Carrozzeria trasparente. Confartigianato rende pubblici i costi reali

Commenti

Transcript

Carrozzeria trasparente. Confartigianato rende pubblici i costi reali
Carrozzeria trasparente. Confartigianato rende
pubblici i costi reali
Con riferimento alle tariffe applicate da ciascuna azienda, liberamente fissate in relazione alle valutazioni dei costi aziendali e
all’andamento di mercato, si comunicano gli incrementi dei costi rilevati per l’anno in corso dall’ANC – Associazione Nazionale
Carrozzieri di Confartigianato Imprese – e che di seguito riportiamo:
●
Tariffe Manodopera: La variazione media dell’indice generale dei costi del lavoro 2016 è stata pari al 2%
●
Materiali di consumo: Dalle analisi eseguite a riguardo, è stato registrato un aumento medio del 3,5%
●
Smaltimento dei rifiuti: Le spese per lo smaltimento dei rifiuti sono incrementati di un valore medio pari al 3%
sull'imponibile della fattura con un massimo di 50 Euro.
●
Uso dime e strumenti diagnostici: Il costo delle dime sia di tipo tradizionale che mini-dime risultano mediamente
invariati. Per quanto riguarda le spese imputabili all’utilizzo di attrezzature speciali si registra un aumento di circa 1,5%. Per
le operazioni di siagnsi vanno imputate 2 ore di manodopera.
A fronte dei costi sopra evidenziati, si invitano pertanto gli imprenditori aderenti a Confartigianato a consultare lo specifico
studio “Carrozzeria Trasparente” distribuito presso la nostra Associazione, in modo da arrivare ad un calcolo della tariffa il più
possibile congruo rispetto ai propri costi ed alle proprie esigenze aziendali e di chiedere informazioni in merito ai servizi
erogati dal Consorzio CON. CAR per quanto attiene la gestione dei sinistri e le modalità di tutela verso le Compagnie
Assicurative.
Per qualsiasi ulteriore approfondimento potete contattare come di consueto il Coordinatore Giacomo Magi (Tel. 0575.314283 [email protected]).

Documenti analoghi