NIZZA MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL

Commenti

Transcript

NIZZA MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL
NIZZA
MUSEO NAZIONALE
del MESSAGGIO BIBLICO
di CHAGALL
MARC CHAGALL
Figlio di una modesta famiglia ebraica russa, Marc Chagall nasce a Vitebsk il
7 luglio 1887. Inizia subito a frequentare corsi di pittura e nel 1910 si trasferisce
a Parigi.
Gli incontri con le opere di Van Gogh e soprattutto con Matisse gli
suggeriscono l’uso di un colore non naturalistico; l’incontro col cubismo gli
rivela la possibilità di compenetrare i piani, di sovrapporre le
immagini:maturerà così lo stile
dei suoi quadri di rappresentare la
simultaneità di tanti ricordi che si addensano, di tante immagini che si
sovrappongono e si accavallano. Nel 1914 durante uno dei suoi viaggi
viene bloccato dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale in Russia dove
rimarrà fino al 1920, anno in cui abbandonerà definitivamente la terra natale
trasferendosi in Francia, poi per un periodo negli Stati Uniti e quindi
definitivamente in Francia, sulla Costa Azzurra, a Vence, dove muore nel
1985.
“Io e il Villaggio”
Nei suoi quadri non c’è forza di gravità:
i personaggi,gli animali, gli oggetti
si spostano nel quadri con libertà.
Dice Chagall: “Non ci sono fiabe nelle mie
pitture, né favole,né leggende popolari: tutto
il nostro mondo interiore è realtà,
forse più ancora del mondo apparente”.
In tal senso Chagall è un precursore
del Surrealismo.
Egli infatti si pone come soggetto
delle sue opere, mette a tema la sua storia
e non rappresenta ciò che vede,
ma ciò che sente.
Dopo il 1930 si trova spesso ad affrontare temi di carattere religioso, in
particolare storie della Bibbia che interpreta e rappresenta in disegni,
incisioni, opere pittoriche ed anche vetrate,ad esempio realizza una serie di
vetrate per l’abside della cattedrale di Reims in sostituzione di quelle andate
perdute a causa dei bombardamenti della seconda guerra mondiale.
EGLI RACCOGLIE TUTTE LE SUE OPERE PIU’ SIGNIFICATIVE NEL MUSEO DEL
MESSAGGIO BIBLICO DI NIZZA, IN FRANCIA. DICE CHAGALL:
“FIN DALLA MIA PRIMA INFANZIA SONO STATO AFFASCINATO DALLA
BIBBIA. MI E’ SEMBRATA E ANCORA MI SEMBRA CHE SIA LA PIU’ GRANDE
FORMA DI POESIA DI OGNI TEMPO… HO FATTO QUESTI QUADRI (17
GRANDI PITTURE AD OLIO) E NEL MIO PENSIERO NON RAPPRESENTANO IL
SOGNO DI UN SOLO POPOLO (QUELLO EBREO) MA QUELLO
DELL’UMANITA’. HO VOLUTO LASCIARLI IN QUESTA CASA PERCHE’ GLI
UOMINI CERCHINO DI TROVARVI UNA CERTA PACE, UNA CERTA
SPIRITUALITA’, UN SENSO DELLA VITA”.
2
L’artista al lavoro
3
MUSEO NAZIONALE DEL MESSAGGIO BIBLICO MARC CHAGALL
Il museo si eleva in una rigorosa architettura a Nizza sull’antica collina di Cimiez.
Inaugurato il 7 luglio 1973 presenta al pubblico il più importante insieme di opere di
Chagall riunite in mostra permanente. La generosità dell’artista e della seconda moglie
Valentina, Vava, hanno permesso la fondazione del museo con la donazione di 17 grandi
tele ispirate alla Bibbia. In seguito furono donati anche gli schizzi preparatori alle opere,
pastelli, vari disegni, tempere, incisioni, litografie, sculture, ceramiche e un arazzo.
L’architetto A. Hermant concepisce un edificio di grande sobrietà e volutamente spoglio
per confermare la spiritualità delle opere. Attorno è costruito un parco di pini, cipressi, ulivi
ed essenze mediterranee come lavande e rosmarini.
All’interno del museo l’architetto fa sparire ogni idea di percorso; la sistemazione delle tele
è stata approvata da Chagall ed è priva di ogni idea di racconto e lascia che ogni
opera diffonda la sua propria atmosfera.
PIANTINA MUSEO
.
1. La creazione dell’uomo
2. Il Paradiso
3. Adamo ed Eva cacciati dal Paradiso
4. L’Arca di Noè
4. Noè e l’arcobaleno
6. Abramo e i tre angeli
7. Il sacrificio di Isacco
8. Il sogno di Giacobbe
9. La lotta di Giacobbe con l’Angelo
10. Mosè e il roveto ardente
11. Il percuoti mento della roccia
12. Mosè riceva le tavole della legge
13. Cantico dei Cantici I
14. Cantico dei Cantici II
15. Cantico dei Cantici III
16. Cantico dei Cantici IV
17. Cantico dei Cantici V
4
La creazione dell’uomo ( cm 300 x 200)
Dio crea l’uomo che, addormentato viene portato in
braccio dall’angelo (viene spontaneo il paragone con il
corpo di Isacco della tela vicina): i due corpi sono
abbandonati nel sonno e simboleggiano la vita e la
morte, la nascita dell’uomo e la morte di Cristo.
Il sacrificio di Isacco
Abramo e i tre Angeli (190x292)
Mosè riceve le tavole della legge
Il cantico dei cantici IV
5
MUSEO CHAGALL
Scegli l’opera di Chagall che più ti ha colpito e prova a descriverla:
- Che cosa rappresenta?
- Quali colori vengono utilizzati?
- Qual è il significato dei simboli presenti?
- Quali caratteristiche dello stile di Chagall ritrovi in quest’opera?
- Qual è il significato dell’opera?
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
_________________________________________________________________________________
______________________________________________________________________________
6

Documenti analoghi