Scarica documento - Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara

Commenti

Transcript

Scarica documento - Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara
COMUNICATO STAMPA
Tornano sullo schermo del “Cuminetti”
gli «OGGETTI SMARRITI» del cinema
Torna al Teatro “Cuminetti” di Trento la rassegna «OGGETTI SMARRITI», che il
Centro Servizi Culturali S. Chiara propone anche quest'anno agli appassionati del
cinema di qualità. La programmazione intende riportare all'attenzione film mai
presentati nelle sale cittadine, o comunque meritevoli di essere recuperati dopo una
fuggevole apparizione. Il calendario delle proiezioni è stato illustrato oggi nel corso di
una Conferenza Stampa dal direttore del CSC, Francesco Nardelli, e da Stefano
Giordano, curatore della rassegna.
Le pellicole, scelte all'insegna della massima libertà di esplorazione tra generi,
cinematografie, paesi e autori, saranno in calendario per cinque sabati consecutivi a
partire dal 23 maggio 2015.
Un viaggio che, passando da Belfast a New York, alla Nigeria va alla ricerca di film in
parte sfuggiti all'attenzione del pubblico, al quale presenta storie e personaggi meritevoli
di essere conosciuti. Con molta musica.
Il costo del biglietto è stato fissato in 4 euro e le proiezioni avranno inizio alle ore
21,00. E' prevista anche una forma di abbonamento ai cinque spettacoli al costo di 15
euro. Questo il programma:
Sabato 23 maggio
Good Vibrations
di Lisa Barros D'Sa, Glenn Leyburn
Gran Bretagna, Irlanda 2012, 103’
Terri Hooley vive nella Belfast degli anni ’70, periodo di sanguinosi tumulti. È un
amante della musica radicale e ribelle e, quando tutti i suoi amici cominciano a prendere
posizione ed abbracciare le armi, reagisce in modo diverso. Apre un negozio di dischi in
una delle zone più bombardate d'Europa e lo chiama Good Vibrations. Grazie al negozio,
Terri viene a contatto con la nascente scena punk della città e incoraggia numerose band a
trasformare l'Ulster in un posto dove la vita sia meno drammatica.
Sabato 6 giugno
Frances-ha
di Noah Baumbach
USA, 2012, 86’
Un'aspirante ballerina si trasferisce a New York con il sogno di lavorare nella danza
e avere successo. Subito dopo il suo arrivo, si ritrova però trascinata da un gruppo di amici
in un turbinio di eventi e situazioni che la portano a diminuire le sue possibilità di
successo e a penalizzare la sua carriera. Ritratto di ragazza inconsueto e molto
contemporaneo, in un piccolo gioiello del cinema indipendente, leggero, pudico e pieno di
vita, anche quando fotografa il fallimento.
Sabato 13 giugno
Finding Fela - Il potere della musica
di Alex Gibney
Usa, 2014, 120’
Il film si muove su due piani: da un lato segue l'allestimento del musical Fela!,
apprezzata piece vincitrice di tre Tony Awards nel 2010, e dall'altro indaga chi fosse
veramente questo musicista e perché ha ricoperto un ruolo così fondamentale per la
musica mondiale. Inventore dell'afro-beat, l’artista nigeriano Fela Kuti è stato uno dei
personaggi che maggiormente ha influenzato la musica nel Ventesimo secolo. Fela, però,
non si è fermato solo alle note, ma si è speso attivamente per portare alla luce i soprusi del
sistema dittatoriale nigeriano. Presentato al Sundance Film Festival nel 2014, il film non
mostra l’artista come un santo, ma vuole raccontare chi fosse veramente questo musicista,
luci e ombre comprese.
Sabato 20 giugno
Local/Europa - Musica valida per l’espatrio
di Francesco Cordio
Italia, 2014, 68’
Novemila chilometri a bordo di un pulmino rosso, in compagnia di Niccolò Fabi,
Daniele Silvestri e Max Gazzè. Un viaggio a ritmo di musica attraverso le principali città
europee per il primo tour oltre confine del trio romano. Local/Europa è un docufilm che
non parla solo di musica e concerti, ma anche di giovani italiani all’estero: chi sono, cosa
fanno, le loro capacità, perché se ne sono andati…
Sabato 27 giugno
Il seminarista
di Gabriele Cecconi
Italia, 2014, 105’
Toscana, 1959. Affascinato dal sogno di diventare prete Guido entra in seminario a
dieci anni. Il mondo che incontra però è ben diverso da quello che immaginava.
L'educazione è innaturale, fatta di disprezzo per il corso, ossessione del peccato,
repressione di istinti e sentimenti e ingiustizie nei confronti dei più deboli. Una serie di
vicende che lo porteranno a rimettere in discussione il suo sogno e il concetto di religione
che si è ritrovato di fronte.
Trento, 20 maggio 2015

Documenti analoghi