giocando con la matematica

Commenti

Transcript

giocando con la matematica
GIOCANDO CON LA MATEMATICA
La matematica non è solo rigore e formule ma anche gioco, intuizione, strategia e fantasia. Ecco
quello che serve per superare i Giochi matematici d’autunno proposti dal centro Pristem
dell’Università Bocconi di Milano. La nostra scuola da anni aderisce a questa proposta per
avvicinare i ragazzi alla matematica anche in modo ludico e competitivo. In fin dei conti molti
problemi possono essere risolti con un po’ di fantasia e con quell’intuizione che solo i ragazzi
hanno. Ecco allora che un quesito, proposto in modo divertente, diventa un semplice scalino da
superare con curiosità, talvolta eleganza, per salire sempre più in alto.
Durante la competizione, svoltasi nella scuola media di Barbarano Vicentino martedì 17/11/2015, i
ragazzi delle 12 classi si sono trovati di fronte a 8 quesiti che coinvolgevano il gioco dei dadi o le
freccette, una regata con 6 barche o la festa per un compleanno, dei magici percorsi o delle
architetture strane. Tutto questo per stimolare la loro curiosità e la voglia di mettersi in gioco.
Sono 10 i finalisti e parteciperanno alle semifinali dei Giochi matematici a Vicenza sabato 12
marzo. Tra le classi prime si sono distinti Raimondo Davide (1^A) e Fedrigo Beatrice (1^B). Per le
seconde si sono qualificati Farcas Serena (2^A), Rigon Matilde (2^A), Stacchio Gioele (2^A) e
Tonin Luca (2^D). Infine per le terze troviamo Frescurato Matteo (3^A), Zanella Linda (3^B),
Fabbian Francesco (3^D) e Sambugaro Greta (3^D). Alcuni di loro avevano vinto la gara d’istituto
anche l’anno scorso e la loro riconferma indica che quando l’intuito c’è, si hanno sempre grandi
possibilità di emergere.
A tutti loro auguriamo di partecipare divertendosi a questa selezione a Vicenza e, perché no, di
qualificarsi per la finale nazionale a Milano il 14 maggio. Anche un gioco può sempre aprire grandi
opportunità.
La referente
Graziotto Romina

Documenti analoghi