ARTICOLO PDF DELLA RASSEGNA STAMPA DI DIALOGIC S.R.L.

Commenti

Transcript

ARTICOLO PDF DELLA RASSEGNA STAMPA DI DIALOGIC S.R.L.
04/10/2011 - PAG. 10
|||
|||
POLEMICHE. DOPO LE DIMISSIONI
Manca il numero legale
Niente presidente caccia
UNA COPPIA DI CACCIATORI ASTIGIANI (FOTO DI REPERTORIO)
Imperversano le polemiche nell’Atc
(ambito territoriale di caccia) del
nord Astigiano, dopo le dimissioni
del presidente in carico alla Coldiretti. Le dimissioni sono arrivate in
un momento di forti polemiche. A
sollevare il “caso” i danni provocati
alle colture dai cinghiali. «Danni che
nell’ultimo anno sarebbero diminuiti» spiega il vice Aldo Rosio. Lo
stesso che la settimana scorsa ha
convocato un consiglio per eleggere
un nuovo presidente. Alla riunione
però è mancato il numero legale,
quindi si è chiuso in un nulla di fatto. Rosio, però, non vuole accettare
passivamente.
Oltre all’elezione del presidente, all’ordine del giorno vi era anche la
discussione di modiica del regolamento di caccia al cinghiale a squadre. Nonostante vi fosse un princi-
pio di accordo con la Provincia di
Asti per superare l’empasse sul problema cinghiali, sancito in una riunione svoltasi martedì 20 settembre
alla quale hanno partecipato i presidenti regionali delle associazioni
venatorie presenti negli Atc astigiani, alla riunione del comitato di gestione dell’Atc At1 si è purtroppo
constatata l’assenza dei rappresentati di Enal Caccia e Libera Caccia.
«Con la loro presenza si sarebbe forse potuta superare questa criticità
sorta a causa della presenza delle
zone di caccia al cinghiale, delle
quali Coldiretti ne chiede a gran voce l’eliminazione. A questo proposito si ricorda che Coldiretti ha avuto
per ben 15 anni la presidenza dell’ente». Chiosa polemicamente Aldo
Rosio.
■
PAGINA AD USO ESCLUSIVO DEL DESTINATARIO
r. c.
PAG 1