Programmi Omar Zoboli - Reggio Iniziative Culturali

Commenti

Transcript

Programmi Omar Zoboli - Reggio Iniziative Culturali
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
OMAR ZOBOLI
1
PROPOSTE DI PROGRAMMI
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
PROPOSTE IN DUO
______________________________________
OBOE E CLAVICEMBALO
Omar Zoboli - oboe
Moritz Ernst - clavicembalo
PROGRAMMA
Cembalo e Oboe dal'600 al '900
L. Couperin (1626- 1661)
Prelude sans mesure
F. Couperin (1668- 1733)
Concert Royal n° 6 (I-II)
Klaus Huber (1924-)
Noctes Intelligibilis Lucis (1961)
*****************
J.S. Bach (1685- 1750)
Sonata in sol minore BWV 1030 b
(Allegro) - Siciliano
(Cembalo solo)
J.S. Bach
Sonata in sol minore (Presto - Giga)
2
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
MORITZ ERNST
Nascenel1986aOstwestfalen.Già all’età dicinqueanniiniziaasuonareilpiano,enel1996prende
perlaprimavoltalezioniaDetmold.Asoli16anniinizialìisuoistudidipianoforteeScienzedella
Musica, e diventa nel 2003 allievo del prof. Peter Feuchtwanger, dando già dopo poco tempo
regolarmenteconcertisuterritorionazionaleedinternazionale.AlcuniannidoposispostaaBasilea
per proseguire gli studi di pianoforte con il prof. Jean-Jaques Dü nki e di clavicembalo alla Schola
Cantorum con il prof. Jörg-Andreas Bötticher, conducendo una carriera parallela come cembalista.
Duranteilcorsodeglistudiricevenumerosipremi.Ulterioristimoliarrivanoalgiovanemusicistadalle
masterclassconGü nterReinhold,PaulBadura-Skoda,FredericRzewskieconl’Auryn-Quartett.
Attualmente Moritz Ernst dà concerti in qualità di pianista, cembalista e musicista da camera in
Germania (Pianofestival Feuchtwangen, Bodenseefestival, Beethovenfest Bonn ed altri), Inghilterra,
Francia,Italia,Austria,Svezia,Romania,Benelux,RussiaeSvizzera,trattandounampiorepertorioche
vadalRinascimentofinoalModerno.HatenutomasterclassallaHochschulefü rMusikStuttgarteal
KöniglichenKonservatoriumdiMalmö.
Particolarmenteacuoreglistalamusicadelventesimoeventunesimosecolo.Hagià curatolaprima
esecuzione di parecchie opere e lavora assieme a molti compositori (fra cui Eö tvö s, Pelzel, Winkler,
Pflü ger, Wohlauser, Olofsson, Maros, Pröve), alcuni dei quali hanno a lui dedicato alcune proprie
opere. Dall’altro lato, si interessa molto anche di composizioni dimenticate o raramente eseguite, e
suonaanchebraniperpianofortemicrotonale.
Nel 2009 Moritz Ernst ha pubblicato un CD su opere di Sir Malcom Arnold, molto acclamato dalla
stampa del settore. Ha così ottenuto quattro stelle dal Classical Music Magazine; nella rivista
Grammophone è stata inoltre elogiata la sua “interpretazione brillante e stimolante”. Nel febbraio
2014 è stato pubblicato dall’etichetta EDA (in co-produzione con la DRadio) il suo integrale delle
sonate per pianoforte di Viktor Ullmann e Norbert von Hannenheim, e anche nel prossimo futuro
Moritz sarà impegnato in numerosi nuovi progetti discografici di ampia portata, come l’Opera per
CembalodiKentOlofssoneibraniperpianofortediBernfriedE.G.Pröves.Oltreaquesti,è prevista
per il 2014 la registrazione del Concerto per Pianoforte di Viktor Ullmann con la Dortmunder
Philharmoniker. Nel 2013 è stata da lui realizzata con successo una vasta produzione di opere di
ArthurLouriè perlaDeutschlandRadioKultur.NelgiugnodellostessoannoMoritzErnsthaavutoil
suo debutto di maggior successo con la Sinfonieorchester Bern sotto la direzione di Mario Venzago,
conilSecondoConcertoperPianofortediEdwardStaempflis.All’iniziodel2014hadebuttatoanchein
Asia, esibendosi su invito del Goetheinstitut in Malesia e a Shanghai; ha tenuto masterclasses e
conferenze al Conservatorio di Musica di Shanghai, all’Università della Malesia ed al SEGi College,
ancorainMalesia.
Per il 2015 è in programma il suo debutto in Canada. Le sue esecuzioni vengono regolarmente
trasmesse in radio, come ad esempio in DRS2, Radio Luxembourg, SR, DeutschlandRadio Kultur,
Deutschlandfunk,BBCedaltre.
La curiosità di Moritz Ernst per la scoperta di sempre nuove sfaccettature della musica (e della sua
storia),lohaportatoallacollaborazioneconmusicisticomelacantanteEvaCsapo,iviolinistiEgidius
Streiff e Hans-Heinz Schneeberger ed il clarinettista Urs Brü gger. Moritz Ernst è inoltre attivo come
curatoreperlacasaeditriceSchottMusic.
3
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
OBOE E ORGANO
“DAL BAROCCO AL NOVECENTO”
Omar Zoboli - oboe
Stefano Molardi - organo
PROGRAMMA
Johann Ludwig Krebs (1713 - 1780)
Fantasia in sol minore per oboe e organo
Adagio non molto
Dietrich Buxtehude (1637 - 1707)
Passacaglia in re minore per organo
John Exton (1955)
Tre pezzi per oboe solo
Prelude - Siciliana - Ostinato
Georg Philipp Telemann (1681 - 1767)
Concerto in do minore
versione per oboe e organo
Grave - Allegro - Andante - Vivace
*********
Johann Sebastian Bach (1685 - 1750)
Concerto in re minore da Vivaldi BWV 596 per organo
Allegro - Grave - Fuga - Largo e spiccato - Allegro
Frank Martin (1890 - 1974)
Sonata da chiesa per oboe d’amore e organo (1938)
Johann Sebastian Bach (1685 - 1750)
Concerto in Fa magg. Per oboe e organo (ricostruzione da BWV 49 e 169)
Allegro – Siciliano - Allegro
4
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
STEFANO MOLARDI
Cremonese, dopo i diplomi in organo con E. Viccardi e in clavicembalo con D. Costantini, si è laureato
in Musicologia con una tesi sulla Nativité du Seigneur di O. Messiaen e si è perfezionato con importanti
maestri (Kooiman, Stembridge, Vogel, Tagliavini). Dal 1996 al 1999 ha frequentato la Hochschule für
Musik di Vienna, nella classe di M. Radulescu, con il quale ha collaborato, in qualità di basso continuo,
all’ Académie Bach di Porrentruy (CH).
Premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali, tra cui Pasian di Prato (UD) nel 1998,
Viterbo (edizione del 1996) e soprattutto Brugge e il Paul Hofhaimer di Innsbruck, ha intrapreso una
brillante carriera come concertista solista e in ensemble da camera, svolgendo un’intensa attività
concertistica in importanti rassegne in Italia, in Europa, Brasile, USA, in collaborazione con D. Fasolis,
A. Marcon, G. Carmignola. Ha suonato nelle sale più prestigiose del mondo, tra cui la Walt Disney
Concert Hall di Los Angeles, la Sala Sao Paulo in Brasile, il Musikverein di Vienna, la Carnagie Hall di
New York, la Jordan Hall di Boston il Concertgebouw di Amsterdam, il teatro La Fenice di Venezia, ecc.
Come organista, si è esibito in prestigiose rassegne italiane ed europee, quali, Musica e Poesia a S.
Maurizio a Milano, Festival organistico internazionale di Treviso, Festival di Valvasone (PN), Festival
internazionale di Maastricht (NE), Wiener Orgelkonzerte, Rassegna organi storici della Turingia
(Arnstadt), Rassegna organistica di Nürnberg. Nel 2009 ha eseguito a Lugano l’opera omnia
organistica di F. Liszt e di C. Franck.
E' docente di Organo complementare presso il Conservatorio A. Scontrino di Trapani e tiene corsi
d’organo alla Scuola Diocesana Dante Caifa di Cremona. È titolare della cattedra d’organo presso il
Conservatorio (Scuola Universitaria di Musica) della Svizzera italiana di Lugano e tiene masterclasses
e conferenze sulla prassi esecutiva barocca in Italia e all’estero (Lugano, Siviglia, Dresda, Norimberga,
Budapest). È regolarmente invitato come presidente di giuria del prestigioso concorso internazionale
di canto barocco G. F. Händel a Eger (Ungheria). Ha registrato per Tactus, Christophorus e Deutsch
Grammophon. Dal 2003 registra in esclusiva per la casa discografia svizzera Divox, sia come solista (4
CD dedicati alla musica organistica di Claudio Merulo), sia come direttore dell’orchestra barocca I
Virtuosi delle Muse, da lui fondata e specializzata nel repertorio vocale e strumentale italiano dei secoli
XVII e XVIII.
Come direttore d’orchestra, ha all’attivo diversi concerti strumentali e vocali in Italia, Ungheria,
Francia, Germania, Austria, Spagna, tra cui la Passione secondo S. Matteo di Bach (Ferrara, chiesa di S.
Cristoforo alla Certosa), Passione S. Giovanni e Magnificat di Bach (Ferrara), Requiem di Mozart
(Festival dell’Aurora di Crotone), le opere teatrali Ademira di Lucchesi del 1784 (Teatro Dovizi di
Bibbiena) e Mitridate di Porpora del 1730-36 (Teatro Caldéron di Valladolid); concerti a Bilbao,
Vienna (Theater an der Wien), Oldenburg, Rheingau, Cremona (Festival Monteverdi), Parigi, Nantes,
Monaco, Innsbruck, Schwetzingen, ecc. Per le recenti incisioni ha ottenuto numerosi successi di critica
(Amadeus, Early Music, Crescendo) e importanti riconoscimenti internazionali (5 Diapason assegnati
dall’ omonima rivista francese, 5 stelle di Goldberg, 5 stelle e CD del mese su Amadeus).
5
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
PROPOSTE IN TRIO
______________________________________
6
Omar Zoboli - oboe barocco (copia di Stanesby, ca. 1720)
Christof Winker - clavicembalo
Martin Zeller - violoncello barocco e viola da gamba
PROGRAMMA
F. Couperin (1668- 1733)
Concert Royal n. 1 in sol maggiore
Prélude - Allemande - Sarabande – Gavotte – Gigue - Menuet en trio
A. Vivaldi (1671-1750)
Sonata in la minore per violocello e B.C.
Largo - poco Allegro – Largo – Allegro
G.F. Haendel (1675- 1759)
Sonata in fa maggiore per Oboe e B.c.
Adagio - Allegro – Adagio - Bourrée anglaise - Minuetto
**************
Francesco Geminiani(1680-1762)
Sonata in mi minore per Oboe e B.c.
Adagio –allegro - largo-vivace
Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Triosonata in sol maggiore BWV 1039
Adagio - Allegro ma non presto - Adagio e piano – Presto
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
MARTIN ZELLER
Ha studiato violoncello alla Musikhochschule di Zurigo con Markus Stocker e Claude Starck, e
successivamente con William Pleeth. Ha poi continuato alla Schola Cantorum Basiliensis gli studi di
violoncello barocco con Christophe Coin e della viola da gamba con Paolo Pandolfo.
Ha collaborato coi
più rinomati ensembles e orchestre come: I Barrocchisti Lugano, I Sonatori della Gioiosa Marca,
Orchestre Baroque de Limoges, Orchestre des Champs-Elysées, Orchester der Oper Zürich, Zürcher
Kammerorchester oltre che con l’Ensemble für Neue Musik Zürich.
Da ormai 10 anni è primo violoncello dell’orchestra da camera di Basilea.
Fa parte inoltre di “Lupo Consorts“ (con Christophe Coin e Guido Balestracci), e ha fondato l’ensemble
di viole da gamba “Simpatia”. È molto richiesto come solista e musicista da camera nei diversi stili dal
rinascimento a oggi. Martin Zeller ha inoltre spesso collaborato con Christoph Marthaler come
musicist/attore in scena, per diverse produzioni teatrali, ed è regolarmente presente alla trasmissione
radiotelevisiva come esperto musicale nella trasmissione "Diskothek im 2".
Ha inciso per MV Cremona, Tactus Firenze, Zig-Zag Parigi, e sta registrando il secondo cd per
l’integrale delle suites di Bach per violoncello da MA Recordings, Tokyo. Martin Zeller è docente di
violoncello barocco e prassi esecutiva della musica antica alla Zürcher Hochschule der Künste.
Ogni anno tiene un corso di violoncello e musica da camera all’ Hindemith-Musikzentrum a Blonay.
CHRISTOF WINKER
É nato a Stoccarda e ha studiato pianoforte alla Musikhochschule di Trossingen con Jaimé Padros,
Annekathrin Klein, e accompagnamento di lied con Ramon Walter. Si è poi dedicato allo studio
dell’organo e cembalo alla Musichhochschule di Freiburg, conseguendo il diploma con Szigmond
Szathmary e Stanislav Heller. Già a 14 anni è divenuto organista nella chiesa del Buon Pastore di Ulm.
Dal 1990 riveste questo ruolo sull’organo Ahrend della Schlosskirche a Mahlberg (Freiburg).
Si dedica da anni allo studio della prassi esecutiva sugli strumenti antichi, e dal 1989 tiene corsi di
perfezionamento alla Fondazione Hindemith a Blonay.
Lavora regolarmente come accompagnatore nelle Hochschulen di Freiburg e Basilea, ed è richiesto
come collaboratore regolare da numerosi solisti fra cui I. Goritzky, M. Bourgue, H. Holliger.
7
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
PROPOSTE CON ENSEMBLE
________________________________________
FORTEPIANO ENSEMBLE DI BASILEA
(su strumenti d'epoca)
Tobias Schabenberger - fortepiano
Omar Zoboli - oboe (copia di Grundmann, ca 1775)
Anna-Katrin Faber - violino
Hugo Bollschweiler - viola
Martin Zeller – violoncello
PROGRAMMA
W.A. Mozart (1756-1791)
Serenata No. 10 in si bem. maggiore KV 361
“Gran Partita” (prima parte)
in una versione di Christian Friedrich Gottlieb Schwenke (1767-1822)
Largo – Molto allegro
Menuetto (Trio 1 e 2 )
Adagio
Menuetto: Allegretto (con Trio 1,2 e 3)
J.C.M. Widerkehr (1759- 1823)
Duo-Sonata n. 2 in do maggiore
per fortepiano e oboe (Parigi ca. 1812)
Allegro- Minuetto- Adagio sans lenteur- Allegro
W.A. Mozart (1756-1791)
Serenata No. 10 in si bem. maggiore KV 361
“Gran Partita” (seconda parte)
Romance: Adagio – Allegretto – Adagio
Thema (Andante) con variazioni
Rondo: Allegro molto
8
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
TOBIAS SCHABENBERGER
Ha studiato pianoforte a Stoccarda con Karl Wilhelm Berger e alla Hochschule di Berna, conseguendo il
Master di concerto e solista con Bruno Canino. Gli è inoltre stato assegnato il premio Eduard Tschumi
della città di Berna per il miglior diploma di solista del 1997.
Ha ricevuti importanti impulsi musicali grazie all'incontro e al lavoro con G. Sebok, E. Picht-Axenfeld,
V. Margulis und Pier Narciso Masi. Ha suonato nei seguenti festival: Ludwigsburger Schlossfestspiele,
Biennale di Venezia, Europäische Musikfestwochen Passau, Festival de Besançon, Festival der Alten
Musik Rougemont e suona come accompagnatore di lieder e musica da camera Frau gli altri con Kurt
Widmer, Thomas Müller, Thomas Demenga, Peter Hörr, Omar Zoboli, Chiara Banchini , Jane Gover e il
Basler Streichquartett. È stato premiato in concorsi nazionali e internazionali e registrato per la Radio
Svizzara (DRS), Tedesca (SWR) con la cantante Ursula Füri, il quartetto d'archi di Basilea, e la violista
Ria Wolff. Come solista ha registrato opere di Bach, Mozart, Clementi, Berg e Debussy. Registrazioni
televisive per il primo programma tedesco (ARD) e la Tv bavarese. È stato ospite nei festival “Biennale
di Venezia”, Ludwigsburger Schlossfestspiele, Festival de Besançon, Bremer Klavierwochen,
Musikfestwochen Passau, Festival für Alte Musik in Rougemont. Ha effettuato tournée nella maggior
parte dei paesi europei e in America. Tobias Schabenberger suona regolarmente i fortepiani storici con
Daniel Sepec, Thomas Müller, Kurt Widmer, Hans-Jürg Rickenbacher, Hans-Heinz Schneeberger, Chiara
Banchini, Omar Zoboli. Con il pianoforte moderno collabora con Marcus Weiss, Christoph Ess, Peter
Hörr, François Benda, Barbara Doll, “Gerhard Quartett”, “Gémeauxquartett” e tanti altri. Nel 2012 è
stato scelto, insieme a Thomas Demenga, come "Organizzatore Culturale" per concerti e conferenze al
“World Economic Forum” (WEF) di Davos. Ha cominciato ad insegnare dall'età di 16 anni alla scuola di
musica di Calw (D). Dal 1998 al 2005 ha insegnato alla Hochschule di Berna didattica per pianisti,
musica da camera e accompagnamento lied con fortepiano. Fino al 2003 è stato, nella stessa scuola,
assistente di Bruno Canino. Dal 2003 al 2013 è responsabile del dipartimento Master e dal 2006 è
professore di pianoforte, fortepiano, interpretazione lied e musica da camera alla Hochschule di
Basilea.
ANNA-KATRIN FABER
Nata nel 1980, ha studiato con Nora Chastain, Ana Chumanchenco e David Takeno a Londra, dove
cosegue il suo master con lode. A Londra le è stato anche attribuito il «Myra Hess Award for Young
Performers». Nel 2005/2006 vince una borsa di studio dell'accademia internazionale dell' «l’Ensemble
Modern» a Francoforte, uno dei migliori ensemble mondiali per la musica contemporanea.
Completa la sua formazione studiando il violino barocco con Rachel Podger, Georg Kallweit ed Enrico
Onofri. È invitata come solista e in diversi ensemble alla Biennale di Salisburgo, Ultraschall Berlin,
City of London Festival e Musiktage Hitzacker. Dopo aver suonato come violino di spalla alla «Chamber
Orchestra of Europe», «Britten Sinfonia» a Londra, è attualmente spalla dei secondi violini della
Kammerorchester Basel e violinista principale dell'ensemble Kaleidoskop.
HUGO BOLLSCHWEILER
ha effettuato i suoi studi di viola e direzione d'orchestra a Friburg, Basilea, Zurigo (Svizzera) e in
seguito a Baltimore (USA) conseguendo il master di solista e direzione. Ha partecipato ai festivals.
«Mostly Mozart» (New York), Tanglewood, Lucerna, Davos, Kuhmo, Hongkong, New Zealand e
Donaueschingen. Ha seguito Master classes a Cincinnati Conservatory «Accent 09 Festival», «Austin
Chamber Music Festival and Workshop». Vincitore del 1 premio al «Concours Koeckert 2001», « Olga
Von Hartz Owens Memorial Prize» nello Strings du Peabody Institute 1997, et "Chamber Music Prize"
al «festival internazionale di musica da camera Austria»1993. Fra il 2007 il 2009 è stato Artist-inResidence e Professore di viola e musica da camera alla Northern Kentucky University, direttore
artistico del « Norse Chamber Music Festival » (USA). Guest Artist coi quartetti «Colorado», «Coolidge »
e «Azmari». Attualmente suona nel quartetto Galatea. Dirige regolarmente le orchestre svizzere della
città di Schlieren, Affoltern e l'Orchestra Sinfonica Giovanile di Argovia. Collabora come prima viola
all'Orchestre Philharmonique Suisse, Schweizer Kammerorchester, Orchestre de Chambre de Fribourg,
l'Orchestre de Chambre de Neuchâtel e la Peabody Symphony Orchestra (USA).
9
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
MARTIN ZELLER
Ha studiato violoncello alla Musikhochschule di Zurigo con Markus Stocker e Claude Starck, e
successivamente con William Pleeth. Ha poi continuato alla Schola Cantorum Basiliensis gli studi di
violoncello barocco con Christophe Coin e della viola da gamba con Paolo Pandolfo.
Ha collaborato coi
più rinomati ensembles e orchestre come: I Barrocchisti Lugano, I Sonatori della Gioiosa Marca,
Orchestre Baroque de Limoges, Orchestre des Champs-Elysées, Orchester der Oper Zürich, Zürcher
Kammerorchester oltre che con l’Ensemble für Neue Musik Zürich.
Da ormai 10 anni è primo violoncello dell’orchestra da camera di Basilea.
Fa parte inoltre di “Lupo Consorts“ (con Christophe Coin e Guido Balestracci), e ha fondato l’ensemble
di viole da gamba “Simpatia”. È molto richiesto come solista e musicista da camera nei diversi stili dal
rinascimento a oggi. Martin Zeller ha inoltre spesso collaborato con Christoph Marthaler come
musicista/attore in scena, per diverse produzioni teatrali, ed è regolarmente presente alla
trasmissione radiotelevisiva come esperto musicale nella trasmissione "Diskothek im 2". Ha inciso per
MV Cremona, Tactus Firenze, Zig-Zag Parigi, e sta registrando il secondo cd per l’integrale delle suites
di Bach per violoncello da MA Recordings, Tokyo. Martin Zeller è docente di violoncello barocco e
prassi esecutiva della musica antica alla Zürcher Hochschule der Künste.
Ogni anno tiene un corso di violoncello e musica da camera all’Hindemith-Musikzentrum a Blonay.
10
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
FORTEPIANO ENSEMBLE DI BASILEA
Omar Zoboli - oboe
Pierre-André Taillard - clarinetto
Sebastian Schindler - corno
Urs Dengler - fagotto
Tobias Schabenberger – fortepiano
PROGRAMMA
Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Quintetto in mi bemolle maggiore KV 452 (1784)
Largo – Allegro moderato - Larghetto -Rondo - Allegretto
*************
Ludwig van Beethoven (1770 – 1827)
Quintetto in mi bemolle maggiore op. 16 (1794-97)
Grave – Allegro ma non troppo Andante cantabile – Rondo - Allegro ma non troppo
11
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
TOBIAS SCHABENBERGER
Ha studiato pianoforte a Stoccarda con Karl Wilhelm Berger e alla Hochschule di Berna, conseguendo il
Master di concerto e solista con Bruno Canino. Gli è inoltre stato assegnato il premio Eduard Tschumi
della città di Berna per il miglior diploma di solista del 1997.
Ha ricevuti importanti impulsi musicali grazie all'incontro e al lavoro con G. Sebok, E. Picht-Axenfeld,
V. Margulis und Pier Narciso Masi. Ha suonato nei seguenti festival: Ludwigsburger Schlossfestspiele,
Biennale di Venezia, Europäische Musikfestwochen Passau, Festival de Besançon, Festival der Alten
Musik Rougemont e suona come accompagnatore di lieder e musica da camera Frau gli altri con Kurt
Widmer, Thomas Müller, Thomas Demenga, Peter Hörr, Omar Zoboli, Chiara Banchini , Jane Gover e il
Basler Streichquartett. È stato premiato in concorsi nazionali e internazionali e registrato per la Radio
Svizzara (DRS), Tedesca (SWR) con la cantante Ursula Füri, il quartetto d'archi di Basilea, e la violista
Ria Wolff. Come solista ha registrato opere di Bach, Mozart, Clementi, Berg e Debussy. Registrazioni
televisive per il primo programma tedesco (ARD) e la Tv bavarese. È stato ospite nei festival “Biennale
di Venezia”, Ludwigsburger Schlossfestspiele, Festival de Besançon, Bremer Klavierwochen,
Musikfestwochen Passau, Festival für Alte Musik in Rougemont. Ha effettuato tournée nella maggior
parte dei paesi europei e in America. Tobias Schabenberger suona regolarmente i fortepiani storici con
Daniel Sepec, Thomas Müller, Kurt Widmer, Hans-Jürg Rickenbacher, Hans-Heinz Schneeberger, Chiara
Banchini, Omar Zoboli. Con il pianoforte moderno collabora con Marcus Weiss, Christoph Ess, Peter
Hörr, François Benda, Barbara Doll, “Gerhard Quartett”, “Gémeauxquartett” e tanti altri. Nel 2012 è
stato scelto, insieme a Thomas Demenga, come "Organizzatore Culturale" per concerti e conferenze al
“World Economic Forum” (WEF) di Davos. Ha cominciato ad insegnare dall'età di 16 anni alla scuola di
musica di Calw (D). Dal 1998 al 2005 ha insegnato alla Hochschule di Berna didattica per pianisti,
musica da camera e accompagnamento lied con fortepiano. Fino al 2003 è stato, nella stessa scuola,
assistente di Bruno Canino. Dal 2003 al 2013 è responsabile del dipartimento Master e dal 2006 è
professore di pianoforte, fortepiano, interpretazione lied e musica da camera alla Hochschule di
Basilea.
PIERRE-ANDRÉ TAILLARD
È nato nel 1963 a La Chaux-de-Fonds (Svizzera). Ha compiuto gli sudi prima nella sua città natale, e poi
a Basilea dove ha studiato clarinetto con Hans Rudolf Stalder, pianoforte con Klaus Linder e Jürg
Wyttenbach. Già durante la sua formazione ha cominciato a suonare i clarinetti antichi insieme al suo
insegnante in orchestre famose come il Concentus Musicus Wien, La Petit Bande, Concerto Kö ln, Les
Musiciens du Louvre e altri, con direttori quali Nikolaus Harnoncourt, Frans Brüggen, Jordi Savall,
Frieder Bernius, Philippe Herreweghe. La sua registrazione del concerto di Mozart con „Concerto Kö ln“
è stata accolta con ovazioni dalla critica specializzata.
Dal 1989 Pierre-André Taillard insegna alla Schola Cantorum Basiliensis i clarinetti storici e la musica
da camera. Oltre alle tematiche dell'interpretazione, si occupa anche della ricerca sulla costruzione dei
clarinetti, e in particolar modo della progettazione e costruzione dei loro bocchini: ha brevettato
alcune sue importanti innovazioni in questo campo.
SEBASTIAN SCHINDLER
Nato a Leimen (Germania), ha studiato il corno con Georges Delvigne, Horst Ziegler e il Prof. Christian
Lampert, corno naturale con Thomas Müller alla Hochschule di Basilea. Le sue prime esperienze in
orchestra le ha fatte con l' “Orchestra mondiale della gioventù” e l'orchestra di Bayreuth. Nel 2003 è
stato membro della “Junge Deutsche Philharmonie” della “Schleswig-Holstein-MusikfestivalOrchester”. Dal 2003 Sebastian Schindler è stato primo corno della “Jenaer Philharmonie” e dal 2008 è
primo corno dell'orchestra sinfonica di Berna.
URS DENGLER
É nato a Donaueschingen e ha studiato il fagotto nelle Musikhochschulen di Trossingen e Freiburg im
Breisgau. Nel 1989 ha suonato nella “Schleswig-Holstein-Festivalorchester” con Leonard Bernstein.
Nel 1991 è divenuto primo fagotto dell'Orchestre National de Lyon, e dal 1992 ricopre lo stesso
12
Viale Umberto 1° n. 5 - 42123 Reggio Emilia - Tel. 0522 420804 – Fax. 0522 453896
sito web: www.reggioiniziativeculturali.com / e-mail: [email protected]
incarico presso l'orchestra dell'Opera di Zurigo. Ha inoltre suonato nell'orchestra di Bayreuthed suona
regolarmente con il “Zü rcher Blä serquintett”, diversi Ottetti a fiato e nell'orchestra barocca “La
Scintilla” fondata a Zurigo da Niklaus Harnoncourt. Nel 2013 è stato invitato da Harnoncourt a suonare
per la produzione del “Fidelio” di Beethoven al “Theater an der Wien”. Ha effettuato tournée come
solista e in orchestra in tutta Europa e in nord America.
13

Documenti analoghi