Rassegna Stampa 22 luglio 2016

Commenti

Transcript

Rassegna Stampa 22 luglio 2016
mittelfest
Cividale del Friuli
16–24 luglio 2016
mittelfest.org
Rassegna Stampa
22 luglio 2016
mittelfest 2016
Data: 22 luglio 2016
Pagina: 11
mittelfest 2016
Data: 22 luglio 2016
Pagina: 40
Copia di ba7d172f93cd6d8bb0cfe61ba4d00e13
Copia di ba7d172f93cd6d8bb0cfe61ba4d00e13
40
40
Cultura e Spettacoli
Cultura e Spettacoli
IL PICC
IL PICCOLO VENERDÌ 22 LUGLIO 2016
ANTICIPAZIONI
STAGIONE
TEATRALE
ANTICIPAZIONI
STAGIONE
TEATRALE
Al
quest’anno
si riparte
AlRossetti
Rossetti
quest’anno
si riparte
da Emma Dante e Carolyn Carson
MUSICA
da Emma Dante e Carolyn Carson
“Play Strindberg”, nuova produzione dello Stabile Fvg, debutta domenica al Mittelfest di Cividale
prima di arrivare a Trieste nel cartellone che verrà presentato interamente a inizio settembre
◗ MAJANO
Stasera al Festival di Majano arrivano gli Anthrax, band simbolo del metal. Dalle 19 le porte
stesso Però.
di Roberto Canziani
Veloce, ma abbastanza dell’Area Concerti Festival apri◗ TRIESTE
esplicativa, la carrellata ha ranno al pubblico. In attesa del
Friedrich Dürrenmatt, Rainer
permesso di scorgere anche grande live degli Anthrax, a parWerner Fassbinder, Carolyn
altre novità del cartellone, tire dalle 19.30 in Piazza Italia ci
stesso Però.
di Roberto
Carlson,
EmmaCanziani
Dante. Assagche verrà presentato in detta- sarà il dj set hard rock di Rudy
abbastanzail
gi
di stagione. Teatrale, benin◗ TRIESTE
Cavarra,ma
che accompagnerà
glio agli inizi di settembre.Veloce,
esplicativa,
ha
teso, e di danza: anticipazioni
pubblico la
e lacarrellata
festa anche dopo
Tra i nomi in vista quello deldal
programma
2016/17 dello
il concerto
fino a tardaanche
notte. Il
la coreografa Carolyn CarlFriedrich
Dürrenmatt,
Rainer
permesso
di scorgere
Stabile
del
Friuli
Venezia
Giuculmine
della
serata
sarà
ovviason
(“Short
Stories”)
e
della
Werner Fassbinder, Carolyn
altre novità del cartellone,
lia. È stata un’occasione inforregista Emma Dante (“Le so- mente con l’esibizione degli AnCarlson, Emma Dante. Assagche verrà presentato in dettamale quella che ha visto ieri Il
relle Macaluso”). Tra i titoli: thrax, a partire dalle 21.45.
gi di stagione.
Teatrale,
benindi settembre.
Rossetti
presentare
all’aperGli inizi
statunitensi
Anthrax sono
“Qualcuno volò sul nido glio
del agli
teso,
di danza:
anticipazioni
Tra i nomi
in vista
quello
delto,
tra ietavoli
del caffè
omonifra le band
capofila
del genere
cuculo” (regia di Alessandro
mo,
e veduta sul Viale,
alcunidello
musicale speed/thrash
metal,
Gassman) e “Don Chisciotte”
dal programma
2016/17
la coreografa
Carolyn Carltitoli
del futuro
cartellone,
co- Giunati a New
York nel e1981
per
(con Luca Barbareschi). son
Pa- (“Short
Stabile
del Friuli
Venezia
Stories”)
della
gliendo
l’occasione
per uninforrecchi lavori avranno prota- mano del chitarrista Scott Ian e
lia. È stata
un’occasione
regista Emma Dante (“Le soestemporaneo bilancio su
gonista la compagnia dello del bassista Dan Lilker. Succesmale quella
che ha visto
relle
Tra igrazie
titoli:ai
quello
appena concluso.
Posi-ieri Il
so quasi immediato
Stabile Fvg: per il momento
si Macaluso”).
Rossetti
presentare
all’apervolò sul
nido come
del
tivo,
naturalmente,
ha detto
il
album
segnalano una “Bottega “Qualcuno
del primi grandi
direttore
Francodel
Però,
rincuo(1984),
caffè” (Goldoni riscritto cuculo”
da “Fistful
to, tra i tavoli
caffè
omoni(regiaof diMetal”
Alessandro
rato
dall’assessore
regionale
“Spreading
the
Disease”
(1985)
Fassbinder)
e
“La
domanda
mo, e veduta sul Viale, alcuni
Gassman) e “Don Chisciotte”
alla
cultura,
Gianni
Torrenti, co“Among the Living” (1987), laArriva a Trieste “Short stories”, di Carolyn Carson; a destra una foto di scena di “Play Strindberg” (foto Di Luca)
della regina” (un testo su ecotitoli
del futuro
cartellone,
(con eLuca
Barbareschi). Pache ci ha trovato “motivi di finomia, complessità, relazio- vori che hanno permesso loro
gliendo
l’occasione
per
un
recchi
avranno
protaducia e tranquillità”, e dal rà “battezzata” domenica al fine degli anni ’60, lo svizzero tore. Di quei personaggi si ni, commissionato al fisico dilavori
essere inclusi
nei "big
four", i
estemporaneo
bilancio
su
gonista
la simbolo
compagnia
dello
nuovo
assessore comunale
ai Mittelfest
gruppi
del metal
mon(Teatro Ristori, ore Dürrenmatt mise le mani su erano impossessati cast me- Chiarotti e al drammaturgo
Teatri,
Tonel,
al debut-Posidiale,
cioè a Metallica,
18). Ciò ha dato modo al diret- un già celebre testo di Strind- morabili (Lilla Brignone e Manfridi). “Paurosa bellezza”
quelloSerena
appena
concluso.
Stabile
Fvg:accanto
per il momento
si
to
istituzionale.
Slayer euna
Megadeth.
tivo,
naturalmente, ha dettotore
il artistico del festival di Ci- berg, “Danza di morte”. Ne Gianni Santuccio, per dirne è un testo sulle imprese alpisegnalano
“Bottega del
“Play Strindberg”
è un titoA Majano in arrivo anche Movidale, Franco Calabretto, di uscì un quasi-nuovo lavoro, solo alcuni). Ora sono tre nistiche triestine che Marko
direttore
Franco Però,
rincuocaffè” (Goldoni
riscritto da
lo datato 1969 del dramma- ricordare quanto la manife- incentrato sugli inferni coniu- campioni del teatro contem- Sosic sta ultimando e che na- dena City Ramblers (29 luglio),
rato dall’assessore
Fassbinder)
e Clearwater
“La domanda
turgo
svizzero-tedesco regionale
Frie- stazione, impegnata oramai gali tanto cari al drammatur- poraneo a indossare i guanto- scerà in collaborazione con
Revived
lo Creedence
alla cultura,
Gianni
Torrenti,
Arriva
Trieste “Short
di Carolyn
Carson;
a destra
di scena
di “Play
Strindberg”
Di Luca)
testoa su
ecodrich
Dürrenmatt:
su questo
(5 agosto),(un
il tributo
Zucchero
su fronti
che aspaziano
sopra stories”,
go svedese.
Lei e lui,
moglie
e niuna
perfoto
gli undici
round
della
Stabile (foto
Sloveno.
Mentre della
per regina”
si
è concentrata
la maggior
at- di un
degli
O.I.&B. (12 agosto),
Pink
che
ci ha trovato
“motivi
fi- intero atlante – Cina, Ke- marito, acidi, petulanti, batta- boxe coniugale che Dürren- “Caracreatura” di Pino Rovenomia,
complessità,
relaziotenzione.
Anche
per
l’immiSonic
(13
agosto)
e
Africa
Unite
nia,
Turchia…
–
non
dimentiglieri,
e
a
un
certo
punto
l’arrimatt
ha
inventato:
Maria
Paredo
e
“Rocky
Horror
Show”
ducia e tranquillità”, e dal rà “battezzata” domenica al fine degli anni ’60, lo svizzero tore. Di quei personaggi si ni, commissionato al fisico
nente
debutto.
La
nuova
pro(14
agosto).
Ingresso
libero.
Inchi
la
centralità
dell’area
euvo
di
un
cugino-intruso
che
iato,
Franco
Castellano.
Mausi
tratta
di
ritorni.
nuovo assessore comunale ai Mittelfest (Teatro Ristori, ore Dürrenmatt mise le mani su erano impossessati cast me- Chiarotti e al drammaturgo
duzione dello Stabile Fvg ver- ropea. In quella tumultuosa funziona da ulteriore detona- rizio Donadoni. Regia dello
fo su www.promajano.it
©RIPRODUZIONERISERVATA
“Play Strindberg”, nuova produzione dello Stabile Fvg, debutta domenica al Mittelfest di Cividale
prima di arrivare a Trieste nel cartellone che verrà presentato interamente a inizio settembre
Teatri, Serena Tonel, al debut- 18). Ciò ha dato modo al diret- un già celebre testo di Strind- morabili (Lilla Brignone e Manfridi). “Paurosa bellezza”
to istituzionale.
tore artistico del festival di Ci- berg, “Danza di morte”. Ne Gianni Santuccio, per dirne è un testo sulle imprese alpi“Play Strindberg” è un tito- vidale, Franco Calabretto, di uscì un quasi-nuovo lavoro, solo alcuni). Ora sono tre nistiche triestine che Marko
lo datato 1969 del drammaricordare
quanto la manifeincentrato sugli inferni coniu- campioni del teatro contem- Sosic sta ultimando e che naDOPPIO
APPUNTAMENTO
a “TRIESTELOVESJAZZ”
turgo svizzero-tedesco Frie- stazione, impegnata oramai gali tanto cari al drammatur- poraneo a indossare i guanto- scerà in collaborazione con lo
drich Dürrenmatt: su questo su fronti che spaziano sopra go svedese. Lei e lui, moglie e ni per gli undici round della Stabile Sloveno. Mentre per
si è concentrata la maggior at- un intero atlante – Cina, Ke- marito, acidi, petulanti, batta- boxe coniugale che Dürren- “Caracreatura” di Pino Rovetenzione. Anche per l’immi- nia, Turchia… – non dimenti- glieri, e a un certo punto l’arri- matt ha inventato: Maria Pa- redo e “Rocky Horror Show”
mondieuvive. «Civo
siamo
conosciumusica». che
spiega Juan MauVladilo. «Il proimportante
nei nostri concerti.
nente debutto. La nuova pro◗ TRIESTE
chi la centralità dell’area
di un
cugino-intruso
iato, Francojazz»
Castellano.
si tratta
di ritorni.
ti a una session
– ricorda ilda
PreQuanto
ai fatti di Parigi
e Nizgetto è nato
dall’incontro
di mu- La nostra musica è un crogiolo
duzione dello Stabile Fvg ver- ropea. In quella tumultuosa
funziona
ulteriore
detonarizio
Donadoni.
Regia
dello
“TriesteLovesJazz” si adegua al mio Russo 2010 -: a differenza za non si può far finta di niente. sicisti da Cile, Cuba, Italia, Slove- in cui si sono ©RIPRODUZIONERISERVATA
mescolati elementi
Calore e suoni latini con il duo Sandoval-Raimondi e la band Cubanamà
clima estivo. Oggi alle 21 in piaz- delle nostre, non è aperta a tutti, «Soffro per le vittime innocenti,
za Verdi doppio concerto dal ca- il livello è più omogeneo e per- di tutto il mondo. Dovremmo eslore latino. Apre, accompagnato mette di conoscere musicisti da sere più curiosi e imparare a fida una sezione fiati, il duo Lucas tutto il mondo. Sono rimasto su- darci del nostro istinto. La musiDOPPIORaimondi,
APPUNTAMENTO
“TRIESTELOVESJAZZ”
Sandoval-Daniele
il bito affascinatoadalle
sue doti ca - conclude - è un'arma che mi
cui cd uscirà a settembre. Sarà compositive».
rende libero: è sempre dentro di
una raccolta di originali e stanC'è un forte legame tra musi- me e la tromba è solo un mez-
nia, Tunisia e Venezuela accomunati dal desiderio di far rivivere la musica afrocubana con
un repertorio di qualità. Vogliamo far conoscere salsa che sia
anche d'ascolto e non solo ballabile e stiamo per aggiungere bra-
M
Suoni metal
stasera a Majano S
con la band
s
degli Anthrax
c
africani, spagnoli (dunque con
influenza araba) e jazzistici. Il
nostro pubblico abbraccia tutti i
continenti e ssiamo interessati a
suonare anche nei paesi vicini e
collaborare con artisti di respiro
internazionale. Ci ispiriamo alla
d
◗
S
ri
lo
d
ra
g
ti
sa
C
p
il
c
m
th
fr
m
n
m
d
so
p
“F
“S
e
v
d
g
d
S
d
C
(5
d
S
(1
fo
mittelfest 2016
Data: 22 luglio 2016
Pagina: 36
Copia di ba7d172f93cd6d8bb0cfe61ba4d00e13
MESSAGGERO VENETO VENERDÌ 22 LUGLIO 2016
il programma di oggi
Tra le presenze internazionali di questa edizione spicca
oggi (alle 22 Teatro Ristori) il
debutto in prima italiana del
noto gruppo teatrale Agrupación Señor Serrano, uno dei
collettivi teatrali più innovativi del teatro contemporaneo
in arrivo per la prima volta a
Mittelfest. Leone d’argento
alla Biennale Teatro 2015,
questo nuovo spettacolo del-
di GIAN PAOLO POLESINI
l Vittorio multitasking agisce per addizioni, mai sottrae. È ovunque, raramente rinuncia. Uomo di passioni
estreme, non c’è dubbio, vive ed è vissuto - con un turbinio
di correnti nei pressi. Artistiche, preferibilmente. E televisive, sociali, politiche, editoriali.
Tant’è che Sgarbi è pure nel
programma di Mittelfest. Sabato 23, si legge, ovvero domani,
alle 17 nella chiesa di San Francesco, il critico ferrarese e don
Alessio Geretti - la coppia è
strana e, per questo, mancare
sarebbe un sacrilegio - discuteranno di anima e corpo radunando il tutto sotto il titolo di
La polvere e il soffio.
Ma proprio per un pelo Vittorio Sgarbi sarà a Cividale.
«C’è una contemporanea spiega - col Premio Pio Alferano di Castellabate, lo stesso
giorno e nello stesso paesino
dove Luca Miniero girò Benvenuti al Sud. A parte ciò, avrei
voluto esserci al Pio Alferano
per infinite ragioni. Quando
decisi di scegliere comunque il
Friuli, mi fu offerta la possibilità di un aereo privato, consentendomi l’abbuffata. Ah, presumo in platea, ci sarà anche
l’ex direttore del Mittelfest, Moni Ovadia, uno dei premiati
dell’Alferano. Starà con noi e,
con me, alla fine, partirà».
Orbene. Ci incuriosisce la
fonte di quest’unione atipica:
un noto trasgressivo e un prete. Li accomuna senz’altro l’arte, e su questo dubbi eliminati.
Su come è venuta fuori La polvere e il soffio (col supporto del
Coro del Fvg e dall’Ensemble
Barocco dell’Orchestra San
Marco) davvero lo vogliamo
sapere.
«Mah, così. Alessio mi ha
chiamato un sacco di volte racconta Vittorio - proponendomi cooperazione nello srotolo della Rappresentazione di
Anima et di Corpo di Emilio
I
la compagnia spagnola, Birdie, indaga la facilità con cui
in rete si movimentano i capitali e le difficoltà tra le quali,
sulla terra, si muovono i migranti.
Alle 18, alla Chiesa di San
Francesco, debutta il progetto MusMA con il Polish Cello
Quartet, una insolita formazione d’archi di solo quattro
violoncelli, in una prima ese-
cuzione italiana. Il progetto
riunisce sei festival musicali
europei e sei emittenti radiofoniche che hanno commissionato sei nuove composizioni ad altrettanti giovani
autori internazionali. Passion and Belief, passione e fede, è il tema consegnato agli
strumenti del quartetto polacco: tra i compositor - provenienti da Turchia, Polonia,
Belgio e Svezia - per l’Italia il
giovane friulano Alessio Domini. Media-partner del progetto per Mittelfest la Sede
Regionale Fvg della Rai.
Atteso nella giornata anche il nuovo spettacolo di Gigio Brunello, uno dei massimi interpreti del Teatro di Figura contemporaneo, Il ritorno di Irene, alle 19 nella Chiesa di Santa Maria dei Battuti.
Sgarbi: «Abbiamo la bellezza
ma non sappiamo amarla»
Il critico e don Geretti parleranno di anima e corpo domani in San Francesco
«Potremmo invertirci i ruoli, così toccherebbe ad Alessio rivelarci le fidanzate»
Don Alessio Geretti e Vittorio Sgarbi si ritroveranno domani pomeriggio
sullo stesso palco in San Francesco per discutere di anima e corpo
de’ Cavalieri, un compositore
del Cinquecento, che visse a
lungo alla corte di Ferdinando
I de’ Medici, granduca di Toscana. Ora non so ancora bene
cosa succederà sabato. A quanto pare io dovrei essere paradossalmente l’anima e don Geretti il corpo. La cosa mi stimola, anche perché così stesa la
faccenda, toccherebbe ad Alessio rivelare le sue fidanzate e,
quindi, le sensazioni corporali
e, a me, quelle spirituali».
Il planare sulla bellezza, così
d’emblée, non costituisce certo un reato, anzi con Sgarbi è
quasi un obbligo. E non soltanto perché in libreria giace l’ultimo La Costituzione e la bellezza, con la doppia firma dello
stesso Sgarbi e di Michele Ainis. In Italia ne abbiamo tanta
e non sappiamo nemmeno
quanta. «Purtroppo è così,
non la amiamo come dovrem-
mo amarla. L’aver forzato affinché la Costituzione la contempli non è soltanto un mio
capriccio. Assolutamente no.
Semmai è una volontà di Serena Pellegrino, la deputata del
Sel, volontà magnifica e da
spalleggiare. Ovvero innestare
la bellezza nell’articolo 1. D’altronde è il popolo ad aver percepito nuove sensazioni di
fronte alla magnificenza italiana».
Il professore ci incastra subito. Lei conosce Giovanni Martini da Udine? Oddio, su due
piedi, no, rispondiamo senza
fare quelli che sanno pur non
sapendo. «Assieme al Pellegrino da San Daniele - colma la
nostra lacuna lui - è stato uno
degli esponenti del primo Rinascimento in Friuli. Si vada a
vedere un suo dipinto nel duomo di Spilimbergo».
©RIPRODUZIONE RISERVATA
36
mittelfest 2016
Data: 22 luglio 2016
Pagina: 37
Copia di ba7d172f93cd6d8bb0cfe61ba4d00e13
Cultura e Spettacoli
VENERDÌ 22 LUGLIO 2016 MESSAGGERO VENETO
Immagini di
quel che
accadrà oggi al
Mittelfest: a
fianco, Il
ritorno di
Irene, storie
dell’attesa di
Gigio Brunello;
sotto, Polish
Cello Quartet Passion and
Belief - e una
scerna di
“Birdie”, uno
spettacolo di
Agrupación
Señor Serrano
37
Fuoco e terra danzano
mostrando i muscoli
Azazi e Anuang’a, due assoli di straordinaria potenza
Il turco Ziya Azazi e il keniota Anuang’a sul palco del Mittelfest davanti a un sold out in piazza Duomo (Foto Luca d’Agostino)
di Lucia Aviani
Nulla in comune, fra le performance, tranne l’omaggio agli
elementi. Earth & Fire, recita il
titolo, ma l’ordine di scena è
capovolto: apre il fuoco, ed è
show dal dinamismo strabiliante, una rotazione continua, senza soste (se non irrisorie) dall’inizio alla fine; visione
da capogiro, per gli spettatori
più sensibili. Segue la terra, e il
ritmo cambia radicalmente: signora, sul palco di piazza Duomo, è la lentezza - a tratti, per
amplificare il messaggio, in un
perfetto silenzio -, che permette al pubblico di cogliere i guizzi di una muscolatura in rilievo e di assaporare l’estrema
difficoltà di movenze che l’artista, invece, compie come fossero le più naturali al mondo.
Due modi diversi di raccontare l’energia fisica, insomma,
scivolando in perfetto equilibrio (anche di tempi: spazi
equivalenti, per le star) sul filo
conduttore di Mittelfest 2016.
Ziya Azazi, nativo di Antiochia, è travolgente: la platea gli
riserva un applauso lunghissimo, a esibizione conclusa, e
forse si sarebbe data ancor più
da fare se avesse saputo che la
sua presenza a Cividale è stata
in forse proprio fino all’ultimo. I vertici del festival hanno
tremato: si temeva che i noti
eventi turchi impedissero al fenomeno di prendere il volo
per l’Italia. Non è andata così e
il Friuli ha potuto vivere l’incanto di un lavoro che si srotola all’interno di un cerchio di
torce infuocate, sorta di piccoli vulcani in eruzione che al termine del vortice di piroette si
stringono magicamente attorno al ballerino. Nel movimento circolare tipico della danza
sufi, Azazi sventola strisce di
tela e poi la classica gonna, in
una sbalorditiva escalation.
Il contraltare risponde al nome di Anuang’a, danzatore e
coreografo keniota capace di
far echeggiare la potenza di ritmi e gesti dal sapore primitivo,
ancestrale. È la sinuosità del
corpo a farla da padrone, a ipnotizzare chi assiste. Il fruscio
dei piedi trascinati sulla sabbia e il fiume di granelli che
fuoriesce dalle mani del guerriero, tracciando in una luce
sapiente un effetto visivo di
forte impatto, vanno iscritti fra
gli sprazzi più suggestivi di
questo particolarissimo momento scenico, incredibilmente lontano dalla nostra cultura
e proprio per questo inserito
nel palinsesto di un Mittelfest
in convinta espansione geografica.
©RIPRODUZIONE RISERVATA
la recensione
Aleksandra, quando il teatro è vero
Perché uccidere dei bambini?
Perché la guerra è così. Ma la
guerra non è un’entità astratta.
La decidono e la fanno gli uomini.
«Papà potrò piangere quando
aspetterò di morire? Si perche
sei una bambina». È un ritratto
di famiglia in un interno
“Aleksandra Zec” titolo in
cartellone a Mittelfest per
documentare sul palcoscenico
del Ristori, attraverso il teatro di
parola, i drammi e le atrocità
della Mitteleuropa.
Il racconto di uno dei più
affermati registi croati, Oliver
Frljic´, per Hkd Teatro/ Festival
Internazionale delle piccole
scene di Fiume, è un suo progetto
d’autore, ben
documentato,dall'impatto
emotivo molto forte, una messa
laica, in memoria di una bambina
di dodici anni brutalmente uccisa
perché aveva visto gli assassini
di suo padre, e della madre di lei
Marija.
La storia efferata di un crimine
perpetrato su una famiglia, per
mano di cinque membri dei
reparti speciali del Ministro degli
Interni croato, mai condannati
per la strage, usa la prosa come
cassa di risonanza per non
dimenticare. La produzione del
Teatro nazionale di
Rijeka-Fiume, al debutto al
festival in una prima italiana, e
dedicato a tutte le giovani
vittime di guerra nella
ex-Jugoslavia va ben oltre la
questione della colpa e della
pena. L’impatto emotivo della
vicenda sulla platea, va detto, è
quello esercitato da una tragedia
umana che non ha alcuna
spiegazione possibile. Come
Antigone, pronta al sacrificio
Aleksandra è andata alla morte.
Ma non è mito è storia vicina a
noi, riguarda la comunità
umana, che con le guerre perde il
diritto di chiamarsi tale.
Attraverso azioni sceniche
asciutte e mai retoriche,
materiale fotografico
documentale, ci si commuove e si
partecipa della disperazione
delle vittime. E alla fine
l’applauso sentito è per gli attori
che scelgono di non uscire in
proscenio per i saluti di rito.
Significando che il teatro a volte
è tramite, strumento. E che
Aleksandra è morta davvero.
Fabiana Dallavalle
mittelfest 2016
Data: 22 luglio 2016
Pagina: 22
fascicolo nazionale
PRESSToday ([email protected])
mittelfest 2016
Data: 22 luglio 2016
Pagina: 36
CA
www.ilfriuli.it
36 | MUSICA
| 2 2 l u g l i o 2 0 1 6 | N . 2 9 | ilfriuli
www.ilfriuli.it
| 2 2 l u g l i o 2 0 1 6 | N . 2 9 | ilfriuli
co ilEcco
Cristo
di fine
il Cristo
di fine’800
’800
DERE
DA NON PERDERE
orna il
zero’
A Muggia torna il
blues a ‘km zero’
dizione
es Blue
val’ a
a, nella
i, con
partire
quani scena
lfi - da
a scena
Patarosto, al
0” arririvellaMilazzi,
orno di
il bluedel cannes.
nd
est
hiusura
le per
o 23 a
saliranJames
oli Cen-
Il cantautore-narratore
Il cantautore-narratore
è atteso in piazza
è atteso in piazza
Duomo
Duomo sabato
23; sabato 23;
a destra, il ritratto
a destra, il ritratto
di David Lazzaretti,
di David Lazzaretti,
profeta ‘ererico’
profeta ‘ererico’
S
econda edizione
per il ‘Blues Blue
Muggia Festival’ a
Santa Barbara, nella
Taverna Cigui, con
tre eventi a partire
da venerdì 22, quando saranno di scena
Marco Pandolfi - da
vent’anni sulla scena
- e Federico PatarSimone Cristicchi al ‘Mittelfest’ con la prima de ‘Il secondo figlio di Dio’, un’altra storia scomoda. >> DI ANDRE A IOIME
nello. Il 19 agosto, al
festival “a Km 0” arrivano Enrico Crivellaon è un ‘cantautore’ centro, un pezzo di storia poco ha già affrontato il tema del
ro e Manlio Milazzi,
altri, de
ma‘Ilun
conosciuto:
un persoavvento’
in ‘A volte
ria ottobre
il ritorno di
Simone
Cristicchi
al ‘Mittelfest’come
con lagliprima
secondo
figlio diquello
Dio’,diun’altra
storia‘secondo
scomoda.
A IOIME
>> DI ANDRE
narratore che ha dato naggio carismatico dichiarato torno’, raccontando
un nuovo
Chris Jagger, il blueforma contemporanea al tea- eretico a fine ‘800 dal Tribu- Gesù che oggi, in Italia, trova
sman fratello del cantro-canzone, portando argo- nale del Sant’Uffizio. Il ‘Cristo ‘alieno’ quello che vede. “Oggi
tante degli Stones.
menti ‘scomodi’
e controversi
dell’Amiata’,
ebbe unha
enor-giàCristo
morirebbe
una stacentro,
un pezzo
di storiache
poco
on è un ‘cantautore’
affrontato
il in
tema
del
palcoscenico,
dalla folliaquello
me successo
tra le fasce più
di- zione,
coperto in
di ‘A
cartone,
di un persocome gli altri,sulma
un conosciuto:
‘secondo
avvento’
volte tra
rialla guerra, al dramma degli seredate nell’Italia post-Unità, l’indifferenza generale. Quella
carismatico
dichiarato
narratore che esuli
ha istriani.
dato Alnaggio
torno’,
raccontando
un
nuovo
‘Mittelfest’ sa- arrivando a 4 mila seguaci.
di Lazzaretti, invece – spiega
eretico
a fine ‘800 dal Tribu- Gesù che
forma contemporanea
al 23,
teaoggi,– fu
inuna
Italia,
bato
in prima
nazionale,
Cristicchi
primatrova
espeRIVOLUZIONE
Simone
Cristicchi
il “RACCONTOIlUNA
di socialismo
crinaleporterà
del Sant’Uffizio.
‘Cristo
tro-canzone, portando
argo‘alieno’rienza
quello
che vede.reale
“Oggi
suo nuovo progetto: ‘Il secon- POSSIBILE, CHE AVREBBE POTUTO
stiano, che peraltro metteva al
dell’Amiata’, che ebbe un enor- Cristo morirebbe in una stamenti
‘scomodi’ e controversi
James Senese
do figlio di Dio’, sottotitolato CAMBIARE IL CORSO DELLA STORA” centro della comunità le donme successo
sul palcoscenico, dalla
zione, ne,
coperto
di attribuiti
cartone,
tra
‘Vita,follia
morte e miracoli
di Da- tra le fasce più dicui erano
diritto
Unaguerra,
cult band
Una rivoluzione
possibile,
la di voto, istruzione…
vid Lazzaretti’:
uno spettacolo
nell’Italia
post-Unità,
alla
al dramma
degli seredate
l’indifferenza
generale. ImmagiQuella
chiude
Folkest
sua, che
avrebbe potuto di
camrealizzato
per la renò un’utopia,
una –rivoluzioarrivando
a 4 mila
seguaci.
esuli
istriani.
Al ‘Mittelfest’
sa-in Friuli,
Lazzaretti,
invece
spiega
gia di Antonio Calenda, con biare il corso della Storia, che ne pacifica in armonia, ma fu
ata di chiusura
bato imperdibile
23, in prima
nazionale,
Cristicchi
–
fu
una
prima
espele musiche originali scritte a colpisce ancora oggi perché “è ucciso da un colpo di pistola
di
per
“RACCONTO
UNA
RIVOLUZIONE
Simone
Cristicchi
porterà
il
rienza
di
socialismo
reale
criuno
di
quegli
uomini
che
nel
quattro
mani
con
Valter
Siviun
carabiniere
nel
1888”.
Folkest: sabato 23 a
loro piccolo
riuscivano astiano,
tralottisecone un quartetto
tutto comCapodistria
saliranPOSSIBILE,
CHE AVREBBE
POTUTO
suo
nuovo progetto:
‘Il
che peraltro metteva al
posto da musicisti friulani. Al sformare la realtà”. Cristicchi
[email protected]
sul palco
James sottotitolato
CAMBIARE
IL
CORSO
DELLA
STORA”
dono
figlio
di
Dio’,
centro
della
comunità
le donSenese e Napoli Cen‘Vita,
morte
e
miracoli
di
Dane,
cui
erano
attribuiti
diritto
trale per presentare
Una rivoluzione possibile, la di voto, istruzione… Immagivid
Lazzaretti’:
uno spettacolo
il nuovo
‘O’Sanghe’,
con ospite in
speciale
realizzato
Friuli, per la re- sua, che avrebbe potuto cam- nò un’utopia, una rivoluzioFranco Del Prete,
Storia,
che ne
gia
di
Antonio
Calenda, con biare il corso della
pacifica
inchearmonia,
ma fu
na rara
complementarietà
tra voce
e chitarra
sono tutt’uno:
batterista originale
colpisce
ancora
oggi
perché
“è
ledella
musiche
originali
scritte
a
unione
armoniosa,
raffinata
e
minimalista,
musicalmente
eclettica
e di
ucciso
da
un
colpo
di
pistola
band. In quaPattinel
scrive eun
arrangia
e Tuck è l’orchestra.
Martedì 26,
si cinquant’anni
di Valter Siviuno di queglitrasversale,
uominidove
che
quattro
mani con
carabiniere
nel 1888”.
Tuck & Patti saranno protagonisti a Villa Manin di Passariano con il loro
musica,
ha tutto comloro piccolo riuscivano
a tralotti
e unSenese
quartetto
messaggio d’amore
e di gioia che ispira anche l’ultimo disco ‘I remember
attraversato trasversformare
la
realtà”.
Cristicchi
posto
da
musicisti
friulani.
Al
you’, un album che contiene i grandi standard del ricchissimo
[email protected]
salmente la canzone
rio americano, con un esplicito riferimento alla storica coppia chitarra/
italiana, il funk, il jazz
N
N
D
L’EVENTO
‘Solo’ voce e chitarra
U
o
”.
a
a
a
o.
e
a
n
e
n
a
e
o
i
o
l
o,
è
e.
i
a
-:
o
e
a
mittelfest 2016
>> DI VALENTIN A VIVIANI
I Momix a Lignano ripropongono ‘Opus Cactus’, uno dei loro show più suggestivi.
R
itmi tribali, rituali col
fuoco e danze iniziatiche
provenienti dai più remoti
luoghi della terra scandiscono il
ritmo di ‘Opus Cactus’, lo spettacolo dei Momix che torna in
regione sabato 23 all’Arena Alpe
Adria di Lignano.
Moses Pendleton, con la
firma inconfondibile del suo
magico stile dalla fantasia illimitata, tramuta qui di volta
in volta i suoi strepitosi ballerini in strani rettili striscianti,
in variopinte specie di flora e
fauna, in imponenti cactus e
minacciosi uccelli-totem che
si innalzano fendendo albe
poetiche e inquietanti tramonti
di fuoco,Esvelando
40 |TEATRO
DANZA le in-
Data: 22 luglio 2016
sidie, i pericoli, ma al contem- misterioso e immobile la not40
po la straordinaria sensualità, Pagina:
te. I ballerini-ginnasti,
infine,
lo humor e la bellezza di un sfidano continuamente le legmondo celato dietro la propria gi di gravità volando, saltando, rimbalzando, librandosi
vastità.
Nato da una pièce commis- su alti pali, roteando intorno a
sionata a Pendleton dall’Ari- strutture metalliche che semzona Ballet di Phoenix, lo bra dapprima disarticolarsi
spettacolo racconta con poe- per poi ricomporsi, attraversia e straripante fantasia il de- sando la scena su minuscoli
serto del sud ovest degli Stati skateboard, quasi in un rituaUniti, entrato ormai nell’im- le di iniziazione con il fuoco.
maginario collettivo. I costu- L’accompagnamento musicami di Phoebe Katzin trasfor- lespazia da Bach a Brian Eno,
mano i ballerini in variopinte include danze tribali degli
specie di flora e fauna deserti- Indiani d’America e brani orica. Gli effetti di luce creati da ginari di zone desertiche della
Joshua Starbuck suggerisco- terra.
no le immagini di un deserto
[email protected]
arroventato durante il giorno,
www.ilfriuli.it
22 luglio 2016
N. 29
ilfriuli
|
|
|
IL FESTIVAL
il gran finale
AnimaliSafest
daverso
palcoscenico
S
i conclude sabato 23 il percorso di Safest, il
za maturata a Udine interrogandosi su come si
primo Festival internazionale di scuole
possa configurare la propria personale iden‘Opus cactus’
DA
NON
PERDERE
di teatro e università di arti perfortità culturale e teatrale come elemenmative
organizzato
dalla
Nico
to di scambio e arricchimento. Il
Il paese
Pepe,
che
ha
portato
a
Udine
giorno successivo a Cividale, in
dei balocchi
attori ed esperti di tutta Eupieno Mittelfest, dalle 11.30, la
Sarà
Mangiafuoco
in nell sede
ropa.
Venerdì 22,
Summer Academy si conclupersona ad aprire le
dell’Accademia
udinese,
si
derà
con l’evento itinerante ‘Il
porte del ‘Castello di
tirano levenerdì
fila di Safest
con la
sapore della terra – The Earth’s
Pinocchio’,
22
etavola
sabato 23
al Castello
rotonda
‘La dimensioTaste’, performance collettiva
di Udine, dove andrà
nescena
dell’attore
scambi
di tutti i gruppi del Safest. Lo
in
la nuovaeuropeo,
proSafest
e prospettive’.
Docenti e allievi di
spettacolo è curato dal direttore
duzione
di Anà Thema
teatro
nella col- partecipanti darantutte
le accademie
dell’accademia, Claudio de Maglio con la
laudata
dello
no vitaformula
a un processo
di feedback dell’esperiencollaborazione di Andrea Collavino.
spettacolo “a tappe”.
All’ingresso ogni spettatore riceverà una
mappa, per incontrare i personaggi preferiti, dalla Fata Turchina
al Gatto e la Volpe, da
Geppetto a Pinocchio.
Per concludere il cartellone
estivo
Anà-Thema
Teatro presenta in
anteprima nazionale
il ‘Prometeo’. Lo spettacolo sarà allestito in
due location d’ecce-
I Momix a Lignano ripropongono ‘Opus Cactus’, uno dei loro show più suggestivi.
R
itmi tribali, rituali col
fuoco e danze iniziatiche
provenienti dai più remoti
luoghi della terra scandiscono il
ritmo di ‘Opus Cactus’, lo spettacolo dei Momix che torna in
regione sabato 23 all’Arena Alpe
Adria di Lignano.
Moses Pendleton, con la
firma inconfondibile del suo
magico stile dalla fantasia illimitata, tramuta qui di volta
in volta i suoi strepitosi ballerini in strani rettili striscianti,
in variopinte specie di flora e
fauna, in imponenti cactus e
minacciosi uccelli-totem che
si innalzano fendendo albe
poetiche e inquietanti tramonti di fuoco, svelando le in-
sidie, i pericoli, ma al contempo la straordinaria sensualità,
lo humor e la bellezza di un
mondo celato dietro la propria
vastità.
Nato da una pièce commissionata a Pendleton dall’Arizona Ballet di Phoenix, lo
spettacolo racconta con poesia e straripante fantasia il deserto del sud ovest degli Stati
Uniti, entrato ormai nell’immaginario collettivo. I costumi di Phoebe Katzin trasformano i ballerini in variopinte
specie di flora e fauna desertica. Gli effetti di luce creati da
Joshua Starbuck suggeriscono le immagini di un deserto
arroventato durante il giorno,
>> DI VALENTIN A VIVIANI
misterioso e immobile la notte. I ballerini-ginnasti, infine,
sfidano continuamente le leggi di gravità volando, saltando, rimbalzando, librandosi
su alti pali, roteando intorno a
strutture metalliche che sembra dapprima disarticolarsi
per poi ricomporsi, attraversando la scena su minuscoli
skateboard, quasi in un rituale di iniziazione con il fuoco.
L’accompagnamento musicalespazia da Bach a Brian Eno,
include danze tribali degli
Indiani d’America e brani originari di zone desertiche della
terra.
[email protected]
mittelfest 2016
Data: 22 luglio 2016
Pagina: 42
42 | AGENDA MUSICA E TEATRO
www.ilfriuli.it
VENERDÌ 22
POP - ROCK
UDINE. Alle 19, Cas*Aupa, Social Garden,
Betrayer, Xennan, Aaro; alle 21.30, Parco
del Cormôr, Trash Mode (tributo Depeche
Mode).
BASILIANO. Alle 21, Coyote Pub, Seven
Eleven.
BICINICCO. Alle 21, Festa della Trebbiatura,
Western Airlines.
CIVIDALE. Alle 22, Parco Braida, Prevoz.
DIGNANO. Alle 20, Festa della Birra a Vidulis, Sad (tributo Metallica), AC/
DI (tributo AC/DC), Living Dolls.
FIUMICELLO. Alle 20.30, Parco sull’Isonzo, Aeson, Sirom,
gORs?, Squadra Omega, Gullidanda vs Roots Flibba
Selekta.
GEMONA. Alle 21, Festa
di S. Jacu in Taviele, Big
Band Camillo e i Cooperativi.
LATISANA. Alle 10, Camping Girasole, One Love
World Reagge Festival, Luciano, Harrison Stafford,
Sound of Sun, Ciauda
Band.
MAJANO. Alle 21, Festival di Majano,
Anthrax.
MARANO LAGUNARE. Alle 22, Jo Live, Don
Turbolento.
OSOPPO. Alle 21, Parco del Rivellino, Allaria,
Celtic Pixie.
PALMANOVA. Alle 22.30, Sagra a Jalmicco,
Absolute5.
PAVIA DI UDINE. Alle 21, Al Cacciatore,
Daliz.
PRECENICCO. Alle 19.30, La Cantine,
Pet&Sons.
RUDA. Alle 21, Eno Bar, Farenight.
PORDENONE. Alle 21, piazza della Motta,
Pordenone Blues Festival, Sir Waldo Weathers Funk Circus; alle 21, piazza don Lozer,
Torre in Musica, Chicken Thieves.
MANIAGO. Alle 21.30, piazza Italia, Coltello
in Festa, Doro Gjat.
SAN QUIRINO. Alle 21.15, Villa Cattaneo,
SQ Live, Vhelade.
SESTO AL REGHENA. Alle 21, piazza Castello, Sexto ’Nplugged, Ry X, Josh T. Pearson.
SPILIMBERGO. Alle 21, ex scuole di Tauriano, Dark East Film Festival, Paolo Ema.
CORMONS. Alle 21.30, Waiting For Gandalf,
Crazy Uncle.
MONFALCONE. Alle 21.30, area via Valentinis, Rewind (tributo Vasco Rossi), The
Blood Mirror.
TURRIACO. Alle 20.30, Fusi di
Rock, Frank Get, The New Blues ‘Birdie’
Bang, Purple Night (tributo Deep
Purple).
TRIESTE. Alle 19, Il Posto delle
Fragole, Lunatico Festival, Lim; alle
19, Chiosco Kennedy, Le Bistrot
Illegal; alle 20, Bagnoli, Flowers
from Val Rosandra, The Winged
Leaves, Jimmy Joe Band.
DUINO AURISINA. Alle 21, municipio, Radio Zastava.
MUGGIA. Alle 21, Taverna Cigui,
Blues Blue Muggia Festival, Marco
Pandolfi & Federico Patarnello.
CAPODISTRIA (SLO). Alle 21, piazza Carpaccio, Folkest, Roda do Cavaco.
JAZZ
TARCENTO. Alle 21, palazzo Frangipane,
Tarcento Jazz, Minorance, Talibam!
AZZANO X. Alle 20, Ca’ Muliner, Ca’ Muliner
Jazz, Wood and Vibe.
SACILE. Colore è Jazz: alle 21, Ponte dei Mori,
Manouche Glacés Duo; alle 21, Ponte della
Vittoria, Off Broadway; alle 21.30, chiesa di S.
Gregorio, Trilemma; alle 22, piazza del Popolo,
Lamusicanonhaconfini Reenuafrica; alle 22,
Ponte della Vittoria, Moon Bhai.
TRIESTE. Alle 21, piazza Verdi, TriesteLovesJazz, Raimondi-Sandoval Duo feat. Dennis
Beganovic & Mauro Ferrari, Cubanamá;
alle 21, Loft Story, Stefano Franco, Flavio
Davanzo, Franco Valussi.
CLASSICA
CIVIDALE. Alle 18, chiesa di S.
Francesco, Mittelfest, Polish Cello
Quartet.
CODROIPO. Alle 21, Villa Manin a Passariano, Orchestra
La Fenice di Venezia, dirige
Francesco Fanna.
COSEANO. Alle 21, chiesa parrocchiale, Festival
Seghizzinregione, Mixed
Choir Anima.
Veronika
LIGNANO. Alle 21, ParBöhmova
co S. Giovanni, Banda
del C ir c olo m usicale
L.Garzoni; alle 21, Sala Darsena, Rassegna internazionale di Musica da Camera,
Quartetto Jean Paul.
VILLA SANTINA. Alle 20.45, Pieve di S.
Maria a Invillino, Carniarmonie, Oliver Lakota (tromba), Veronika Böhmova (piano).
SPILIMBERGO. Alle 21, Duomo, Festival
Seghizzinregione, Lautitia Choir.
MONFALCONE. Alle 20.45, piazzetta
Esposti Amianto, Banda Civica Città di
Monfalcone; alle 21, Teatro Tenda, Trio
Voce.
VILLESSE. Alle 21, sala Don Bosco,
Festival Seghizzinregione, Wytwornya
Jazzchoir.
TRIESTE. Alle 21, Museo Sartorio, Singing
Soul, Coro e solisti della Cappella Tergestina, Tiziano Bole (chitarra acustica),
Saverio Gaglianese (basso), Lorenzo
Fonda (percussioni), dirige Marco Podda.
MONRUPINO. Alle 20.30, Museo Provinciale, Festival Seghizzinregione, Belarusian Folk Song.
TEATRO
UDINE. Alle 21, castello, Anà Thema Teatro
in “Castello di Pinocchio”.
CIVIDALE. Mittelfest, alle 19, chiesa S.
Maria dei Battuti, “Il ritorno di Irene” con
Alberto De Bastiani; alle 22, Teatro Ristori,
“Birdie” con Agrupación Señor Serrano.
MUZZANA DEL TURGNANO. Alle 21, area
ex Cjarandone, l’Assemblea teatrale Maranese presenta “Amor sei tu”.
TARVISIO. Alle 17.30, piazza Unità, “Il
favolos mondo dei burattini di Diane
Walter”.
GORIZIA. Alle 21, Centro sportivo di Piuma, spettacolo con Sdrindule.
| 2 2 l u g l i o 2 0 1 6 | N . 2 9 | ilfriuli
SABATO 23
POP - ROCK
AIELLO. Alle 21, Palmanova Outlet
Village, Giuliano Palma.
AMPEZZO. Alle 20.30, Oltris, Sagra
di S. Jacum, Studio Folk.
CHIUSAFORTE. Alle 21, Rifugio
Gilberti, Blues Factory.
FIUMICELLO. Alle 15.30, Parco
sull’Isonzo, Aeson, Sirom & Paolo
Cicogna, Michele Budai & Devid
Strussiat, Santai, Dobialab &
Aesonscope, Hayelala, Felix Lalu,
Vogsphere.
GEMONA. alle 21, Festa di S. Jacu
in Taviele, Troublemakers.
LATISANA. Alle 10, Camping Girasole, One Love World Reagge Festival,
Aswad, Etana, Tbc, Ultima Fase,
Aflora.
MAJANO. Alle 21, Festival di Majano,
I Nuovi Angeli.
NIMIS. Alle 21, Cergneu, Sagra di
S. Giacomo e del Cjastron, Franco
Rosso e Fausto Zarabara.
OSOPPO. Alle 21, Parco del Rivellino, Allaria, Danilo Vignola & Giò
Didonna.
PALMANOVA. Alle 22.30, Sagre
dai Borgs a Jalmicco, Cindy & The
Rock History.
POZZUOLO. Alle 21, al Barut, Custom Life.
Aswad
PRATO CARNICO. Alle 21, chiesa
di Pesariis, Musica e Parole, Giulio
Venier & I Caberlots, Carantans,
T.E.M.A.
SEDEGLIANO. Alle 21, da Mariute a
Coderno, The Sextress.
TRASAGHIS. Alle 19, Iron Bar, Poliedrici, Zaibiglish, Undeflow.
PORDENONE. Alle 18, Parco S.
Valentino, Pordenone Blues Festival,
Ruthie Foster, Bruce James & Bella
Black, Mátiás Pribojszkie.
BARCIS. Alle 21.30, Centro sportivo,
Aironi Neri (tributo Augusto Daolio).
MANIAGO. Alle 19.30 e 21.30, piazza Italia, Coltello in Festa, Carichi
Marching Street.
SAN QUIRINO. Alle 21.30, Sedrano,
Sagra della Costata, Sterolive.
GRADO. Alle 17.30, chiosco Da Erica,
Blue Age.
MONFALCONE. Alle 21, Marina Julia, Cartoon work; alle 21, area via
Valentinis, Prognosi Riservata, Remigio Simeoni & Lorenzo Ballarin.
TURRIACO. Alle 20.30, Fusi di Rock,
Noisy Silence, Fist of Rage, Moonchild (tribute band Iron Maiden).
VILLESSE. Alle 17, Tiare, Sara
Loreni.
TRIESTE. Alle 20, Bagnoli, Flowers
from Val Rosandra, Miki Martina,
Anthony Basso; alle 20.30, Stazione
Rogers, The Nuclears.
CAPODISTRIA (SLO). Alle 21, piazza
Carpaccio, Folkest, James Senese e
Napoli Centrale.
JA ZZ
PRADAMANO. Alle 21, Centro Melograno a Lovaria, Nei Suoni dei Luoghi, Accidentally Groovy Quartet.
TARCENTO. Alle 21, palazzo Frangipane, Tarcento Jazz, Improgressive,
Parco Lambro.
TRIESTE. Alle 21, Museo Sartorio,
TriesteLovesJazz, Saxofour ‘Music
for all occasions’, Giorgio Pacorig
& Zeno De Rossi.
CLASSICA
CIVIDALE. Alle 11, piazza Duomo,
allievi del Conservatorio Tomadini
di Udine.
FORNI DI SOPRA. Alle 20.45, Ciasa
dai Fornes, Carniarmonie, Claudia
Grimaz (voce), Paolo Chiarandini
(piano).
GEMONA. Alle 20.30, chiesa di
Ospedaletto, Coro Glemonensis
di Gemona, Coro Sangerrunde
Lindach di Laakirchen, Coro Prime
Tor di Gemona.
LIGNANO. Alle 21, chiesa di Sabbadoro, Frammenti d’Infinito, Andrea
Macinanti (organo), Alessandro
Cortello (tenore).
MALBORGHETTO VALBRUNA. Alle
20.30, palazzo Veneziano, Coro Valcanale di
Malborghetto, Coro
Ana Ardito Desio di
Palmanova.
SAN GIORGIO DI NOGARO. Alle 21, Villa
Dora, Nuova banda comunale di San Giorgio
di Nogaro, Eugenio Leggiadri (baritono), dirige Linda Signor.
PORCIA. Alle 21, Castello, operetta
‘Ballo al Savoy’, Corale Polifonica
di Montereale Valcellina, dirige
Maurizio Baldin.
TRIESTE. Alle 21, piazza Verdi,
Civica orchestra di fiati Giuseppe
Verdi, dirige Chiara Vidoni.
TEATRO
UDINE. Alle 21, Castello, Anà Thema
Teatro in “Castello di Pinocchio”.
CIVIDALE. Mittelfest , alle 11.30,
Safest presenta “Il sapore della terra” a cura di Claudio De Maglio; alle
18.30, Convitto Nazionale, Arearea
in “Le quattro stagioni”, di Roberto
Cocconi e Marta Bevilacqua; alle 22,
piazza Duomo, “Il secondo figlio di
Dio” di e con Simone Cristicchi.
MAR ANO L AGUNARE. Alle 21,
0iazza Frangipane, “Le Betoneghe”,
il Teatro dei Pazzi.
MUZZANA DEL TURGNANO. Alle 21,
area ex Cjarandone, “La Corrida” con il
gruppo Muzzanesi allo sbaraglio 2016.
TARVISIO. Alle 17.30, piazza Unità,
“Il favoloso mondo dei burattini di
Diane Walter”.
DUINO AURISINA. Alle 21, piazza di
Aurisina Cave, Festiva internazionale
Ave Ninchi, “Far i conti” con il Circolo
Zavata.
mittelfest 2016
Data: 22 luglio 2016
Pagina: 36
ilfriuli
AGENDA MUSICA E TEATRO | 43
| N . 2 9 | 2 2 l u g l i o 2 0 1 6 | www.ilfriuli.it
DOMENICA 24
LUNEDÌ 25
MARTEDÌ 26
MERCOLEDÌ 27
GIOVEDÌ 28
POP - ROCK
POP - ROCK
POP - ROCK
POP - ROCK
POP - ROCK
AMPEZZO. Alle 20, Oltris, Sagra di S.
Jacum, Tremendi Band.
LATISANA. Alle 10, Camping Girasole, One
Love World Reagge Festival, Sud Sound
System, Toke, Fido Guido, Avionic, Rusty
Rockerz.
MAJANO. Alle 21, Festival di Majano, Canto
Libero (tributo Battisti).
NIMIS. Alle 21, Cergneu, Sagra di S. Giacomo e del Cjastron, Orchestra Mediterranea
Music Group.
OSOPPO. Alle 21, Parco del Rivellino, Allaria, Paolo Borghi.
PORDENONE. Alle 19, Parco San Valentino,
Pordenone Blues Festival, Tarq Bowen, Eric
Gales, Brooklin Funk Essential.
CANEVA. Alle 16.30, Meskio Bar, Outsiders
(tribute band Ramones), Day After Day,
Sentenza, Shivan.
MANIAGO. Alle 21, Piazza Italia, Coltello in
Festa, Fvg Gospel Mass Choir.
GRADO. Alle 17, Stabilimento Tivoli, Stereolive.
TRIESTE. Alle 20, Bagnoli, Flowers from Val
Rosandra, Eliana Cargnelutti, Harduo; alle
22, piazza Verdi, Trieste Metal Night, Fist
Of Rage, Black Pope, Notturna.
TRIESTE.Alle 19, Il Posto delle
Fragole, Lunatico Festival,
Omza, Will and The People.
TOLMINO (SLO). Alle 13.30,
Metaldays, Testament, Dark
Funeral, Sacred Reich, Fleshgod Apocalypse, Orphaned
Land, Hackneyed, Deserted
Fear, Drakum, Zix, Monolithe, Jess Cox (Tygers Of Pan
Tang), Battlecross, Rosetta,
Stormzone, North, Morana,
Sabaium, Na Cruithne, Kain,
Seduced.
UDINE. Alle 21, Gnagne
Sese, The Blave.
CODROIPO. Alle 21, Villa Manin a Passariano,
Tuck & Parri.
OSOPPO. Alle 21, Parco
del Rivellino, Allaria, Les
Manoouches Bohèmiens.
PORDENONE. Alle
21.30, chiostro S.
Francesco, Festival del
Deserto, Yussef Jo Legwabe, Didiki Camara.
TRIESTE. Alle 21, Piazza
Unità d’Italia, Iron Maiden, The Raven Age.
TOLMINO (SLO). Alle
13.30, Metaldays ,
Marduk, Skindred,
Arkona, Insomnium,
Cattle Decapitation,
Skálmöld, Gloryhammer, Mist, Eruption,
The Stone, Melechesh,
Incantation, Weeping
Silence, Nervochaos,
Penitenziagite, Cryptex, Elferya, Howling
In The Fog,Sanity’s
Rage,Fleshdoll.
UDINE. Alle 19, via Sarpi, I
Mercoledì dei Sarpi, Doro
Gjat, Roby and The Gang.
FORNI DI SOPRA. Alle 20.45,
Ciasa dai Fornès, Società
Musicisti Entusiasti di Tolmezzo.
PORDENONE. Alle 21, piazza
Don Lozer, Torre in Musica,
Boars Nest.
CORDENONS. Alle 21, piazza
della Vittoria, Pop sotto le
Stelle, Corale Cordenonese.
ROVEREDO IN PIANO. Alle
21, The Gammon, Trouble
Again.
FOGLIANO REDIPUGLIA.
Alle 21, biblioteca comunale,
Appuntamenti sotto le Stelle,
Wooden Legs.
RONCHI DEI LEGIONARI.
Alle 19.30, Nuovo Bar Acli, El
Festonon, Dasia, Outbreak
Band, The Young Line, TurboSuicida.
DUINO AURISINA. Alle 21,
Cave Nuove ad Aurisina,
Moon River, Mitteleuropa
String Quartet.
TOLMINO (SLO). Alle 14, Metaldays, Die Apokalyptischen
Reiter, Kreator, Napalm
Death, Graveyard, Dying
Fetus, Pro Pain, Aborted,
Bombus, Infernal Tenebra,
Misery Index, Rise Of The
Northstar, Sarcasm, Rossomahaar, Gloryful, Victims Of
Creation, Painful, Sarcom,
Dead End, Nemost, Blaze
Of Sorrow.
DIGNANO. Alle 21, Vidulis, Festa della Birra, Special Guest
Band.
FORNI AVOLTRI. Alle 20.45,
Sala Cinema, Carniarmonie,
Harmony Gospel Singers.
OSOPPO. Alle 21, Parco del
Rivellino, Allaria, Enrica Bacchia (voce), Massimo Zemolin
(chitarra).
GORIZIA. Alle 19, Palazzo Coronini Cronberg, Aperitivo a
Palazzo, Musique Boutique
Band Trio.
MONFALCONE. Alle 20.30,
Teatro Tenda, Jo D’Urso &
Frank get Band.
RONCHI DEI LEGIONARI. Alle
19.30, Nuovo Bar Acli, El Festonon, Audio Tape, HateClean,
The Healing Sound, StepBack.
TRIESTE. Alle 21.30, piazza
Unità, Mika.
TOLMINO (SLO).Alle 13, Metaldays, At The Gates, Devildriver,
Electric Wizard, Septic Flesh,
Delain, Immolation, Serenity,
The Canyon Observer, Scarred, Secrets of the Moon, Obscura, Bury Tomorrow, Gama
Bomb, Phantasmagoria, Overoth, Little Dead Bertha, Nameless Day Ritual, Fogalord,
Layment, Halo Creation, Jioda.
JA ZZ
TRIESTE. Alle 21, piazza Verdi,
TriesteLovesJazz, Mike Stern/
Bill Evans Band feat. Keith
Carlock & Darryl Jones.
JA ZZ
MUZZANA DEL TURGNANO. Alle 21, Villa
Muciana, Musica in Villa, Gianpaolo Rinaldi
(piano), Francesca Viaro (voce), Nevio
Zaninotto (sax).
TARCENTO. Alle 21, palazzo Frangipane,
Tarcento Jazz, Bee Brain, Karkhana.
MONFALCONE. Alle 21, Marina Julia, Shipyard Town Jazz Orchestra.
SAGRADO. Alle 10, Al Poeta a S. Martino,
Orchestra Milleluci Emallume Di Carazzi.
TRIESTE. Alle 21, Museo Sartorio, TriesteLovesJazz, Davanzo-Gargano Duo, Orchestra Laboratorio 4.0, Riccardo Morpurgo
Mandala Trio.
CLASSICA
AQUILEIA. Alle 20.45, Basilica, Concerti in
Basilica, Coro Artemia, dirige Denis Monte.
MOGGIO UDINESE. Alle 20.45, Abbazia di S. Gallo, Carniarmonie , Kazakh
State Chamber Orchestra ‘Academy of
Soloists’,dirige Aiman Massakhajayeva
(violino).
SAN DANIELE. Alle 21, chiesa di S. Antonio,
Mea Domina, Coro Egidio Fant di San
Daniele, Chiara Nigris, Ivana Sant, dirige
Fulvio Turissini.
SAPPADA. Alle 14.30, Rifugio Calvi, Note
e Parole in Rifugio, Franco Giordani &
Micky Martina.
TARVISIO. Alle 12.30, Rifugio Zacchi, Coro
Insolitenote.
GORIZIA. Alle 20.30, Sinagoga, Festival
Viktor Ullmann, Duo Casali-Frausin; alle
21, Teatro Verdi, Seghizzi Gran Prix, concerto dei Cori premiati.
TEATRO
CIVIDALE. Mittelfest : alle 18, Teatro
Ristori, “Playing Strindberg”; alle 18.30,
Convitto Nazionale, Arearea in “Le quattro
stagioni”.
CODROIPO. Alle 18, Villa Manin, “Le quattro sorelle Bau” con Fabiano Fantini.
FOGLIANO REDIPUGLIA. Alle 18, Sacrario,
“In Memoriam - after the end”
DUINO AURISINA. Alle 21, piazza di Aurisina Cave, Festival internazionale Ave Ninchi,
“Sesso bugie e...papagai”.
Mike Stern
CLASSICA
ARTA TERME. Alle 20.30,
palazzo Savoia, La Grande
Musica, Luisa Sello (flauto),
Aurora Sabia (piano).
CODROIPO. Alle 19.30, Ristorante al Doge, Recital di
Primedonne, Carmen Claure,
Stella Moccia, Chueh Yu Lai
(soprani), Sayaka Kodama
(piano).
FIUMICELLO. Alle 21, chiesa
di S. Valentino, Festival Seghizzinregione, Oscars Ungdomskör.
LIGNANO. Alle 21, Sala Darsena, Rassegna internazionale
di Musica da Camera, Bozena
Angelova, Veronika Traxler
(violini), Corrado Cicuttin
(viola), Gregor Fele (violoncello), Daniele Rinaldo (piano).
CANEVA. Alle 20.45, Villa
Frova, Fvg International Music
Meeting, partecipanti Estate
musicale.
SACILE. Alle 11 e alle 20.45,
ex chiesa di S. Gregorio, Fvg
International Music Meeting,
partecipanti Estate musicale.
GORIZIA.Alle 20.30, Castello,
Nei Suoni dei Luoghi, Emmanuele Baldini (violino),
Roberto Turrin (piano).
TEATRO
TRIESTE. Alle 21, Civico
Museo Sartorio, “Mastica e
sputa” di Pupkin Kabarett,
con Laura Bussani, Stefano
Dongetti, Alessandro Mizzi.
CLASSICA
UDINE. Alle 21, Palazzo Morpurgo, Armonie
in Corte, Marco Reiss
(violino), Frank Wasser
(piano).
SAN GIOVANNI AL NATISONE. Alle 21, Villa
de Brandis, Nei Suoni
dei Luoghi, Sinfonietta
Movie Ensemble.
TARVISIO. Alle 20.30,
Chiesa Beata Vergine
a Tarvisio Bassa, Orchestra Senza Confini,
Luisa Sello (flauto),
Ensamble Maravee.
CANEVA. Alle 20.45,
Villa Frova, Fvg International Music Meeting,
partecipanti Estate
musicale.
SACILE. Alle 11 e alle
20.45, ex chiesa di S.
Gregorio, Fvg International Music Meeting,
partecipanti Estate
musicale.
MONFALCONE. Alle
20.45, largo Isonzo,
Banda Civica Città di
Monfalcone.
TEATRO
COMEGLIANS. Alle 18,
sala L’Alpina, “Sofia e il
gigante”.
GRADO.Alle 21.15, Calle Tognon, “A tavola con
Pietro Querini” con la
Compagnia Cibio.
ROMANS D’ISONZO.
Alle 20.30, Centro Culturale Casa CandussiPasiani, “Il gatto con
gli stivali”.
JAZZ
TAVAGNACCO. Alle 21, asilo
di Adegliacco-Cavalicco, Tavagnacco Jazz, Organ Madness.
TRIESTE. Alle 21, piazza Verdi,
TriesteLovesJazz, Mosè Andrich (piano), Alan Farrington
(voce), Paolo Vianello (piano,
direzione), Marc Abrams (basso), Mauro Beggio (batteria).
CLASSICA
ARTA TERME. Alle 20.30,
Palazzo Savoia, La Grande
Musica, Ensemble Maravee,
musiche di Vivaldi, Boccherini, Gluck.
LIGNANO. Alle 21, Sala Darsena, Rassegna internazionale di Musica da Camera,
Francesco Lovato, Federico
Lovato (violini).
CANEVA. Alle 20.45, Villa
Frova, Fvg International Music Meeting, partecipanti
Estate musicale.
SACILE. Alle 11 e alle 20.45,
ex chiesa di S. Gregorio, Fvg
International Music Meeting, partecipanti Estate
musicale.
TEATRO
PALMANOVA. Alle 21, Casa
dei Tori, “Tina Modotti, gli
occhi e le mani” con Nicoletta Oscuro.
JAZZ
MERETO DI TOMBA. Alle 21,
Villa Roselli della Rovere, Musica in Villa, Tinissima 4tet.
TRIESTE. Alle 21, Loft Story,
Irene Dolzani (voce), Alessandro Scolz (piano, tastiere),
Giuliano Michelini (chitarra).
CLASSICA
LIGNANO. Alle 21, Parco San
Giovanni, Banda del Circolo
musicale L. Garzoni.
SACILE. Alle 20.45, Palazzo
Ragazzoni, Fvg International
Music Meeting, insegnanti
Estate musicale.
GRADO. Alle 21, Parco delle
Rose, Musica a 4 Stelle, Orchestra Fil(m)armonica, dirige
Fabio Persoglia; alle 21, Hotel
Astoria, Amici della Musica,
Quintetto Maravee.
SAN PIER D’ISONZO. Alle
20.45, Villa Sbruglio Prandi,
Nei Suoni dei Luoghi, Nena
Rion (piano).
TEATRO
LESTIZZA. Alle 21, Colonos di
Villacaccia, Avostanis, “Clandestins”.
SAN DANIELE. Alle 21, Loggia
Guarneriana, Dino Persello in
“Voe di contaus”.
SACILE. Alle 21.15, Borgo S.
Gregorio, Kaleydos in “Black
Comedy”.
TRIESTE. Alle 21, Largo Panfili,
“Summer Show” di Pupkin
Kabarett, con Laura Bussani,
Stefano Dongetti, Alessandro
Mizzi, musica Niente Band.

Documenti analoghi

Scarica il depliant

Scarica il depliant to bear witness to the complexities and transformations in European identity through the languages of live performance – theatre, music and dance. Not to mention cinema, poetry, puppets and marione...

Dettagli

festival di prosa, musica, danza, poesia, arti visive e

festival di prosa, musica, danza, poesia, arti visive e riassume il principale elemento della corruzione del secolo. Con le pause di un paio di poesie in friulano, egli tratteggia anche le figure dei due grandi burattinai della nuova Italia, i successiv...

Dettagli