Introduzione “Il Cinema è un`invenzione senza futuro

Commenti

Transcript

Introduzione “Il Cinema è un`invenzione senza futuro
Introduzione
“Il Cinema è un’invenzione senza futuro” dichiarò Louis-Jean Lumière nel 1895. Mai
predizione fu più miope.
Il cinema ha avuto un futuro nella misura in cui ha assecondato la sua natura più
intima di arte intesa come technè, luogo in cui la tecnica sapiente diventa l’essenza
stessa della creazione artistica.
Il linguaggio cinematografico, sin dalle sue origini, è profondamente invischiato,
forse in misura maggiore delle altre espressioni artistiche, alla tecnologia. Tale
innegabile commistione ha scandito le tappe fondamentali della storia di questa
espressione artistica, tappe caratterizzati da timori, ostracismo verso il grado di
novità che i mutamenti degli scenari tecnologici portavano con sé.
A partire dall’introduzione del sonoro, accolto con diffidenza per i cambiamenti che
introduceva nel linguaggio filmico, le innovazioni degli anni ’50, fino all’utilizzo di
internet e del digitale come strumenti a supporto di tutte le fasi della filiera,
potremmo raccontare la storia del cinema attraverso il complesso rapporto che si è
instaurato tra l’opera d’arte, il mercato e le mutazioni tecnologiche.
Tale dossier non ha ovviamente la pretesa di essere esaustivo su una materia così
complessa e ricca, ma intende solo aprire un tavolo di discussione mettendo sul
piatto le questioni più calde del dibattito internazionale. L’esigenza è quella di
captare i cambiamenti tecnologici che, in questi anni, investono e mutano il
prodotto cinematografico, e allo stesso tempo offrire degli strumenti di lettura delle
profonde difficoltà che oggi va affrontando il settore cinematografico, specie quello
italiano, strozzato tra mancanza di fondi e stagnazione della domanda. Nel primo
capitolo, quindi, verrà offerta una breve panoramica sullo stato dell’arte
dell’industria cinematografica ed europea; nel secondo è messa sotto esame la
normativa di riferimento, il terzo capitolo è focalizzato sul complesso matrimonio
tra cinema e innovazione tecnologica. Nella fiducia/speranza che l’ingresso dell’arte
cinematografica nella Società dell’informazione, ad alta penetrazione delle
tecnologie, possa rivelarsi l’occasione per dare un nuovo impulso alla distribuzione,
quindi allo sviluppo del settore, e al migliore incontro tra innovazione tecnologica,
nuovi modelli di business, e opera d’arte.
FONDAZIONE ROSSELLI | 15 Giugno 2004
1

Documenti analoghi