Presentazione Crisi e lavoro. E` sempre più con queste due parole

Commenti

Transcript

Presentazione Crisi e lavoro. E` sempre più con queste due parole
Presentazione
Crisi e lavoro. E’ sempre più con queste due parole che ogni giorno noi tutti, amministratori, politici, cittadini ci troviamo a
confrontarci.
La pubblicazione di questa nuova edizione de “I Quaderni dell’Osservatorio” avviene in un momento di particolare criticità per il
contesto economico e per il mercato del lavoro non soltanto regionale, ma più complessivamente nazionale ed internazionale. I
segnali di una leggera inversione di tendenza che avevano cominciato a manifestarsi nei primi mesi del 2011 hanno presto ceduto
il passo ad un nuovo peggioramento del quadro economico che ha avuto come conseguenza anche un nuovo aggravamento sul
versante occupazionale.
I dati contenuti in questo tredicesimo Rapporto dell’Osservatorio confermano come anche per la nostra regione vada crescendo il
disagio, sia per i lavoratori che per le imprese. Devono far riflettere, in questo senso, fenomeni nuovi che si vanno manifestando
sul mercato del lavoro quali la diminuzione ormai anche del lavoro flessibile e la progressiva ed accentuata marginalizzazione dei
soggetti più deboli, siano essi giovani, donne, lavoratori “anziani ”, immigrati, disabili.
La Regione Liguria ed il mio Assessorato si sono adoperati, anche attraverso l’utilizzo delle risorse del Fondo Sociale Europeo, in
un quadro di disponibilità comunque scarse, per predisporre politiche di sostegno al lavoro, sia per quanto riguarda le politiche
passive, implementando l’utilizzo degli ammortizzatori sociali (ed in particolare degli ammortizzatori sociali in deroga), sia
attraverso la promozione di Progetti mirati come il Piano Straordinario per l’Occupazione, “Coniugare al Futuro” ed il più recente
“Progetto Giovani”.
E’ del tutto evidente tuttavia come risulti essenziale, soprattutto in momenti come l’attuale, una assunzione di responsabilità
collettiva che, a partire dalle istituzioni, ma coinvolgendo anche il mondo imprenditoriale, le parti sociali, la cittadinanza produca
uno sforzo comune verso la individuazione di risposte condivise alla situazione di crisi economica ed occupazionale che investe
anche il nostro territorio.
A questo proposito risulta evidente sia l’importanza di una adeguata conoscenza del contesto nel quale si opera, sia l’ importanza
di disporre di uno strumento come l’Osservatorio Regionale sul Mercato del Lavoro che costantemente fornisce studi, dati ed
informazioni a supporto delle istituzioni regionali.
Assessore alle Politiche Attive del Lavoro e dell’Occupazione
Politiche dell’immigrazione, Trasporti e Porti della Regione Liguria
Giovanni Enrico Vesco
V
VI
Prefazione
Il tredicesimo Quaderno curato dall’Osservatorio Mercato Lavoro di Agenzia Liguria Lavoro costituisce anche quest’anno
occasione per riflettere sull’assetto socio economico della nostra regione.
Il panorama che emerge dal rapporto è quello di un territorio molto provato sotto il profilo delle dinamiche del mercato del
lavoro dove a tassi di disoccupazione in crescita vanno ad aggiungersi flessioni delle occasioni lavorative offerte dal terziario
che, come noto, costituisce il settore economico a più elevato impatto occupazionale in Liguria. A causa della crisi anche il
ricorso al lavoro flessibile subisce una battuta di arresto, mentre valori particolarmente elevati vengono toccatI dagli
ammortizzatori sociali con particolare riferimento a quelli in deroga.
Questi fenomeni, i cui effetti risultano ormai di tutta evidenza anche ad una osservazione non particolarmente approfondita,
richiedono analisi sempre più puntuali e proprio queste sono le piste lungo le quali l’Osservatorio sta cercando di muoversi.
Non senza difficoltà. Prima fra tutte un crescente impoverimento del panorama delle fonti disponibili, un allungamento dei tempi
nell’uscita dei dati, modalità di pubblicazione che li rendono scarsamente confrontabili con i precedenti mentre, quasi per
contrappasso, molte delle nuove informazioni fornite sono “di nicchia” o molto aggregate. In questo contesto risultano
particolarmente preziose per l’analisi del mercato del lavoro territoriale le informazioni contenute nel Sistema Informativo del
Lavoro Regionale che consentono una lettura, anche molto articolata, delle dinamiche di entrata ed uscita dal sistema
produttivo locale.
La ricerca e l’analisi di nuove fonti ed il confronto con altre realtà sia a livello regionale che interregionale molto attrezzate sotto
il profilo metodologico e conoscitivo costituiscono per l’OML punti di forza per la rimodulazione e messa a punto di strumenti
capaci di leggere e meglio contestualizzare anche ciò che accade in Liguria. I primi risultati di questo sforzo costituiscono già
parte integrante di questo rapporto per la cui realizzazione ringrazio Adriana Rossato, che ha coordinato il lavoro e l’intero
gruppo di ricercatori e collaboratori dell’OML, Monica Fiorentino, Lia Orzati, Valeria Pastore e Federico Corsi (del Servizio
Sistemi Informativi).
Ringrazio inoltre la dott.ssa Claudia Sirito, responsabile Settore statistica e prezzi della Camera di Commercio di Genova, il
Servizio Statistico dell’Università degli Studi di Genova, l’Ufficio Scolastico Regionale Liguria-MIUR per la preziosa
collaborazione fornita.
Il Direttore Generale
Agenzia Liguria Lavoro
Ing. Massimo Giacomo Terrile
VII
VIII