L`Italia, una penisola dell`Europa

Commenti

Transcript

L`Italia, una penisola dell`Europa
L’Italia, una penisola dell’Europa
L’Italia è una penisola
del continente europeo,
che si estende con la sua
caratteristica a forma di
stivale al centro del mar
Mediterraneo. Separata
dall’Europa dalle Alpi,
l’Italia è circondata su tre
lati dal mare: mar
Adriatico (est), mar Ionio
(sud), mar Tirreno e mar
Ligure (ovest).
La penisola italiana, come il resto del continente
europeo, rientra nell’Emisfero Settentrionale. Essi
si trova all’incirca alla stessa distanza dall’Equatore
e dal Polo Nord: grazie a questa posizione
geografica l’Italia gode di condizioni climatiche
miti.
Il territorio italiano può essere suddiviso in tre
parti, con una varietà di forma del paesaggio, di
climi e di ambienti naturali:
- la parte continentale, con le Alpi e la Pianura
Padana;
- la parte peninsulare, con gli Appennini;
- la parte insulare, con la Sicilia, la Sardegna e i
numerosi arcipelaghi;
La penisola italiana è tra le
regioni europee a più elevato
rischio sismico e vulcanico, è
un territorio geologicamente
instabile
poiché giovane,
sottoposta alle conseguenze
dei movimenti delle placche
continentali. Le linee di faglia
attraversano il nostro territorio
e in corrispondenza di esse si
verificano terremoti forti.
La penisola italiana è continuamente interessata da
fenomeni
sismici
che
avvengono
quasi
quotidianamente, di intensità minima. Essi sono
rilevati da strumenti, i sismografi, gestiti dall’Istituto
Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Ci sono stati
terremoti forti, come quello del Friuli (1976), Irpinia
(1980), Umbria e Marche (1990), L’Aquila (2009).
L’Italia ha un’intensa attività vulcanica, con diversi
vulcani attivi (sottomarini) e molti vulcani estinti. I
vulcani in attività sono l’Etna (Sicilia), Stromboli e
Vulcano (isole Eolie), Vesuvio (Campania). L’Etna
(3340 m) è il maggiore vulcano attivo europeo
mentre il Vesuvio risulta essere il più pericoloso,
inattivo dal 1944, anno della sua ultima eruzione.