Manutenzione e Controllo Fumi Caldaia - Non è

Commenti

Transcript

Manutenzione e Controllo Fumi Caldaia - Non è
Federazione Territoriale di Verona
Associazione Difesa Orientamento Consumatori
Manutenzione e Controllo Fumi Caldaia - Non è necessario pagarla tutti gli anni !!!
Spargi la voce!
La manutenzione delle caldaie domestiche non va fatta necessariamente tutti gli
anni.
Pertanto tutti i proprietari delle caldaie con potenza fino a 35 kw sono tenuti, salvo
prescrizione diversa del proprio libretto d’uso della caldaia, a prestare la manutenzione
ogni 2 anni, se la caldaia ha più di 8 anni, e ogni 4 se la caldaia ha meno di 8 anni..
La recente e complessa normativa in materia di certificazione energetica - prima il D.
Lgs. 192 del 2005, poi il D.Lgs. 311 del 2006 che ha integrato e modificato il
precedente decreto - regolamenta i tempi e le modalità con cui devono avvenire le
verifiche degli impianti di riscaldamento presenti in tutte le abitazioni, attribuendo la
competenza per i controlli ai Comuni se hanno una popolazione maggiore ai 40.000
abitanti, ed alle Province, per i restanti comuni.
Manutenzione
In particolare, all'allegato L comma 5 del D.Lgs. 311 del 2006 viene prevista la seguente frequenza dei controlli
e della manutenzione, frequenza che varia in funzione del tipo di combustibile e della potenza nominale
dell’impianto (chiamiamola “pn”):
Gli impianti con pn-35 KW (nel caso di combustibile solido o liquido - legna, gpl, gasolio, pellets)
una volta l’anno;
Gli impianti con pn-35 KW (nel caso di combustibile gassoso – metano), tipica caldaia di un'appartamento:
ogni 2 anni: se hanno un’anzianità di installazione dell’impianto superiore a 8 anni
ogni 4 anni: se hanno un’anzianità di installazione inferiore a 8 anni (Questa seconda ipotesi è quella che
coinvolge la stragrande maggioranza dei cittadini e delle relative abitazioni presenti sul territorio.)
Gli Impianti con pn>350 KW (tali impianti sono caratterizzati una potenza nominale del focolare molto alta, e
sono, per esempio, quelli condominiali centralizzati.)
una volta l’anno
Controllo fumi
Inoltre, per quanto riguarda il controllo fumi delle caldaie con annessa pulizia le scadenze sono le seguenti:
Ogni 4 anni se la caldaia ha meno di 8 anni, ed è stagna o installata esternamente all’appartamento;
Ogni 2 anni se la caldaia ha più di 8 anni ed è stagna oppure installata esternamente all’appartamento.
Se la caldaia è installata da meno di 8 anni ma non è stagna ed è installata all’interno dell’abitazione, i controlli
di efficienza termica vanno effettuati ogni 2 anni.
Dunque per i piccoli impianti non sembrerebbe necessario il controllo annuale, il costo del quale si aggira in
media sui 60/70 euro per la normale manutenzione, 150 euro con il controllo della combustione che comunque,
già prima di questa riforma, era obbligatorio ogni due anni.
UILposte - Segreteria Federazione Territoriale di Verona - Via Nicolò Giolfino, 10 - 37133 Verona
T. 045/8873111 F. 045/534155 - E-Mail: [email protected] - Sito Web: http://www.uilpostverona.it