C O M U N E D I R O N C H I S

Commenti

Transcript

C O M U N E D I R O N C H I S
COMUNE DI RONCHIS
C.A.P. 33050
PROVINCIA DI UDINE
REG. N. 343/2013
Impegno n. ____________
DETERMINAZIONE
OGGETTO: Impegno di spesa per acquisto cancelleria ad uso uffici comunali - CIG: Z1A0D27AC9.
Il 31/12/2013 presso la Sede Municipale di Ronchis,
Il Responsabile del Servizio U2
PREMESSO che con deliberazione giuntale n. 35 del 10/10/2013, come integrata con deliberazione n.
46/2013, entrambe esecutive ai sensi di legge, la Giunta Municipale ha approvato il piano delle risorse per
l'esercizio finanziario 2013 ed ha assegnato ai responsabili i relativi mezzi finanziari correlati;
VISTO l'obiettivo n. 160/001 del programma 1, che comprende l'intervento oggetto della presente
determinazione;
RILEVATA la necessità di provvedere per l'acquisto di cancelleria ad uso degli uffici comunali (cartelle
portaprogetto, punti universali, cartelline, fermagli, faldoni, nastro adesivo, ecc..);
VISTO il co. 3bis dell'art. 33 del D.Lgs. 12/04/2006, n. 163 e smi, il quale dispone che:
- i comuni con popolazione non superiore a 5000 abitanti ricadenti nel territorio di ciascuna Provincia
affidano obbligatoriamente ad un'unica centrale di committenza l'acquisizione di lavori, servizi e forniture
nell'ambito delle unioni dei comuni, di cui all'articolo 32 del testo unico di cui al decreto legislativo 18
agosto 2000, n. 267, ove esistenti, ovvero costituendo un apposito accordo consortile tra i comuni
medesimi e avvalendosi dei competenti uffici. In alternativa, gli stessi Comuni possono effettuare i propri
acquisti attraverso gli strumenti elettronici di acquisto gestiti da altre centrali di committenza di
riferimento, ivi comprese le convenzioni di cui all'articolo 26 della legge 23 dicembre 1999, n. 488, e il
mercato elettronico della pubblica amministrazione di cui all'articolo 328 del decreto del Presidente della
Repubblica 5 ottobre 2010, n. 207;
DATO atto che, in relazione alla citata disposizione, per i Comuni della Regione Friuli V.G., trovano
applicazione il co. 1, dell'art. 4 della L.R. 9 marzo 2012, n. 3, come sostituito dall'art. 23, comma 1, della
L.R. 21/12/2012, n. 26 ed il co. 1bis del citato art. 4, come introdotto dal co. 8 dell'art. 11, della L.R.
08/04/2013, n 5, i quali prevedono:
- co. 1: i piccoli Comuni, di cui all'articolo 7 della legge regionale 9 gennaio 2006, n. 1 (Principi e norme
fondamentali del sistema Regione-autonomie locali nel Friuli Venezia Giulia), affidano l'acquisizione di
lavori, servizi e forniture ai sensi dell'articolo 33, comma 3 bis, del decreto legislativo 12 aprile 2006, n.
163 (Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle direttive
2004/17/CE e 2004/18/CE). In luogo degli accordi consortili di cui all'articolo 33, comma 3 bis, del
decreto legislativo 163/2006, i Comuni si avvalgono delle forme collaborative di cui all'articolo 20 della
legge regionale 1/2006;
- co. 1bis: nei Comuni del Friuli Venezia Giulia con popolazione inferiore a 15.000 abitanti l'articolo 33,
comma 3 bis, del decreto legislativo 163/2006 si applica a decorrere dal 1^ ottobre 2013;
DATO atto che il citato co. 1bis è stato abrogato dal co. 39, dell'art. 10, della L.R. 26 luglio 2013, n. 6 e
che, ai sensi dell'art. 5-ter, del D.L. 26/04/2013, n. 43, come premesso dalla legge di conversione 24
Determinazione n. 343/2013 - Pagina n. 1/3
giugno 2013, n. 71, le disposizioni di cui al co. 3bis, dell'art. 33 del D.Lgs. n. 163/2006 e smi, si
applicano a decorrere dal 1^ gennaio 2014;
PREMESSO ancora che:
- l'art. 26, della Legge 23.12.1999 n. 488, ha affidato al Ministero del Tesoro, del Bilancio e della
Programmazione Economica, il compito di stipulare, nel rispetto della vigente normativa in materia di
scelta del contraente, convenzioni con le quali l'impresa prescelta si impegna ad accettare, sino a
concorrenza della quantità massima stabilita dalla convenzione ed ai prezzi e condizioni ivi previsti,
ordinativi di fornitura di beni e servizi deliberati dalle amministrazione dello Stato;
- il co. 450, dell'art. 1, della Legge 27/12/2006, n. 296, come modificato dall’art. 7, comma 2, del D.L.
06/07/2012, n. 52 convertito, con modificazioni, dalla Legge 6 luglio 2012, n. 94, prevede che le
Amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1 del D.Lgs. n. 165/2001, per gli acquisti di beni e servizi di
importo inferiore alla soglia di rilievo comunitario, sono tenute a fare ricorso al Mercato Elettronico della
Pubblica Amministrazione (MePa) ovvero ad altri mercati elettronici istituiti ai sensi dell’art. 328 del
regolamento di cui a D.P.R. n. 207/2010;
- l’art. 1, co. 1, del D.L. 06/07/2012, n. 95, convertito, con modificazioni, dalle Legge 7 agosto 2012, n.
135, dispone la nullità dei contratti stipulati in violazione dell’art. 26, comma 3, della L. 488/1999 e dei
contratti stipulati in violazione degli obblighi di approvvigionamento attraverso gli strumenti di acquisto
messi a disposizione da Consip SpA;
- è possibile operare acquisti nel Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePa), che
permette di effettuare ordini da catalogo per acquisti sotto soglia di prodotti e servizi offerti da una
pluralità di fornitori, scegliendo quelli che meglio rispondono alle proprie esigenze, attraverso due
modalità: ordine diretto di acquisto (OdA) e richiesta di offerta (RdO);
DATO atto che non risultano attive convenzioni Consip relative alla fornitura di cui in oggetto ma che il
materiale che si intende acquisire è presente in MePa, iniziativa/bando "Cancelleria 104 Cancelleria ad
uso ufficio e didattico";
VISTO l'art. 328, co. 4, lett. b) del D.P.R. 05/10/2010, n. 207 "Regolamento di esecuzione ed attuazione
del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163", il quale prevede che, le stazioni appaltanti, avvalendosi del
mercato elettronico, possono effettuare acquisti di beni e servizi sotto soglia, in applicazione delle
procedure di acquisto in economia di cui al capo II;
RICHIAMATO anche l'art. 125, co. 11, del D.Lgs. 12/04/2006, n. 163 e smi, cd. "Codice di Contratti", il
quale prevede che, per forniture e servizi inferiori a quarantamila euro, è consentito l'affidamento diretto
da parte del responsabile del procedimento;
VISTO:
- l'art. 192 del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267 e smi, che prescrive l'adozione di apposita determinazione a
contrarre, indicante il fine che con il contratto s'intende perseguire, il suo oggetto, la forma e le clausole
ritenute essenziali, le modalità di scelta del contraente, in conformità alle vigenti disposizioni in materia,
nonché le ragioni che ne sono alla base;
- il D.Lgs. 12/04/2006, n. 163 e smi ed il relativo regolamento di esecuzione ed attuazione emanato con
D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207;
RITENUTO di eseguire la fornitura - in relazione all'importo minimo della spesa da sostenere e inferiore
alla soglia comunitaria come individuata dall'art. 28 del D.Lgs. n. 163/2006 e smi -, in modalità
telematica attraverso il Mercato elettronico della pubblica amministrazione (MePa), ai sensi dell'art. 328
del D.P.R. n. 207/2010, tramite Ordine diretto di acquisto (Od);
RITENUTO pertanto di procedere all'acquisto del materiale di cancelleria ad uso uffici tramite Ordine
diretto di acquisto (OdA), con invio, in relazione all'importo stimato di spesa ed alla specificità del
materiale richiesto, alla ditta TROST SPA di Udine (Ud) - operatore economico abilitato al MePa,
bando/iniziativa "Cancelleria104 Cancelleria ad uso ufficio e didattico";
DATO atto che:
- con il conferimento della suddetta fornitura si intende provvedere per l'acquisto di materiale di
cancelleria ad uso degli uffici;
- la spesa complessiva per l'intera fornitura, ammonta ad € 316,21 (oneri IVA esclusi);
Determinazione n. 343/2013 - Pagina n. 2/3
- la fornitura è finanziata con mezzi ordinari di bilancio e la spesa, comprensiva di oneri IVA 22%, pari
ad € 385,79 trova imputazione al titolo 1, funzione 01, servizio 02, intervento 02 (cap. 160/001);
ACCERTATA la congruità dei prezzi praticati;
RITENUTO di assumere il relativo impegno di spesa;
VISTO:
- il vigente regolamento di contabilità;
- il D.Lgs. 18/08/2000, n. 267 e smi;
- il D.Lgs. 12/04/2006, n. 163 e smi cd. "Codice dei contratti";
- il D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, ed in particolare l'art. 328;
DATO atto inoltre che, con l'adozione del presente atto, si attesta la regolarità e la correttezza dell'azione
amministrativa, ai sensi dell'art. 147bis del D.Lgs. 18/08/2000, n. 267 e smi;
ACCERTATA la propria competenza in qualità di responsabile del servizio;
DETERMINA
Per i motivi espressi in premessa e che di seguito di intendono integralmente riportati
1) Di procedere all'acquisto, tramite il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione, di materiale
di cancelleria ad uso degli uffici comunali.
2) Di eseguire la fornitura tramite ordine diretto d'acquisto (OdA), ai sensi dell'art. 328, co. 4, lett. b) del
D.P.R. 05/10/2010, n. 207 e dell'art. 125, co. 11 del D.Lgs. 12/04/2006, n. 163 e smi, con affidamento
all'impresa TROST SPA di Udine, operatore economico abilitato al MePa, bando/iniziativa
"Cancelleria104 Cancelleria ad uso ufficio e didattico".
3) Di approvare l'ordine diretto di acquisto n. 1107225 (nr attribuito dalla piattaforma), in quanto ritenuto
congruo, dell'importo complessivo di € 385,79 (IVA 22% inclusa).
4) Di perfezionare l'acquisto di cui al presente atto, con le modalità e nelle forme previste nel mercato
elettronico.
5) Di imputare la spesa al Titolo 1, Funzione 01, Servizio 02, Intervento 02 (160/001), del bilancio di
previsione per l'esercizio finanziario 2013, adeguatamente stanziato.
6) Di disporre la pubblicazione del presente atto sul sito informatico dell'ente, ai sensi di quanto previsto
dall'art. 20, co. 1 della L.R. 21 dicembre 2012, n. 26.
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO
p.a. Patrizia VENUTO
Visto, per la regolarità contabile attestante la copertura finanziaria.
Ronchis, 31/12/2013
IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZIARIO
p.a. Patrizia VENUTO
Visto, IL SEGRETARIO COMUNALE
dr.ssa Francesca FINCO
Determinazione n. 343/2013 - Pagina n. 3/3