regolamento baby

Commenti

Transcript

regolamento baby
CORSO GENITORE – BAMBINO
ACQUATICITÀ, PERCHÉ?
BENEFICI PER IL BAMBINO
I vantaggi sui piccoli si possono apprezzare sin dalla più tenera età sul piano psico-fisico, cognitivo,
affettivo-relazionale grazie a tre elementi fondamentali:
l’acqua, soprattutto se calda, offre al bambino sensazioni piacevoli e lo predispone subito a muoversi,
schizzare, sgambettare e sperimentare;
i materiali che di volta in volta il bambino trova in piscina richiamano la sua attenzione e lo motivano
ulteriormente a sforzarsi, avanzare, raggiungere, immergersi, risalire, tuffarsi…
la presenza del genitore, che rende ancora più piacevole il gioco e facilita il raggiungimento di azioni
sempre più complesse ed elaborate fino ad arrivare ad un’evidente autonomia acquatica.
BENEFICI PER I GENITORI
Il corso di acquaticità rappresenta un momento di crescita e di piacere anche per il genitore, in quanto
permette di:
dedicarsi un momento esclusivo con il figlio senza che problematiche o impegni esterni si
intromettano nel rapporto;
svagarsi, divertirsi, rilassarsi;
riscoprire il piacere di giocare ed imparare nuovi giochi o attività;
confrontarsi con l’operatore e gli altri genitori e poter condividere gioie, dubbi, timori;
ricevere ulteriori informazioni sull’età evolutiva per meglio comprendere gli atteggiamenti dei piccoli;
apprendere modalità più efficaci di interazione/comunicazione con il bambino;
ridurre il proprio timore dell’acqua, partecipando all’entusiasmo dei piccoli.
ATTEGGIAMENTO
ATTEGGIAMENTO STRATEGICO DEI GENITORI:
arrivare puntuali senza fretta o tensione per poter trasmettere calma e tranquillità al bambino fin
dall’ingresso negli spogliatoi;
raggiungere il bordo vasca dove troverete la zona AMBIENTAMENTO E MASSAGGIO, una sorta di
passaggio “dal fuori al dentro” utile per evitare ai piccoli un impatto drastico con l’acqua e per
permettere ai grandi di rilassarsi prima dell’inizio della lezioni;
aspettare TUTTI per fare la doccia ed ambientarsi poco alla volta agli schizzi;
calarsi in acqua con il bimbo, rassicurandolo e coccolandolo;
NON dire al bambino “tieni la bocca chiusa altrimenti bevi”, perché così facendo si trasmettono timori
e paure controproducenti;
partecipazione costante e continua alle lezioni;
disponibilità a prendere parte attivamente ai giochi ed alle attività, mettendosi allo stesso livello dei
piccoli e facendosi coinvolgere emotivamente;
trasmettere al bambino il proprio entusiasmo e piacere nel frequentare il corso per creare benessere
anche al bambino;
avere un atteggiamento di attesa fiduciosa nei confronti del bambino senza forzare o pretendere
risultati immediati;
accettare i piccoli così come sono con limiti, timori e sbalzi di umore;
incoraggiare, incentivare ed apprezzare ogni minima conquista raggiunta;
lasciare spazio al bambino di sperimentare in autonomia, rassicurandolo ogni qualvolta ne senta il
bisogno;
non parlare di insuccessi o difficoltà in presenza del piccolo;
affidarsi alle indicazioni degli operatori.
BUON BAGNO, BUON LAVORO E PRESTO I RISULTATI VERRANNO A GALLA!
SICURI DELLA VOSTRA COLLABORAZIONE, VI RINGRAZIAMO IN ANTICIPO
E VI APETTIAMO IL GIORNO……………………..ALLE ORE………………….
CORSO GENITORE – BAMBINO
SEMPLICI NORME:
per frequentare i corsi del Centro Sportivo di Merate È OBBLIGATORIO PRESENTARE IL
CERTIFICATO MEDICO “di sana e robusta costituzione e di idoneità alla pratica sportiva non
agonistica” con validità di 1 anno;
2. È OBBLIGATORIO PORTARE LA TESSERA MAGNETICA PER ACCEDERE AGLI SPOGLIATOI (il
deposito cauzionale per la tessera è di 3,00 €);
3. l’accesso sarà possibile 15 minuti prima dell’inizio della lezione;
4. le lezioni non effettuate e le assenze dovute a qualsiasi motivo potranno essere recuperate, nel
trimestre successivo,con ingressi al nuoto libero;
5. è necessario rispettare le norme comportamentali in caso di Emergenza–Evacuazione–Incendio
(rimandiamo la descrizione specifica a fondo pagina);
6. è obbligatorio parcheggiare il passeggino fuori dallo spogliatoio alla fine delle varie manovre e non è
possibile oltrepassare con esso la zona accessibile con le scarpe;
7. non è consentito lasciare i bambini sul fasciato o sul piano vasca senza la sorveglianza di un adulto;
8. è obbligatorio far indossare ai più piccoli il costume contenitivo o l’apposito pannolino;
9. sarà possibile seguire le lezioni sulle tribune secondo calendario indicato in segreteria;
10. eventuali riprese e/o fotografie sono autorizzate SOLO DURANTE L’ULTIMA LEZIONE DEL
TRIMESTRE.
1.
NORME COMPORTAMENTALI
IN CASO DI EMERGENZA – EVACUAZIONE – INCENDIO
Al fine di prevenire principi di incendio e rendere rapidi e sicuri gli interventi di emergenza si stabiliscono i
seguenti divieti e prescrizioni:
1.
2.
3.
4.
è fatto divieto di fumare in tutte le aree dell’edificio;
è fatto divieto di manomettere, asportare o rimuovere dal loro posto per qualsiasi motivo idranti o
estintori;
è fatto divieto di depositare materiale di fronte ad idranti o estintori;
è fatto divieto di depositare materiale di fronte ai quadri elettrici ed ai quadri di comando in genere.
PROCEDURE DI EVACUAZIONE
In caso di evacuazione si dovranno seguire le procedure riportate di seguito.
1.
2.
3.
4.
5.
6.
All’attivazione del segnale di allarme (3 squilli di sirena), ogni Addetto agli interventi di emergenza
avverte tutto il personale (dipendente e/o esterno), presente nell’area di competenza, di far
allontanare l’utenza con celerità lungo i percorsi per l’esodo fino all’esterno del Centro Sportivo e di
raggiungere il punto di raccolta; accerta che impianti ed attrezzature siano stati spenti e che nessuno
sia rimasto all’interno. Nell’avvisare il personale deve attuare le necessarie precauzioni onde evitare
ogni forma di panico.
Tutti i presenti nel piano lasciano il luogo in cui si trovano, recandosi all’esterno e seguendo le
direttive impartite dall’Addetto agli interventi di emergenza.
Il personale agevola l’esodo dell’utenza, fornendo indicazioni sul comportamento da tenere e sui
percorsi da seguire.
Coloro che dovessero trovarsi in aree ove non è presente un Responsabile, udito il segnale di
allarme, sono tenuti ad uscire autonomamente seguendo le indicazioni segnaletiche.
Nel raggiungere il punto di raccolta si dovrà tenere un comportamento calmo e ordinato, evitando di
trattenersi nelle aree di transito o presso le porte ed cancelli d’ingresso.
I portatori di handicap devono essere assistiti dai loro accompagnatori e, in mancanza, dagli addetti
alla squadra di emergenza.

Documenti analoghi