polisonnografia

Commenti

Transcript

polisonnografia
Cos’è la
Per saperne di più su patologie
Polisonnografia
e sintomi visita il sito:
POLISONNOGRAFIA
www.mydoctorplus.it
Si tratta di un esame non invasivo che consiste nella registrazione, durante una notte,
di tutti i parametri cardiaci e respiratori e
dello stato di ossigenazione del sangue e
dell’attività cerebrale.
Consiste nella registrazione di rumore respiratorio o flusso aereo oro-nasale, frequenza cardiaca, ossimetria e posizione
corporea. Serve per la valutazione e la diagnosi della roncopatia semplice (il russamento abituale), della più grave sindrome
delle apnee ostruttive (OSAS), dell’insufficienza respiratoria e della sindrome delle
gambe senza riposo.
L'esame può essere fatto comodamente a
casa propria (polisonnigrafo portatile).
Tutte le informazioni memorizzate durante
la notte consentiranno allo specialista di
avere un quadro completo della vostra
sconosciuta “Vita notturna” e in tal modo di
poter alleviare i disturbi vostri e di chi vi
dorme accanto e migliorare la qualità delle
vostre giornate.
Oltre 3100 patologie e 830
sintomi descritti in modo chiaro e
semplice
Via della Repubblica 6 Biella
Telefono 015-22011
www.cletamedica.it
e-mail: [email protected]
I sintomi dell’Apnea
L’Apnea notturna
I disturbi del sonno
I pazienti accusano una forte sonnolenza
diurna e si addormentano con facilità anche seduti, sono spesso vittima di colpi di
sonno durante la guida e quindi di incidenti, sono stanchissimi e tendono a ridurre
sempre più la propria attività fisica con
conseguente aumento di peso, ed ulteriore
aggravamento della patologia.
Altri tipici sintomi sono modifiche del carattere, nervosismo ed un generalizzato calo
psicofisico.
rendimento
di
In campo otorino si notano frequenti fastidi
alla gola, senso di secchezza, dolori al collo al risveglio ed alterazioni della voce.
La Sindrome delle Apnee Ostruttive nel
Sonno (OSAS) è una patologia cronica
caratterizzata da sonnolenza diurna e russamento notturno.
Nel paziente che soffre di OSAS, il rilassamento dei muscoli durante il sonno provoca un collasso delle vie aeree ed il passaggio dell’aria viene parzialmente ostruito.
In Italia il numero di pazienti in cura è di
circa 40.000, ma si stima che il 3% della
popolazione sia potenzialmente affetto da
questa patologia.
Numerosi studi scientifici dimostrano che
l’OSAS può costituire fattore di rischio per
malattie coronariche, aritmie, ipertensione
arteriosa, ictus, infarto del miocardio, diabete tipo 2.
La sonnolenza diurna crea ulteriori disagi,
guidare diventa poco sicuro, un malato di
OSAS rischia incidenti stradali tredici volte
di più di un individuo sano.
Il bruxismo o brauxismo è l’atto di digrignare i denti durante il sonno. Bruxare consuma i denti a lungo andare, ma soprattutto compromette ogni notte la qualità del
sonno, con pesanti conseguenze sulla
qualità della vita diurna. Sottovalutare la
sindrome del bruxismo può portare ad una
significativa usura dei denti fino ad intaccare le gengive. L'osservazione da parte del
dentista è sufficiente per formulare la diagnosi e predisporre i rimedi per la dentatura, ma per intervenire sulla qualità del sonno può essere utile una sessione
di polisonnografia notturna.
Chi soffre di epilessia può subire crisi durante il sonno. Le crisi epilettiche notturne
si manifestano attraverso movimenti repentini degli arti e talvolta urla improvvise.
Le crisi epilettiche notturne sono infide perche nella diagnosi alcuni sintomi possono
essere confuse con altri disturbi del sonno
(parasonnie). In caso di sospette crisi epilettiche durante il sonno, una o più sessioni
di polisonnografia notturna, eventualmente
supportate da una videoregistrazione, può
identificare il problema con più precisione,
distiguendolo da altri disturbi.