Dottor Zappetti - Indagine epidemiologica sugli accessi al Pronto

Commenti

Transcript

Dottor Zappetti - Indagine epidemiologica sugli accessi al Pronto
Servizio Sanitario Regionale
AZIENDA OSPEDALIERO – UNIVERSITARIA
Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione
( D.P.C.M. 8 aprile 1993)
DIREZIONE SANITARIA
Direttore Sanitario : dott. Giampaolo Canciani
Titolo del Progetto: Indagine epidemiologica sugli accessi al pronto soccorso per problemi correlati all’utilizzo di cosmetici. Responsabile del Progetto: Dott. Giampaolo Canciani Motivazione: Per prodotti cosmetici s’intendono le sostanze e le preparazioni diverse dai medicamenti destinate ad essere applicate sulle parti esterne del corpo (epidermide, capelli, peli, unghie, labbra ed organi genitali esterni) o che entra in contatto con i denti e la mucosa della cavità orale, esclusivamente o principalmente allo scopo di detergere, profumare, proteggerli, mantenerli in buono stato o modificare l’aspetto. I prodotti cosmetici non hanno finalità terapeutiche e non possono vantare attività terapeutiche (art. 1 legge 11/10/1976 n°713). La cosmetovigilanza è una rete di controllo delle reazioni avverse conseguenti all’uso di prodotti cosmetici. Gli effetti indesiderati (EA) sono eventi dannosi per la salute umana che si manifestano dopo aver applicato un cosmetico secondo le condizioni d’uso normali o ragionevolmente prevedibili. Si distinguono reazioni cutanee (le più frequenti) e reazioni sistemiche. Nonostante l’ampio utilizzo di tali prodotti (si stimano oltre 30.000 prodotti cosmetici presenti in commercio), l’incidenza degli effetti avversi ai cosmetici è relativamente bassa, probabilmente perché essi sono ampiamente sottostimati. Si rende perciò opportuno, come indicato della Direzione Centrale Salute, Integrazione Sociosanitaria e Politiche Sociali (DGR n.99 d.d. 30/01/2013), al fine di valutare l’andamento e l’incidenza dei casi di EA conseguenti l’uso di prodotti cosmetici, indagare sul numero di accessi in Pronto Soccorso per problemi correlati all’utilizzo di cosmetici. Obiettivo: Al fine di valutare l’incidenza delle possibili reazioni avverse all’uso di prodotti cosmetici, si decide di effettuare,durante il periodo marzo‐giugno 2013, la sorveglianza epidemiologica e di realizzare protocolli per facilitare l’accesso dei pazienti con problemi dermatologici o sospette allergopatie da cosmetico alle Strutture specialistiche di riferimento. Modalità  Compilazione della scheda di sorveglianza di possibili EA all’uso di prodotti cosmetici da parte di S.C. Pronto Soccorso per tutti i pazienti con accesso al Pronto Soccorso per problemi correlati all’utilizzo di cosmetici da inviare al Servizio di Vigilanza Sanitaria Ospedale Maggiore  Compilazione della scheda di sorveglianza di possibili EA all’uso di prodotti cosmetici da parte di S.C. Clinica Dermatologica, S.C. Clinica Oculistica e S.C. Clinica Odontostomatologica per tutti i pazienti con accesso al Pronto Soccorso per problemi correlati all’utilizzo di cosmetici  Invio della scheda di sorveglianza al Servizio di Vigilanza Sanitaria Ospedale Maggiore  Monitoraggio settimanale da parte delle Assistenti Sanitarie della Direzione Medica di Presidio Ospedaliero (Ospedale Maggiore) della avvenuta compilazione della scheda di sorveglianza da parte di S.C. Clinica Dermatologica, S.C. Clinica Oculistica e S.C. Clinica Odontostomatologica per tutti i pazienti con accesso al Pronto Soccorso per problemi correlati all’utilizzo di cosmetici (sulla base delle segnalazioni da parte della S.C. Pronto Soccorso) .
 Analisi del numero di accessi e della gravità degli EA del periodo considerato da parte della Direzione Medica

Stesura di protocolli per facilitare l’accesso dei pazienti con problemi dermatologici o sospette allergopatie da cosmetico alle Strutture specialistiche di riferimento da parte del Medico di Direzione Medica con le Strutture coinvolte (S.C. Clinica Dermatologica, S.C. Clinica Oculistica , S.C. Clinica Odontostomatologica e Pronto Soccorso).
Durata: Dal 25.03.2013‐30.06.2013 Personale coinvolto: 
Personale medico S.C. Dermatologia 
Personale medico S.C. Clinica Oculistica 
Personale medico S.C. Clinica Odontostomatologica 
Medico di Direzione Medica 
Assistente Sanitaria Direzione Medica di Presidio Ospedaliero Servizio Sanitario Regionale
AZIENDA OSPEDALIERO – UNIVERSITARIA
Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione
( D.P.C.M. 8 aprile 1993)
DIREZIONE SANITARIA
Direttore Sanitario : dott. Giampaolo Canciani
SCHEDA DI SEGNALAZIONE DI POSSIBILI EVENTI AVVERSI PER L’UTILIZZO DI UN PRODOTTO COSMETICO (inviare a servizio Vigilanza Ospedale Maggiore) Medico Segnalatore
Nome e Cognome:
Struttura:
Paziente:
Nome e Cognome:
Data di nascita:
Sesso

F

M
Utilizzo del prodotto
Uso professionale
Uso appropriato
Uso improprio
Localizzazione dell'effetto indesiderato:
Zona di applicazione prodotto
Reazione a distanza dalla zona di applicazione
Zona coinvolta:
 SI
 SI
 SI
 NO
 NO
 NO







 NO
 NO
SI
SI
Epidermide
Capelli
Denti
Occhi
Mucose
Note:
Segni di accompagnamento sistemici:
Se sì: 
 SI
 respiratori
 neurologici
È stato eseguita trattamento?
Sistemico
Topico
 SI
 SI
 SI
NO
NO
NO
 SI
 SI
NO
NO
Conseguenze dell'effetto indesiderato
Ospedalizzazione
Invalidità permanente
Invalidità temporanea
Note:
 NO
 digestivi
 generali

Diagnosi:
Conclusioni: relazione di causalità tra il prodotto cosmetico e l'effetto indesiderato:
POSSIBILE
 SI
 NO
Data segnalazione:
Firma e timbro:
Servizio Sanitario Regionale
AZIENDA OSPEDALIERO – UNIVERSITARIA
Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione
( D.P.C.M. 8 aprile 1993)
DIREZIONE SANITARIA
Direttore Sanitario : dott. Giampaolo Canciani
SCHEDA DI SEGNALAZIONE DI POSSIBILI EVENTI AVVERSI PER L’UTILIZZO DI UN PRODOTTO COSMETICO ACCESSI S.C. PRONTO SOCCORSO (Inviare settimanalmente al servizio di Vigilanza Sanitaria Ospedale Maggiore) NOME
COGNOME
DATA
ACCESSO
DIAGNOSI
ESITO