A scuola di cittadinanza

Commenti

Transcript

A scuola di cittadinanza
SCUOLA STATALE DELL’ INFANZIA DI DESENZANO
a.s. 2011-2012
A SCUOLA DI CITTADINANZA
Per un futuro più consapevole e più verde
In primavera il giardino della scuola, già ricco di diverse e variegate strutture gioco per i bambini, è stato ulteriormente arricchito da
una pista ciclabile, che verrà ufficialmente inaugurata appena possibile.
Il progetto, fortemente voluto dalle insegnanti, ha voluto rispondere all’esigenza inalienabile
dei bambini di potersi muovere in spazi aperti anche quando le condizioni del tempo sono
poco favorevoli e non permettono la piena fruizione del giardino perché il prato è bagnato.
Per poterlo realizzare si sono mobilitate tutte le risorse della scuola: le insegnanti, che
hanno messo a disposizione il loro tempo e le loro energie alla ricerca della soluzione
migliore; i genitori, che hanno investito le loro abilità nella creazione di manufatti da
presentare alle bancarelle (il cui ricavato è stato suddiviso in parte per il progetto di
solidarietà e in parte per la scuola); le mamme e le nonne, che hanno sempre riempito di
delizie i mercatini delle torte; alcuni sponsor, che hanno a cuore la nostra scuola e non ci
lasciano mai senza appoggio; l’amministrazione comunale, che visto le sinergie messe in
atto dalla scuola e valutato positivamente il progetto, ha contribuito economicamente per la
parte mancante e dato l’autorizzazione per la realizzazione dell’opera.
Fondamentale è stato il lavoro tecnico eseguito gratuitamente dall’architetto Luca Berta
(genitore di un bimbo che frequenta la nostra scuola), e la disponibilità della Ditta Build
(nella persona dei signori Carrara, papà di bambini che frequentano la scuola) che ha
favorito la fornitura dei materiali, dato in uso gratuito le attrezzature e fornito un tecnico
per l’esecuzione del lavoro.
La pista ciclabile è stata realizzata con l’utilizzo di apposite assicelle di legno posizionate
su un telaio fissato nel terreno: il lavoro è stato eseguito da alcuni nonni dei bambini che
hanno coinvolto i loro amici mettendo a disposizione la loro opera di volontariato e
ultimando la pista in pochi giorni. A distanza di poche settimane, nonno Gianpietro e
nonno Luigi si sono resi disponibili per dotare la pista anche della segnaletica stradale,
ormai ben conosciuta dai bambini, perché nel frattempo è stato completato il “progetto
sicurezza” in collaborazione con la Polizia Locale, che ha visto tutti i bambini di 5 anni
cimentarsi con le regole del codice della strada, sperimentate “dal vivo” presso il parco
stradale vicino alle “case rosse”.
Essere consapevoli si sé stessi, e della relazione tra sé, l’altro e l’ambiente, è l’obiettivo più grande che la nostra scuola si pone, per
aiutare i bambini a crescere non solo come persone ma anche come futuri cittadini.
In questo contesto si inserisce anche il “progetto orto”, introdotto all’inizio dell’anno scolastico da Chiocciola Marianna e Vermottolo
che hanno accompagnato i bambni alla scoperta delle “cose buone della terra” in un viaggio attraverso le stagioni e le buone abitudini
alimentari. Il collegamento con il territorio, è stato offerto “dagli orti urbani” ubicati a Comenduno, dove i bambini si sono recati
periodicamente in visita per osservare l’evolversi delle colture, imparare il rispetto dei tempi e l’attenzione ai ritmi della natura.
L’esperienza è continuata a scuola con la semina e la cura di fagioli, mais, grano, lenticchie, … L’imparare a “prendersi cura”, anche
con l’utilizzo di attrezzi quali la zappa, la vanga e il rastrello, a condividere un mondo di emozioni e di relazioni attraverso le
osservazioni, le rielaborazioni, il presentarsi di problemi e la ricerca di soluzioni, ha trasformato l’orto in un luogo di condivisione di
sapori e saperi, di saper pensare e di saper fare, strettamente allacciato al progetto “l’orto bonsai” promosso dall’ASL e al “progetto
degustazione ortofrutticola” proposto dalla ditta SerCar. Il laboratorio di cucina è stato poi il luogo dove i sapori hanno assunto anche
aspetti inconsueti come quello del tiramisù alla frutta o della marmellata di zucca, coronato dalla produzione di un ricettario individuale
per poter continuare a sperimentare anche in famiglia.
Il percorso relativo agli orti, si è sviluppato anche in forma
artistica, sia nella normale routine scolastica, sia con la
collaborazione dell’associazione “Arte sul Serio”, i cui
aderenti hanno messo a disposizione il loro tempo per
costruire cavalletti adeguati e seguire gli “artisti in erba”
durante le loro elaborazioni pittoriche presso gli orti. Le
opere d’arte prodotte sono state esposte in una mostra in
biblioteca dal 5 all’11 maggio, e presso gli orti stessi in
occasione della loro inaugurazione ufficiale.
Tutto il lavoro svolto è in funzione degli obiettivi della
nostra scuola che vuole educare il singolo alla
partecipazione attiva per il bene comune: si tratta di un
percorso di cui si mette il seme in tenera età, nella
consapevolezza che il proprio benessere affonda le radici
nelle scelte di ciascuno messe in atto responsabilmente.
Questo tipo di benessere individuale si espande e si
collega al benessere comune, nella cultura di una
cittadinanza attiva e per un futuro più a misura d’uomo.
Le insegnanti e i bambini ringraziano di cuore tutti coloro
che hanno contribuito alla buona riuscita di questo anno
scolastico e hanno partecipato alla cura della crescita dei
cittadini di domani.