PIRATERIA ON-LINE E COPYRIGHT:

Commenti

Transcript

PIRATERIA ON-LINE E COPYRIGHT:
[email protected] in Rete
Cittadinanza, Costituzione e
Sicurezza
DI COSA PARLIAMO?
•
•
•
•
PIRATERIA ON-LINE
DIRITTO D’AUTORE
PHISHING
FURTO D’IDENTITA’
PIRATERIA ON-LINE
Il fenomeno della pirateria musicale su
Internet sta prendendo sempre più piede nel
nostro paese e nel resto del mondo. Si tratta
di utenti che, collegati alla rete scaricano,
scambiano e condividono musica o altro
materiale illegalmente.
DIRITTO D’AUTORE
La legge italiana che vigila sul download illegale è la L.
633/41che afferma che:
• chi mette a disposizione del pubblico, immettendola in un
sistema di reti telematiche, mediante connessioni di qualsiasi
genere, un’opera di ingegno o parte di essa è punito con la
multa da euro 51 a euro 2.065”
• il semplice dowloader (scaricare file protetti senza mettere
nulla in condivisione) , è punito con una sanzione
amministrativa e con sanzioni accessorie della confisca del
materiale e della pubblicazione del provvedimento su un
giornale quotidiano a diffusione nazionale
• chi con finalità di lucro mette in condivisione (uploader) file
protetti dal diritto d’autore è punito con la reclusione da sei mesi
a tre anni e con la multa da euro 2.582 a euro 15.493
PHISHING
Il phishing è un tipo di truffa via Internet attraverso
la quale un aggressore cerca di ingannare la vittima
convincendola a fornire informazioni personali
sensibili.
Si tratta di una attività illegale che sfrutta una
tecnica di ingegneria sociale: attraverso l'invio
casuale di messaggi di posta elettronica che
imitano la grafica di siti bancari o postali, un
malintenzionato cerca di ottenere dalle vittime la
password di accesso al conto corrente, le
password che autorizzano i pagamenti oppure il
numero della carta di credito. Tale truffa può
essere realizzata anche mediante contatti
telefonici.
FURTO D’IDENTITA’
si riferisce a quando qualcuno riesce a rubare
informazioni personali a cui solo il proprietario
ha diritto di accesso: il numero della carta di
credito, il pin del telefono, la password per accedere
alle email, le credenziali per entrare su Facebook o
su Windows Live Messenger, e via dicendo. Non è
solo la privacy ad essere violata. Il furto d’identità
spesso è seguito da altri tipi di reati: chi entra nel
conto bancario, per esempio, può effettuare
trasferimenti di denaro, acquistare beni e servizi e
compiere innumerevoli altri danni.
La vittima di un furto d’identità spesso non si
accorge di nulla finché non inizia a ricevere addebiti
che non riesce a spiegare sul conto bancario o
telefonico o quando tenta invano di entrare sul
proprio account Facebook o MSN con le solite
credenziali. La miglior arma in casi come questo è
la prevenzione.