206a CONTO CORRENTE TECNICO DI

Commenti

Transcript

206a CONTO CORRENTE TECNICO DI
FOGLIO INFORMATIVO
NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI
CONTO CORRENTE TECNICO DI FINANZIAMENTO
FINALIZZATO ALL’ESCLUSIVO UTILIZZO DEI FINANZIAMENTI
PER SMOBILIZZO PORTAFOGLIO COMMERCIALE
INFORMAZIONI SULLA BANCA
UNIPOL BANCA S.p.A.
SEDE LEGALE ED AMMINISTRATIVA IN BOLOGNA - Piazza della Costituzione, 2 - 40128 BOLOGNA.
Numero Verde 800.112.114 – Telefax 051 35.44.100/101 - Recapito telefonico per contattare la banca dall’estero +39 051/35.44.444
Indirizzo e.mail: [email protected] - Sito Internet: www.unipolbanca.it
Iscritta all'Albo delle Banche al n. 5005 e facente parte del Gruppo Bancario Unipol Iscritto all’Albo dei Gruppi Bancari
Società soggetta ad attività di direzione e coordinamento di Unipol Gruppo Finanziario s.p.a.
Registro delle imprese di Bologna - Partita I.V.A. e Codice Fiscale: 03719580379 – Cod. ABI 3127.8
Aderente al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi ed al Fondo Nazionale di Garanzia
Da compilare per l’offerta fuori sede
DATI RELATIVI ALLA PERSONA CHE E’ ENTRATA IN RAPPORTO CON IL CLIENTE
Nome e cognome del soggetto che consegna il modulo al cliente
_____________________________________________________________________________________________________________
Qualifica del soggetto che consegna il modulo al cliente
RUOLO:
[] promotore finanziario
codice ………………..
estremi iscrizione all’albo…......................
[] agente assicurativo
codice agenzia……………..…
[] dipendente
codice Filiale…………… / matricola …………….
[] dipendente – addetto allo sviluppo
codice Filiale…………… / matricola ………….
[] altro …………………………
codice ………………..
(specificare)
DENOMINAZIONE DEL CLIENTE (DELLA PERSONA CHE LO RAPPRESENTA) CUI IL MODULO E’ STATO CONSEGNATO
________________________________________________________________________________________________________
Il sottoscritto dichiara di avere ricevuto copia del presente modulo dal soggetto sopra indicato (firma)
Luogo e data______________________________
Firma___________________________________________________
CHE COS’E’ IL CONTO CORRENTE DI FINANZIAMENTO
Il presente conto è esclusivamente finalizzato all’operatività di smobilizzo di portafoglio commerciale e alla relativa contabilizzazione di anticipo incassi
commerciali per fatture, RIBA o altri.
Non è conseguentemente consentito disporre bonifici, collegare allo stesso strumenti di pagamento, domiciliazioni di utenze o pagamenti, né il rilascio del carnet
di assegni.
Sul presente conto saranno unicamente regolate le partite di portafoglio mediante operazioni di giroconto (addebito/accredito) tra lo stesso e il conto corrente
ordinario.
Il Cliente autorizza espressamente la Banca a girocontare sul conto corrente ordinario le spese e le commissioni maturate e addebitate trimestralmente sul presente
Conto.
È possibile abbinare al conto corrente di finanziamento il Servizio Multicanalità che consente al Cliente di ricevere e di consultare gratuitamente le comunicazioni
periodiche e specifiche fornite dalla Banca, in relazione al/ai rapporto/rapporti per cui ne è richiesta l’attivazione, in modalità telematica, all’indirizzo di posta
elettronica prescelto all’atto di accensione del Servizio stesso.
Per le condizioni economiche applicabili alle singole operazioni di finanziamento o di anticipazione si rimanda ai relativi Fogli Informativi.
Tra i principali rischi vanno tenuti presenti:
•
quelli connessi con l’utilizzo dei singoli prodotti di finanziamento e per i quali si rinvia ai relativi Fogli Informativi;
•
le condizioni e i tassi di interesse possono essere variati in senso sfavorevole per il cliente ad iniziativa della Banca in relazione all’andamento del
mercato.
Aggiornato al 19/12/2016
Pag. 1 di 4
Foglio Informativo Conto Corrente di Finanziamento
PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE
QUANTO PUO’ COSTARE IL FIDO
IPOTESI
Il contratto prevede l’applicazione della commissione per la messa a disposizione dei fondi onnicomprensiva (Commissione di Servizio Affidamenti - CSA)
Esempio: contratto con durata indeterminata e commissione messa a disposizione fondi (CSA) onnicomprensiva
La formula per il calcolo del Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) su base annua è la seguente:
Il TAEG esprime su base annua l’eguaglianza fra la somma dei valori attualizzati di tutti i prelievi e la somma dei valori attualizzati dei rimborsi e dei pagamenti
delle spese.
Nello specifico l’esempio prevede
- il credito erogato in un’unica soluzione;
- una durata pari a tre mesi poiché il contratto è a tempo indeterminato, il TAEG è calcolato in base all’assunto che la durata del credito sia di tre mesi e
nell’ipotesi di tasso immutato rispetto a quello iniziale per tutta la durata del contratto;
- periodicità di liquidazione degli interessi su base trimestrale;
- l’applicazione della commissione per la messa a disposizione dei fondi onnicomprensiva “CSA” secondo il valore massimo riportato nel seguente
documento;
- un affidamento in conto corrente pari ad € 1.500 utilizzato per intero dal momento della conclusione del contratto e per l’intera durata del medesimo
- gli interessi dati dalle competenze di pertinenza del periodo di riferimento calcolati al tasso massimo riportato nel presente documento;
altri oneri funzionali all’utilizzo del finanziamento, nonché i costi relativi ai pagamenti e ai prelievi connessi con l’erogazione o con il rimborso del
credito).
Utilizzato (pari all’accordato):
€ 1.500,00
T.A.E.G. 20,02 %
La Banca provvede all’automatico abbattimento delle
Tasso debitore nominale annuo:
10,00% su base trimestrale € 37,50
condizioni applicate in sede di liquidazione trimestrale delle
Commissione messa a disposizione fondi (CSA)
competenze, ove le stesse determinino il superamento della
dell’accordato, su base annua onnicomprensiva:
2,00% su base trimestrale € 7,50
Imposta di bollo:
€ 25,00 recuperati trimestralmente
soglia di usura tempo per tempo vigente.
costi riportati nella tabella sono orientativi e si riferiscono a ipotesi di operatività indicata dalla Banca d’Italia.
E’ possibile ottenere un calcolo personalizzato dei costi sul sito www.unipolbanca.it (nella sezione “Trasparenza”).
VOCI DI COSTO
Gestione
SPESE
FISSE
Spese per l’apertura del conto
€ 0,00
Canone annuo
€ 0,00
Numero di operazioni incluse nel canone annuo
Spese annue per conteggio interessi e competenze
Nessuna
€ 0,00
SPESE
VARIABILI
Gestione
INTERESSI
SOMME
DEPOSITATE
Interessi
Creditori
FIDI E
SCONFINAMENTI
In assenza di fido
€ 0,00 da sportello
Registrazione di ogni operazione non inclusa nel canone
€ 0,00 online
Invio estratto conto
−
invio cartaceo posta ordinaria
−
invio online
Costo complessivo annuo per invio di nr. 4 e/c trimestrali ad € 0,00 cadauno
Tasso creditore annuo nominale
€ 0,00
€ 0,00
Non previsto
Tasso debitore annuo nominale sulle somme utilizzate
(salvo usura)
Aggiornato al 19/12/2016
10,000 %
Pag. 2 di 4
Foglio Informativo Conto Corrente di Finanziamento
ALTRE CONDIZIONI ECONOMICHE
OPERATIVITA’ CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA’
SPESE TENUTA CONTO
Spesa per invio di ogni estratto conto cartaceo con domiciliazione c/o Filiale (se
previsto)
Spesa per invio di ogni comunicazione inerente gli obblighi di trasparenza:
€ 0,00
Invio cartaceo posta ordinaria € 0,00
Invio cartaceo domiciliazione c/o Filiale (se previsto) € 0,00
Invio on line € 0,00
(per la clientela che ha aderito alla funzionalità “Corrispondenza on
line”, attivabile gratuitamente con il Servizio Internet Banking, a
condizione che la comunicazione sia oggetto del Servizio)
Spesa produzione ed invio comunicazione di variazione contrattuale unilaterale
(art. 118 D.lgs 385/1993 TUB)
Invio cartaceo posta ordinaria € 0,00
Invio cartaceo domiciliazione c/o Filiale (se previsto) € 0,00
Invio on line € 0,00
SERVIZIO MULTICANALITÀ – INVIO COMUNICAZIONI PERIODICHE IN FORMATO ELETTRONICO
Adesione al servizio
ALTRO
Criterio calcolo interessi creditori e debitori
Tasso di mora
Gratuita
Anno Civile
10,00%, e comunque non oltre il Tasso Soglia Usurario per la
specifica categoria di operazione, rilevato trimestralmente con
Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze ai fini della
determinazione degli interessi usurari ai sensi dell’art. 2 della Legge
n. 108/96 come modificato dall’art. 8 comma 5 d) del d.l. 70/2011
ALTRO
SPESE PER RILASCIO DELLE PRINCIPALI CERTIFICAZIONI, ATTESTATI, DICHIARAZIONI E VARIE
Richiesta copie documenti archiviati mediante sisteme informatico/duplicato estratti conto
€ 2,00 per ogni copia
Richiesta copie documenti archiviati fuori sede
€ 10,00 per ogni copia
L’accessibilità alla documentazione archiviata può risultare diversa in dipendenza della tipologia/anno di produzione dei documenti richiesti in copia; un
calcolo preventivo dei costi complessivi può essere richiesto in Filiale.
Spese per rilascio certificazioni di oneri e passività bancarie e/o di vario genere
€ 51,65
Spese per certificazione di bilancio
€ 129,11
Recupero spese telefoniche:
€ 4,13
−
Urbana
€ 9,30
−
Extraurbana o verso telefonia mobile
Aggiornato al 19/12/2016
Pag. 3 di 4
Foglio Informativo Conto Corrente di Finanziamento
RECESSO E RECLAMI
Recesso dal contratto di conto corrente di finanziamento
Il Cliente e la Banca hanno diritto di recedere in qualsiasi momento, dandone comunicazione per iscritto con il preavviso di 1 giorno, dal contratto di conto
corrente di finanziamento, nonché di esigere il pagamento di quanto sia reciprocamente dovuto.
Qualora il Cliente rivesta la qualità di consumatore ai sensi del D.Lgs. n. 206 del 2005 (Codice del Consumo), la Banca ha facoltà di recedere dal fido in qualsiasi
momento dandone comunicazione per iscritto con preavviso di 7 giorni o, in presenza di un giustificato motivo, con preavviso di 1 giorno.
Recesso dal Servizio Multicanalità – invio corrispondenza in formato elettronico (via e mail)
Il Cliente potrà, in qualunque momento, recedere dal Servizio, ripristinando così l’invio delle comunicazioni in formato cartaceo, dandone comunicazione alla
Banca a mezzo raccomandata a/r; il recesso avrà efficacia dal giorno bancariamente lavorativo successivo al ricevimento, da parte della Banca, della relativa
comunicazione.
Analoga facoltà di recesso è data alla Banca.
Reclami
UNIPOL Banca S.p.A. aderisce all’Arbitro Bancario Finanziario, sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie.
Il Cliente, per la soluzione delle controversie derivanti da rapporti intrattenuti con la Banca, può presentare un reclamo scritto con una delle seguenti modalità:
•
lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’ indirizzo:
UNIPOL BANCA S.p.A. – Ufficio Reclami - Piazza della Costituzione 2, 40128 BOLOGNA;
•
via e-mail a: [email protected];
•
via Posta Elettronica Certificata a: [email protected];
•
consegnato allo sportello presso cui viene intrattenuto il rapporto, contro rilascio di idonea ricevuta;
•
via fax al numero: 051.3544970;
La procedura (fatte salve le spese per l’invio della corrispondenza) è gratuita per il Cliente.
La Banca deve fornire riscontro entro 30 giorni dalla sua presentazione ovvero entro 90 giorni nel caso di reclamo relativo ai servizi e alle attività di investimento.
Se accolto, la Banca comunica al cliente il tempo necessario per risolvere il problema. Se non riceve risposta entro 30 giorni oppure se non è soddisfatto della
risposta, il cliente può presentare ricorso all'Arbitro Bancario Finanziario (ABF), purché non siano trascorsi più di 12 mesi dalla presentazione del reclamo
all'intermediario.
Il ricorso all’ABF deve essere inoltrato con una di queste modalità:
•
per posta, via fax o con posta elettronica certificata (PEC), alla Segreteria tecnica competente o ad una qualunque delle Filiali della Banca d'Italia;
•
a mano, presso una delle Filiali della Banca d'Italia aperte al pubblico che lo inviano alla Segreteria tecnica competente.
Non appena presentato il ricorso all'Arbitro il cliente deve inviarne copia alla Banca con lettera raccomandata a.r. o per posta elettronica certificata (PEC).
Il Collegio si pronuncia entro 60 giorni dalla data in cui la Segreteria tecnica ha ricevuto le controdeduzioni da parte della Banca oppure dalla data di scadenza del
termine di presentazione.
Per avere maggiori informazioni e sapere come rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario è possibile consultare le apposite guide ABF disponibili presso tutte le
filiali della Banca, chiedere informazioni agli operatori della Banca, consultare il sito internet www.arbitrobancariofinanziario.it ovvero rivolgersi alle segreterie
tecniche dell’Arbitro Bancario Finanziario presso le Filiali della Banca d’Italia di Milano, Roma, Napoli ai seguenti indirizzi:
- Segreteria tecnica del Collegio di Milano
Via Cordusio, 5
20123 Milano
Telefono: 02-724241
- Segreteria tecnica del Collegio di Roma
Via Venti Settembre, 97/e
00187 Roma
Telefono: 06-47921
- Segreteria tecnica del Collegio di Napoli
Via Miguel Cervantes, 71
80133 Napoli
Telefono: 081-7975111
I termini previsti dalle presenti disposizioni sono sospesi ogni anno dal 1° al 31 agosto e dal 23 dicembre al 6 gennaio.
LEGENDA
Invio on line
Saldo contabile
Saldo disponibile
Servizio Multicanalità
Spese fisse di liquidazione periodica
Spese invio comunicazione
Spese tenuta del conto
Tasso debitore annuo nominale
Tasso Effettivo Globale Medio (TEGM)
Invio documentazione in formato elettronico per la clientela che ha attivato il Servizio Internet Banking o il
Servizio Multicanalità
Saldo risultante dalla mera somma algebrica delle singole scritture dare/avere in cui sono ricompresi importi
non ancora giunti a maturazione
Giacenza sul conto corrente che può essere effettivamente utilizzata
Il Servizio consente al Cliente di ricevere e di consultare gratuitamente on line, mediante posta elettronica, le
comunicazioni periodiche e specifiche della Banca.
Sono le spese per ogni determinazione ordinaria delle competenze – conteggio periodico degli interessi
Sono le commissioni per l’invio di un estratto conto e/o lista movimenti e/o documenti e/o comunicazioni ecc.
secondo la periodicità pattuita.
importo delle spese calcolate dalla Banca relative all’utilizzo del conto corrente.
Tasso annuo utilizzato per calcolare periodicamente gli interessi a carico del cliente sulle somme utilizzate in
relazione al fido e/o allo sconfinamento. Gli interessi sono poi addebitati sul conto.
Tasso di interesse pubblicato ogni tre mesi dal Ministero dell’economia e delle finanze come previsto dalla
legge sull’usura. Per verificare se un tasso interesse è usurario e, quindi, vietato, bisogna individuare, tra quelli
pubblicati, il tasso soglia dell’operazione e accertare che quanto richiesto dalla banca non sia superiore.
Aggiornato al 19/12/2016
Pag. 4 di 4
Foglio Informativo Conto Corrente di Finanziamento

Documenti analoghi