Untitled

Commenti

Transcript

Untitled
a r t e
p l a s t i c a
a r t e
Anna Chromy
Le Sculture di Anna Chromy sono abitate dallo spirito di Prometheus. Esse
lo sono in senso letterario, poiché
Prometheus è il dio della metamorfosi e dello stupore, dell’instabilità e
dell’ubiquità: come sapeva trasformarsi
in fuoco o in leone, in nuvola o in spada, così le sue sculture sono realtà e
mito, visione e premonizione, eclatante e sontuosa matrice della verità visibile e memoria trasfigurata del tempo.
Olympic Spirit, 2004,
bronzo patinato e lucidato,
cm. 110x150x580 h
È importante notare che le mutazioni
vi avvengono con una improvvisa contestualità e attraversano l’opera stessa,
ci obbligano a un approccio mentale ed
emotivamente poliedrico, contrastato,
in un certo senso ambiguo.
Non possiamo restare immobili (mentalmente o psicologicamente) di fronte
a una scultura di Anna Chromy, non ci
possiamo fermare ad una sola interpretazione, o guardare in limitate direzioni.
The Cloak
of Conscience,
2010, marmo
statuario
di Carrara (Cave
Michelangelo),
cm. 280x380x450 h
nota critica
L’arte della coscienza.
La versatilità, cioè il saper proporre al meglio
le proprie innate doti
espressive, è una delle
caratteristiche di Anna
Chromy.
Artista completa, è ormai famosa nel mondo anche per il “Mantello della Coscienza”- un’opera che “fa
pensare”-realizzata in
più versioni.
Si tratta di una scultura che comunica il gusto
espressivo della sua Arte
in cui vive un messaggio
di Amore e di Pace verso
tutti i Popoli della Terra.
Ciascun suo lavoro, raf-
p l a s t i c a
figura una tappa sempre diversa, o diversificata, di un unico cammino che si sviluppa tramite toni e temi profondamente autentici.
Il segno e il colore e la
forma, guidati dalla sua
idea/pensiero concretata nel gesto, ci dice di
un’Arte che diventa così un autentico colloquio
con l’osservatore.
Prova ne è dunque il
suo impegno sorretto
da quella professionalità già universalmente riconosciutale, stante l’acquisizione da parte delle massime Collezioni sia pubbliche, sia
private.
Prometheus, 2009,
bronzo patinato e lucidato,
cm. 200x135x250 h
[email protected]
www.annachromy.com
www.ubuy-annachromy.com
ii
iii