camera di commercio industria artigianato e

Commenti

Transcript

camera di commercio industria artigianato e
CAME RA DI CO M ME RCIO INDUS T RI A
ART IGIANAT O E AGRICO L T URA
Via E. Amari, 11 – Tel. (091) 6050111 – Fax (091) 582338
90139 – PALERMO
°°°
DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO
N.18 DEL 17 DICEMBRE 2015
OGGETTO: APPROVAZIONE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA ANNO
2016.
L’anno duemilaquindici, il giorno 17 del mese di dicembre-, alle ore 11,00, nei locali della Camera
di Commercio, Industria Artigianato e Agricoltura di Palermo, il Commissario Straordinario Arch.
Claudio Basso assistito dal Segretario Generale dott. Vincenzo Genco.
Atteso che con Decreto del Presidente della Regione siciliana n. 112/Serv. 1°/SG del 15 aprile 2015 è
stato sciolto il Consiglio camerale e che con Decreto del Presidente della Regione siciliana n.
552/Serv.1°/SG del 2.12.2015, l’Arch. Claudio Basso, dirigente dell’Amministrazione regionale, è stato
nominato Commissario straordinario dell’Ente fino all’insediamento del Consiglio della nuova
C.C.I.A.A. di Palermo ed Enna e, comunque, per un periodo non superiore alla durata di mesi tre, in data
odierna lo stesso Commissario straordinario procede all’esame per l’approvazione della Relazione che
aggiorna per l’anno 2016 l’atto di programmazione pluriennale approvato dal Consiglio camerale con
delibera n.13 del 28 ottobre 2011.
Quindi, su invito dello stesso Commissario straordinario, interviene il Segretario Generale, dott.
Vincenzo Genco, il quale preliminarmente ricorda che il vigente Regolamento concernente la disciplina
della gestione patrimoniale e finanziaria delle Camere di Commercio, emanato con il D.P.R. 2 novembre
2005, n. 254, al Titolo II, Capo I, art. 5, prevede in capo ai compiti del Consiglio camerale l’obbligo di
approvare, entro la data del 31 ottobre di ogni anno, la Relazionale previsionale e programmatica che
aggiorna il Piano pluriennale.
Ricorda, quindi, che secondo le prescrizioni contenute nel citato decreto presidenziale, la Relazione “ha
carattere generale e illustra i programmi che si intendono attuare nell’anno di riferimento, in rapporto
alle caratteristiche e ai possibili sviluppi dell’economia locale e al sistema delle relazioni con gli
organismi pubblici e privati operanti sul territorio specificando, altresì, le finalità che si intendono
perseguire e le risorse a loro destinate”.
Evidenzia, quindi, che in linea con le superiori indicazioni di legge e tenuto conto che non è stato
possibile rispettare la superiore scadenza del 31 ottobre essendo l’Ente, a tale data e sino al 2 dicembre
2015, privo di Commissario, nelle more è stata predisposta la proposta dell’aggiornamento della
Relazione previsionale e programmatica per l’anno 2016, sottolineando che il documento in esame
risulta fortemente condizionato dalle recenti norme contenute nell’art. 28 del D.L. 24 giugno 2014,
convertito con modificazioni nella Legge 11 agosto 2014, n. 114, che hanno ridotto l’importo del diritto
annuale del 35% già nel corrente anno e del 40% nell’anno 2016, come temuto, ha determinato una
condizione di progressiva crisi gestionale dell’Ente.
Nel merito ed a titolo esemplare, evidenzia che le risorse rinvenienti dal diritto annuale, sin qui versato
per l’anno corrente, sono appena sufficienti a coprire la spesa pensionistica che, come è noto,
impropriamente grava sul bilancio dell’Ente e che tale stato di cose risulta fortemente condizionante la
vita dell’Ente e delle sue attività, con il rischio di allontanarlo sempre di più dal resto del Sistema e
di impedire in alcuni casi la stessa attività istituzionale.
1
Infine, dà notizie dello stato del processo di accorpamento con la Camera consorella di Enna e delle
ancora più difficili condizioni di quest’ultima, evidenziando la necessità di interventi risolutivi da
parte delle competenti Amministrazioni, Stato, Regione e Unioncamere.
Al termine dell’intervento del Segretario Generale e preso atto di quanto dallo stesso esposto,
IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
con i poteri del Consiglio,
-
Vista la Legge 29 dicembre 1993, n. 580, come modificata dal Decreto legislativo 15 febbraio
2010, n. 23;
-
Vista la Legge regionale 4 aprile 2005, n. 29, come modificata dalla legge regionale n. 4 del 2
marzo 2010;
-
Visto lo Statuto camerale;
-
Visto il Decreto del Presidente della Regione siciliana n. 112/Serv. 1°/SG del 15 aprile 2015,
con il quale è stato sciolto il Consiglio camerale;
-
Visto il Decreto del Presidente della Regione siciliana n. 552/Serv.1°/SG del 2.12.2015, con il
quale l’Arch. Claudio Basso, dirigente dell’Amministrazione regionale, è stato nominato
Commissario straordinario dell’Ente fino all’insediamento del Consiglio della nuova
C.C.I.A.A. di Palermo ed Enna e, comunque, per un periodo non superiore alla durata di mesi
tre;
-
Visto il Regolamento per la disciplina della gestione patrimoniale e finanziaria delle Camere
di commercio di cui al D.P.R. n. 254/2005, così come recepito dalla Regione siciliana con la
Legge regionale 8 febbraio 2007, n. 2 e confermata dalla citata Legge regionale n. 4/2010;
-
Visto l’atto di programmazione pluriennale approvato dal Consiglio camerale con
deliberazione n. 13 del 28 ottobre 2011;
-
Viste, inoltre, le circolari del Ministero dello Sviluppo Economico n. 105995 dell’1 luglio
2015 e n. 172113 del 24 settembre 2015 che contengono indicazioni operative in ordine alla
redazione dei bilanci delle camere di commercio accorpate;
-
Preso atto di quanto prima illustrato dal Segretario Generale, sottolinea come, anche in
presenza delle nuove difficoltà derivanti dalle richiamate norme sulla riduzione del diritto
annuale, la programmazione dell’Ente prosegua in linea con l’intento principale di dare
continuità alle azioni di sostegno delle imprese per favorire lo sviluppo del territorio e della
sua struttura imprenditoriale;
2
DELIBERA
Di approvare la Relazione Previsionale e Programmatica dell’anno 2016 nella forma che, in allegato
n. 1, costituisce parte integrante della presente delibera.
IL SEGRETARIO GENERALE
(dott.Vincenzo Genco)
IL COMMISSARIO STRAORDINARIO
(Arch. Claudio Basso)
3