Corso di specializzazione in

Commenti

Transcript

Corso di specializzazione in
Corso di specializzazione in
Counseling sanitario
Cos'è il Counseling Sanitario ?
Nel 1951 la parola counseling è usata da Carl R. Rogers per indicare una relazione nella quale il
cliente è assistito nelle proprie difficoltà senza rinunciare alla libertà di scelta e alla propria
responsabilità
Il British Association for Counseling and Psycotherapy (BACP) definisce il Counseling "un uso della
relazione basato su abilità e principi che sviluppano l'accettazione, l'autoconsapevolezza e la
crescita della persona; può essere mirato alla definizione di problemi specifici, alla presa di
decisioni, ad affrontare i momenti di crisi, a confrontarsi con i propri sentimenti e i propri conflitti
interiori o a migliorare le relazioni con gli altri, rispettando i valori, le risorse personali e la capacità
di autodeterminazione dell'individuo".
quindi il Counseling sanitario è una nuova risorsa nel sistema socio-sanitario italiano
C’è oggi una forte consapevolezza che il benessere della persona, della coppia, della famiglia e
della comunità intera, non è da ricercare come situazione in assenza di malattia ma nel significato
rilevante di connessione con figure della relazioni di aiuto che accompagnano la persona, la
famiglia, la coppia e la comunità nei momenti di difficoltà, di crisi, di lutto, di diminuzione della
autonomia decisionale che si possono incontrare nel percorso di malattia
In questo contesto, il Counseling in ambito sanitario si pone l'obiettivo di attivare processi
motivazionali funzionali al mantenimento/accrescimento del benessere, di rendere possibili
scelte in situazioni che riguardano il proprio stato di salute o quello dei propri familiari, affrontare
in modo attivo problemi di salute o difficoltà riguardanti la modifica del comportamento a rischio
per la salute, affrontare situazioni di salute complesse che possono offuscare le risorse necessarie
per affrontare e per reagire alle difficoltà (come aumentare la compliance ai trattamenti e
l’adattamento funzionale). Questi processi passano attraverso l’ accoglienza e l’ascolto attivo dei
bisogni degli utenti e nel sostegno emotivo agli operatori per la prevenzione del burnout
Un percorso formativo come quello che proponiamo (fortemente esperienziale e molto
personalizzato), è in grado di rendere i partecipanti
- più attenti all’interazione con gli altri e più consapevoli dei propri e degli altrui stati
emotivi,
- più resilienti nelle difficoltà
Sede in Faenza (Ra) P.zza C. Battisti n. 5 - Tel/Fax 0546 28033
CF/p. IVA: 02531020390
www.aipacfcr.it [email protected]
-
capaci di utilizzare strumenti atti a diminuire l’impatto dei fattori di distress
migliorare l’aspetto relazionale nei confronti dell’utenza, dei colleghi, dei collaboratori, dei
capi e dell’organizzazione in genere
sviluppare stati mentali salutari e risorse interiori
aprirsi alle qualità fondamentali della mente e del cuore
Destinatari
Il Corso si propone di formare gli operatori dell’ambito sanitario agli strumenti del counseling
fornendo tutte quelle conoscenze teoriche, metodologiche e operative necessarie per rispondere
ai molteplici e diversificati contesti nell’ambito sanitario.
Altra specifica finalità del Corso è quella di formare counselor che già possiedono una solida
preparazione rendendoli specializzati nel settore sanitario.
Metodologia
Il Corso di specializzazione in Counseling sanitario si fonda sui presupposti metodologici
della psicologia umanistica sistemica e integrata, basata su una concezione olistica e integrale
dell’uomo, considerato nella molteplicità delle sue dimensioni ed esigenze siano esse fisiche,
psicologiche e spirituali e nelle infinite potenzialità di sviluppo e realizzazione esistenziale.
L’approccio integrato del Corso si orienta al promuovere un “saper essere” e un “saper fare” quali
due fondamentali esperienze che integrano e soddisfano le aspirazioni dell’essere umano
In questo percorso teorico-esperienziale di crescita sarà dato largo spazio ai “lutti nascosti”
(moduli sulle costellazioni familiari e spirituali) compagni inevitabili e silenziosi che il contatto con
la malattia e la morte reca con sé.
Sarà anche introdotta la pratica di meditazione di mindfulness e visualizzazioni guidate con
workshop dedicati. La consapevolezza, la presenza mentale, l'attenzione, la concentrazione, la
riflessività e la facilitazione nelle relazioni interpersonali sono le qualità racchiuse nella
mindfulness come facoltà della coscienza che può essere sviluppata attraverso un opportuno
esercizio e una corretta volontà di liberazione dagli stati mentali non salutari e di sviluppo della
benevolenza e della compassione.
E’ previsto un colloquio motivazionale in ingresso con il quale verranno valutati importanti prerequisiti (di natura personale, professionale e di orientamento), necessari all’ammissione al Corso.
Il Corso è a numero chiuso al fine di consentire un rapporto adeguato docente/discente e per
utilizzare al meglio la didattica applicativa ed esperienziale utilizzata.
Verrà data priorità di partecipazione al corso anche in base all'ordine di iscrizione.
Il corso verrà attuato per un numero di partecipanti compreso 10 e 15 partecipanti.
Il corso si svolge nelle giornate di SABATO o DOMENICA secondo i seguenti orari: 09,30 – 19,30.
Docenti
I Docenti del Corso di specializzazione in Counseling sanitario della Aipacfcr onlus, sono esperti
riconosciuti nelle tematiche trattate che da anni applicano tecniche e metodologie formative per
lo sviluppo professionale in Corsi, Master e progetti di consulenza rivolti ad Organizzazioni del
mondo pubblico e privato.
Sede in Faenza (Ra) P.zza C. Battisti n. 5 - Tel/Fax 0546 28033
CF/p. IVA: 02531020390
www.aipacfcr.it [email protected]
Riconoscimento
L'attività presentata è accreditata alla Aipacfcr (Associazione Italiana Psicologia Ascolto
Comunicazione Formazione Counseling Ricerca).
Per coloro che hanno già acquisito una formazione di base come Counselor (accreditata Aipacfcr) il
Master specialistico in Counseling sanitario concorre alla formazione del profilo di Counselor
Professionista, e quindi all'iscrizione al Registro Counselor Professionali con la qualifica di
Counselor Professionista.
Il Corso di specializzazione fornisce 30 Crediti Formativi per la formazione permanente,
obbligatoria per conservare la qualifica di socio del Registro Counselor Professionali della Aipacfcr.
Struttura del corso e contenuti.
Il Corso è strutturato su 150 ore delle quali: 100 ore di seminari in aula, 10 ore di lavoro in
supervisione, 30 ore di formazione in tirocinio sanitario (in aula e come homework) con analisi di
caso, 10 ore esame finale in gruppo (esame teorico e laboratoriale).
Al termine della frequenza di almeno l'80% del Corso verrà rilasciato l'attestato di partecipazione.
PROGRAMMA DEL CORSO
I incontro (10 ore) 18 ottobre 2015
La relazione medico – sanitario – paziente

Abilità di counseling per l’operatore della salute: accogliere, ascoltare, contenere

Counseling e prevenzione del burnout
Strumenti di valutazione fenomenologica, facilitazione della consapevolezza dei propri stili
percettivi e dell’uso intenzionale della relazione, nella progettazione degli interventi di aiuto.
Definizione e inquadramento dell’approccio rogersiano come terapia centrata sul cliente.

La relazione come cura.

Il colloquio centrato sulla persona;

Carl Rogers e l’ascolto attivo

Gli atteggiamenti in corso di colloquio

Le barriere in corso di ascolto

Teoria generale della riformulazione

L’efficacia della riformulazione in corso di colloquio d’aiuto
Workshop
Lo stato di partenza: cosa e come vorrei che mi parlassero, cosa mi aspetto dai curanti e dalle
persone della mia famiglia se io fossi malato
II incontro (10 ore) 15 novembre 2015
Analisi transazionale e psicosomatica
Workshop
Le parole che uso per descrivere un sintomo e una situazione di disagio: analisi personale
Sede in Faenza (Ra) P.zza C. Battisti n. 5 - Tel/Fax 0546 28033
CF/p. IVA: 02531020390
www.aipacfcr.it [email protected]
III incontro (10 ore) 12 dicembre 2015
Definizione di comunicazione efficace e delle barriere alla comunicazione. Rischi e risorse della
complessità del contesto di cura, nella molteplicità degli attori in gioco.

Tecniche di comunicazione verbale

La riformulazione

Il rispecchiamento verbale

Il feedback fenomenologico

La comunicazione assertiva;

La comunicazione nei servizi sanitari

La qualità della vita e del benessere nei luoghi di lavoro

Stili comunicativi e relazionali nei contesti di cura.

La rete attorno alla persona (paziente, famiglia, ASL, operatori sanitari/equipè riabilitativa,
territorio).
Workshop
Il mio stile comunicativo
IV incontro (10 ore)
Analisi delle dinamiche di gruppo e loro gestione . Riconoscimento dei facilitatori di conflittualità
nei gruppi di lavoro. Tecniche di monitoraggio e supervisione finalizzate all’individuazione di
eventuali risonanze emotive personali.
 Osservazione e valutazione: cosa e come conoscere l’altro e la progettazione degli interventi.

Il lavoro in equipe: la gestione del conflitto.
(triangolo drammatico e adattamenti di personalità, giochi berniani,)
Workshop

Tecniche espressive di intervento sul burnout: i giochi berniani
V incontro (10 ore) tutto esperienziale
Costellazioni familiari in sanità
VI incontro (10 ore)
Incontro con il bambino malato e la famiglia
Accoglienza della sofferenza del malato terminale e della sua famiglia. I risvolti psicologici della
malattia: i cambiamenti dell’immagine corporea e della percezione di sé. Strumenti di gestione del
dolore e della rabbia.

L’origine della malattia

Disturbi della gerarchia dei bisogni

Meccanismi di interruzione del contatto

La terapia e il suo setting

L’atteggiamento del curante

Transfert e contro transfert

Accompagnare alla morte, l'elaborazione del lutto, la spiritualità, il per-dono e la
trasformazione del rancore e del senso di colpa. La meditazione di guarigione della medicina
tibetana
Sede in Faenza (Ra) P.zza C. Battisti n. 5 - Tel/Fax 0546 28033
CF/p. IVA: 02531020390
www.aipacfcr.it [email protected]
VII incontro (10 ore) tutto esperienziale
Mindfulness: come agire sulla sofferenza evitabile e comprendere la natura transitoria
dell’esperienza
Le visualizzazioni di guarigione energetica e simbolica.
VIII incontro (10 ore)
Il sostegno all’espressione del dolore e promozione del supporto sociale al paziente oncologico.
L’attaccamento

J.Bowlby e la sua teoria

M. Ainsworth e la Strange Situation
Attaccamento e relazioni adulte (AAI)
La competenza comunicativa in oncologia.
IX incontro (10 ore)
Mindfulness: gli stati mentali salutari e le condizioni mentali non egoiche
Meditazione energetica: L' attivazione dei processi biochimici ed energetici degli organi principali
nell'uomo attraverso la meditazione ed il colore. (1à parte)
X incontro (10 ore) tutto esperienziale
Workshop
Meditazione sulla gratitudine
Healing touch
Meditazione energetica: L' attivazione dei processi biochimici ed energetici degli organi principali
nell'uomo attraverso la meditazione ed il colore. (2à parte)
XI incontro (30 ore): tirocinio e homework su analisi di caso
XII incontro (10 ore): esame finale di gruppo.
Bibliografia
I testi consigliati per ogni modulo verranno indicati inizio corso
Contributo di partecipazione
Euro1.200 da versare nella seg. modalità:
200,00 € all’iscrizione,
in seguito 100 euro ad incontro.
Al termine della frequenza di almeno l'90% del Corso verrà rilasciato l'attestato di
partecipazione.
E’ previsto lo sconto del 10% per gli iscritti al Registro Counselor Professionali Aipacfcr.
E’ previsto lo sconto del 10% per gli iscritti allìAssociazione Aipacfcr.onlus
Sede in Faenza (Ra) P.zza C. Battisti n. 5 - Tel/Fax 0546 28033
CF/p. IVA: 02531020390
www.aipacfcr.it [email protected]
Sede del Corso e informazioni
Responsabile del corso: Antonella Scalognini
Faenza (Ra) P.zza C. Battisti n. 5 – Tel/Fax 0546 28033
www.aipacfcr.it
[email protected]
Sede in Faenza (Ra) P.zza C. Battisti n. 5 - Tel/Fax 0546 28033
CF/p. IVA: 02531020390
www.aipacfcr.it [email protected]

Documenti analoghi