sei qualita` da sviluppare in se` e nel partner

Commenti

Transcript

sei qualita` da sviluppare in se` e nel partner
CENTRO STUDI PSICANALISI DEL RAPPORTO DI COPPIA
V.le Lunigiana, 12 – 20125 Milano – Tel. 02/66982620
Via Marconi, 21 – 23814 Cremeno ( LC ) – 0341/998357
E-mail: [email protected] – Sito: www.coppiacentrostudi.com
SEI QUALITA’ DA SVILUPPARE IN SE’ E NEL PARTNER
di Gianni Bassi e Rossana Zamburlin
INTRODUZIONE
Vivere l’intimità nel rapporto di coppia comporta avere due personalità sostanzialmente mature. In
questa relazione riassumeremo ed elaboreremo creativamente le idee di B. De Angelis ( 1997 ) utili
a sviluppare la maturità per un matrimonio intimo.
Secondo questa autrice l’errore che spesso si fa ( e noi lo confermiamo avendo visto in analisi
questo errore parecchie volte ) è quello di innamorarsi di aspetti superficiali del partner,
trascurando la personalità profonda e sottovalutando i difetti fatali.
La vera domanda da sottoporre ad entrambi i partner è la seguente: “Fino a che punto sono
disponibile a migliorare la capacità di amare?”. La capacità d’amare è formata, sostanzialmente, da
queste sei caratteristiche interdipendenti:
“- Impegno a una crescita personale e di coppia;
- Spontaneità emotiva;
- Integrità morale;
- Maturità e senso di responsabilità;
- Buon livello di autostima;
- Atteggiamento positivo verso la vita.” ( De Angelis, pag. 281 )
1) IMPEGNO A UNA CRESCITA PERSONALE E DI COPPIA
Se entrambi i partner sono concentrati a crescere come persone e come coppia, non sono statiche,
non sono bloccate e non bloccano, si eviteranno moltissimi problemi presenti nella media dei
rapporti matrimoniali e delle convivenze comunemente presenti nella popolazione. Uno dei più
frequenti è che uno dei partner ( più spesso la donna ) vuole crescere, l’altro blocca in quanto non
vuole mettersi in discussione, nonostante ci sia sofferenza e disagio nel rapporto di coppia, ma
anche nei rapporti con le famiglie d’origine. Spesso uno vuole affrontare e risolvere il problema
presente in certe aree interiori e/o relazionali, l’altro no.
L’atteggiamento più opportuno è quello che, senza perfezionismi, ognuno s’impegna a imparare
tutto ciò che può per diventare una persona migliore e, in particolare, un migliore compagno. Ci si
mette in discussione. Quando c’è questo atteggiamento si è sicuri che negli inevitabili momenti di
crisi entrambi saranno disponibili a cogliere l’occasione per crescere nella comprensione e
[email protected]
www.NouritiMilano.com
P. I. 09235040962
+39 340 68 49 082
CENTRO STUDI PSICANALISI DEL RAPPORTO DI COPPIA
V.le Lunigiana, 12 – 20125 Milano – Tel. 02/66982620
Via Marconi, 21 – 23814 Cremeno ( LC ) – 0341/998357
E-mail: [email protected] – Sito: www.coppiacentrostudi.com
nell’amore. L’impegno a crescere garantisce che il rapporto di coppia diventerà un’autentica
avventura alla ricerca dell’essenza di ciascuno, che diventerà comunione di corpo, di mente e di
spirito. Allora il rapporto non sarà, come spesso accade, una lotta per il controllo dell’altro, in cui
ognuno cercherà, a tutti i costi, di avere ragione, il che vuol dire che l’altro ha torto, ma sarà un
rapporto di coppia che ha la funzione di renderci felici: l’avere ragione comporta uno sconfitto e
questi, ovviamente, non sarà felice. Non va confuso l’amore per il partner con il controllo del
partner ad esempio attraverso una gelosia morbosa…
[puoi approfondire questo argomento nel webinar di mercoledì 12 Ottobre alle ore 19. Per
informazioni visita www.NouritiMilano.com nella sezione Promozioni/Corsi online oppure clicca nel
calendario eventi che trovi nella Homepage del sito.]
2) SPONTANEITA’ EMOTIVA
Un rapporto di coppia intimo si fonda sulla condivisione di emozioni, sentimenti, sessualità, figli,
progetti e valori spirituali. Per questo motivo ciò che va, anche, sviluppato in entrambi è la
spontaneità emotiva. In pratica significa DIRE CIO’ CHE SI SENTE MAN MANO CHE SI SENTE. Essere
in contatto con le proprie emozioni è la base di una comunicazione profonda. Ovviamente siccome
il partner non è il cestino dei rifiuti emotivi, le sensazioni positive vanno dette sicuramente, mentre
le emozioni negative vanno presentate su “un vassoio d’argento”, cioè con delicatezza, con
l’intenzione di prendere coscienza ed elaborarle e non con l’intenzione di ferire.
Se i partner non sanno riconoscere, esprimere e condividere le emozioni non sono molto pronti per
un rapporto intimo. Che senso ha vivere con una persona emotivamente chiusa? La sofferenza è
assicurata. Un partner emotivamente spontaneo è generoso nell’espressione dei propri sentimenti
e della propria sessualità. Soprattutto esprime l’amore senza difficoltà, dà liberamente, con
abbondanza, senza restrizioni. Sa dire “ti amo” o suoi equivalenti e lo dimostra coi fatti,
quotidianamente e non solo nelle ricorrenze.
Questo è l’amore genitale: dare…, il piacere di fare piacere…
Il contrario è…
[puoi approfondire questo argomento nel webinar di mercoledì 19 Ottobre alle ore 19. Per
informazioni visita www.NouritiMilano.com nella sezione Promozioni/Corsi online oppure clicca nel
calendario eventi che trovi nella Homepage del sito.]
[email protected]
www.NouritiMilano.com
P. I. 09235040962
+39 340 68 49 082
CENTRO STUDI PSICANALISI DEL RAPPORTO DI COPPIA
V.le Lunigiana, 12 – 20125 Milano – Tel. 02/66982620
Via Marconi, 21 – 23814 Cremeno ( LC ) – 0341/998357
E-mail: [email protected] – Sito: www.coppiacentrostudi.com
3) INTEGRITA’ MORALE
Integrità morale, affidabilità, sincerità e trasparenza sono ingredienti essenziali di un rapporto di
coppia intimo. Il sapere di potersi fidare e di poter contare l’uno dell’altro dà un piacevole senso di
sicurezza. Vivere costantemente con un partner che mente o che si sospetta che menta rende
praticamente impossibile un rapporto sereno, non ci si può lasciare andare. Aumenta il dubbio,
l’ansia e la rabbia, alla lunga un rapporto del genere logora. Raccontare bugie crea un clima emotivo
che uccide la passione e distrugge l’intimità.
Col tempo vivere con un bugiardo si rischia di divenirne complice, invece è bello vivere con una
PERSONA CHE CERCA E DICE LA VERITA’.
Per verificare questa qualità basta osservare se una persona è sincera con se stessa, col partner e
con gli altri. Inoltre…
[puoi approfondire questo argomento nel webinar di mercoledì 26 Ottobre alle ore 19. Per
informazioni visita www.NouritiMilano.com nella sezione Promozioni/Corsi online oppure clicca nel
calendario eventi che trovi nella Homepage del sito.]
4) MATURITA’ E SENSO DI RESPONSABILITA’
Questa caratteristica non è presente quando si ha la sensazione di avere a che fare non con un
compagno alla pari, ma con un bambino. Per alcune persone può essere gratificante curare un
bambino o una bambina: si sentono utili. Peccato che questo non è un rapporto di coppia paritario,
ma un rapporto madre-bambino o padre-bambina e questo tipo di relazione può creare, nel tempo,
problemi anche a livello sessuale. Inoltre il blocco a livello infantile non permette la crescita
emotiva, la maturazione e l’assunzione di responsabilità. Va fatto un lavoro psicologico per
risolverlo…
Una persona è matura, oltre ad essere capace di amare, quando sa sostanzialmente badare a se
stesso, ha un lavoro stabile che gli permette un reddito adeguato, sa tenere relativamente pulito
l’ambiente in cui vive, cura la sua persona e si nutre e beve in modo sano ed equilibrato. Assumersi
la responsabilità nei rapporti familiari significa che partner e figli siano in un adeguato benessere
fisico, psicologico, sociale e spirituale. Responsabilità è un valore concreto: sono parole a cui
corrispondono le azioni.
[puoi approfondire questo argomento nel webinar di mercoledì 2 Novembre alle ore 19. Per
informazioni visita www.NouritiMilano.com nella sezione Promozioni/Corsi online oppure clicca nel
calendario eventi che trovi nella Homepage del sito.]
[email protected]
www.NouritiMilano.com
P. I. 09235040962
+39 340 68 49 082
CENTRO STUDI PSICANALISI DEL RAPPORTO DI COPPIA
V.le Lunigiana, 12 – 20125 Milano – Tel. 02/66982620
Via Marconi, 21 – 23814 Cremeno ( LC ) – 0341/998357
E-mail: [email protected] – Sito: www.coppiacentrostudi.com
5) BUON LIVELLO DI AUTOSTIMA
E’ ovvio, ma è bene ribadirlo: si può amare un’altra persona, nella misura in cui si ama se stessi. E’ la
logica del Vangelo: “Ama il prossimo tuo, come te stesso”…
Se una persona non si stima, come fa a stimare il partner? Se si tratta bene, tratterà bene anche il
partner. Come si fa ad amare una persona che non ha considerazione per sé e che dipende in tutto
e per tutto dal partner? Molte persone, in particolare alcune donne, hanno fatto da “zerbino” al
partner per anni, per poi essere “scaricate” perché considerate delle “nullità”. Nel rapporto di
coppia funziona l’interdipendenza…
Entrambi i compagni si devono sentire contenti di se stessi. Sostanzialmente contenti di come sono
e di come vorrebbero essere, cioè in crescita. La persona con una sana autostima comunica un
senso di solidità emotiva e di forza interiore. Più amiamo noi stessi più difficile sarà maltrattarci e
farci maltrattare fisicamente, psicologicamente, socialmente e spiritualmente. Le vittime di se stessi
e degli altri non rappresentano una buona scelta come partner.
L’individuo con adeguata autostima…
[puoi approfondire questo argomento nel webinar di mercoledì 9 Novembre alle ore 19. Per
informazioni visita www.NouritiMilano.com nella sezione Promozioni/Corsi online oppure clicca nel
calendario eventi che trovi nella Homepage del sito.]
6) ATTEGGIAMENTO POSITIVO VERSO LA VITA
In genere ci sono due atteggiamenti nei confronti della vita: il pessimismo catastrofico e l’ottimismo
che crede nella possibilità di migliorare; o il bicchiere è mezzo vuoto o è mezzo pieno...
Secondo la B. De Angelis ( 1997 ) “I pessimisti:
si concentrano sempre sui problemi e fanno resistenza alle soluzioni ( stanno a “bagnomaria” dei
problemi… );
trovano sempre qualcosa o qualcuno di cui lamentarsi ( la continua lamentazione crea un clima
depressivo… );
si lasciano dominare dalle paure e dalle preoccupazioni ( anziché affrontarle risolverle… );
sono cinici e problematici sul futuro ( sono state derubate nella speranza come dice il Papa… );
hanno poca fiducia negli altri ( hanno difficoltà relazionali… ).
Le persone positive:
si concentrano sempre sulla…[puoi approfondire questo argomento nel webinar di mercoledì 16
Novembre alle ore 19. Per informazioni visita www.NouritiMilano.com nella sezione
Promozioni/Corsi online oppure clicca nel calendario eventi che trovi nella Homepage del sito.]
[email protected]
www.NouritiMilano.com
P. I. 09235040962
+39 340 68 49 082
CENTRO STUDI PSICANALISI DEL RAPPORTO DI COPPIA
V.le Lunigiana, 12 – 20125 Milano – Tel. 02/66982620
Via Marconi, 21 – 23814 Cremeno ( LC ) – 0341/998357
E-mail: [email protected] – Sito: www.coppiacentrostudi.com
BIBLIOGRAFIA
G. Bassi e R. Zamburlin, L’intimità nel rapporto di coppia, Ed. Paoline, Milano, 2009.
G. Bassi e R. Zamburlin, Vincere la timidezza, Come sviluppare la stima di sé, Ed. Paoline, Milano,
2011.
G. Bassi e R. Zamburlin, L’amore si può imparare, Ed. Effatà, Cantalupa ( TO ), 2014.
B. De Angelis, Ma sei tu il mio grande amore? Ed. Sperling & Kupfer, Milano, 1997.
[email protected]
www.NouritiMilano.com
P. I. 09235040962
+39 340 68 49 082

Documenti analoghi