Sette parla della Nazionale Albanese e intervista

Commenti

Transcript

Sette parla della Nazionale Albanese e intervista
In Italia sta nascendo la "Nazionale (e la Federazione) dei
i\u(;msTi
\LB\M:SI
PER TROVARSI, SI SONO MESSI IN CONTATTO VIA FACEBOOK. SONO TUTTI NATI AL DI LÀ DELLADRIATICO. SPESSO
SONO ARRIVATI DA CLANDESTINI IN GOMMONE. ORA LAVORANO E GIOCANO IN CAMPIONATI ITALIANI. E QUI HANNO
FORMATO LA 'SELEZIONE': CHE PUNTA A DIVENTARE UFFICIALE. E A BATTEZZARE LO SPORT ANCHE IN PATRIA
(ti Lroiidfd
Herbe lì
N
on ha ancora vinto un
trofeo. F alle spallo ha
soltanto una partita.
u n ' a n 11 e li e vo ] e, p e r a i t r o
p e r s a . Ma q u a l c h e p i c c o l o
record c'è già. l'er e s e m p i o :
è u n a nazionale naia grazie
a u n socia! n e t w o r k tl'acebook). l'i u n a s q u a d r a fondata
in '.erra s t r a n i e r a . ì. la pi ima formazione rughisiica di
u n Paese dove la palla ovale
quasi non la conoscono. iVr
non parlare di chi ha messo
a d i s p o s i / n o n e ini c a m p o
per gli a l l e n a m e n t i e a n c h e
qualche soldo: a l c u n e amali:usi razioni locali hai te ne del
Nord-esì,
Tulli: questo si riassume nel
team "Albania XV" icìo\e "\V"
che negli ultimi
lezionalo i miglio
allori
liba
che m i l i t a n o nei c a m p i o n a t i
italiani. Molti di loro sono arrivati in Italia
da c l a n d e s t i n i , a b o r d o di un g o m m o n e .
Alcuni, come Sevian Danni e Da m i n iiuzaj.
h a n n o p u r e giocato nella f o r m a z i o n e azzurra giovanile.
L'obiettivo
anzi: gli obiettivi - di questa
nazionale, in fase e m b r i o n a l e , sono grandi.
Il p r i m o : creare tura federazione sport iva in
Albania, per avere il riconoscimento dell'Inlernaiional rugbv board. Il secondo' qualificarsi alle Olimpiadi del 2016 in Brasile.
Nel frattempo, i circa trenta giocatoli contin u a n o ad allenarsi nelle squadre italiane, li
a sentire chi se ne i n t e n d e , le possibilità di
veder; la bandiera con l'aquda a d u e tesi e
sventolare a Rio de [aneiro non sarebbero
cosi poche 1 ragazzi albanesi che gnoca.no
da noi o nel resto d ' P u r o p a spesso h a n n o
qualità atletiche e agonistiche superiori
alla media , spiega Piergiorgio Grizzo, all e n a t o r e ed ex d i r e t t o r e di u n a rivista del
sonore. Sono nati per il rugby e mi sono
stupito q u a n d o ho scoperlo che nel loro Paese questo sport è sconosciuto-. È da questa
considerazione che Grizzo ha iniziato a in-
LA SQUADRA
Nella foto il capitano della compagne
Albania XV, Ogert Paco, in percussione
Nella squadra giocano ragazzi albanesi che
militane in vari campionati italiani. Cai Super
10 afa sene C
OBIETTIVO: RIO 2016
Questi ragazzi puntano a creare, io Albania
a federazione rugby (ebe non esiste) per
oote-'si CLiatficare alle 0!.mp:acl: in Brasile
loia narsi. .A n lei tersi in c o n i a n o con alcuni
giocatori albanesi in balia. Poi ci si è messo
Pacebook. v t u t u gli altri si sono aggiorni
in poche s e t t i m a n e .
TRAVOLTI AL DEBUTTO A PORDENONE
Il 12 g i u g n o la squadra ha debilitalo ulli
c i a l m e n t e a P o r d e n o n e , in u n ' a m i c h e v o l e
con la selezione I n c e n d a dei Dogi. Maglia
rossa con l'aquila cucila all'altezza del cuore, p a n t a l o n c i n i neri e calzettoni in base
alla disponibilità.A seguire la prima liscila
c'erano ceni inaia tli c o n n a z i o n a l i e molti
italiani. .'Mia line il risultato è slato impie-
toso - s c o n d i t a per ó9 a 14 -, ma rasa solo
il piamo passo
I convocati sono n a l ; tutti oltre l'Adriatico
e m i l i t a n o in campional : che v a n n o dai Super 10 alla serie Ci Si irov.ano soprai tu; to al
Nord e q u a l c h e volta h a n n o dovuto fare i
conti con gli sgualcii degli italiani clic, da
soli, dicevano giti t i m o , senza che ci tosse
bisogno di a g g i u n g e r e le parole.
Sevian Daupi. ex n a z i o n a l e a z z u r r a , ha 21
a n n i , è di D u r e z z e ed e arrivato nel nostro
Paese nel 1997. Parla un italiano con urliessione p a r m i g i a n a e gioca in Veneto, conte
m e d i a n o di mischia, nei Gasino Venezia Mestre. Suo papa. Casper, gestisce i c o n t a l l i
della s q u a d r a e cura la pagina l-aeebook.
Q u a n d o a Sevian h a n n o chiesto (.piale fosse il suo sogno, lui ha risposto: Creare la
n a z i o n a l e albanese eli rugbv •. A fargli quella d o m a n d a era stato p r o p r i o Piergiorgio
d r i z z o , lid è da quelPiniervisia càie e nato
t u t t o . Con t u t t i gli albanesi che giocano
in Italia sarebbe stata u n a lolita n o n creare
u n a nazionale», dice Sevian. -Per f o r t u n a
a b b i a m o i n c o n t r a t o pili di u n italiano che
i
:
;
|
i
75
I \ TKATRO SI SV KLAPsO I PKKGTUDIZI SUI R(.)\J
S
onc un uomo one sto e ospitale. Laverò dalla mattina alla sera
raccoatiendo cart
ndrl, soprattutto se si recita in un "reality l a t r a l e " dove il confine tra finzione e realtà è pericolosamente sottile». «Sono tutti orgogliosi di essere
zingari», aggiunge L'assistente alla regia Fabrizio Saccomanno, «all'inidere», dice Senat S u ^ m a m , 24 anni, padre di due figli, «lo invece sono
zio nessuno voleva fare il mendicante o il finto zeppo. È stato difficile far
disoccupato» attorno Uanijol lodorcvic, 27 anni, «ma lo scorso anno
capire che l'unico modo per riscattarsi da tutto ciò era ironizzare proprio
ho condotto un talk show in una piccola tv privata, dove ogni settimana
so quegli stereotipi: ora i ragazzi sono
invitavo alcuni rom rie! villaggio per
convinti, soprattutto quando sentono
pacare dei nostri problemi. t>a sono
che il pubblico, rom compresi, capii-elice, Lavoro in lenirne. Fnius'asti,
sce e apprezza il messaggio».
cor tanta voglia di conoscere il monBrat, una "parabola zingara che non
do e persone nuove: sono i non-attori
concede illusioni o facili redenzioni",
di Brat(Fratello), lo spettacolo interproprio per questo ha portato notevoli
pretato da Uà compagnia teatrale più
soddisfazioni ai suoi interpreti: «Qualnomade della scena italiana, quella
f
cuno per le .strade di Smederevo ci
crmatG do una decina di ragazzi del
riconosce e ci saluta, mentre percampo rom di Smedercvo (Serbia), e
la gente del nostro villaggio siamo
da un gruppo di giovani attori della
delle piccole star», dice Sead Kutrisi,
atessa città. Un "miracolo" realiz24 anni, un ragazzo serio e minuzale dai Cantieri Teatrali Koreja, la
to. Ma se gli interpreti ormai sono
compagnia di Lecce diretta da Franco
scatenati, e la musica balcanico dì
Ungalo che nel 2007 ha portato in
|
Admir Shkurtaj eseguita dal vivo non
quella cittadina, a 70 km da Belgra^ manca, andare in tournée per questa
do, un diverso modo di stare insieme.
£ compagnia non è facile. «Portarli in
«Prima di iniziare il Laboratorio
|
Italia è stato duro», confessa il regiteatrale», spiega il regista Salvatosta. «Nel ?fi0fì non ci siamo riusciti
re Tramaccrc, «serbi e rom non si
RECITANDO LA PARTE DI LADRI E MENDICANTI
per il doppio divieto che impediva ai
rivolgevano la parola, ora la fiducia
J n momento delio spettacolo Brat{\ rateilo). Sarà in scena a (Vrant
rom serbi di uscire dalla Loro terra:
ha preso il posto della diffidenza».
al riette Teatro Menotti tino al 5 ciccmbrc (info: 02.36.59.25.44)
Un traguardo difficile, preceduto da
ora che i visti sono stati aboliti, Brat
momenti di tensione dovuti anche
è stato presentato al NapoliTeatroFeal contenuto del testo, L'Opera del
stival, al Festival Castel dei Mondi di
mendicante di John Gay, una specie di Opera da tre soldi d'< Biechi abiAndrìa e infine a casa nostra, in Salente. Ovunque è stato un successo e
tata da delinquenti, ricettatori e prostitute, nuovi eroi di un mondo alla
i ragazzi, ai saluti, piangevano per l'emozione». Non che i problemi siano
rovescia. «Ma perché dopc una dura giornata di lavoro dovremmo venir
finiti: in scena sono in.-'ri perché une di Loro - precario in un'impresa di
qui a recitare la parte dei ladri? Noi non siamo cosi», si è sentito dire
pulizia - è staio bloccato in Serbia dal datore di lavoro che gli ha intimato
il regista. Obiezione legittima che ha creato un forte dibattito tra attori
il "Licenziamento" se si fosse assentato anche solo per qualche giorno.
italiani e serbi. «Ci ha fatto capire che la fiducia non si conauisto o parole
Lo spettacolo italiano è dedicato a lui.
Livia Grossi
e che La dignità non ha prezzo [i ragazzi guadagnano 100 euro a replico,
ci ha dato u n a m a n o . Il ragazzo si sento
mezzo italiano e mezzo albanese, ma e in
Francia che vorrebbe a n d a r e a vivere. ].; a
giocare. Li il rugby è uno sport considerato
come il calcio , Anche se poi dovrebbe fato a m e n o - a m m e t t e «delle lasagne, elei
dolci, delle città e delle ragazze . Sevian si
ritiene tutto s o m m a t o fortunato per come
gli stanno a n d a n d o le cose in Italia. Ma non
nega q u a l c h e difficoltà. Come le (ile e la
lunga, attesa per farsi rinnovare il permesso
di soggiorno. L7 la reazione di qualche italiano. • Ogni volta che dico di essere albanese
c'è sempre qualcuno che mi guarda come se
l'ossi un pericoloso criminale . racconta il
ragazzo. • Per fortuna tutto questo succede
fuori dal campo di rugby. Perché dentro siamo lutti uguali , aggiunge Damili Bu/aj,
un altro rugbista albanese che gioca in
Italia e riesce a vivere di questo.
do-, dice. -Ma se sei \in operaio, una badante, u n o studente, vivere qui diventa un
percorso a ostacoli.. Damiti fa un semplice
esempio: ••.Ogni volta che vado in un pub n
in una discoteca, mi fanno sempre entrare,
perché sanno che gioco a rugby. Ma quando
sono con i miei amici, capita spesso che
q u a l c u n o di loro venga respinto all'ingresso. Solo p e r c h é è u n o s t r a n i e r o ' . H nello
sport? «Questo non succede, forse perché
il n a z i o n a l i s m o non trova spazio.e C e n o .
. precisa Damiti, questo Paese resta formida-bile per le possibilità che offre, ma fino
a u n certo p u n t o . . Sevian e Damili s a n n o
di essere solo elei giocatori. Ma q u a n d o si
parla della società italiana si trasformano
In
\ih(ini(i
ilrughy
è sconosciuta. La
TERZA LINEA FRA VALONA E MODENA
Uamin è nato a Valona, ha 25 anni e da
qualiordici vive in Umilia Romagna. Ha
sposalo una connazionale, sta aspettando
la c i t l a d i n a n / a italiana e gioca come terza linea nel Modena Rugbv. Se fai sport
quello Paese per u n o straniero è stupen-
76
" \ azionale " a
^I/I^/K
se la cedra con (/nelle
ufficiali dei I^/csi iscritti
alla Coppa dei
\
Balcani
a n e h e in poi'favoce - privilegiali
degli
immigrali.
La storia di Ogert Paco. 31 anni, il capitano
di questa -nazionale albanese, è un po' diversa. Lui è arrivato in Italia nel 1989 grazieai papà che lavorava in m a r i n a e due anni
prima delle navi stracolme di albanesi al
porto di Ilari. Ora vive acl Alghero, è italiano e ha sposalo una ragazza sarda. Ha
un'agenzia di noleggio autoveicoli e gioca
con l'Alghero Rugby. Però u n pezzo di cuore
è rimasto in Albania. • Per questo quando mi
h a n n o eletto di dare una m a n o a creare la
l'orinazione albanese ho accoltalo subito .
racconta. .C'è tanto lavoro da (are •, ammette. Risogna di ('fondere il rugby nelle scuole
albanesi e cacare campi da gioco. Ma ora
che anche i cittadini dell'Albania possono
girare liberamente per I T u r o p a (orse sarà
Ini lo pili facile .
La sfida, anche contro certe ienlez/e burocratiche della politica albanese, è iniziata.
La "nazionali:" sui orgaiiizzando la gara di
ritorno contro i Dogi nel "Paese delle Aquile". A giugno, poi, se la vedrà con ie altre
nazionali dell'Lsi buropa nella Coppa dei
Balcani. Sognando il Brasile.
<-

Documenti analoghi