LA GRANDE FESTA Dacia Maraini Rizzoli Da anni Dacia Maraini

Commenti

Transcript

LA GRANDE FESTA Dacia Maraini Rizzoli Da anni Dacia Maraini
LA GRANDE FESTA
Dacia Maraini
Rizzoli
Da anni Dacia Maraini lavora a un libro che rifletta sul senso dell’uomo e sul suo passaggio nel mondo. Un
libro in cui il passato si intrecci al presente. Un libro che accolga le persone care che hanno segnato la sua
vita con l’amore dato e ricevuto, e oggi continuano a vivere nel “giardino dei pensieri lontani”: la sorella
Yuki, il padre Fosco, il grande amore Alberto Moravia, il carissimo amico Pier Paolo Pasolini, l’ultimo
compagno Giuseppe Moretti, rapito troppo giovane da una malattia crudele. Un libro intenso e
appassionato che mescola affetti privati e pubblici, in cui la memoria diventa l’occasione per comprendere
quanto siano unici e speciali i doni che ci vengono fatti dalle persone che amiamo. Perché chi non c’è più ha
sempre qualcosa da dirci.
HO IL TUO NUMERO
Sophie Kinsella
Mondadori
Cosa accade se ti scippano il telefonino e tutta la tua vita è lì dentro? Ti senti persa, naturalmente. È quello
che capita a Poppy, una scombinata fisioterapista prossima alle nozze con un affascinante docente
universitario. Proprio quando il telefono le serve per una faccenda a dir poco urgente! Perché tra le altre
cose, nel bel mezzo di una festa con le amiche ha appena perso il suo prezioso anello di fidanzamento, uno
smeraldo come non ne ha mai visti nella sua intera esistenza. Poppy è nel panico, e mentre cerca
affannosamente l'anello perduto cosa vede in un cestino dei rifiuti? Un cellulare nuovo di zecca che sembra
aspettare proprio lei. È un attimo. Ed è suo. Non può permettersi il lusso di rimanere scollegata, non in
questo momento. Ma di chi è quel telefono? E a cosa si riferiscono gli strani messaggi che riceve? Poppy
non ha il tempo di farsi troppe domande. Ha un anello da ritrovare, un matrimonio da organizzare e
qualche cosuccia in sospeso con i suoi futuri suoceri. Ma non sa che quel telefono e lo sconosciuto con cui si
troverà a condividerlo le metteranno a soqquadro la vita...
TRE ATTI E DUE TEMPI
Giorgio Faletti
Einaudi
Io mi chiamo Silvano ma la provincia è sempre pronta a trovare un soprannome. E da Silvano a Silver la
strada è breve". Con la sua voce dimessa e magnetica, sottolineata da una nota sulfurea e intrisa di
umorismo amaro, il protagonista ci porta dentro una storia che, lette le prime righe, non riusciamo piú ad
abbandonare. Con "Tre atti e due tempi" Giorgio Faletti ci consegna un romanzo composto come una
partitura musicale e teso come un thriller, che toglie il fiato con il susseguirsi dei colpi di scena mentre ad
ogni pagina i personaggi acquistano umanità e verità. Un romanzo che stringe in unità fili diversi: la
corruzione del calcio e della società, la mancanza di futuro per chi è giovane, la responsabilità individuale, la
qualità dell'amore e dei sentimenti in ogni momento della vita, il conflitto tra genitori e figli. E intanto,
davanti ai nostri occhi, si disegnano i tratti affaticati e sorridenti di un personaggio indimenticabile. Silver,
l'antieroe in cui tutti ci riconosciamo e di cui tutti abbiamo bisogno.
COME SASSO NELLA CORRENTE
Mauro Corona
Mondadori
In una stanza immersa nella penombra una donna ancora bella, giunta all’autunno della vita, si muove
lentamente appoggiandosi a un bastone. Intorno a lei, una distesa di sculture. La donna le sfiora e insegue il
ricordo, struggente e dolcissimo, di un uomo molto amato. Un uomo schivo, selvatico, che però ha saputo
rendere eterno nel legno il sentimento che li ha indissolubilmente legati. Ogni statua è memoria: un
prezioso momento trascorso insieme o un episodio della vita avventurosa che quell’uomo ha vissuto e
amava condividerle con lui. Il racconto crepuscolare e delicato di un amore potente, tenacemente sottratto
al logorio del quotidiano, alimentato di attesa e desiderio: e se fosse questo l’unico modo in cui l’essere
umano, creatura perennemente insoddisfatta, può ambire alla felicità?
IL TEMPO E’ UN BASTARDO
Jennifer Egan
Minum Fax
"Il tempo è un bastardo" è un romanzo insolito, formato da una serie di racconti eterogenei per
ambientazione e stile, ma collegati dal ricorrere degli stessi personaggi. Al centro ci sono Bennie Salazar, ex
musicista punk e ora discografico di successo, e il suo fidatissimo braccio destro Sasha, una donna di polso
ma dal passato turbolento. Le loro storie si snodano fra la San Francisco underground di fine anni Settanta
e una New York prossima ventura in cui gli sms e i social network strutturano le emozioni collettive,
passando per improbabili ascese sociali e matrimoni falliti, fughe adolescenziali nei bassifondi di Napoli,
scommesse azzardate ma vincenti su musicisti dati troppe volte per finiti. Intorno a Bennie e Sasha si
compongono le vicende delle loro famiglie, dei loro amici, dei loro mentori: una costellazione di
coprotagonisti indimenticabili grazie alla quale la Egan riesce a raccontare le degenerazioni isteriche del
giornalismo e dello star-system, la pericolosa meraviglia delle droghe psichedeliche, le delicate dinamiche
emotive di un bambino autistico nella provincia americana del futuro
SANGUE, FERRO E ORO
Christian Wolmar
L’apertura della ferrovia Liverpool-Manchester, nel 1830, ha segnato l’inizio di una rivoluzione senza
precedenti nella storia del trasporto delle persone e delle merci. Sangue, ferro e oro racconta l’enorme
impatto del rapido diffondersi delle ferrovie nel mondo. Da Panama al Punjab, dalla Siberia all’Italia,
Christian Wolmar descrive la visione e la determinazione dei pionieri che hanno sviluppato le strade ferrate
che avrebbero attraversato interi continenti, e il lavoro delle centinaia di migliaia di operai che hanno patito
condizioni di vita e di lavoro al limite dell’umana sopportazione per costruire questa rete globale. È la prima
volta che questa storia avventurosa viene raccontata in un libro accessibile al grande pubblico. Wolmar
dimostra come l’affermarsi della ferrovia abbia stimolato gesta audaci di ingegneria civile e militare,
innovazioni architettoniche e una nuova concezione del movimento delle persone e delle merci su scala
globale. Descrive quanto le culture si arricchirono – o furono distrutte – da questo successo inesorabile, e
come la ferrovia abbia giocato un ruolo fondamentale nella storia del capitalismo moderno, nel diffondersi
dei conflitti sociali, in almeno due guerre mondiali e nella messa in atto della Shoah. Sangue, ferro e oro
ricostruisce dunque il ruolo della ferrovia nel diffondersi della modernità – con le sue opportunità di
trasformazione e le sue immani tragedie – come abbia contribuito a plasmare il mondo così come lo
conosciamo e quanto ancora possa contribuire al nostro futuro.
FARMAKILLER
Stefano Apuzzo – Marcello Baraghini
Stampa Alternativa
I danni collaterali da farmaci sono la quarta causa di morte in America. Farmakiller è il libro verità sui rischi
che corre ogni giorno la nostra salute a causa dei farmaci e della "medicalizzazione" della società. Una
denuncia documentata dei danni irreparabili e delle morti causate dalla medicina ufficiale. Un colossale
business costruito tutto sulla pelle dei malati e delle persone sane, avvalorato da "camici sporchi" e dalle
tante Wanna Marchi della medicina e della scienza che piazzano ogni anno nuovi, inutili prodotti o
costruiscono nuove carriere. Chi ne fa le spese siamo noi consumatori e utenti secondo il principio che "la
cura è peggio del male". Un libro indispensabile per chi tiene alla salute propria, delle persone care e non
ha alcuna intenzione di "farsi ammalare".
UN NATALE IN GIALLO
Testi di Gian Mauro Costa, Carlo Flamigni, Alicia Giménez-Bartlett, Marco Malvaldi, Ben Pastor, Santo
Piazzese, Francesco Recami
Sellerio
I nostri più amati investigatori a fine anno si imbattono inevitabilmente nel Natale. Festa che, si sa, invece
di pacificare gli animi li arroventa, forse perché la tradizione ha lasciato posto ai riti dei consumi. Sono
detective per mestiere - come Petra Delicado e Fermín Garzón, i protagonisti dei romanzi di Alicia GiménezBartlett, o il commissario Spotorno, con l’amico La Marca, creature di Santo Piazzese - ma più spesso si
tratta di dilettanti, come Enzo Baiamonte, l’elettrotecnico del quartiere Olivuzza di Palermo disegnato da
Gian Mauro Costa o Primo Casadei detto Terzo, personaggio dei gialli di Carlo Flamigni, o i vecchietti del
BarLume inventati da Marco Malvaldi, e il più recente Amedeo Consonni pensionato abitante nella casa di
ringhiera ideata da Francesco Recami. Un posto a parte tocca a Martin Bora, ufficiale della Wehrmacht ma
con capacità di indagine degne dei più scaltri detective. Cosa succede a Natale a Petra Delicado, allergica
alle riunioni di famiglia? E i vecchietti di Pineta diserteranno il BarLume? La Marca rinunzierà al suo giro per
Palermo? Solitamente alle prese con casi e inchieste, gli investigatori sono qui colti nel giorno di festa che,
atteso tutto l’anno, finisce per acuire le tensioni. Eccoli alle prese con il Natale, i suoi miti e i suoi riti, in
sette romanzi brevi brillanti, ironici, amari.
DRITTO AL CUORE
Flavia Pennetta
Mondadori
La prima giocatrice italiana a entrare nella top ten delle tenniste mondiali si chiama Flavia Pennetta. La
conoscono tutti perché, oltre a essere un talento sportivo formidabile, è una ragazza molto carina, spigliata,
senza peli sulla lingua: un personaggio da prima pagina. Simpatica alle donne e desiderata dagli uomini. Fra
allenamenti e tornei in giro per il mondo, in questa autobiografia Flavia racconta di sé, delle sue passioni,
dei suoi uomini, della movida barcellonese dove vive e si allena, della sua famiglia d'origine e di tutto ciò
che ha fatto di lei una star. Un libro fresco e divertente dove lo sport è solo un pretesto per raccontare
l'anima e il carattere di una ragazza molto tosta.
PERCHE CI ODIANO
Paolo Barnard
Bur
Il terrorismo è un’arma che anche noi occidentali abbiamo usato e diffuso in tutte le regioni del mondo per
rovesciare regimi, imporre politiche, stabilire nuovi rapporti economici. Esistono le prove, i documenti.
Come sempre, basta avere un po’ di tenacia e coraggio. E allora si scopre che chi afferma la legalità e il
diritto è il primo a non rispettare i diritti delle persone e a usare la violenza. In tutti i modi, anche i più
atroci. Americani, inglesi, russi in prima linea. Ma anche israeliani. Stati canaglia sono tutti coloro i quali
ospitano e proteggono terroristi. Peccato che Stati Uniti e Gran Bretagna siano i primi a farlo. Due pesi e
due misure. Dove sta la credibilità dell’Occidente? Barnard racconta anche che cos’è il terrorismo islamico,
come è cresciuto e chi sono oggi i grandi terroristi.... Un libro di storie, racconti, viaggi, incontri pericolosi.
RACCONTI DI PARETI E SCALATORI
A cura di Marco Albino Ferrari
Einaudi
L'alpinismo è scalare una montagna. Dalla sua nascita, nell'800, ha mutato via via di significato per
diventare, da semplice esplorazione, pura sfida: contro la montagna, la natura e gli altri scalatori, alla
conquista delle pareti più difficili. Letterariamente, una grande forma di epica contemporanea: le scalate
sono di fatto un'attività "invisibile", avventure estreme ma prive di spettatori, che al ritorno chiedono a
gran voce di essere raccontate. Così, anche grazie alla penna di scrittori come Fosco Maraini e Ugo De
Amicis, all'importanza delle scalate si aggiunge il piacere della lettura. "Racconti di pareti e scalatori" narra
di conquiste memorabili, di tragedie sfiorate che, racconto dopo racconto, delineano una vera storia
dell'alpinismo: dalle Alpi all'Himalaya, fino alla California. I racconti autobiografici dei più grandi (e i più
letti) alpinisti di sempre: Walter Bonatti, Reinhold Messner, Jon Krakauer. Ma anche: Massimo Mila, Leslie
Stephen (il padre di Virginia Woolf), Giusto Gervasutti, Riccardo Cassin, Cesare Maestri.

Documenti analoghi