IIS Via Capo Sperone

Commenti

Transcript

IIS Via Capo Sperone
ITIS Faraday
PROGRAMMA SVOLTO Materia: Impianti Classe: V AES A.S. 2014/15
Prof. : Iannetta Simone
Manuale utilizzato : Manuale di elettrotecnica e automazione , G. Ortolani
E. Venturi (Hoepli)

ENTI
o
o
o

DEFINIZIONI RELATIVE AGLI IMPIANTI E CLASSIFICAZIONE DEI SISTEMI ELETTRICI
o Definizione di impianto elettrico, impianto utilizzatore, circuito elettrico, sistema
elettrico, sistema elettrico di potenza, sistema di produzione, trasmissione, distribuzione
e utilizzazione, tensione nominale ;
o classificazione dei sistemi elettrici in funzione della tensione nominale;
o classificazione dei sistemi elettrici in base al collegamento a terra in TT, TN, IT ;
o invecchiamento dell’isolante: principali cause di perdite di potenza;
o diagramma di carico;
o corrente d’impiego;
o fattore di utilizzazione e fattore di contemporaneità;
o potenza convenzionale dei gruppi prese e di gruppi di motori;
o calcolo della potenza convenzionale totale di un impianto.

DESIGNAZIONE E DIMENSIONAMENTO DELLE CONDUTTURE ELETTRICHE
O Definizione di linea elettrica e conduttura elettrica;
O principali modalità di realizzazione di una conduttura: linee aeree, linee in cavo e
condotti a sbarre;
O circuito equivalente a parametri concentrati di una linea: calcolo della resistenza di linea,
reattanza di servizio, suscettanza di servizio e conduttanza di dispersione;
O modello a parametri trasversali trascurabili;
O caduta di tensione, potenza persa e rendimento;
O cavi elettrici: struttura e principali caratteristiche ;
O portata dei cavi: modalità di posa, calcolo della portata effettiva di cavi in posa in aria e
posa interrata;
O designazione dei cavi elettrici armonizzati e non armonizzati;
O criteri di scelta dei cavi, calcolo della sezioni dei conduttori con il criterio della perdita
di potenza ammissibile, il criterio della caduta di tensione ammissibile e il metodo della
caduta di tensione unitaria;
O sezioni minime secondo norme CEI.
O dimensionamento di montanti e circuiti terminali.

SOVRACORRENTI E DISPOSITIVI DI PROTEZIONE
O Definizioni: corrente di sovraccarico e di corto circuito;
O sollecitazione termica per sovraccarico, curva ideale di riscaldamento;
O corrente di corto circuito;
O sollecitazioni causate dalla corrente di corto circuito;
O definizione di apparecchio di manovra e di sezionatore;
O interruttori per BT e MT.
NORMATORI E LEGISLAZIONE RIGUARDANTE IL SETTORE ELETTRICO
Definizioni di normalizzazione, unificazione e armonizzazione;
enti: normatori IEC, CEI, CENELEC;
richiamo delle principali leggi riguardante il settore elettrico e marchi di conformità.
1
O dispositivi di protezione magnetotermici e fusibili;
O caratteristiche d’intervento e caratteristiche funzionali;
O protezione delle condutture contro i sovraccarichi e contro i corto circuiti, prescrizioni
normative;
O determinazione della corrente di corto circuito nel caso di linea monofase e trifase;
O corrente minima di corto circuito;
O selettività nelle protezioni dalle sovracorrenti: selettività totale e parziale, selettività
amperometrica e cronometrica, selettività tra interruttori differenziali.

PROTEZIONE CONTRO I CONTATTI DIRETTI E INDIRETTI
O Definizioni di: contatto diretto e indiretto, massa e massa estranea, isolamento
principale, funzionale e supplementare;
O classificazione dei componenti in relazione al sistema di protezione adottato contro i
contatti indiretti;
O gradi di protezione IP degli involucri;
O effetti della corrente elettrica circolante nel corpo umano;
O curve di pericolosità della corrente, tensione di contatto e curve di sicurezza della
tensione;
O impianto di terra: parti costituenti e dimensionamento dell’impianto di terra;
O protezione dai contatti indiretti: protezione dai contatti indiretti mediante interruzione
automatica dell’alimentazione nei sistemi TT, TN, IT;
O protezione dai contatti indiretti senza interruzione automatica dell’alimentazione;
O protezione contro i contatti diretti.

CABINE ELETTRICHE
O definizioni e classificazioni;
O lato media tensione, dimensionamento dei componenti MT;
O trasformatori: tipi utilizzati, caratteristiche elettriche;
O lato bassa tensione, dimensionamento dei componenti BT;
O protezioni nelle cabine.

RIFASAMENTO
O Rifasamento monofase e trifase: calcolo della potenza reattiva capacitiva e della
capacità;
O modalità di rifasamento: distribuito, per gruppi, centralizzato a potenza costante,
centralizzato a potenza modulabile;
O principali caratteristiche dei banchi rifasatori e scelta dei dispositivi di manovra e
protezione.
Roma, 10 MAGGIO 2015
Firma
2