Rassegna stampa Memorandum - Repubblica 29 11 2011

Commenti

Transcript

Rassegna stampa Memorandum - Repubblica 29 11 2011
Società
Festival “Memorandum”
Tra Crimea e Nuvolari
i tesori della fotografia
@
LAURA LARCAN
A PAGINA XIII
Roma.it
Giorno e Notte
“Roma si mette in luce”
alberi, led e colori
da Fiumicino al centro
“Natale in casa Cupiello”
Il capolavoro di Eduardo
con Mascia all’Eliseo
RODOLFO DI GIAMMARCO
ALLE PAGINE XIV E XV
SERVIZIO
SU ROMA.IT
ROMA
MARTEDÌ 29 NOVEMBRE 2011
roma.repubblica.it
REDAZIONE DI ROMA Via Cristoforo Colombo, 90 | 00147 | tel. 06/49822931 | fax 06/49822508 | CAPO DELLA REDAZIONE GIUSEPPE CERASA | INTERNET roma.repubblica.it | e-mail: [email protected] | SEGRETERIA DI REDAZIONE
tel. 06/49822813 dalle ore 13.00 alle ore 20.00 | TAMBURINI fax 06/49822380 | e-mail: [email protected] | TROVAROMA tel. 06/49822475 | fax 06/49822315 | PUBBLICITÀ A. MANZONI & C. S.p.A. | Via C. Colombo, 98 | 00147 ROMA | tel. 06/514625802
Tiburtina ad Alta velocità, battesimo con Napolitano
LAURA
LAURENZI
Il parterre
Il sit-in
Alla stazione la carica degli ex
E i vecchi potenti slittano in terza fila
No Tav, studenti e lavoratori
all’esterno va in scena la protesta
GIOVANNA VITALE
VIOLA GIANNOLI
OTENZA del governo tecnico che sconvolge le gerarchie,
declassa la vecchia nomenclatura, scongela il centrosinistra che finalmente si gode un po’ di ribalta. Da Veltroni a Casini, la “nuova” fotografia del potere alla Tiburtina.
SEGUE A PAGINA IV
ENTRO la cerimonia, fuori la protesta. L’altra faccia dell’inaugurazione della stazione Tiburtina si
materializza in largo Guido Mazzoni, sul ponte di
via Tiburtina e all’entrata del cantiere verso Pietralata.
SEGUE A PAGINA V
P
Le altre belle
in passerella
D
La nuova stazione Tiburtina
SERVIZI ALLE PAGINE IV E V
Per la prima volta la giunta Alemanno ricorre al provvedimento anti inquinamento. Auto ferme dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 21
Il ritorno delle targhe alterne
Smog sopra i limiti: giovedì ferme le dispari, venerdì potrebbe toccare alle pari
NEL 2009 il sindaco Alemanno
aveva promesso: «Vogliamo evitare le targhe alterne, non servono a
nulla e sono l’estrema ratio di una
amministrazione che non ha altro
da proporre». Due anni dopo, il
cambiamento di rotta. Per l’emergenza smog, infatti, il sindaco è
stato costretto a firmare l’ordinanza che prevede, per la giornata di giovedì, l’istituzione delle targhe alterne. Dalle ore 9 alle 13 e
dalle 16 alle 21 all’interno della fascia verde non potranno circolare
auto e moto, ad eccezione dei veicoli Euro 5, dei motorini Euro 3 o
dei mezzi elettrici, alimentati a
Gpl, metano o ibridi. E se i livelli di
polveri sottili non caleranno, venerdì non potranno circolare auto
e moto con targhe pari.
CECILIA GENTILE
E LAURA MARI
ALLE PAGINE II E III
DETTAGLI
L’accordo
Più volanti e telecamere, firmato il patto per il Lazio sicuro
MAURO FAVALE
L PRIMO effetto concreto
saranno più volanti e più
telecamere di videosorveglianza. D’altronde, per
stilare il “Patto per il Lazio sicuro”, Renata Polverini ha tenuto conto delle richieste
delle prefetture e delle forze
dell’ordine. E, dunque, le necessità segnalate sono state
proprio il potenziamento del
numero di auto da impiegare
nei territori delle province laziali. Ma c’è anche altro nel
patto firmato ieri al Viminale.
SEGUE A PAGINA XVIII
I
ARÀ una sfilata diversa dalle altre, decisamente. Non importa
quale stilista sfila, ma chi
sono le indossatrici in passerella. Belle, eleganti, ben
truccate, ma costrette in
carrozzina. Ha un titolo
studiato per sdrammatizzare, l’anomalo defilé in
programma sabato 10 dicembre al Crystal di via
Conca d’Oro: si chiama
“Modelle & rotelle”, e sarà
un colpo al cuore vedere
incedere sulla pedana delle mannequins che non
possono camminare. La
vera bellezza non ha limiti,
sottolineano gli organizzatori, l’eleganza e lo stile
sono il riflesso dell’anima,
le convenzioni esistono
per essere superate.
Si paga per presenziare,
come è giusto che sia:
prezzi miti tutto sommato,
se 14 euro danno diritto
anche alla cena-buffet, a
un biglietto della lotteria e
ad assistere all’elezione di
Miss Vertical, scelta fra le
modelle disabili. Gli introiti andranno alla Fondazione Vertical, onlus che fa ricerca contro le lesioni del
midollo spinale e che vuole lanciare questo messaggio: «Il vero handicap è nella testa, la volontà può tutto, una donna sulla sedia a
rotelle deve dedicarsi a se
stessa, coltivando la sua
femminilità». Certo, è così;
ma ci vuole molta forza.
S
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il caso
I lettori denunciano
Scattone in cattedra
al posto del prof stalker
Proibite le maxi-affissioni Pietralata, marciapiede stretto Bene la “domenica a piedi”
non le “coppie” di cartelloni e niente passaggio pedonale ma servono più mezzi Atac
CARLO PICOZZA
N FORZA dell’uscita dell'ex
docente di Storia e Filosofia
arrestato per stalking nel giugno scorso, Giovanni Scattone
insegna nel liceo scientifico dove studiò Marta Russo che, secondo i giudici, fu da lui colpita
mortalmente nei viali della Sapienza nel maggio 1997. Da settembre Scattone fa il supplente
lì per nove ore a settimana. La
Cassazione, nel dicembre 2003,
lo condannò a 5 anni e 4 mesi per
omicidio colposo, cancellando
però la pena all'interdizione dai
pubblici uffici inflitta dai giudici
di primo e secondo grado.
SEGUE A PAGINA XVIII
I
Non giocarti i figli
con i videogiochi
Campagna nazionale a tutela dei minori
AIART - Associazione Spettatori Onlus • Via Albano, 77 - 00179 Roma
Tel. 06 78.08.367 - Fax 06 78.47.146 • e-mail [email protected] • www.aiart.org
In via Giustiniano Imperatore, nel XI municipio,
sono stati installati di recente due cartelloni da
quattro metri per tre, uno
di fianco all’altro. Viene
da domandarsi a cosa sia
servito abolire gli impianti sei metri per tre quando
poi si permettono coppie
di cartelloni da otto metri
complessivi. Il tutto è autorizzato dal VII dipartimento affissioni che, con
troppa facilità, sembra
avallare qualunque bruttura sul territorio.
Angelo Belbusti
@ OGGI SU ROMA.IT
Ponte Lanciani, in corso di
adeguamento per il raccordo con la nuova tangenziale interna e con la
stazione Tiburtina inaugurata ieri, è una barriera
architettonica. Da via
Monti di Pietralata i pali
della luce sono inseriti nello stretto marciapiede e
manca l’attraversamento
alla fine della rampa. Si
inaugurano cattedrali nel
deserto, ma quanto ci costa la mancanza di «attenzione» per far rispettare le
banali norme di sicurezza?
tipoattivo1
Domenica, per la giornata vietato ai veicoli inquinanti, l’Atac si è guardata
bene dal potenziare il
servizio e alle 10 di mattina, ad esempio, sulla Nomentana, ho atteso 12’
per la prima corsa di una
qualunque delle 5 linee
che transitano in quella
via. Inutile dire che alla
fermata c’erano circa 70
persone ansiose e che per
entrare sul bus c’è stata
una gara di compressione di corpi, come e peggio dei giorni lavorativi.
Daniele Poto
Lettere con firma, indirizzo e telefono ˜ max 10 righe ˜ fax 06/49822508 ˜ e-mail [email protected]
CREA, STAMPA E METTI IN VENDITA IL TUO LIBRO. IL PREZZO LO DECIDI TU.
ilmiolibro.it
&
SOCIETA’
SPETTACOLI CULTURA
ROMA
MARTEDÌ 29 NOVEMBRE 2011
SPORT
la Repubblica
Orario NO-STOP 9,00-19,00 (Lun/Ven) / 9,00-13,00 (Sab)
L.go Colli Albani, 8 ROMA M Colli Albani
06.78345420 - 06.7847614
■ XIII
Al San Michele
dal 2 dicembre
al 13 gennaio
la prima edizione
di “Memorandum”
LAURA LARCAN
l leggendario Tazio Nuvolari, accanto a un sorridente Enzo Ferrari,
che posa in groppa al bolide dell’Alfa Romeo con
gran sfoggio di gomme Pirelli.
La caduta di Sebastopoli raccontata da James Robertson,
inviato sul fronte nella guerra
di Crimea. Il primo volo in aerostato e i reportage sociali
dell’Italia del Novecento di
Giancarlo Terreo. È la piccola
grande storia che riaffiora da
un patrimonio di immagini
sconosciute, chiuse da decenni negli archivi di enti, fondazioni, industrie e aziende. A
svelarle, dal 2 dicembre al 13
gennaio, sarà la prima edizione di “Memorandum, il festival della fotografia storica”,
ospitata nel Complesso del
San Michele e organizzata
dall’Istituto centrale per il catalogo e la documentazione in
collaborazione con l’associazione Stilelibero.
«La formula del festival, nato a Biella e Torino, di valorizzare gli archivi fotografici diffusi sul territorio mi ha incuriosito — racconta Laura Moro, direttrice dell’Iccd — e per
questo abbiamo deciso di allargarlo e farlo diventare una
manifestazione nazionale».
Venerdì, infatti, l’Istituto
inaugurerà una prima edizione speciale romana di dieci
mostre, preludio ad una più
grande kermesse in programma per maggio e giugno 2012
in cui gli eventi si articoleranno in più sedi, coinvolgendo
anche il Museo Pigorini e la
Britisch School at Rome. «Il
Festival della fotografia storica diventerà un appuntamento di prestigio con la sinergia
tra archivi pubblici e privati»,
annuncia Moro. Intanto, prologo alla prima rassegna sono
i reportage sociali del biellese
Giancarlo Terreo, con gli originali stampati da lui stesso.
«Ha fotografato tutta l’Italia
tra il ‘60 e il ‘90 e i Balcani —
racconta Moro —. Scomparso
nel 2006, la moglie stava eseguendo le sue ultime volontà,
I
Un secolo
immagine
d’
Tra Sebastopoli e Nuvolari
i tesori della fotografia storica
AUTORI
In alto, Erminio Sella
“Yosemithe Valley”. Da sinistra
Giancarlo Terreo, Guido
Piacenza e Archivio Pirelli
ossia distruggere le foto,
quando la fondazione Cassa
di risparmio di Biella ha salvato l’archivio acquisendolo».
Spiccano, poi, le rarissime
carte salate di Robertson rea-
lizzate nel 1855 in Crimea e custodite negli Archivi La Marmora. «Probabilmente queste
fotografie sono state donate
dall’autore proprio ad Alfonso La Marmora, nella sua qua-
Presso le concessionarie di Roma offerta valida fino al 31/12/2011
lità di comandante dei contingenti in Crimea», suggerisce
Moro. E in mostra, le foto saranno esposte accanto agli acquerelli eseguiti sul fronte da
Alfonso La Marmora. Tra le
curiosità, i pionieristici voli in
aerostato di Guido Piacenza
(1909), che preludono alla
grande stagione della fotografia aerea, e i viaggi in America
di Erminio Sella, fratello di
quel Vittorio che ha inventato
la fotografia “di montagna”.
«Un’avventura paesaggistica che parte nel 1898 dalla
spedizione per il Klondike alla
ricerca dell’oro», dice Moro.
Sul tema dell’Inghilterra, sfilano i documenti sulla nascita
del movimento delle Suffragette, vedute della Londra distrutta dalle bombe di Hitler, e
la società degli anni ‘50. Videoproiezioni saranno dedicate all’automobilismo sportivo italiano e alla conquista
del West tra il 1861 e il 1912. Sabato 3 e domenica 4 dicembre, visite guidate gratuite.
(Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione,
via di San Michele, 18, orari
dalle ore 10 alle 18, ingresso libero, tel. 06-58552220)
© RIPRODUZIONE RISERVATA