DEL GSE
Arriva il bonus acqua per indigenti, Galletti
alla VII Conferenza sul diritto dell’energia
del GSE
SPECIALE: PRIMAVERA
Redazione
Accetta la privacy policy e la cookie policy per
visualizzare il contenuto.
Accetta la privacy policy e la cookie policy per
visualizzare il contenuto.
SEGNALA AD IMPRONTA UNIKA
Invia la tua segnalazione direttamente alla
redazione di Impronta Unika tramite il form
di contatto....
La gestione socialmente virtuosa ed efficiente dell’acqua
rappresenta un elemento qualificante per un Paese come il
nostro, che non solo punta sulla tutela ambientale e la
valorizzazione della biodiversita’, ma che ha deciso di cambiare il
suo modello di sviluppo, scegliendo la strada vincente per il futuro,
quella sostenibilità ambientale, ma anche sociale ed economica.
Così il ministro Galletti alla VII Conferenza sul diritto dell’energia
del GSE (Roma 5 maggio 2016).
Comunicati stampa
Aziende green
Eventi
Corsi di formazione
“Credo che ogni persona – spiega il Ministro – che rappresenti le
istituzioni debba sentire forte il dovere morale di assicurare che
l’acqua, come risorsa di vita e bene comune, arrivi nelle case di
tutti gli italiani, sia resa disponibile all’agricoltura, generi energia
pulita, non venga sprecata per alcun motivo. Dico questo con
molta amarezza, perché conosciamo bene cosa freni oggi
l’effettiva messa a disposizione di questa risorsa ai cittadini. Conosciamo le intollerabili percentuali di spreco del
prezioso liquido che si perde lungo condotte colabrodo e non dimentichiamo che recentemente una città come
Messina è rimasta per giorni a secco mentre, ancora al Sud, ci sono centri urbani in cui l’erogazione avviene poche
ore al giorno”.
NEWSLETTER
Nome
Cognome
Email
Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art.
13 D.Lgs 196/2003, la Privacy Policy
e di autorizzare il trattamento dei miei
dati personali.
Il settore delle risorse idriche nel nostro presenta ancora molteplici aspetti di criticità nonostante i ripetuti interventi
correttivi e sostitutivi previsti dal legislatore nel corso degli anni e messi in campo da questo Governo e, quindi, dal
Ministero. Oggi non è stato ancora superato il problema della frammentazione gestionale (il 25% dei Comuni gestiti
in economia, un 15% ancora diverse e solo il 60% presenta gestione coerenti con la normativa vigente, e cioè
ovvero concessioni a terzi, società miste e gestioni in house)
Iscriviti
SOCIAL
Alla luce di ciò, il Ministero argomenta e motiva le peculiarità che distinguono le due tipologie di deroga all’unicità
della gestione previste dalla legge ricostruendo nel dettaglio le due fattispecie e le casistiche di riferimento, senza
che ciò metta in discussione il principio dell’affidamento al gestore unico d’ambito. So che ciò è stato apprezzato
dalla stessa ANEA la quale ha inviato questa nota a tutti i suoi associati come circolare interpretativa del Ministero.
Tweets di Impronta Unika Accetta la privacy policy e la cookie policy per
visualizzare il contenuto.
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Per il superamento della frammentazione gestionale preme evidenziare il Ministero ha fornito una lettura in punta di
diritto che evidenzia innanzitutto il perimetro e la qualifica del servizio idrico integrato come servizio pubblico a
rilevanza economica appartenente quindi alla categoria comunitaria dei Servizi di Interesse Economico Generale
(SIEG) nell’unità logica dell’Ambito Territoriale Ottimale, come unità minima di organizzazione dei servizi; ne
conferma l’unicità gestionale ai sensi del codice ambientale che prevede, in piena aderenza rispetto all’ordinamento
europeo, che l’affidamento possa avvenire in concessione a terzi, con società mista o con società in house.
La Pianificazione d’ambito ancora manca in molte aree del paese. Alla fine del 2014 le Regioni che non avevano
ancora individuato l’ente di governo d’ambito erano Calabria, Campania, Molise, Sicilia. Tali Regioni sono state tutte
diffidate a provvedere, avviando quindi l’iter per l’esercizio dei poteri sostitutivi da parte del Governo e per esso del
Ministero. Inoltre per quanto riguarda la Regione Lazio, risulta non ancora affidato il servizio idrico nell’ATO 3 Lazio
Nord Rieti: solo il 15 settembre 2015 è stato sottoscritto l’atto costitutivo della società di gestione in house “Acqua
Pubblica Sabina”. Nel dicembre 2015 sono state diffidate le Regioni Abruzzo e Basilicata in quanto i rispettivi Enti di
Governo, sebbene identificati, non erano effettivamente costituiti ed operativi.
-27779425
E veniamo alla sepurazione: Spesso la norma non è sufficiente se non è accompagnata da una chiara politica
“ambientale” che spinga in quella direzione, come ho cercato di impostare dal mio insediamento e sto continuando
a fare, al solo fine di consentire al nostro paese di fare quel salto di qualità in termini di governo e gestione di una
risorsa primaria come l’acqua.
Si tratta di rendere coerente quello sul quale sembriamo essere tutti d’accordo a parole, ovverosia sulla garanzia di
accesso alla stessa da parte di tutti e sulla necessità di garantire un servizio che non si riduca al solo
approvvigionamento ma che comprenda anche e soprattutto depurazione e fognatura. In una parola sulla necessità
di favorire investimenti adeguati che consentano il superamento del gap infrastrutturale i cui dati parlano chiaro.
Depurazione e fognatura presentano un gap del 20-25% con punte in alcune aree del paese che si attestano attorno
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.improntaunika.it/2016/05/arriva-il-bonus-acqua-per-indigenti-galletti-alla-vii-conferenza-sul-diritto-dellenergia-del-gse/
13
improntaunika.it
Notizia del: 05/05/2016
Foglio: 2/2
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
al 50%. La fornitura acquedottistica per quanto copra il 95% del territorio ha perdite consistenti con un valore medio
di dispersione del 32% e punte in molte aree del paese, non solo al sud, dell’ordine del 40-45%.
Sono numeri che ci dividono dagli altri paesi europei e
che ci consente di offrire un servizio idrico in linea con
i target medi di paesi come la Germania o la Francia,
dal quale ancora siamo troppo lontani, garantendo al
contempo la sua tutela e la sua valorizzazione.
Purtroppo abbiamo due sentenze della Corte di
Giustizia Europea del 2012 e del 2014 per violazione
della Direttiva sulle acque reflue che riguardavano
rispettivamente 81 agglomerati superiori a 15.000
abitanti e 34 superiori a 10.000 che scaricano in aree
sensibili. Vi è inoltre un parere motivato riferito ad 814
agglomerati superiori a 2000 abitanti distribuiti in tutte
le regioni ad eccezione del Molise. Rispetto alla prima
sentenza, siamo ad oggi sempre a 75 agglomerati non
conformi, 56 dei quali sono in Calabria, Sicilia e
Campania.
Il Governo, il mio Ministero- spiega Galletti – ha
disposto fin da subito l’esercizio dei poteri sostitutivi previsti dallo “Sblocca Italia”, nominando Commissari
straordinari al fine di accelerare la progettazione e la realizzazione degli interventi necessari all’adeguamento dei
sistemi di collettamento, fognatura e depurazione oggetto di procedura di infrazione o di provvedimento di condanna
della Corte di Giustizia dell’Unione europea sul trattamento delle acque reflue urbane”.
Oggi vi sono 5 commissari per 73 interventi per un importo di 806 milioni di euro. Il Ministero supporta
costantemente i Commissari ed ha messo a disposizione la struttura della direzione competente che sta
monitorando l’attività delle strutture commissariali: ad oggi purtroppo – complice anche il dispositivo della norma e i
problemi di trasferimento alle contabilità speciali- non vi sono state le accelerazioni sperate e l’idea che stiamo
maturando è quella di un’ulteriore razionalizzazione e semplificazione che conduca ad un Commissario Unico
incardinato presso la Direzione competente, dotato di poteri anche aggiuntivi rispetto agli esistenti previsti, che
consenta di porre rimedio ad una situazione compromessa che ci espone ad ulteriori sanzioni. Proprio ieri abbiamo
fatto il punto con gli uffici della Commissione e anche da Bruxelles emerge la necessità di una scelta chiara e forte
da parte del nostro Paese.
In materia tariffaria il Ministero ha predisposto il decreto attuativo del Collegato Ambientale sulla TARIFFA
SOCIALE, finalizzato a sostenere le utenze domestiche residenti disagiate attraverso strumenti tariffari idonei che
diano accessibilità al quantitativo minimo di acqua e, al contempo, garantiscano il rispetto del principio del “chi
inquina paga” e del principio della “copertura dei costi” ai sensi della normativa Comunitaria. Infatti, se da una parte
è necessario assicurare la fruibilità del servizio idrico a tutti, e quindi l’accesso all’acqua, dall’altra è necessario che
la politica tariffaria consegua un razionale utilizzo della risorsa e assicuri la copertura dei costi e l’equilibrio
economico finanziario.
Tenendo conto di ciò, il decreto definisce il quantitativo minimo vitale necessario al soddisfacimento dei bisogni
essenziali in 50 litri per abitante al giorno, ovvero in un valore di 10 litri superiore a quello ottimale per garantire una
vita umana dignitosa, indicato dall’OMS.
L’Autorità per l’energia elettrica e il gas e il sistema idrico deve: definire la fascia di consumo annuo agevolato per le
utenze domestiche alla quale applicare una tariffa agevolata; prevedere per gli utenti domestici residenti, ovvero
nuclei familiari, di cui sono accertate le condizioni di disagio economico sociale, un bonus acqua corrispondente al
corrispettivo annuo che l’utente domestico residente dovrebbe pagare relativamente al quantitativo minimo vitale. In
quanto all’erogazione del bonus acqua è stabilito che sia riconosciuto in bolletta dalla data di verifica dei requisiti
prescritti, in detrazione dei corrispettivi.
05/05/2016
di Alessandro Nunziati
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Condividi questo articolo: Accetta la privacy policy e la cookie policy per visualizzare il contenuto.
Accetta la privacy policy e la cookie policy per visualizzare il contenuto.
NOTIZIE CORRELATE:
AMBIENTE – 21/11/2014
AMBIENTE – 08/06/2015
La pianta di
coca...
Giornata
mondiale degli
oceani:...
AMBIENTE – 12/08/2015
AMBIENTE – 13/08/2015
AMBIENTE – 16/08/2015
Fao: Rifiuti di
plastica...
Cambiamenti
climatici: 3mila
anni...
Goletta Verde
2015: salute...
-27779425
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
http://www.improntaunika.it/2016/05/arriva-il-bonus-acqua-per-indigenti-galletti-alla-vii-conferenza-sul-diritto-dellenergia-del-gse/
14
Edizione del: 06/05/16
Estratto da pag.: 12
Foglio: 1/2
Peso: 1-4%,12-72%
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
15
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
131-103-080
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
Dir. Resp.: ROMINA MAURIZI
Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d.
131-103-080
Sezione: VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
Peso: 1-4%,12-72%
Servizi di Media Monitoring
VII CONFERENZA DIRITTO ENERGIA
16
Il presente documento è ad uso esclusivo del committente.
Edizione del: 06/05/16
Estratto da pag.: 12
Foglio: 2/2