msds unigraph

Commenti

Transcript

msds unigraph
SCHEDA DI SICUREZZA EUROPEA
DIRETTIVA 91/155 CEE - DIRETTIVA 2001/58/CE - DIRETTIVA 2004/73/CE
Data emissione : 02/05/2007
Revisione : 00
1.
1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa
1.1
Identificazione del prodotto: Fogli di giuntura a base minerale per guarnizioni ( esente amianto)
Nome: UNIGRAPH 500 & UNIGRAPH UNIMETAL
CAS no. : n/a
ES no. : n/a
1.2
Indirizzo società:
Tel./fax
2.
:
FMI S.p.A.
Via Taranto 10/12
25036 Palazzolo s/O ( Brescia )
ITALY
+39 030 7386033 / + 39 030 7386035
Composizione/informazione sugli ingredienti :
Il prodotto contiene i seguenti materiali :
3.
Nome chimico
CAS -No.
ES-No.
Contenuto (%)
1. Grafite
7782-42-5
-
90-98%
2. PET
25038-59-9
-
1 – 3,5 %
3. Polyethylene base
coating
No CAS No.
assigned
-
1 – 3,5 %
Identificazione dei pericoli :
Il prodotto non rilascia sostanze pericolose durante il normale uso. La decomposizione termica al
fuoco può rilasciare gas tossici . La fabbricazione può rilasciare polvere di grafite che può essere
dannosa se inalata o se viene a contatto con pelle ed occhi.
3.1
3.1.1
Effetti di sovraesposizioni :
Acuto:
Alta concentrazione di polvere di grafite può irritare occhi , pelle, membrane mucose e apparato
respiratorio.
3.1.2
Cronico:
L’inalazione di un’alta concentrazione di polvere di grafite per prolungati periodi di tempo può
causare malattie polmonari . Disturbi polmonari pre-esistenti, come l’enfisema polmonare, possono
acutizzarsi a causa di una prolungata esposizione ad alte concentrazioni di polveri di grafite.
3.1.3
Pericoli fisici :La polvere di grafite è un conduttore elettrico. L’accumulo di polvere può provocare
corto circuiti nei dispositivi elettrici .
Pagina 1di 5
4.
Interventi di primo soccorso :
4.1
Inalazione
Per sovraesposizioni a fumi , rimuovere la persona esposta all’aria fresca. Se la respirazione
risultasse difficoltosa somministrare ossigeno. Sottoporre all’attenzione del medico. Se la
respirazione si dovesse arrestare procedere immediatamente con la respirazione artificiale.
4.2
Contatto con la pelle:
Se il materiale venisse a contatto con la pelle lavare con sapone neutro e acqua. Sottoporre
all’attenzione del medico se si dovessero sviluppare delle persistenti irritazioni .
4.3
4.4
Contatto con gli occhi:
Se si d Se si dovessero sviluppare irritazioni , non sfregare gli occhi , ma sciacquare con abbondante acqua
fresca per almeno 15 minuti..
Ingestione:
L’ingestione non è possibile.
5.
Misure antincendio :
Il prodotto non è combustibile e non esistono rischi di incendio. Comunque il materiale dell’imballo
può bruciare .
5.1
Mezzi di estinzione raccomandati :
Acqua, schiuma ,Anidride carbonica o polvere secca .
5.2
Mezzi di estinzione vietati :
Nessuno
5.3
Prodotti derivati dalla combustione :
Anidride carbonica, monossido di carbonio, ossidi di azoto e tracce di gas .
5.4
Mezzi di protezione antincendio :
Protezione respiratoria per prevenire l’inalazione di fumi e gas in aree poveramente ventilate .
6.
Provvedimenti in caso di dispersione accidentale
6.1
Precauzioni personali:
Non sono richieste speciali precauzioni.
6.2
Precauzioni ambientali:
Non sono richieste speciali precauzioni.
Pagina 2 di 5
7.
Manipolazione ed immagazzinamento
7.1
Manipolazione :
- Mantenere il materiale nel suo imballo originale , togliendolo solo al momento dell’utilizzo .
- Tenere l’area di lavoro pulita . Scarti e frammenti di materiale vanno disposti in appositi
contenitori .
- Assicurarsi una buona ventilazione . Se l’uso del prodotto produce livelli di polvere che
eccedono il limite di esposizione massima prevedere una ventilazione più esaustiva del locale .
- Pulire prontamente ogni spargimento di polvere che può capitare .
- Eliminare la polvere generata pulendo con uno straccio bagnato o con l’aspirapolvere.
7.2
Stoccaggio
- Prima dell’uso , stoccare il materiale nel suo imballo originale.
- Stoccare il materiale in aree dove possa essere protetto dagli agenti atmosferici avversi incluse
le precipitazioni .
8.
Protezione personale/controllo dell'esposizione
Applicare le regolamentazioni locali vigenti .
8.1
Misure pianificate:
Assicurarsi una buona ventilazione nell’area di lavoro.
8.2
Parametri di controllo:
Attenersi alla regolamentazione locale riguardante la concentrazione di particelle di polvere in un ml
di aria .
8.3
Protezione respiratoria:
In caso di ventilazione insufficiente indossare un autorespiratore
8.4
Protezione delle mani:
Sono raccomandati solo i guanti. Non sono necessarie altre protezioni.
8.5
Protezione degli occhi:
Occhiali e maschere facciali solo in caso di sviluppo pesante di polvere .
8.6
Protezione del corpo:
Indossare abbigliamento di lavoro regolare, si raccomanda di lavare e cambiare i vestiti ogni volta
che il tempo di lavoro è finito .
9.
Proprietà fisiche e chimiche
9.1
9.1.1
9.1.2
9.1.3
9.1.4
9.1.5
Aspetto a 20° C
Odore
Punto di ebollizione:
Punto di fusione:
Punto di infiammabilità:
Infiammabilità
Pagina 3 di 5
solido colore nero/grigio
nessun odore
non applicabile
grafite 3000°C
non determinabile
non misurabile
9.1.6
9.1.7
9.1.8
9.1.9
9.1.10
Autoinfiammabilità:
Proprietà esplosive:
Proprietà di ossidazione:
Solubilità in acqua:
Densità di vapore
non infiammabile
non esplosivo
nessuna
trascurabile
non applicabile
10.
Stabilità e reattività
10.1
Stabilità:
Le fibre sono resistenti chimicamente e al calore .
10.2
Condizioni da evitare:
Agenti fortemente ossidanti .
10.3
Rischi di decomposizione del prodotto:
vedi paragrafo 5.
11
Informazioni tossicologiche :
11.1
Grafite orale LD50 ratto > 5 g/kg
Nessun probabile rischio
12.
Informazioni ecologiche
Prodotto stabile senza effetto ambientale avverso . Non è solubile in acqua .
13.
Osservazioni sullo smaltimento
13.1
Smaltimento del prodotto :
Se il materiale non può più essere usato o riciclato può essere disposto come rifiuto solido soggetto
alle locali regolamentazioni. Smaltire secondo vigente normativa nazionale e locale
13.2
Smaltimento dell’ imballo:
Smaltire secondo vigente normativa nazionale e locale
14.
Informazioni sul trasporto :
14.1
Dichiarazione riguardanti la superficie e il trasporto via mare e via aerea :
Il materiale non è una sostanza pericolosa in termini di trasporto nazionale ed internazionale .
14.2
Altre informazioni:
Tenere in luoghi asciutti . Stoccare separatamente dagli alimenti .
Pagina 4 di 5
15.
Informazioni sulla normativa
15.1
Classificazione EC :
Il prodotto non contiene nessuna sostanza chimica pericolosa o dannosa .
15.2
Altre regolamentazioni:
Non sono richieste speciali marcature dagli standard ECC
16.
Altre informazioni
16.1
Dichiarazione:
Le informazioni contenute si riferiscono alle conoscenze del prodotto alla data della presente
scheda. Il prodotto non deve essere utilizzato per scopi diversi da quelli
specificati nella sezione 1 se non dopo aver ricevuto istruzioni scritte sulla manipolazione . E’
responsabilità dell’utilizzatore prendere tutte le misure necessarie per conformarsi alle normative
locali e nazionali.
Questa scheda di sicurezza contiene le informazioni necessarie per la sicurezza sul lavoro, salute e
protezione ambientale .
16.2
Principali fonti bibliografiche
Safety in Use of Mineral and Synthetic Fibers, Occupational Safety and Health Series, International
Labour Office (ILO).
ECDIN : Environmental Chemicals Data and Information Network- Join Research Centre,
Commission of the European Communities
SAX's Dangerous Properties of Industrial Materials - Eight Edition - Van Nostrand Reinold
NIOSH – registry of toxic effects of chemical substances (1983)
INRS : fiche toxicologique
CESIO – Classification and labelling of anionic, nonionic surfactants ( 1990)
Pagina 5 di 5