La mia autobiografia

Commenti

Transcript

La mia autobiografia
15101 / 1995 Nasco io, Mattia Valdambrini, alle ore 2 1:55 di
domenica, e sono figlio di Valdambrini Moreno e Iacomoni
Antonietta.
Come tutti sapete, ho u n problema ad u n piede che non mi
permette di giocare neanche a calcio, infatti, non posso mettere
scarpe rinforzate ecc.
I1 mio primo intervento al piede sinistro awenne in data
101l o / 1995.
I1 secondo intervento fu quello dell' ernia in data 13/09/2000.
Poi fu la volta della varicella (da paura) perché?? Sembravo un
extraterrestre, tutto viola, poi la scarlattina, la broncopolmonite
fredda ecc. Lasciato l'ospedale, sono arrivato a casa il 24/01/95; la
mamma racconta sempre che era già ora della pappa, subito dopo
mi hanno messo a dormire nella mia nuova cameretta, sotto la
vigilanza e la curiosità di Briciola, il mio gatto. Così iniziavamo tutti
un nuovo capitolo della famiglia Valdambrini.
Come sempre ci fu u n grande viavai di visite di zii, amici e parenti
vari che mi portarono tanti bei regali.
I1 mio segno zodiacale è il Capricorno, infatti mia mamma mi dice
sempre che questo è u n segno di terra, e che proprio per tale
motivo sono testardo e duro come il sasso spicco della Verna.
Mio padre mi racconta spesso che mangiavo tanto e dormivo
pochissimo, mi divertivo, infatti, a piangere e svegliare la mamma
per farmi dare il latte.
Durante il giorno, mentre la mamma preparava il pranzo o puliva la
casa, passando 1' aspirapolvere, io dormivo come u n ceppo; ma
come la mamma finiva di fare rumore, io mi svegliavo, volevo
andare a passeggio, così lei non riusciva mai a riposare.
I1 mio primo vaccino lo feci il 19/04/95, urlavo come se mi stessero
scannando, ma solo perché avevo fame, non per la puntura....
I1 mio primo taglio di capelli fu il 13/04/95 sembravo un
porcospino.
Ho iniziato a camminare presto, nonostante avessi il piede
ingessato; avevo anche un giocattolo speciale che si chiamava
Bartolomeo e che io mi divertivo sempre a buttare fuori dalla
finestra.
Le mie prime scoperte furono le mani, i piedi e il ciuccio, infatti ne
tenevo sempre uno in bocca ed uno u n mano.
I1 mio identikit: nato il 15101/95 a Castiglion Fiorentino - peso
3,550 kilogrammi- lunghezza 52 cm- nato con piede storto spinato
equino di I1 grado- mangio regolarmente e prendo il latte della
mamma.
Odio 1' acqua e quando faccio il bagnetto mi sentono urlare per
tutto il paese. Sono molto curioso e mi piace esplorare tutta casa.
Quando la mamma ha iniziato lo svezzamento per me ed il mio
palato è stata una gioia immensa.
Cosa non mi piaceva ...( tutto quello che mi capitava in bocca era
oro ), ad un anno i miei
piatti forti erano pizza, pasta, carne ecc.
In questi anni ho avuto un'amica speciale, per l' esattezza un gatto
di nome Briciola, che è venuta a mancare a luglio. Abbiamo passato
tanti momenti insieme giocando, facendoci degli scherzi, le volevo
un sacco di bene; adesso ho Tom e Birba, ma Briciola non la
sostituirà mai nessuno.
A Mattia dalla mamma
Per nove mesi ti ho tenuto in grembo e sentivo ogni tuo movimento,
ringrazio il Cielo del dono che mi ha dato e del bel figlio che mi ha
regalato,
un angelo dolce e birichino, ma che è sempre il mio angioletto
adorato,
mi addormento e mi sveglio accanto a lui
e non c7ègioia più grande nel vederlo crescere.
A Dio non chiedo altro che amarlo sempre di più. Grazie.
LaMamma
-

Documenti analoghi