Programmi svolti dalla classe IIIM

Commenti

Transcript

Programmi svolti dalla classe IIIM
ISTITUTO STATALE D’ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE
Liceo Scientifico e Linguistico statale “Ascanio Landi”
PROGRAMMA SVOLTO
PROF.
CORRADO FANFONI
MATERIA INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA
INDIRIZZO LINGUISTICO CLASSE TERZA
SEZ M
A.S. 2015-2016
Le lezioni del corso del corrente anno scolastico sono state incentrate sui
seguenti argomenti, tenendo conto delle Indicazioni Nazionali e degli alunni della
classe:
La vita come esperienza di trascendenza. L’uomo cerca Dio. L’uomo
come essere religioso.
Educazione dell’intelligenza emotiva. Questioni adolescenziali. Le
relazioni degli adolescenti con i genitori, i docenti. Prospettive di vita.
Il mistero teologico dell’incarnazione e della redenzione. (Il Natale e la
Pasqua).
La shoah. Percorsi di riflessione sul genocidio del popolo ebraico.
Documenti ed approfondimenti sul contesto storico e l’identità della
persona.
Il Concilio Vaticano II. Il contesto storico ed il valore culturale e teologico
dell’evento. La struttura della Chiesa prima e dopo il Concilio Vaticano
II. Analisi del documento Nostra Aetate
L’essere in relazione. La dimensione orizzontale del cristianesimo.
Il Buddismo. Principi oggetto della fede. Le caratteristiche del buddismo.
Il Cristianesimo in contesto interculturale e interreligioso: migrazioni di
popoli, incontro di culture e religioni diverse. Le religioni mostrano la
ricerca di Dio. Il dialogo interreligioso ed ecumenico.
Educazione dell’intelligenza emotiva.
Progetto: “Incontri: percorsi sul dialogo interreligioso” in collaborazione
con il Centro Astalli. Incontro monografico e testimonianza del
Buddismo.
Velletri, 5 giugno 2016
Gli alunni
_____________________
_____________________
_____________________
Il docente
_____________________________
LICEO “A. LANDI”
PROGRAMMA DI LINGUA E LETTERATURA FRANCESE
CLASSE III M
A.S. 2015-2016
REVISION DE GRAMMAIRE
Révision des conjugaisons
Le futur et son emploi
La phrase hypothétique et son emploi
Le passé simple
Le discours indirect et son emploi
La forme passive et la forme active
Les articulateurs logiques
DESTINATION DELF B2
Compréhension orale: La B.D du Delf, Savoir écouter
Compréhension des écrits: Les mots de l’actu, savoir lire, réperer des informations spécifiques, justifier une réponse,
comprendre les intentions de l’auteur,
Les différents types de texte
Production écrite: comprendre le sujet “Jeune et bénévole”, construire une argumentation
Production orale: lire la presse, dégager une problematique
PROGRAMMA DI LETTERATURA
Le Moyen Age: la culture, les cathédrales et les chateaux
Les Récits de chevalerie
La Chanson de geste
La Chanson de Roland, “La mort de Roland”
“Il est mort en vainqueur”
La Courtoisie, “Le code du chevalier”, G.de Lorris
Le Cycle arthurien: “Tristan et Iseut”
C.de Troyes : Le Graal,”Le cortège du Graal”
Le Roman de la rose: les thèmes, la rose une fleur symbolique
“Ce bouton, qui me plaisait”
Le monde des bourgeois
Les fabliaux “C’est une blague”
Le Roman de Renart
La Farce
F.Villon, “La ballade des pendus” F.De André,”La ballata degli impiccati”
Rabelais et son époque
Gargantua et Pantagruel, 1532-1534
“Lettre de Gargantua à Pantagruel”,Pantagruel,1532
“Fais ce que tu voudras”,1534
Conversazione inlingua francese
-
Visione di film in lingua originale e dibattiti su tematiche a sfondo socio-culturale
Somministrazione di due Test di Conversazione orale (B1 e B2)
Visione dei seguenti film
“Le Petit Prince”
“Le Prénom”
“Intouchables”
“Les garçons et Guillame à table”
Gli alunni
Le docenti
Liceo scientifico Ascanio Landi
Anno scolastico 2015 – 2016
Classe: III M
Materia: Italiano
Docente: Caterina Federici
Libro di testo: R. Antonelli, M. S. Sapegno, Il senso e le forme, voll. 1, 2
Medioevo latino e letterature europee
La “lunga durata” dei fatti letterari
Cultura classica e cristianesimo
Dall'universalismo al policentrismo
Dal latino alle lingue volgari
Le origini e il Duecento
- La nuova cultura
La cultura cortese
La cultura delle città
- La letteratura cortese
L'epica romanza
La chanson de geste
La Chanson de Roland, Lasse CXXX, CLXXIII, CLXXV
- La lirica trobadorica
La nascita della lirica moderna: trovatori e trovieri
L'amore cortese
La fine della lirica cortese
Bernart de Ventadorn, Senza ricompensa ritorno
Arnaut Daniel, Corpo e anima: l'amore ossessivo
- Il romanzo cortese
L'invenzione del romanzo
Il romanzo cavalleresco
Thomas, Tristano, vv. 3155-3196, 3234-3244
Chrétien de Troyes, Lancillotto e Ginevra, vv. 4591-4618, 4641-4692
- La lirica trobadorica e le corti in Italia
Dalla Francia al Sud alle corti italiane
I trovatori in città e le prime liriche in volgare
La poesia religiosa in Umbria
- I movimenti religiosi e la nascita della lauda
Le caratteristiche della lauda e la sua diffusione
Francesco d'Assisi, vita e opere, lettura di Cantico di frate Sole
Jacopone da Todi, vita e opere, lettura di O iubelo del core, Donna de Paradiso
Federico II e la scuola siciliana
- Il Regno di Sicilia sotto Federico II
La politica interculturale e la Magna Curia
- La “scuola” poetica
La fortuna della scuola e la fine della Magna Curia
Giacomo da Lentini, Meravigliosa-mente, Madonna ha 'n sé vertute con valore
Cielo d'Alcamo, Rosa fresca aulentissima
- I rimatori toscani del Duecento
La lirica “siculo-toscana”
Guittone d'Arezzo, Ahi lasso, or è stagion de doler tanto
- Guinizzelli: il “padre” dello Stilnovo
Bologna: l'Università e la poesia
Guinizzelli, vita e opere, Al cor gentile rempaira sempre amore, Io del ver la mia donna
laudare
Lo Stilnovo
- La nuova cultura della città
- Gli stilnovisti: una “avanguardia” nella città
- L'esperienza lirica dello Stilnovo
Lo stile
I temi
- Guido Cavalcanti, vita e opere, Chi è questa che vèn ch'ogn'om la mira, Voi che per gli occhi mi
passaste 'l core.
Dante Alighieri
- La poesia giovanile
- Il primo grande libro: la Vita Nuova
- L'incontro con la filosofia e l'impegno politico
- 1302: l'esilio
- La Divina Commedia: dal disordine all'ordine
- Vita Nuova: le ragioni dell'opera, l'invenzione dantesca della lirica, lo stile, le tematiche. Lettura e
analisi dei capitoli: I, II, III, XIX, XX, XXII, XXVI
- Convivio: Struttura, contenuti, temi, la lingua e lo stile. Lettura e analisi dei brani: I, i; I, ix; I, xiii;
11
- De vulgari eloquentia, stile e tematiche. Lettura e analisi dei brani: I, xvii, xviii, xix.
Francesco Petrarca
- La formazione giovanile,i viaggi e il culto dei classici
Dalla Toscana ad Avignone
L'interesse per i classici e le opere latine
La peste, la crisi del 1348 e le opere volgari
- Canzoniere, L'invenzione dell'io lirico, la struttura dell'opera, i temi, il pubblico e la lingua del
Canzoniere. Lettura e analisi di: Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono, Solo et pensoso i più
deserti campi, Erano i capei d'oro a l'aura sparsi, I'vo pensando, et nel penser m,assale
Giovanni Boccaccio
- La formazione e i primi esperimenti esperimenti letterari
- La conquista della maturità
- Boccaccio umanista.
- Decameron, le funzioni della cornice e il ruolo della letteratura, varietà e unità nel Decameron, un
mondo tutto umano. Lettura e analisi del Proemio, Introduzione, Ser Cepparello da Prato,
Andreuccio da Perugia, Nastagio degli Onesti (approfondimento con lavoro di gruppo con le tavole
di Botticelli dedicate alla novella e al paragone, relativamente all'episodio della caccia infernale,
alla Visione del carbonaio di Niserba, di Jacopo Passavanti).
La civiltà umanistico-rinascimentale
- Un modello italiano per l'Europa
- L'Umanesimo
- Il Rinascimento
- Verso la crisi del modello rinascimentale
Firenze capitale dell'Umanesimo
- L'Umanesimo volgare
- Lorenzo il Magnifico, da Canti carnascialeschi, Canzona di Bacco
- Angelo Poliziano, dalle Rime volgari, I' mi trovai fanciulle un bel mattino.
- L'antiumanesimo
- Luigi Pulci
Dante Alighieri, Divina Commedia:
1 Contenuto, struttura e composizione delle tre cantiche
Il disegno narrativo
La struttura del poema
La datazione
2 La Commedia nell'opera di Dante
L'eredità della Vita Nuova e delle Rime
Un chiarimento di poetica: il De vulgari eloquentia
La tensione dottrinale del Convivio
La battaglia politica: De Monarchia
La summa di un'intera esperienza letteraria
4 Qual è il genere della Commedia?
Poema sacro e commedia
L'elemento didascalico
La Commedia come racconto
5 Una narrazione in prima persona: Dante autore e Dante personaggio
Dante fra autobiografia e allegoria
Dante personaggio
Dante autore
6 Il racconto di un viaggio: il poeta e le sue guide
Virgilio
Beatrice
7 I personaggi della Commedia
I grandi personaggi della Commedia
I dannati
Le anime purganti
Gli spiriti beati
8 Realismo, allegoria, figura
Un nuovo sguardo sulla realtà
Il metodo allegorico
L'interpretazione figurale
Divina Commedia, Inferno, Lettura e analisi dei seguenti canti: I, II, III, V, VI, X, XIII, XV.
Velletri, 08/06/2016
La docente
Caterina Federici
Gli alunni
Liceo scientifico Ascanio Landi
Anno scolastico 2015 – 2016
Classe: III M
Materia: Storia
Docente: Caterina Federici
Libro di testo: V. Castronovo, MilleDuemila, volume 1, La Nuova Italia
1 L'Europa tra XI e XIII secolo
- La rinascita dopo il Mille
- Poteri universali e monarchie feudali
- L'Italia dei Comuni
- Società e cultura tra sacro e profano
- Le vie dei commerci tra Oriente e Occidente
2 L'autunno del Medioevo
- La crisi del Trecento
- Il declino dei poteri universali e l'ascesa degli stati nazionali
- L'Italia delle Signorie
- Dall'Umanesimo al Rinascimento
3 Le svolte del Cinquecento
- Le esplorazioni geografiche e la conquista dell'America
- La Riforma protestante e la fine dell'unità cristiana
Velletri, 08/06/2016
La docente
Caterina Federici
Gli alunni
Liceo Statale 'A.Landi' Indirizzo Linguistico
Classe 3M
Lingua e letteratura spagnola
Insegnante: Laura Gasparrini
Assistente di lingua: prof.ssa Angélica Rodriguez
Programma a.s 2015-2016
Testi di riferimento:
Salvador Gutiérrez, Joaquín Serrano, Jesús Hernández, Bachillerato, literatura española, anaya;
Laura Tarricone, Nicoletta Giol, Eso Es, Loescher
N.B. Sono stati somministrati, principalmente, appunti forniti in fotocopia o scritti alla lavagna.
Docenti: Gasparrini Laura, Rodríguez Angélica
LETTERATURA SPAGNOLA
-LA MEDIDA DE LOS VERSOS: Sinalefa, Hiato por su terminación
-CLASIFICACIÓN DE LOS VERSOS SEGÚN EL NÚMERO DE VERSOS
-LA EDAD MEDIA: Contexto histórico, social y cultural; contexto cultural
-LA LÍRICA CULTA DE ORÍGINES: La lírica culta árabe, la lírica culta provenzal, la lírica culta gallegoportuguesa
-LA POESÍA LÍRICA POPULAR DE ORÍGINES: Las jarchas, Las cantigas de amigo galaico-portuguesas y los
villancicos castellanos
-MESTER DE JUGLARÍA: En general y los cantares de gesta
-EL CANTAR DE MIO CID: Argumento, Estructura, Temas, Métrica, Lengua y estilo; Lecturas: Cantar I, El
Destierro del Cid, El dolor de los burgaleses, El Cid se despide de su familia (pag. 4 de las lecturas del
libro El Bachillerato), La fama del Cid, Cantares II, Las pretensiones de los infantes de Carrión (pag. 5de
las lecturas de libro El Bachillerato); Cantares III La cobardía de los infantes de Carrión, La afrenta de
Corpes (pag. 6 de las lecturas del libro El Bachillerato)
-MESTER DE CLERECÍA: En general
-GONZALO DE BERCEO: en general
-JUAN RUIZ, ARCIPRESTE DE HITA: en general y El libro de buen amor. Lectura y comentario del
fragmento Don Melón y Doña Endrina
-DIFERENCIAS Y SEMEJANZAS DEL MESTER DE JUGLARÍA Y MESTER DE CLERECÍA
-LOS CANCIONEROS Y LA POESÍA CANCIONERIL
-MARQUÉS DE SANTILLANA en general
-JORGE MANRIQUE: en general. En particular Coplas por la muerte de su padre: tema, estructura del
poema, sentido del poema; lenguaje e influencia
LOS TÓPICOS LITERARIOS (pag. 24 del libro El Bachillerato)
-ROMANCERO VIEJO Y NUEVO: sus características y diferencias
-ALFONSO X EL SABIO en general y La Escuela de Traductores de Toledo
-DON JUAN MANUEL en general. El conde de Lucanor: fuentes, contenido y estructura, personajes,
temas, estilo
-EL TEATRO MEDIEVAL
-LA CELESTINA: argumentos, personajes, los temas de la obra, elementos renacentistas y medievales,
tiempo y espacio, lengua y estilo, modalidades del discurso dramático
PROGRAMMA DI GRAMMATICA
-REPASO DEL USO DE LOS TIEMPOS PASADOS DEL INDICATIVO: pretérito perfecto, pretérito indefinido y
pluscuamperfecto
-EL USO DE LA PREPOSICIÓN “DA” ITALIANA EN ESPAÑOL
-LOS PRONOMBRES OD Y OI
-EL IMPERATIVO: el imperativo afirmativo, negativo y el imperativo con pronombres complemento
-LA PASIVA: la pasiva con el complemento de agente, la pasiva con ser, la pasiva con estar, la pasiva
refleja
-EL SUBJUNTIVO: presente de los verbos regulares e irregulares; los pasados del subjuntivo
-CONTRASTE INDICATIVO/SUBJUNTIVO
-LAS ORACIONES TEMPORALES
Velletri, 08/06/2016
Gli alunni
La Prof.ssa Gasparrini Laura
RICHIAMI DEL PROGRAMMA DEL SECONDO ANNO
EQUAZIONI DI PRIMO GRADO
• Equazioni a coefficienti frazionari
• Equazioni frazionarie: campo di esistenza
• Equazioni letterali: discussione
EQUAZIONI DI SECONDO GRADO
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Generalità
Soluzioni di una equazione di secondo grado
Equazioni monomie
Equazioni pure e spurie
Equazioni complete: formula risolutiva
Formula risolutiva ridotta
Equazioni di secondo grado frazionarie
Relazioni fra le radici ed i coefficienti di una equazione di secondo grado.
Somma e prodotto delle radici
Scomposizione di un trinomio di secondo grado
Equazioni parametriche
EQUAZIONI DI GRADO SUPERIORE AL SECONDO
•
•
•
•
•
•
Equazioni risolubili mediante scomposizione in fattori
Equazioni binomie
Equazioni monomie
Equazioni risolubili mediante sostituzioni
Equazioni biquadratiche
Equazioni trinomie
SISTEMI DI GRADO SUPERIORE AL PRIMO
•
•
•
•
Sistemi di secondo grado
Risoluzione di sistemi in due equazioni e due incognite
Sistemi simmetrici o riconducibili a simmetrici
Risoluzione dei sistemi simmetrici di secondo grado
IL PIANO CARTESIANO
•
•
•
•
•
•
Coordinate cartesiane nel piano
Coordinate di un punto
Quadranti.
Distanza fra due punti
Coordinate del punto medio di un segmento
Rappresentazione triangoli e quadrilateri
LA RETTA
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Equazione generale di una retta: forma implicita ed esplicita
Rette parallele agli assi
Rette passanti per l’origine
Rette in posizione generica
Considerazioni sul temine noto e sul coefficiente angolare
Parallelismo fra rette
Intersezione con gli assi e intersezione fra rette
Rette perpendicolari
Retta passante per due punti dati
Retta passante per un punto e di dato coefficiente angolare
Velletri, 03 giugno 2016
Gli alunni
L’insegnante
Prof.ssa GRANDE PATRIZIA
PROGRAMMA DI FISICA
A.S. 2015/16 CLSSE 3 M
Prof.ssa Luana Lanna
Le grandezze fisiche
Introduzione alla fisica, metodo sperimentale.
Le grandezze fisiche, sistema internazionale. La notazione scientifica.
La lunghezza, il tempo. Portata e sensibilita' di uno strumento.
La massa inerziale e gravitazionale. La densita’.
Il movimento
Descrivere il movimento.
Il punto materiale, la traiettoria, il sistema di riferimento.
Posizione e spostamento. Andare avanti e indietro.
Grafico spazio-tempo
Il moto rettilineo uniforme.
Istante e intervallo di tempo. Il grafico spazio-tempo.
La velocita media e sue unita di misura. Grafico spazio-tempo del MRU.
La legge oraria, il tempo. Il grafico s-t e grafico v-t.
Il moto uniformemente accelerato.
L'acelerazione media. La legge della velocita', La legge oraria.
Il moto dei gravi.
Confronto tra il grafico, s-t e v-t, tra legge del moto rettilineo uniforme e uniformemente
accelerato
I vettori
Definizione di vettore, somma e differenza tra vettori. Grandezze scalari e vettoriali.
Prodotto scalare e vettoriale.
Le forze
Il concetto di forza. La forza peso, forza elastica.
L'attrito statico radente e dinamico radente.
I principi della dinamica.
Il principio di inerzia. Il Sistemi di riferimento inerzizli e non inerziali.
La legge di Newton. Il principio di azione e reazione. Le forze d'interazione fondamentali.
La forza gravitazionale e l'interazione gravitazionale
L'e
III
M
M
L'energia meccanica
Il lavoro; la potenza; energia cinetica;l'energia potenziale gravitazionale.
La conservazione dell'energia meccanica e grafico dell'energia.
La quantità di moto; il teorema dell'impulso.
La conservazione della quantità di moto.
MODULO CLIL
Lettura e comprensione: "Forces and motion".
Lettura e comprensione: Galilean relativity.
Lettura e comprensione: Galileo's discovery of the parabolic trajectory.
L'insegnante prof.ssa Lanna Luana
____________________________
Gli alunni
__________________________
__________________________
Liceo Scientifico-Linguistico “A. Landi” – Velletri
Programma Svolto di Conversazione in Lingua Straniera Francese
Classe: 3° SEZ. M
Anno Scolastico 2015 / 2016
Docente: Helena Lopez
Per un’ora a settimana si è svolta la lezione curando la comprensione orale e produzione orale con
particolare attenzione all’analisi di testi o dialoghi attraverso le seguenti attività:
. Esercitazioni pratiche e nei laboratori
. Discussione guidata
. Ricerca ed elaborazione di informazioni
. Approfondimenti lessicali
. Rielaborazione individuale e collettive
Sussidi utilizzati: libro di testo, riviste, video, dvd, computer in aula multimediale. Sono stati
proiettati dei film di attualità in lingua originale che hanno sempre entusiasmato gli alunni e li
hanno indotti ad una comprensione più immediata.
Programma :
L’entretien d’embauche – le Curriculum Vitae et simulation
La sécurité au travail - Le monde du travail – la lettre de motivation « Bla, Bla, Bla »
Quel bosseur es-tu ?
Les accents : Aigu, Grave, Circonflexe
Laboratoire multimédia exercices en ligne de grammaire et dictées.
La France, ses nouvelles Régions, ses Départements, l’Ile de France
Article de presse : Vivre au féminin
Vision de trois films :
« Les garçons et Guillaume, à table ! »
Dégager les thèmes du film : les rapports entre la mère et son fils - l’identité - l’orientation
sexuelle
« Le Petit Prince » d’après le chef-d’œuvre d’Antoine de Saint-Exupéry
« Intouchables »
Débat : Comprendre et s’interroger sur les thèmes : de l’amitié, du handicap, des jeunes de
banlieue et de la solidarité.
Les registres de langue : soutenu – standard – familier – argot - verlan
Test de Compréhension Orale DELF B1
Velletri, 03/06/2016
Prof.ssa. Helena Lopez
Alunni
............................................
............................................
PROGRAMMA DI BIOLOGIA
CLASSE III SEZ. M
ANNO SCOLASTICO 2015/2016
Liceo Scientifico - Indirizzo linguistico - “ A. Landi ” di Velletri
Ripetizione dei concetti di divisione cellulare: mitosi e meiosi
LA TRASMISSIONE DEI CARATTERI EREDITARI (da altro libro di testo)
•
•
•
•
•
I primi studi di genetica e il metodo scientifico di G. Mendel
La prima legge di Mendel – Legge della dominanza
La seconda legge di Mendel – Legge della dominanza
La terza legge di Mendel – Legge dell’assortimento indipendente
Alcune malattie umane di origine genetica
Cap.2 LA GENETICA MOLECOLARE
•
•
•
•
•
•
Il ruolo del DNA nell’ereditarietà
Griffith e il “principio trasformante”
Esperimenti di Hershey-Chase
RNA e DNA sono polimeri di nucleotidi
DNA e materiale genetico
La doppia elica del DNA
Il DNA è una molecola adatta alla duplicazione
La duplicazione del DNA è semiconservativa
LA SINTESI PROTEICA
•
•
•
•
Il codice genetico: a ogni codone corrisponde un amminoacido
L’ mRNA e il tRNA
Il processo di traduzione: inizio, allungamento, terminazione
La trascrizione: esoni e introni; splicing
IL CORPO UMANO
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Suddivisione e gerarchia del corpo umano
I tessuti del corpo umano: epiteliale,connettivo, muscolare, nervoso
Il sistema scheletrico e la sua funzione
Come si possono suddividere le ossa
L’osso compatto e spugnoso
Le ossa del cranio e della faccia
Lo scheletro assile ed appendicolare
Le articolazioni: fibrose, cartilaginee, sinoviali
Il sistema muscolare
Il muscolo scheletrico, cardiaco e liscio
Le miofibrille e la contrazione muscolare
IL SISTEMA CARDIOCIRCOLATORIO
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
La funzione del sangue nell’organismo
L’anatomia del sistema cardiovascolare
Il sangue: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine
Le trasfusione e i gruppi sanguigni
Il fattore Rh e la sua importanza in gravidanza
Anatomia del cuore
La contrazione del cuore e il suo controllo
I vasi sanguigni
La differente struttura di vene ed arterie
La pressione sanguigna
IL SISTEMA RESPIRATORIO
•
•
•
•
•
•
Le funzioni del sistema respiratorio
L’anatomia del sistema respiratorio umano
Le vie aeree superiori ed inferiori
Anatomia dei polmoni e la struttura degli alveoli
La meccanica respiratoria
La funzione dell’emoglobina
IL SISTEMA DIGERENTE
•
•
•
•
Introduzione al sistema digerente
Masticazione e deglutizione del cibo
Lo stomaco e la demolizione del cibo
L’intestino e le ghiandole annesse: pancreas e fegato
L’IMMUNITA’
•
•
•
•
•
Il sistema linfatico
Le difese immunitarie non specifiche
La risposta immunitaria specifica
Il riconoscimento dell’antigene
L’attacco contro l’invasore
IL DOCENTE
GLI ALUNNI
Rachele Erminia Marmolino
……………………………….
……………………………….
……………………………….
Libro di testo
Immagini e concetti della biologia
(Biologia molecolare, genetica, evoluzione)
Editore Zanichelli
LICEO SCIENTIFICO “ A. LANDI “ DI VELLETRI
a.s. 2015-2016
classe Terza
EDUCAZIONE FISICA
PROGRAMMA SVOLTO
PRATICA
Attività ed esercizi a carico naturale.
Attività ed esercizi per il controllo segmentario ed
intersegmentario, per il controllo della respirazione.
Attività ed esercizi di equilibrio in situazioni dinamiche,
statiche .
Attività ed esercizi eseguiti in varietà di ampiezza, di ritmo, in
situazioni spazio-temporali variate.
Attività ed esercizi di resistenza e di opposizione.
Esercizi alla spalliera per la mobilità articolare, il
potenziamento muscolare, l’equilibrio, la coordinazione.
Attività sportiva:Pallavolo ( fondamentali individuali,
fondamentali di
Squadra
Tennis da tavolo,Pallacanestro,
Fondamentali di atletica leggera
Organizzazione di attività ed arbitraggio degli sport praticati.
Esercitazioni di assistenza diretta ed indiretta relative alle
attività svolte
TEORIA
Regole della pallavolo
Apparato Respiratorio
Data……………………….
Gli alunni
In fede……………………………
Programma di storia della filosofia
Classe III sez. M
Anno scolastico 2015-2016
Liceo Landi
La filosofia come disciplina nuova è stata introdotta, nel primo mese, attraverso la lettura di brevi
testi non strettamente filosofici per evidenziare la presenza delle domande filosofiche in ogni uomo.
A partire da Ottobre, ogni filosofo è stato studiato privilegiando l'approccio preliminare ai testi
contenuti nella sezione antologica del manuale in adozione, poiché l'insegnante ritiene
fondamentale fare filosofia direttamente con la lettura dei filosofi.
L'approccio storico non esclude la riflessione tematica, poiché l'insegnante ha lavorato
evidenziando le questioni teoretiche fondamentali all'interno del pensiero di ogni filosofo,
paragonando le risposte di differenti filosofi ad uno stesso problema.
Lettura integrale ed analisi dei seguenti dialoghi platonici: Apologia ; parte del Fedone.
Verifiche:
interrogazioni orali;
verifiche scritte di tipologia A e B;
discussioni guidate a partire da articoli di giornale che pongono questioni filosofiche e
conseguenti sintesi scritte al termine del confronto;
lavori di ricerca e di approfondimento personali.
Valutazione:
conoscenza dei contenuti;
capacità di analisi e di sintesi;
capacità di organizzare e di applicare le conoscenze acquisite;
competenze di natura interdisciplinare;
competenze espressive,
rielaborazione autonoma.
Contenuti:
Filosofia
1. Che cosa significa "fare filosofia".
2. L'identità del filosofo.
3. Lo stupore e le domande
La filosofia come indagine della natura
1. La prima idea filosofica: l'arché.
2. La scuola di Mileto: Talete, Anassimandro.
3. L'arché é il numero: la comunità pitagorica
4. Logos e mito: le domande dei primi filosofi
5. Democrito
Essere, nulla, divenire
1. Eraclito e il problema del divenire.
2. L'ontologia parmenidea.
3. Non essere come diverso: l'ontologia platonica contro Parmenide.
I sofisti
1. L'indagine sull'uomo.
2. Il relativismo sofista. Protagora
3. Il potere e le funzioni del linguaggio: Gorgia
Socrate
1. Chi è l'uomo
2. La ricerca della verità
3. La dialettica socratica: il metodo socratico e la ricerca della verità.
4. Perché Socrate non è un sofista
5. La virtù
Platone e l'Accademia
1. Fare filosofia dialogando.
2. Che cosa significa pensare?
3. Le teorie e i miti sull'anima.
4. Il dualismo platonico: universo sensibile e mondo delle idee.
5. La Repubblica: la teoria della giustizia e dello Stato.
7. La gnoseologia: che cosa significa conoscere la verità.
8. La bellezza e l'amore.
9. Il demiurgo e il cosmo.
Aristotele e il Liceo
1. Fare filosofia mediante la ricerca e l'insegnamento: Aristotele ed Alessandro Magno.
2. Il rapporto tra Aristotele e Platone.
3. La filosofia prima: l'essere e le categorie.
4. La quattro cause. La fisica.
5. Il principio di non contraddizione.
6. La logica.
7. Etica.
Il pensiero di ogni filosofo è stato sviluppato analizzando tutti i brani antologici contenuti nel
testo in adozione. Le letture antologiche sono parte integrante di questo programma.
Testo in adozione: Massaro, La meraviglia delle idee, vol.1 Paravia
Ciampino, 8 giugno 2016
La professoressa
Programma Svolto di Conversazione in Lingua Straniera Spagnolo
Anno scolastico 2015 - 2016
Classe: 3 Sez. “ M ”
Docente: Rosa Angélica Rodríguez Villalba.
Durante l'anno scolastico gli alunni hanno imparato ad esprimersi sui seguenti argomenti:
1) Presentación de la clase. ¿ Qué hiciste en tus vacaciones?
2) Las certificaciones lingüísticas.
3) Visión de la campañadePantallas amigas. Recomendaciones para el uso saludable del ordenador.
4) Visión de La leyenda de la llorona .
5) Lectura de leyendas del mundo de habla hispana: El chupacabras. La santa compaña y el Dorado.
6) Visión del la campaña española: “ Los famosos le dan la vuelta a la tortilla”
7) Visión del cuento en dibujos animados: “La leyenda de la Yerba Mate”.
8) Lectura y comprensión de un texto adaptado: ¿Cómo es Matilde?.
9) Cultura: La emigración en Argentina.
10) ¿Cuándo fué la última vez que hiciste algo por primera vez?
11) Lectura de una entrevista a Tristam Stuart
11) Actualidad: Los Bancos de alimentos
13) La ley contra el despilfarro alimentario.
Velletri lì, 03/06/2016.
Alunni
_____________________________
______________________________
Prof.ssa. Angélica Rodríguez Villalba.
Liceo Scientifico Statale "Ascanio Landi"
Via S. D'Acquisto, 61
00049 Velletri (RM)
3 giugno 2016
a. s. 2015-2016
Classe 3M
Programma svolto
Disciplina: Lingua Inglese
Insegnante: Monika Troger
Libri di testo utilizzati: G. Lorenzoni, B. Pellati, Insights into Literature, Vol. A, DeAscuola;
Ben WETZ, English Plus, Intermediate, OUP: Units 1-9 in tutte le loro parti, in particolare:
Units 1-3
Funzioni comunicative
Fornire dettagli aggiuntivi
Invitare qualcuno ad uscire
Controllare dei fatti usando le question tags
Parlare di eventi nel passato
Dare e reagire ai consigli
Parlare di errori nel passato
Cambiare un piano
Raccontare un aneddoto
Parlare di piccoli malanni e rimedi
Strutture grammaticali
Present perfect
Present perfect con for e since
Present perfect v Past simple
Present perfect v Present perfect continuous
used to
Past perfect
Past simple: domande soggetto e complemento
Past simple v Past continuous
could, managed to, can, will be able to
Possibilità e certezza: may, might, could, must, can’t
Il passato dei modali: possibilità e certezza
Consigli e obblighi: should, must, have to
Aree lessicali
relazioni ed esperienze personali
aggettivi estremi
generazioni (usi e costumi nazionali)
usi e significati di get
la medicina
phrasal verbs: salute e stile di vita (health & lifestyle)
malattie e rimedi
Civiltà e Intercultura
Usanze e tradizioni nuziali nel Regno Unito
La rivoluzione culturale degli anni Sessanta nel Regno Unito
I progressi in medicina nel XX secolo
Dr Jekyll and Mr Hyde
Units 4- 6
Funzioni comunicative
1
Fare domande sugli orari
Chiedere e dare informazioni
Esprimere ciò che piace e ciò che non piace
Cambiare della merce in un negozio
Esprimere opinioni sull’aspetto fisico
Esprimere fastidio
Comprare un biglietto per il pullman
Fare domande su oggetti smarriti
Andare dal parrucchiere
Strutture grammaticali
be going to
will v be going to
Present simple v Present continuous per esprimere il futuro
so, such, too e (not) enough
Forma attiva o passiva? (Present simple passive e Past simple passive)
Forme passive: altri tempi verbali (Present simple passive, Present continuous passive, Past simple passive,
Present perfect passive, passivi futuri con will e be going to)
Forme passive: domande e risposte brevi
Pronomi riflessivi e each other
have/get something done
Frasi relative determinative ed esplicative
Aree lessicali
viaggi: sostantivi composti
viaggiare: phrasal verbs
moda / commercio
la decorazione del corpo / emozioni
Civiltà e Intercultura
L’esplorazione spaziale
La London Fashion Week
I punk
Units 7-9
Funzioni comunicative
Esprimere certezza e dubbio
Scusarsi per un fraintendimento
Negoziare regole in casa
Esprimere rimpianto
Parlare di cose che hanno un effetto su di me
Consolare e incoraggiare
Fare richieste
Spiegare e chiarire una situazione
Parlare di somiglianze in famiglia
Esprimere incredulità
Strutture grammaticali
make, let e be allowed to
1st conditional con if, when, unless e as soon as
2nd conditional
1st conditional v 2nd conditional
2
I wish/If only con il Past simple (e il Past perfect)
Il comparativo e il superlativo degli aggettivi e degli avverbi
3rd conditional (e ripasso dei condizionali)
Gerundio v infinito
Il discorso indiretto: richieste e ordini
Il discorso indiretto: affermazioni
Il discorso indiretto: domande
Le domande indirette
Aree lessicali
nazioni, politica e governo
linee politiche
carattere e comportamento
gestire il proprio tempo
onestà e moralità
verbi che introducono il discorso indiretto
make o do?
Civiltà e Intercultura
Il consigliere comunale più giovane del Regno Unito
Il ruolo della commedia negli Stati Uniti durante la grande depressione
Nelson Mandela e l’abolizione dell’apartheid in Sudafrica
Literature:
Jane Austen, Pride and Prejudice
How to read fiction: setting, characters, language, style;
Figures of speech: metaphors, similes, hyperboles;
The Elizabethan Theatre
William Shakespeare, life and works
Romeo and Juliet
Macbeth
L’insegnante
Monika Troger
3
PROGRAMMA DI STORIA DELL’ ARTE
3M
Prof.ssa Ileana Pansino – Prof.ssa Rita Cinzia Albanese
A. S. 2015 - 2016
LA CIVILTA’ MICENEA
Contesto storico – culturale
Il Palazzo di Cnosso : architettura e decorazione
La ceramica : lo stile di Kamares e lo stile di Gurnià
LA CIVILTA’ MINOICA
Contesto storico – culturale
La rocca di Micene
Il tesoro di Atreo
L’ARTE GRECA
Contesto storico – culturale e periodizzazione
L’età della formazione : il contesto storico – culturale, la lavorazione della ceramica, le principali forme di
ceramiche, analisi dell’ Anfora del lamento funebre.
Il Tempio : analisi generale della struttura, le principali tipologie di pianta.
Gli ordini architettonici : ordine Dorico , analisi del tempio di Athena Aphaia; ordine Ionico, analisi del
tempio di Athena Nike; ordine Corinzio.
La scultura arcaica : la tipologia del Kouros e della Kore; lo stile dorico, analisi del gruppo scultoreo Kloebis
e Biton; lo stile ionico, analisi del Kouros di Melos e dell’ Hera di Samo; lo stile attico, analisi del Cavaliere
Rampin e de il Moskhophoros.
La scultura severa : Efebo di Kristios, Auriga di Delfi, Zeus di Capo Artemisio. Analisi dell’opera di Mirone di
Eleutere : Discobolo, Atena e Marsia. La tecnica di “fusione a cera persa”. Analisi de I Bronzi di Riace.
Il periodo classico : il contesto storico – culturale; Policleto, analisi delle opere Doriforo, Diadumenos,
Amazzone ferita; Fidia, analisi delle opere Apollo Parnopio, Amazzone ferita, Atena Partenos, rilievi
scultorei del Partenone. Analisi architettonica del Partenone.
La pittura su ceramica : la tecnica “a figure nere” e la tecnica “a figure rosse”. Exechias, Anfora di Achille e
Aiace che giocano a dadi; Euphrnios, cratere con la lotta di Ercole e Anteo; il vaso François.
Il tardo classicismo : il contesto storico – culturale; Prassitele, analisi delle opere Afrodite Cnidia, Apollo
Sauroctonos, Ermes con Dioniso Bambino; Skopas, analisi delle opere Pothos, Menade danzante; Lisippo,
analisi delle opere Apoxyomenos, Ercole in riposo.
L’ ELLENISMO
Contesto storico – culturale
La Scuola di Rodi, analisi delle opere Lacoonte, Nike di Samotracia; la Scuola di Pergamo, analisi de
Il Galate morente.
L’ ARTE ROMANA
Contesto storico – culturale
Caratteri dell’ architettura Romana ; sistemi strutturali di copertura : archi e volte; volta a botte e volta a
crociera.
Organizzazione del territorio . Le Strade, i Ponti, gli Acquedotti analisi dell’acquedotto sul fiume Gard, Pont
du Gard ( 19 A.C.) presso Nimes.
Architettura Civile. Il Foro. I monumenti celebrativi : Archi di Trionfo, analisi dell’ Arco di Tito ( 81 – 85 D.C.)
a Roma; colonne onorarie, analisi della Colonna Traiana ( 110 – 113 D.C.).
Le abitazioni dei Romani : insulae urbane, le Ville, la Domus.
Ritratti in Età Repubblicana. La Scultura. Analisi della Statua Barberini ( I sec. A.C.)
La Città di fondazione romana. Forma della città.
I divertimenti dei Romani : Teatri, Circhi, Anfiteatri. Analisi dell’ opera : Anfiteatro Flavio detto Colosseo ( 70
– 79 D.C.)
La Pittura Romana : pittura parietale. Quattro stili della pittura pompeiana :
Primo stile (metà II sec. A.C. primi decenni I sec. A.C.) “a incrostazione”
Secondo stile (inizi I sec. A.C. primo decennio I sec. D.C.) di “illusionismo prospettico” analisi de La Villa dei
Misteri ( 50 A.C.) a Pompei;
Terzo stile ( fine I sec. A.C. – 50/60 D.C. ) analisi de La Casa delle Galline di Livia.
Quarto stile (seconda metà I sec. D.C.) o dell’ “illusionismo prospettico”, analisi della Domus Aurea di
Nerone a Roma.
Il ritratto equestre , analisi della Statua di Marco Aurelio 161 – 180 D.C.
Prof.ssa Rita Cinzia Albanese
Alunni

Documenti analoghi