1000 GAZEBO IN LEGNO FOTOVOLTAICI_comunicato

Commenti

Transcript

1000 GAZEBO IN LEGNO FOTOVOLTAICI_comunicato
1000 “GAZEBO FOTOVOLTAICI IN LEGNO”
GRATUITI
ALLE FAMIGLIE PER RIUSCIRE A SCONFIGGERE L’INQUINAMENTO
Arrivano nella Regione Marche i primi impianti fotovoltaici del progetto “100 impianti in 100
Comuni d’Italia”, iniziativa dell’associazione ENER (Ente Nazionale delle Energie Rinnovabili)
patrocinata dal Ministero dell’Ambiente.
Il progetto sarà presentato Domenica 18 Ottobre 2009 alle ore 10,30 presso il Castello
Brancaleoni del Comune di Piobbico (PU).
L’Ente ha lo scopo di concorrere alla promozione e utilizzazione delle energie da fonti
rinnovabili in un rapporto equilibrato tra insediamenti e natura; promuove la ricerca e lo
sviluppo tecnologico finalizzato all’utilizzo delle fonti rinnovabili ed all’uso razionale dell’energia
(www.eneritalia.org).
ENER si impegna a promuovere nel territorio della Comunità Montana Catria e Nerone
(Comuni di Acqualagna, Apecchio, Cagli, Cantiano e Piobbico) la realizzazione di 1000
impianti fotovoltaici destinati a nuclei familiari. Pertanto emetterà un bando pubblico rivolto ai
cittadini dove verranno esplicate le condizioni tecniche ed economiche inerenti la realizzazione
degli impianti.
Il bando, che ha come partner tecnico la ENERGESCO, una ESCO leader nazionale sul 3 kw
integrato che si occupa della realizzazione, installazione e manutenzione degli impianti,
disciplina le procedure per la concessione e per l’erogazione di finanziamenti a copertura
dell’intera spesa per interventi di realizzazione di 1000 “gazebo fotovoltaici in legno” di
potenza pari a 3 kw, collegati alla rete del distributore locale di energia elettrica. Per
l’installazione è utile una superficie di 25 mq. L’impianto dovrà essere preso in dotazione per
almeno 20 anni. Qualsiasi guasto che si dovesse verificare in questo arco di tempo sarà
addebitato ad ENERGESCO.
I gazebo in legno fotovoltaici – spiega Marco Elisei di ENERGESCO – permetteranno a 1000
famiglie di avere un gazebo in legno praticamente gratuito e risparmiare circa 500 euro
l’anno sulla bolletta dell’energia elettrica.
Inoltre si contribuirà a ridurre la produzione di CO2, con un passo importante nella lotta
per l’inquinamento.
Il Presidente
Dott. Gino Traversini

Documenti analoghi