Product Focus Goldman Sachs Growth Markets Plus Equity Portfolio

Commenti

Transcript

Product Focus Goldman Sachs Growth Markets Plus Equity Portfolio
Goldman Sachs
Growth Markets Plus Equity Portfolio
Product
Focus
Un comparto di Goldman Sachs Funds SICAV
Ridefinire i Mercati Emergenti. Nel 2011, Goldman Sachs
Asset Management (GSAM) ha introdotto il termine
“Mercati in Crescita” per definire quei mercati in via di sviluppo
che rappresentano almeno l’1% del PIL globale. Pensiamo
infatti che non tutti i mercati in via di sviluppo siano uguali, e
che la crescente importanza acquisita da alcuni di loro debba
essere tradotta nel modo in cui essi vengono classificati dalla
comunità degli investitori. Siamo convinti che, concentrandosi
sui mercati BRIC e N-111, gli investitori possano cogliere la
parte fondamentale dell’universo emergente, che comprende i
Mercati in Crescita attuali e futuri.
Cos’è il GS Growth Markets Plus
Equity Portfolio?
Un portafoglio azionario long only
che investe in titoli di tutte le
capitalizzazioni, senza uno specifico
orientamento in termini di stile.
Il portafoglio mira a generare
una solida crescita nel lungo
periodo, investendo nei cosiddetti
paesi BRIC e Next 11 – Mercati
in Crescita attuali e futuri – e
selezionando titoli che riteniamo
siano ben posizionati per beneficiare
della crescita economica in queste
aree geografiche.
A chi si rivolge?
Agli investitori che cercano:
• Rendimenti potenzialmente elevati sul
lungo termine, grazie alla potenziale crescita
economica dei paesi N-11 e BRIC.
Principali caratteristiche di GS Growth Markets Plus Equity Portfolio
• Ideatori del concetto di Mercati in Crescita. A GSAM comprendiamo il concetto di Mercati in
crescita meglio di chiunque altro. I nostri team d’investimento locali beneficiano costantemente della
visione globale del team di Azionario Fondamentale, nonché dell’esperienza del team Obbligazionario
e dell’Economic Research Group di Goldman Sachs2
• Selezione dei titoli focalizzata. Un approccio di investimento orientato al futuro e guidato da forti
convinzioni, che si traduce in portafogli con il potenziale per generare extra rendimenti significativi nel
lungo periodo.
• Presenza nei Mercati in Crescita. La presenza nei Mercati in Crescita mette i nostri analisti nella
migliore posizione per generare idee di investimento convincenti, poiché consente loro di acquisire una
conoscenza approfondita degli usi locali e di accedere frequentemente al management delle società,
assicurando un’ampia copertura dell’universo di investimento.
Perché investire nei Mercati in Crescita
• Solido potenziale di crescita. I paesi BRIC e N-11 sono i principali vettori della crescita economica e
nei prossimi dieci anni rappresenteranno oltre il 60%* della crescita globale. Sulla base della forza dei
loro dati demografici – i paesi dei gruppi BRIC e N-11 rappresentano quasi i due terzi della popolazione
mondiale – riteniamo che questa crescita possa generare interessanti opportunità per gli investitori.
• Focus sui futuri protagonisti dell’economia mondiale. L’importanza dei paesi BRIC e N-11
si riflette chiaramente nel loro impatto sulla crescita e sui consumi futuri. Siamo convinti che,
concentrandosi su questi paesi piuttosto che su un modello di Mercati Emergenti ponderato
per capitalizzazione di mercato, gli investitori potranno ottenere un’esposizione strutturalmente
superiore ad alcune delle economie mondiali in piu’ rapida crescita.
Numero di persone che si prevede
entreranno nelle classi medie e alte (mns)
Cambiamento in termini di consumi reali
2012 - 2025 (US$ tr)
1600
14
1.558
1400
12
• Un accesso a mercati con potenziale di
crescita e livelli di valutazione interessanti.
1200
10
• Una diversificazione della loro esposizione
ai Mercati Emergenti e ai Mercati Periferici,
investendo nelle economie più dinamiche
tra quelle dei mercati in via di sviluppo, pur
essendo consapevoli del maggior rischio ad
essi associato.
800
1000
8
6
600
4
400
200
0
-200
13,1
BRIC
+N-11
3,1
1,7
2
35
8
USA
Europa
Occidentale
-6
Giappone
0
-2
BRIC
+N-11
USA
Europa
Occidentale
-0,1
Giappone
* Fonte: GSAM, Global ECS Research, National Sources, IMF.
• Solidi consumi interni. La rapida crescita nei paesi BRIC e N-11 introduce significativi
cambiamenti nelle economie sottostanti. Il migliorato benessere e l’incremento dei redditi,
nonché un numero sempre maggiore di persone appartenenti alla classe medio-alta nei prossimi
decenni potrebbero condurre ad un notevole aumento della spesa per i beni di consumo. Questo
argomento è ben tradotto nella gamma di opportunità azionarie.
Documento destinato esclusivamente agli investitori professionali – Da non distribuire ai clienti o al pubblico.
Goldman Sachs Growth Markets Plus Equity Portfolio
Rischi
Un investimento in quote del fondo non costituisce un programma
d’investimento completo. Riportiamo di seguito alcune considerazioni
che descrivono alcuni rischi connessi al Portafoglio, descritti anche nel
documento “KIID” (Key Investor Information Document). Questo elenco
non deve essere considerato una sintesi comprensiva di tutti i rischi
connessi ad un investimento nel Portafoglio. Per avere informazioni più
dettagliate circa i rischi connessi ad un investimento nel Portafoglio, vi
preghiamo di fare riferimento alla sezione del Prospetto denominata
“Rischi connessi all’investimento”.
• Rischio di mercato: Il valore delle attività in Portafoglio generalmente
dipende da una serie di fattori, tra cui i livelli di fiducia del mercato in cui
sono negoziati.
• Rischio del tasso di cambio: Le variazioni nei tassi di cambio possono
aumentare o diminuire i rendimenti che un investitore può aspettarsi
di ricevere, a prescindere dalla performance degli asset detenuti. Ove
applicabile, le tecniche d’investimento utilizzate per cercare di ridurre
gli effetti delle fluttuazioni valutarie (copertura) potrebbero non essere
efficaci. La copertura inoltre comporta ulteriori rischi legati ai derivati.
• Rischio della banca depositaria: L’eventuale insolvenza, violazione
dell’obbligo di diligenza o cattiva condotta di una banca depositaria
o sub-depositaria responsabile della salvaguardia delle attività del
Portafoglio può causare perdite.
• Rischio legato ai derivati: Alcuni derivati possono causare perdite
superiori all’importo inizialmente investito.
• Rischio operativo: Il Portafoglio potrebbe subire perdite materiali a
causa di errori umani, anomalie di sistema e/o di processi, procedure o
controlli non adeguati.
• Rischio di controparte: Una parte che proceda a transazioni con il
Portafoglio potrebbe non essere in grado di adempiere ai propri obblighi,
con conseguenti perdite.
• Rischio di liquidità: È possibile che il Portafoglio non sempre trovi una
controparte disposta ad acquistare un’attività che intende vendere;
pertanto, ciò influenza la capacità del Portafoglio di soddisfare le
richieste di riscatto.
• Rischio dei mercati emergenti: È possibile che i mercati emergenti
subiscano un rischio più elevato a causa della minore liquidità e della
possibile carenza di adeguate strutture finanziarie, legali, sociali, politiche ed
economiche, di tutela e stabilità, nonché a causa di posizioni fiscali incerte.
Gestore
Il fondo è gestito dal nostro team Azionario Mercati in crescita. Basak Yavuz, lead portfolio manager, si avvale della comprovata capacità di selezione titoli
dei nostri 23 professionisti3 dell’investimento che operano da Londra, Hong Kong, Shanghai, Mumbai, San Paolo e Singapore. Il team usufruisce inoltre
dell’esperienza dei nostri team Azionario Paesi Sviluppati e Obbligazionario e Valutario Paesi Emergenti, allo scopo di ottenere una visione globale.
Dettagli del fondo
Domicilio
Lussemburgo
Data di lancio
10 settembre 2013
Classe E Acc (EUR) commissione di gestione + distribuzione: 1,75% + 0,75% LU0754431293
Valute disponibili
EUR
Spese di esercizio: 0,40%
Portata geografica
Paesi BRIC + N-11
Investimento minimo iniziale
Stile d’investimento Core: nessun orientamento crescita/valore
Commissione di gestione + distribuzione
ISIN
E (Acc) 1.500 EUR
Altre classi di azioni disponibili
Per ulteriori informazioni su questo fondo, rivolgersi al proprio Relationship Manager Goldman Sachs Asset
Management, o visitare il sito www.gs.com/gsam
I paesi BRIC sono il Brasile, la Russia, l’India e la Cina; i paesi N-11 sono il Bangladesh, l’Egitto, l’Indonesia, l’Iran, la Corea del Sud, il Messico, la Nigeria, il Pakistan, le Filippine, la Turchia e il Vietnam. Si informa
che, a causa dei divieti legali e normativi vigenti, il fondo non investe in Iran.
GSAM si avvale delle risorse di Goldman, Sachs & Co fatte salve le restrizioni imposte dal sistema di muraglie cinesi.
3
Al 30 Agosto 2013.
Il presente documento pubblicitario è stato pubblicato da Goldman Sachs International, autorizzata dalla Prudential Regulation Authority e regolamentata dalla Financial Conduct Authority e dalla Prudential Regulation
Authority. Il presente documento viene fornito su richiesta, a scopo puramente informativo, e non costituisce una sollecitazione nelle giurisdizioni o nei confronti di soggetti in relazione ai quali una simile sollecitazione
sarebbe illegale. Il presente documento contiene semplicemente informazioni selezionate relative al fondo e non costituisce un’offerta di acquisto di azioni del fondo. Prima di procedere ad un investimento, i potenziali
investitori sono invitati a leggere attentamente il Key Investor Information Document (KIID) più recente, nonché tutta la documentazione relativa all’offerta, compreso, a titolo indicativo, il prospetto informativo del fondo,
che contiene tra l’altro un elenco completo dei rischi applicabili. Lo statuto, il prospetto, le note integrative, il KIID e il bilancio annuale e semestrale più recenti che vi si riferiscono possono essere richiesti gratuitamente
all’agente incaricato dei pagamenti e all’agente addetto alle informazioni del fondo o al proprio consulente finanziario.
Le azioni del fondo potrebbero non essere registrate a fini di distribuzione agli investitori privati in determinate giurisdizioni, tra cui alcuni paesi asiatici, africani o latinoamericani. Di conseguenza, le azioni del fondo
devono essere commercializzate nelle suddette giurisdizioni o offerte a soggetti residenti nelle stesse esclusivamente in conformità alle esenzioni applicabili all’investimento privato in organismi di investimento
collettivo e ad altre norme e regolamenti applicabili nelle suddette giurisdizioni.
In generale, i consulenti finanziari consigliano di diversificare il proprio portafoglio di investimenti. Il fondo di cui al presente documento non rappresenta di per sé un investimento diversificato. Un investitore dovrebbe
effettuare investimenti solo se dispone delle risorse finanziarie necessarie per far fonte alla perdita totale dell’investimento in questione.
Il presente documento non costituisce alcuna forma di consulenza fiscale o di investimento. Si invitano i potenziali investitori a rivolgersi ai propri consulenti fiscali e finanziari onde stabilire se un determinato
investimento è adatto alle loro esigenze.
Il presente documento non comprende alcuna analisi finanziaria e non è stato predisposto da Goldman Sachs Global Investment Research. Non è stato stilato in conformità alle norme di legge applicabili con l’obiettivo di
promuovere l’analisi finanziaria indipendente e non è soggetto al divieto di negoziazione in seguito alla distribuzione di analisi finanziarie. Le opinioni e i punti di vista espressi in questa sede sono validi esclusivamente
alla data di pubblicazione e possono differire da quelle di Global Investment Research o di altri dipartimenti o divisioni di Goldman Sachs e delle sue controllate. Goldman Sachs International non ha alcun obbligo
di fornire aggiornamenti. I titoli dei mercati emergenti possono essere meno liquidi e più volatili e sono soggetti a numerosi rischi supplementari, tra cui, a titolo indicativo, oscillazioni valutarie e instabilità politica.
La strategia potrebbe contemplare l’utilizzo di derivati. L’uso di derivati spesso comporta un livello elevato di rischio finanziario, poiché anche un leggero movimento nel prezzo del titolo o dell’indice sottostante può portare
ad un movimento sproporzionatamente grande del derivato e i derivati non sono adatti a tutti. Non viene rilasciata alcuna dichiarazione relativa all’idoneità di questi strumenti e queste strategie per un dato investitore.
Investire nei paesi della categoria N-11 comporta rischi di perdita dovuti ad eventi sociali, politici, normativi ed economici sfavorevoli in tali paesi. Potrebbe essere necessario effettuare investimenti nei paesi della
categoria N-11 attraverso swap su azioni, swap su indici azionari, future, titoli partecipativi, opzioni ed altri derivati che possono comportare l’ulteriore rischio finanziario della controparte. Le eventuali variazioni nei
tassi di cambio possono avere un impatto concreto sul valore dell’investimento nei paesi della categoria N-11. In generale, i consulenti finanziari consigliano di diversificare il proprio portafoglio di investimenti. Anche
se i paesi della categoria N-11 presentano un certo grado di diversificazione, talvolta questi mercati sono interessati parallelamente dagli stessi fattori, rendendo l’investimento nei paesi N-11 più volatile rispetto ad
un investimento più diversificato; inoltre, gli investitori devono investire solo se dispongono delle risorse finanziarie necessarie per far fonte alla perdita totale dell’investimento in questione. I marchi CORE® e N-11®
sono marchi di servizio registrati di Goldman, Sachs & Co.
© 2013 Goldman Sachs. Tutti i diritti riservati. 107218.OSF.OTU
1
2
Documento destinato esclusivamente agli investitori professionali – Da non distribuire ai clienti o al pubblico.
PF/GME/1013/IT

Documenti analoghi