Graziani Alessandro

Commenti

Transcript

Graziani Alessandro
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Al Tribunale di Roma
Sezione IV-Bis civile esec. Mobiliare
G. E. Barbara Bandini
Consulenza tecnica nel
procedimento R.G. 39215/12
xxxx xxxxx xxx
vs
xxxx xxxx x xxxxx xxxx
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Tribunale di Roma
Sezione IV-Bis civile esec. Mobiliare
G. E. Barbara Bandini
PERIZIA AUTENTICATIVA
1) PREMESSA
1.1)
che con ordinanza dell’Ill.mo Giudice Dott. Barbara Bandini emessa all’udienza del 28.05.2013 il sottoscritto
Graziani Alessandro, prestava giuramento di correttamente adempiere all’incarico di consulente tecnico nel
contenzioso promosso dalla società xxxxx xxxxx xxx, creditrice pignorante, contro xxxxx xxxx x xxxxx
xxxxxxx.
Il Giudice Dott. Barbara Bandini ha posto il seguente quesito:
“lo stimatore, rediga una relazione dattiloscritta riportante la fotografia, la descrizione, il valore commerciale
e quello intrinseco dei singoli beni. “
1.2)
il tribunale ha concesso al C.T.U. 14 giorni dall’inizio delle operazioni peritali, che inizieranno il 15.10.2013
alle ore 13.30 presso gli Uffici della Cancelleria, per il deposito della relazione.
Il C.T.U., esaminati i beni, gli atti ed i documenti di causa, presenta la propria relazione di consulenza tecnica.
2) ATTIVITÀ SVOLTE
2.1)
in data 15.10.2013, in conformità a quanto stabilito dal Giudice Dottoressa Barbara Bandini hanno avuto inizio
le operazioni peritali relative alla causa presso gli Uffici della Cancelleria della IV sez. Mobiliare ove sono
custoditi i preziosi. Il sottoscritto, al fine di effettuare indagini specifiche sul materiale oggetto di pignoramento
e dopo aver visionato le caratteristiche ed accertato l’originalità, ha effettuato le fotografie di supporto
all’attività.
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
3) METODOLOGIA DI LAVORO
3.1)


Il metodo seguito nella compilazione della perizia è determinato, in primo luogo, dall’identificazione degli
oggetti e in base all’analisi delle caratteristiche dei singoli beni, dall’assegnazione di un valore medio
commerciale alla data 15.10.2013. Il criterio per la determinazione del valore è consistito nel reperire una
soddisfacente quantità d’elementi comparativi di supporto, quali le informazioni di grossisti specializzati, i siti
del settore italiani, ed in base alla mia personale esperienza nel settore della gioielleria. La stima si è basata,
inoltre, sulla comparazione di beni simili o prossimi in base ai seguenti aspetti: caratteristiche tipologiche,
materiali impiegati,caratteristiche di pregio e rarità, oltre ad eventuali deduzioni e/o incrementi sul valore
dovuto allo stato d’uso. I succitati aspetti hanno permesso di definire un quadro sufficientemente attendibile dei
beni oggetto di perizia.
Il materiale è stato sottoposto ad esami necessari per stabilire la qualità, il peso.
Gli strumenti utilizzati sono:
Microscopio
Bilancia di precisione
Queste sono state tutte le strumentazioni che il Perito ha ritenuto opportune e indispensabili nel corretto
svolgimento delle sue mansioni.
3.2)
Nella valutazione del C.T.U. viene preso in considerazione se gli oggetti sono in :
Perfetto stato di conservazione ( presumibilmente nuovo )
Ottimo (presumibilmente nuovo, o usato con lievissimi difetti e abrasioni )
Buono (nuovo od usato con difetti e abrasioni ),
Medio (usati con evidenti difetti e abrasioni )
Scarso (usati con gravi difetti e abrasioni)
3.3)
Elementi di valutazione per la selezione delle perle coltivate:






La qualità della perlagione
La luminosità
La superficie
La forma
Il colore
La dimensione
La qualità della perlagione è un parametro molto rilevante in quanto determina lo stato di salute delle perle coltivate,
ed in particolare delle perle con nucleo (perle Akoya, perle South Sea, perle Tahiti).
La valutazione della Luminosità è una fase molto importante per la certificazione delle perle coltivate e, anche se
alcuni parametri sono osservabili già ad occhio nudo, solo un consulente esperto saprà fornire un’effettiva analisi della
qualità delle perle. In linea di massima, le perle di coltura dall’intensa luminosità hanno un aspetto vellutato, un’oriente
scintillante, e un buon grado di iridescenza, mentre le perle dalla scarsa brillantezza appaiono opache, pallide e
lattiginose. Nelle perle coltivate, la lucentezza è data dal grado di perlagione, ovvero dalla quantità di strati di
conchiolina sovrapposti sul nucleo innestato (in media dal 20% al 30% del diametro totale). Così, un maggior spessore
determina una maggiore lucentezza, ma implica anche una durata superiore delle perle, in quanto la solidità del nacre
ritarda considerevolmente la consunzione degli strati superficiali.
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Classificazione della luminosità delle perle coltivate
Varietà perle
Luminosità
ALTISSIMA, le Akoya sono considerate le perle più luminose del mondo, vantano un’oriente
Perle Akoya
spettacolare ed una brillantezza dolce e vellutata.
MEDIA, in genere le Freshwater hanno una brillantezza discreta, ma spesso si raggiungono luminosità
Perle
Freshwater buone o ottime.
Perle South ALTA, le South Sea sono perle molto luminose, caratterizzate da una lucentezza maestosa e da un buon
oriente.
Sea
MEDIO – ALTA, le Tahiti sono perle abbastanza luminose, apprezzate soprattutto per la forte iridescenza
Perle Tahiti
e i riflessi multicolore.
In generale, lo strato perlifero dovrebbe essere il più possibile privo di caratteristiche di superficie, quali graffi,
depositi, screpolature, escrescenze, grinze e macchie di colori. Più la perla è liscia, più è pregiata; ogni piccola
imperfezione abbassa il prezzo di mercato.
Le perle giapponesi della varietà Akoya sono le perle di coltura mediamente più omogenee. Bisogna comunque
ricordare che le perle coltivate sono creazioni della natura e solo in casi rari presentano una superficie assolutamente
perfetta ed impeccabile.
La perizia della forma delle perle di coltura.
Le perle di coltura presentano innumerevoli forme, commercialmente suddivise in regolari (sferiche, semi-sferiche, a
bottone, a goccia, ovali) ed irregolari (barocche e cerchiate). La forma è un fattore decisamente rilevante nella
valutazione delle perle coltivate: più una perla è simmetrica e più alto è il suo valore. La forma delle perle coltivate è
dettata dalla casualità della natura e solo una percentuale del raccolto (diversa a seconda della varietà) presenta forme
perfettamente sferiche. Nelle perle coltivate d’acqua salata (Akoya, South Sea e Tahiti), l’innesto di un nucleo rigido
dalla forma rotonda favorisce la crescita regolare della perlagione mentre nelle perle d’acqua dolce senza nucleo
(Freshwater) le forme sono tendenzialmente più irregolari.
Classificazione delle forme delle perle coltivate
Forma
Descrizione
Perle sferiche
Perle dalla forma perfettamente rotonda. Sono rarissime le perle naturali dalla forma
sferica, mentre le perle di coltura, e in particolare le perle Akoya, raggiungono
spesso una rotondità impeccabile.
Perle
semisferiche
Perle coltivate o perle naturali con forma sferica aventi uno scarto nel diametro
minimo, compreso tra il 2% ed il 5%. Frequentemente, le perle semisferiche già
montate su gioielli appaiono all’osservatore delle perle sferiche.
Perle a
bottone
Perle coltivate o perle naturali dalla forma piatta, abbottonata. Sono particolarmente
apprezzate per orecchini e anelli in quanto risultano poco sporgenti e quindi più
discrete.
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Forma
Descrizione
Perle a goccia
Perle coltivate o perle naturali con forma a goccia. Sono molto ricercate e costose le
perle a goccia perfetta, in gergo dette perle a lacrima, caratterizzate da una forma
non troppo allungata e non troppo schiacciata.
Perle ovali
Perle coltivate o perle naturali dalla forma simile a quella dell’uovo, avente la parte
superiore simmetrica a quella inferiore. Le perle ovali particolarmente proporzionate
sono molto apprezzate.
Perle
barocche
Perle coltivate o perle naturali, dalla forma irregolare, indefinita. In genere le perle
barocche hanno prezzi modesti e sono apprezzate nelle modellazioni di gioielli
artistici, dal design fantasioso e creativo. Sono dette anche perle scaramazze.
Perle
cerchiate
Perle coltivate o perle naturali di forma irregolare, caratterizzate da delle cerchiature
evidenti o appena accennate. Sono tra le perle meno costose del mercato.
Colore
La selezione e l’importazione diretta delle perle coltivate
La colorazione delle perle coltivate non è un fattore fondamentale per la selezione del prodotto e in fase d’acquisto la
valutazione del selezionatore si basa principalmente sulle specifiche richieste del cliente. I colori di base delle perle di
coltura sono una decina (accompagnati da un’infinita gamma di sfumature tra una tinta e l’altra) e derivano dal
pigmento presente nelle valve dell’ostrica produttrice. Alcune colorazioni sono più pregiate di altre, ad esempio le perle
South Sea dorate (perle Gold) e le perle Tahiti color pavone (perle Peacock) sono decisamente ricercate e preziose.
Nell’ambito dei colori, ogni mercato ha le sue particolari preferenze: in Europa piacciono molto il bianco argentato e il
crema rosato, negli Stati Uniti si preferiscono il rosa e il rosa argentato, mentre in Sud America sono predilette le tinte
dorate.
Classificazione dei colori più diffusi:




Perle Akoya
Perle Freshwater
Perle South Sea
Perle Tahiti
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Dimensioni
La perizia delle dimensioni delle perle coltivate
Le dimensioni delle perle coltivate vengono misurate con calibri di precisione, capaci di calcolare il diametro delle perle
in centesimi di millimetro. La calibratura è un passaggio fondamentale per la selezione e la classificazione delle perle
coltivate: più una perla è grande, più alto è il suo valore commerciale. Per comprendere questo meccanismo, bisogna
considerare che le dimensioni delle perle di coltura sono determinate da moltissime variabili (il clima, il periodo di
permanenza in acqua, le qualità nutrizionali del plancton…) e in ogni caso, produrre una perla molto grande è sempre
difficile per l’ostrica, qualunque essa sia.
Classificazione delle dimensioni delle perle di coltura
Diametri
Da 6,5 a 7,0
mm
Da 7,0 a 7,5
mm
Da 8,0 a 5,5
mm
Da 9,0 a 10,0
mm
10,0 mm e
oltre
Descrizione
È la misura più comune in assoluto, crea gioielli versatili, adatti alle giovani donne e alle signore che
preferiscono ornamenti discreti, non troppo appariscenti.
È la misura più classica per le collane di perle, crea gioielli di valore, perfetti per le spose o da donare in
occasioni importanti.
È la misura del lusso e dell’eleganza, crea gioielli di grande pregio, adatti alle donne che amano il lusso
e la raffinatezza.
È una misura rara e stupefacente, crea gioielli molto pregiati, ideali per un dono maestoso ed
estremamente prezioso.
È una misura molto rara, quasi introvabile, crea gioielli preziosissimi e decisamente costosi perché
composti da perle di altissima gamma.
Metodologie di Valutazione
Saper valutare con precisione il valore di un gioiello risulta anche al più esperto dei Periti un operazione tutt’altro che
facile.
Innanzi tutto si fa presente che esiste una forte discrasia tra il valore “Commerciale”, inteso come il prezzo che il
privato paga all’acquisto comprensivo di I.V.A. al 22% e guadagno del venditore, e il valore “Patrimoniale”, ossia il
reale costo dei metalli nobili presenti e dell’eventuali pietre preziose incastonate.
Il compito del Perito è quello di individuare il prezzo di realizzo dei beni esaminati, sul mercato professionale, alla data
odierna.
*Note: Le valutazioni si basano sull’esame visivo e con l’ausilio del microscopio. Impossibile determinare la
provenienza delle perle se non attraverso una serie di analisi molto approfondite e complesse che avrebbero un costo
sensibilmente superiore al valore degli oggetti. Le perle potrebbero essere di provenienza Cinese o Giapponese.
Dall’analisi effettuata, si propende per la provenienza giapponese di bassa qualità successivamente trattata.
Trattamento : Tintura, trattamento finalizzato a modificare artificialmente il colore delle perle tramite l’uso di agenti
coloranti chimici
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Conclusioni:
I valori sotto indicati sono divisi in :
Valore al libero commercio ( vendita al dettaglio di oggetti simili o uguali all’oggetto periziato ) , Valore di stima
(vendita presso aste giudiziarie).
I reperti, per la ricerca di mercato, lo studio, le prove e analisi di laboratorio per le identificazioni dei punti dal n° 01 al
n° 05 hanno:
Valore di cartellino
7.520,00 €
Valore di stima
1.905,00 €
In occasione della consegna della perizia si restituiscono i reperti nello stato di fatto in cui l’ho ricevuti dalla cancelleria
del Tribunale competente.
Con preghiera alla Cancelleria di ricevere a mezzo e-mail : [email protected] oppure
[email protected] la comunicazione della liquidazione della parcella.
Ritenendo di aver assolto all’incarico ricevuto e di aver fedelmente e lealmente risposto, anche secondo il principio di
verità, mi rendo disponibile per ogni ulteriore chiarimento.
Si allega cd.
La perizia è composta di n° 11 pagine.
Roma 15 ottobre 2013
Il C.T.U.
Graziani Alessandro
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Descrizione e valutazione dei preziosi
Lotto 01
Numero 145 perle sciolte Mabè di varie misure dai 12 ai 15 mm di diametro.
Trattamento : Tintura (trattamento finalizzato a modificare artificialmente il colore delle perle tramite l’uso di agenti
coloranti chimici), difetti evidenti – lucentezza : media, forma : sferica - colore grigio chiaro - strato di perlagione :
sottile / molto sottile.
Valore Commerciale 4.300,00 €
Valore di stima 1.100,00 €
Lotto 02
Numero 33 perle sciolte Tahiti barocche colore grigio di varie misure dai 12 ai 15 mm di diametro
Trattamento : Tintura (trattamento finalizzato a modificare artificialmente il colore delle perle tramite l’uso di agenti
coloranti chimici), difetti evidenti – lucentezza : media, forma : sferica - colore grigio chiaro - strato di perlagione :
sottile / molto sottile
Valore Commerciale 1.320,00 €
Valore di stima 330,00 €
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Lotto 3
Filo diperle coltivate giapponesi Akoya (dal nome dell’ostrica Akoya-gai), privo di chiusura.
Misure :7,0 mm , Trattamento : Tintura (trattamento finalizzato a modificare artificialmente il colore delle perle tramite
l’uso di agenti coloranti chimici), difetti evidenti – lucentezza : media, forma : sferica - colore grigio - strato di
perlagione : sottile / molto sottile.
Valore Commerciale 300,00 €
Valore di stima 75,00 €
Lotto 3°
Filo di perle qualità Akoya di mar Filo diperle coltivate giapponesi Akoya (dal nome dell’ostrica Akoya-gai), privo di
chiusura.
Misura: 7,0 mm , Trattamento : Tintura (trattamento finalizzato a modificare artificialmente il colore delle perle tramite
l’uso di agenti coloranti chimici), difetti evidenti – lucentezza : media, forma : sferica - colore grigio - strato di
perlagione : sottile / molto sottile.
Valore Commerciale 300,00 €
Valore di stima 75,00 €
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Lotto 3B
Filo di perle qualità Akoya di mar Filo diperle coltivate giapponesi Akoya (dal nome dell’ostrica Akoya-gai), privo di
chiusura.
Misura: 7,0 mm , Trattamento : Tintura (trattamento finalizzato a modificare artificialmente il colore delle perle tramite
l’uso di agenti coloranti chimici), difetti evidenti – lucentezza : media, forma : sferica - colore grigio - strato di
perlagione : sottile / molto sottile.
Valore Commerciale 300,00 €
Valore di stima 75,00 €
Lotto 4
Filo di perle qualità Akoya di mar Filo diperle coltivate giapponesi Akoya (dal nome dell’ostrica Akoya-gai), privo di
chiusura.
Misura: 8,5 mm , Trattamento : Tintura (trattamento finalizzato a modificare artificialmente il colore delle perle tramite
l’uso di agenti coloranti chimici), difetti evidenti – lucentezza : media, forma : sferica - colore grigio - strato di
perlagione : sottile / molto sottile.
Valore Commerciale 500,00 €
Valore di stima 125,00 €
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009
Graziani Alessandro
Consulente Tecnico Perito in Gioielleria ed Orologeria
Iscritto Albo CTU – Tribunale Civile di Roma
Lotto 5
Filo di perle qualità Akoya di mar Filo diperle coltivate giapponesi Akoya (dal nome dell’ostrica Akoya-gai), privo di
chiusura.
Misura: 8,5 mm , Trattamento : Tintura (trattamento finalizzato a modificare artificialmente il colore delle perle tramite
l’uso di agenti coloranti chimici), difetti evidenti – lucentezza : media, forma : sferica - colore grigio - strato di
perlagione : sottile / molto sottile.
Valore Commerciale 500,00 €
Valore di stima 125,00 €
__________________________________________________________________________________________
Fine descrizione beni periziati
___________________________________________________________________________________________
Glossario
PERLA : Una perla è una struttura sferica costituita essenzialmente da carbonato di calcio in forma cristallina deposto in strati
concentrici, e prodotta dai tessuti viventi – in particolare dal mantello – dei molluschi (tipicamente le ostriche). Il termine "perla"
deriva dal latino "pernula", il nome con cui si indicava la conchiglia che la contiene e la cui forma ricorda la "coscia del maiale".Una
perla si forma quando un corpo estraneo, come parassiti o pezzi di conchiglie, si ferma nella cavità palleale. Esso viene ricoperto da
strati successivi di madreperla, allo scopo di difendere i tessuti dell'animale dall'irritazione. Si depositano vari strati di calcio che, in
combinazione con altri minerali, creano questi particolari oggetti preziosi. La perla è formata praticamente da nacre, meglio
conosciuta come madreperla. Per creare perle con forme speciali, quando si estrae la perla dall'ostrica, si immette un frammento di
plastica con la forma scelta, che l'ostrica coprirà con la madreperla. Il risultato è che, dopo anni di attesa, la perla che nasce ha la
forma ingrandita del frammento iniziale. Il colore più comune nelle perle è il bianco, ma si possono trovare anche perle rosa, color
crema, viola scuro, grigie e nere. Grazie alla tecnologia e ad anni di studio, oggi possiamo anche avere perle con colori bizzarri come
il verde, l'azzurro, l'arancione, che vengono usate soprattutto nella bigiotteria. Quando si parla di perle nere, oltre alla Akoya e a
quelle di fiume, si pensa subito alle costosissime perle di Tahiti, molto pregiate e particolarmente belle. Il valore delle perle però, non
si distingue solo dal colore, ma anche dalla forma e dal lustro, cioè la luce che riesce a riflettere. Una curiosità particolare è che, a
differenza delle altre, le ostriche che creano le perle nere sono molto più delicate e in ogni coltivazione ne muoiono tantissime.
Questo è un altro fattore che le rende così costose e rare. Ci sono due categorie di perle: le perle di acqua dolce e le perle di acqua
salata. Come dice la parola stessa, le perle d'acqua dolce vengono coltivate nei laghi e nei fiumi, mentre le altre provengono
dall'oceano e molto spesso dalle lagune. Le tre categorie di perle d'acqua salata sono le Akoya, le perle Tahiti e le costosissime e rare
perle South Sea.
Studio e Laboratorio c/o BLD srl Via Quirico Filopanti 2 – 00153 Roma – Riceve previo appuntamento – Cell. 339.6991278
P.Iva 10835001008 @mail : [email protected] Pec : [email protected]
Pubblicazione ufficiale ad uso esclusivo personale - è vietata ogni
ripubblicazione o riproduzione a scopo commerciale - Aut. Min. Giustizia PDG 21/07/2009

Documenti analoghi