CARITAS ANTONIANA CARITAS ANTONIANA

Commenti

Transcript

CARITAS ANTONIANA CARITAS ANTONIANA
CARITAS ANTONIANA
CARITAS ANTONIANA
CARITAS ANTONIANA
60
Scelta di alcune aree geografiche particolari nelle quali operare in modo
sistematico allacciando con i partner locali
un rapporto duraturo e garantito di collaborazione per una graduale maturazione
socio-economico-spirituale della popolazione. Si va così a limitare al massimo gli
interventi “a pioggia”.
Micro realizzazioni che rispondano a
bisogni specifici e la cui facilità gestionale
garantisca un futuro di autosufficienza.
Interventi di consistenza economica considerevole abbiano il carattere della eccezionalità e vengano ponderati in
profondità soprattutto per quanto riguarda la futura gestione dell’opera.
Collaborazione con Organizzazioni
Non Governative a progetti complessi ottenendo all’interno di essi la dovuta visibilità e le garanzie del caso.
Appoggio privilegiato ai Missionari e
alla Chiesa locale per la realizzazione di
progetti.
Linee guida operative
La Caritas Antoniana è nata nel 1976
come opera della Provincia religiosa dei
Frati del Santo con la specifica finalità di
attuare l’azione caritativo-promozionale
verso persone o gruppi in situazione di
grave bisogno per promuoverli verso
forme di autosufficienza, usando le risorse
che gli associati del Messaggero di Sant’Antonio e gli altri devoti del Santo mettono a sua disposizione. Nel corso degli
anni l’azione della Caritas Antoniana si è
andata operativamente modificando, privilegiando sempre di più interventi nelle
zone impoverite e in via di sviluppo.
La storia
61
Scuola: costruzione o ristrutturazione
di aule, laboratori, formazione professionale, assegnazione di borse di studio e avviamento al lavoro.
Promozione umana: dall’alfabetizzazione ai corsi di formazione professionale
e sanitaria, dalle reti di tutela per minori e
gruppi sociali svantaggiati all’avviamento
di attività per lo sviluppo economico comunitario.
Salute: non solo costruzione di dispensari e ambulatori ma anche formazione
professionale e acquisto di attrezzature e
medicinali.
Accesso all’acqua: costruzione di acquedotti, pozzi e cisterne.
Accesso alla casa: costruzione di alloggi
unifamiliari e centri di accoglienza per categorie svantaggiate.
Le aree di intervento
Sono oltre 40 le nazioni sparse nei 5
continenti che ricevono ogni anno l’aiuto
della solidarietà antoniana.
Dei circa 150 interventi annuali della
Caritas Antoniana, beneficiari in maggioranza sono i bambini; seguono le donne,
le famiglie, le persone svantaggiate come
malati gravi,anziani, disabili, gruppi etnici
e sociali emarginati.
Progetti e paesi coinvolti
Finanziamento di borse di studio di
ogni ordine e grado inserite in un progetto locale di sviluppo culturale.
Scelta di tematiche che diano una certa
unitarietà ai progetti da realizzare nel
corso dell’anno sociale.
Interventi mirati, in occasioni di calamità e disastri naturali o simili.
CARITAS ANTONIANA
CARITAS ANTONIANA
62
CARITAS ANTONIANA
Via Donatello, 21 - 35123 Padova
Tel. 049.657421 - Fax 049.8225650
www.caritasantoniana.org
Conto corrente postale C/C 12 74 23 26
Intestato a: P.P.FMC Caritas S.Antonio Onlus
Basilica del Santo, via Donatello, 21
35123 Padova
La maggior parte dei progetti approvati ottengono finanziamenti inferiori ai
10 mila euro. Circa l’81 % sono progetti di
sviluppo, mirano cioè a eliminare dalla radice una o più cause di povertà, dando ai
poveri la possibilità di essere attori del
proprio sviluppo.
Il 19 % sono invece i progetti di pura
assistenza, cioè le risposte a problemi che
non hanno facili soluzioni strutturali,
come fame e denutrizione, assistenza a
malati e orfani dell’aids, anziani abbandonati e disabili gravi.
Microprogetti di sviluppo
Microcredito: prestito di piccole
somme per avviare microattività economiche familiari.