CHEF RITA COLAIACOMO IT

Commenti

Transcript

CHEF RITA COLAIACOMO IT
CHEF RITA COLAIACOMO
RISTORANTE CLEMENTE ALLA MADDALENA
E' nata e vissuta in provincia, a Colleferro, dove si sposa subito dopo aver conseguito il diploma di
maturità scientifica. Ha una passione per l'arte, l'architettura e il disegno manuale, tuttavia decide di
abbandonare gli studi per dedicarsi completamente alla famiglia, alla cura della casa e all'educazione e la
crescita dei suoi tre figli.
Con uno spiccato senso del buon gusto e dell'armonia, fa attenzione ai minimi dettagli, che si tratti della
disposizione delle ortensie in giardino o della scelta di un soprammobile.
Comincia ad appassionarsi alla cucina e dedica più di vent'anni della vita famigliare a preparare
manicaretti a figli, genitori, amici, parenti, sperimentando piatti e accostamenti nuovi, leggendo libri e
riviste di cucina, gustando sapori, provando e inventando piccole variazioni alle ricette tradizionali.
In questa pratica quotidiana della cucina, che per tante donne rappresenta un peso e un sacrificio, lei
mette tutto il suo entusiasmo, la voglia di fare bene e il suo innato senso estetico. Così fa la spesa con
l'attenzione della madre di famiglia alla genuinità e alla freschezza dei cibi, li prepara con piacere e li
dispone come fossero piccole opere d'arte.
Un lungo apprendistato da autodidatta durato più di vent'anni, sostenuto forse dalle tradizioni culinarie
materne, che spaziavano dalla cucina emiliana a quella pugliese, oltre a quella romana, ma alimentato
soprattutto da una passione costante e tenace.
E' con questo bagaglio di esperienza e di cultura culinarie che, nel 1999, decide di aprire un ristorante nel
centro di Roma, in piazza della Maddalena, a due passi dal Pantheon: Clemente alla Maddalena. Da
casalinga a chef: un cambiamento radicale nella sua vita, che l'ha vista preparata, entusiasta ed
instancabile. Nell'attività di ristoratrice ha trasposto le sue qualità di sempre: la ricerca dei prodotti
genuini del territorio, l'attenzione alla freschezza degli alimenti, dalle paste fatte in casa al pane appena
sfornato, la creatività nella formulazione del menù che varia a ogni stagione, la cura del dettaglio.
Dopo il successo ottenuto con i suoi clienti italiani e stranieri, nel 2004 viene chiamata a New York per
"esportare" le proprie competenze presso i ristoranti Lattanzi, Paper Moon Milano e Beppe Restaurant:
un'esperienza faticosa, ma ricca di soddisfazioni, come tutta la sua brillante carriera di donna e di chef.