PROGRAMMA_AMM.VO_2016-2021 - Silvestrini

Commenti

Transcript

PROGRAMMA_AMM.VO_2016-2021 - Silvestrini
LISTA “Unica realtà per il domani”
LINEE PROGRAMMATICHE
PER L’AMMINISTRAZIONE
DELLA COMUNITA’
DI MONDOLFO E MAROTTA
NEL QUINQUENNIO 2016-2021
PREMESSA
Il programma amministrativo per il governo della comunità e del territorio di Mondolfo e
Marotta nel quinquennio 2016-2021 nasce dall’esame attento dei bisogni della comunità
dei cittadini, ma anche dalla semina della stagione precedente e dal ricco raccolto dei frutti
maturati con l’attività dell’Amministrazione comunale uscente:
L’onestà riscontrata in tutte le attività comunali, trasmessa dagli amministratori al
proprio apparato, alle aziende e alle ditte che operano per l’ente, come valore che
caratterizza la qualità dei servizi, incide nelle entrate fiscali, combatte l’ingiustizia
sociale e incoraggia gli investimenti;
La realizzazione del collettore fognante che collega il territorio di Mondolfo e
Centocroci al depuratore principale funzionante a fondovalle presso la foce del
Cesano, attuando il completamento della rete territoriale di smaltimento delle acque di
scarico;
La Costruzione della rete stradale secondaria di Marotta, realizzata in gran parte
cogliendo l’opportunità irripetibile delle opere di compensazione per la realizzazione
della terza corsia autostradale. Si contano 15 milioni di investimenti con la
realizzazione di 4 nuovi cavalcavia sull’autostrada, l’ampliamento del sottovia, 3
rotatorie, nuovi importanti tratti stradali che quando completamente integrati con la rete
stradale esistente daranno organicità al traffico veicolare di tutta Marotta;
Completamento della Casa della Salute, con l’apertura del nuovo reparto di R.S.A
(Residenza Sanitaria Assistenziale) da 16 posti letto nella ex struttura ospedaliera di
Mondolfo che va ad aggiungersi ai gia funzionanti servizi Poliambulatoriali. Questo
risultato assume un valore significativo perché ottenuto in una fase di riduzione
considerevole delle strutture sanitarie;
Mantenimento in funzione presso la sede della Croce Rossa della Postazione
Territoriale dell’Emergenza Sanitaria (POTES) servizio essenziale per la tespestività
del soccorso sanitario alla popolazione del territorio;
Istituzione funzionale del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani, che ha
maturato nella popolazione una nuova sensibilità verso l’ambiente ed ha prodotto una
forte riduzione della tassa rifiuti a carico delle famiglie;
Aggregazione della frazione di Marotta di Fano al territorio comunale, assunzione in
carico del territorio, della popolazione e dei servizi ai cittadini. Risultato storico della
unificazione urbana di Marotta atteso da oltre 100 anni e conseguito grazie all’impegno
e la forza della ragione messi in campo dall’Amministrazione Comunale verso la
Regione;
Concessione in uso del terreno di proprietà comunale ad Associazione sportiva per
consentire la realizzazione dell’impianto coperto “Beach Arena”, dove possono essere
praticate in modo continuativo le attività di tennis, volley, ecc.;
Approvazione dell’importante progetto di insediamento commerciale denominato
Outlet, in grado di dare un forte impulso all’occupazione giovanile e sospingere il
rilancio delle attività economiche del territorio. Questo progetto ha richiesto grande
impegno per sviluppare una ampia condivisione e superare alcune asperità legate alla
arretratezza culturale del sistema distributivo italiano;
Costituzione della “Staffetta della Solidarietà”, tavolo di consultazione e collaborazione
permanente tra tutte le Associazioni di Volontariato Sociale operanti nel territorio
comunale, per sviluppare la sensibilità dei cittadini verso la cultura della solidarietà e
rispondere con azioni sostegno alle famiglie in difficoltà.
Realizzazione del Museo Civico con l’essenziale contributo dell’Associazione
Archeoclub, nel quale sono state raccolte importanti testimonianze storiche del
territorio. Riqualificazione della Biblioteca Comunale con nuove attrezzature e
l’incremento del patrimonio librario di oltre 2000 volumi di pregio storico, acquisito
attraverso importanti e spontanee donazioni;
Storico accordo con le Ferrovie dello Stato per la realizzazione di opere volte ad
armonizzare il superamento della barriera ferroviaria che divide il retrospiaggia di
Marotta dalla statale Adriatica e la zona urbana;
Questi risultati sono frutto di una straordinaria vivacità amministrativa, perché
conseguiti in un quinquennio in cui abbiamo vissuto la crisi economica più intensa dal
dopoguerra, in un contesto di recessione ed in assenza di possibilità di investimento
impedite dal cosidetto “Patti di stabilità”.
I benefici concreti dei risultati raggiunti saranno apprezzabili nei prossimi anni, è
fisiologico infatti che i vantaggi della buona politica emergano negli anni successivi; anche
per questa ragione chi è chiamato ad amministrare la cosa pubblica deve saper analizzare
in modo lungimirante i bisogni più generali e prioritari della comunità amministrata, senza
cedere alla tentazione di opere frettolose e senza utilità.
L’esperienza ci insegna che per risolvere le problematiche amministrative in modo
utile ai cittadini, necessitano analisi, studio e prospetti di soluzione, talvolta occorre
l’impegno di anni per cogliere dei risultati, per questa ragione il programma che abbiamo
elaborato prende in considerazione una molteplicità di obiettivi da studiare, da elaborare e
da raggiungere.
Nella visione complessiva della realtà abbiamo tracciato un disegno chiaro e
convincente, uno strumento che ci consentirà di guidare le aspettative della comunità,
affermando la cultura dei valori e dei principi democratici, rispetto a quanti si
caratterizzano per il corporativismo e per il localismo.
La capacità politica di leggere i bisogni nasce e progredisce con la continuità
di governo di forze politiche positive che sono culturalmente compatibili, che si
tramandano e raccolgono i progetti di governo, senza sprecare beni, risorse e
tempo a causa di indecisione e inesperienza.
Il programma per l’amministrazione di Mondolfo e Marotta per il 2016-2021
nasce dunque da questa fondamentale premessa e si dispiega in modo naturale
nella continuità di azione attraverso la proposizione di nuovi protagonisti, nella
visione generale del territorio, nella lettura della realtà sociale che cambia e dei
bisogni emergenti dall’intera comunità dei cittadini.
Questo progetto non vuole essere scarno o essenziale, perché le cose da fare sono
molte e questa formazione politica che si candida al governo non intende rinunciare a
nessuno dei buoni propositi.
Al centro del nostro disegno abbiamo posto: “il lavoro e il turismo” temi
prioritari del nostro impegno amministrativo, per aprire le prospettive ad una nuova
dinamicità economica e all’occupazione dei giovani, questioni essenziali per rivitalizzare la
comunità di Mondolfo e Marotta, dopo anni di recessione economica e assenza di
prospettive occupazionali.
La realizzazione dell’Outlet costituisce una occasione irripetibile per gli operatori
commerciali e per le persone del territorio alla ricerca dell’occupazione. Il rilancio del
turismo passa attraverso il trasferimento dell’ufficio comunale a Villa Valentina, la quale
deve divenire la sede operativa e sostanziale delle politiche di accoglienza, elaborate tra
gli operatori del settore e l’Amministrazione Comunale.
Una nuova pagina si apre con il cambiamento della realtà territoriale ed urbana
conseguente alla recente aggregazione di 2.700 abitanti di Marotta nord, questo evento
straordinario ci induce a porre all’ordine del giorno il tema dell’integrazione sociale della
nostra comunità quale punto fermo del progetto amministrativo.
Vogliamo sviluppare l’integrazione sociale attraverso un piano di rinascita urbana
con la individuazione di spazi fruibili per la cultura e l’aggregazione sociale da sviluppare
in tutti i territori, per aprire e coltivare relazioni sociali, nella consapevolezza che le storiche
contrapposizioni dei campanili appartengano alla cultura conservatrice di vecchie
generazioni e vanno consegnate al passato.
Le nostre scelte sono l’uso virtuoso del territorio, garantire la sicurezza idrogeologica ai terreni di maggiore criticità, tenere sotto controllo la qualità dell’aria e
l’inquinamento acustico, diffondere la cultura e la sensibilità al rispetto
dell’ambiente.
E’ nostro dovere aprire il dialogo con i giovani che si sentono mortificati da una
condizione di emarginazione dal lavoro, ascoltare le loro idee, coinvolgere le nuove
generazioni nei percorsi di cambiamento della società.
Siamo consapevoli che il processo di fusione dei comuni tanto auspicato che
determinerà nuovi assetti territoriali, può concretizzarsi in questa realtà attraverso
l’associazione di popolazioni omogenee per cultura, tradizioni, servizi, senso di
appartenenza e morfologia del territorio “collemare”.
Anche su temi come la solidarietà sociale, la qualità della vita vogliamo aprire
un confronto con le forze migliori della società per trovare convergenze, senza
avere la pretesa di essere portatori esclusivi di buona politica, sapendo che altri
soggetti, gruppi, associazioni, possono concorrere a sostenerla con idee e visioni
diverse.
1 – LAVORO
1.a
REALIZZAZIONE DELL’OUTLET
Cogliere l’opportunità di nuovi 500 posti di lavoro per i giovani, dal grande
insediamento commerciale denominato “Outlet”, programmato nell’area di fronte al casello
autostradale, nella prospettiva importante di promozione del territorio e alla occasione
forse irripetibile dello sviluppo commerciale per l’intera Valle del Cesano, ponendo
attenzione al rispetto dell’ambiente e dell’equilibrio economico del territorio.
1.b
AGEVOLAZIONI PER L’AVVIO DI ATTIVITA’ TURISTICHE
Attivare forme di agevolazioni nel pagamento delle imposte comunali ai giovani che
intraprendono attività turistiche, come la riduzione al minimo della tassa di occupazione
suolo pubblico e imposta sulla pubblicità.
1.c
INCENTIVI PER MODERNIZZARE L’AGRICOLTURA
Incentivare i progetti di modernizzazione delle attività agricole, attraverso la
partecipazione del Comune al pagamento degli interessi sul credito per l’acquisto di
macchinari, attrezzature e terreni, in favore di giovani che avviano nuove attività agricole.
Attivare progetti in favore dei giovani finalizzati al riuso dei terreni abbandonati per
le moderne coltivazioni agricole.
1.d
AGEVOLAZIONI PER LE ATTIVITA’ COMMERCIALI NEL CENTRO STORICO
Sostenere lo sviluppo commerciale nel centro storico attivando agevolazioni nel
pagamento delle imposte comunali ai giovani che intraprendono attività commerciali,
mediante la riduzione al minimo della tassa di occupazione suolo pubblico e imposta sulla
pubblicità.
1.e
FACILITARE LA FORMAZIONE DI STRUTTURE SOCIALI
Agevolare la costituzione nel territorio di Comunità alloggio, Case famiglia e altre
strutture residenziali per il collocamento sociale di minori, ragazze madri e adulti in stato di
abbandono, allo scopo di rispondere alle necessità della comunità e per costituire
opportunità di lavoro per i giovani che hanno una specifica formazione sociale.
1.f
SOSTENERE LA REALIZZAZIONE DI STRUTTURE SANITARIE
Sostenere politicamente presso le istituzioni regionali il progetto di realizzazione di
strutture sanitarie private compatibili con i piani urbanistici del territorio, allo scopo di
generare nuove opportunità di lavoro ed ampliare l’offerta dei servizi sanitari per la
popolazione.
2 - INFRASTRUTTURE PER IL TURISMO
2.a
CONSULTA DEI SERVIZI TURISTICI
Promuovere il funzionamento permanente di una consulta per i Servizi Turistici
presso il Palazzetto del Turismo di Villa Valentina, quale occasione d’incontro degli
operatori e degli amministratori del territorio, per l’organizzazione e la promozione delle
attività del settore turistico, creando le sinergie per l’organizzazione di eventi di forte
richiamo.
2.b
TRASFERIMENTO UFFICIO DEL TURISMO
Decentramento dell’Ufficio Turismo dalla Sede Municipale al Palazzetto del Turismo
(Villa Valentina), per conferire maggiore operatività alle attività di promozione, alle
iniziative della Consulta dei servizi turistici e avviare una politica di accoglienza diretta
degli ospiti per tutto l’anno solare.
2.c
AVVIARE LA REALIZZAZIONE DEL PORTO TURISTICO
Avviare con la partecipazione degli operatori del settore nautico, l’opera di
realizzazione del porto turistico sul litorale sud di Marotta (ultima spiaggia), previsto dal
Piano dei porti della Regione Marche, con l’obiettivo di attrarre nel territorio le attività di
nautica da diporto, il rimessaggio delle barche ed il varo delle imbarcazioni prodotte dai
locali cantieri nautici.
2.d
PROLUNGAMENTO DEL LUNGOMARE
Ampliare il Piano spiaggia con la previsione del prolungamento del Lungomare
Cristoforo Colombo sino al Cesano mediante un percorso pedonale e ciclabile illuminato,
integrato con il porto turistico che valorizzi le strutture ricettive esistenti.
2.e
PROMOZIONE DEL CENTRO STORICO
Promozione dell’importanza e del rilievo storico del borgo di Mondolfo come offerta
turistica integrata alla costa. Mantenimento della qualifica di “uno dei Borghi più belli
d’Italia” e valorizzazione del patrimonio monumentale attraverso il completamento dei
lavori di recupero dell’ex convento di S. Agostino per il suo riuso per attività culturali e
turistiche.
2.f
APPROVAZIONE PIANO ZONA TURISTICO BALNEARE
Integrare il piano turistico-balneare di Marotta con quello della zona nord aggregata
dal comune di Fano, che presentano caratteri e peculiarità amministrative diverse tra loro.
Cogliere tale opportunità per rivisitare il piano con la previsione di campeggi, aree di sosta,
piccoli hotel, impianti sportivi, spazi per attività culturali-congressuali, nell’obiettivo di
attrarre investimenti e renderlo funzionale alle opere di collegamento con la zona mare e
al Porto turistico, salvaguardando il fragile equilibrio socio–ambientale che caratterizza
l’intera zona.
2.g
PROMOZIONE DEI PERCORSI NATURALISTICI
Promuovere presso le strutture turistiche ricettive, la visita dei percorsi naturalistici e
paessaggistici del territorio, quali la collina di Monteciapellano e la caratteristica Valle dei
Tufi con l’antica chiesetta della Madonna delle Grotte;
2.h
BANDIERA BLU
Proseguire le iniziative e gli interventi volti a migliorare la qualità delle nostre
spiagge, del nostro mare e di tutti i servizi che hanno reso possibile l’ottenimento della
prestigiosa bandiera blu.
2.i
VALORIZZAZIONE DELLE GROTTE DEL CENTRO STORICO
Aprire al pubblico le grotte sotterranee del centro storico di Mondolfo allo scopo di
valorizzarle ed inserirle in un percorso di offerta turistica integrata.
3 – INTEGRAZIONE DELLA COMUNITA’
3.a
PIANO DI RINASCITA URBANA
Promuovere un piano per la rinascita urbana della comunità, con carattere
prioritario agli spazi fruibili per la cultura e l’aggregazione sociale da sviluppare in tutti i
territori, per aprire e coltivare relazioni sociali in forma diretta, accrescere le qualità
umanistiche ed intellettuali parallelamente al web e ai social network.
3.b
INTEGRAZIONE TERRITORIALE
Dare forte impulso alle attività di integrazione di tutta la comunità sul piano della
identità culturale e amministrativa, e conferire dignità ed orgoglio di appartenenza a tutti i
cittadini attraverso la valorizzazione di tutte le componenti geografiche e storiche del
territorio.
3.c
SVILUPPO CONDIVISO
Ricercare la condivisione degli abitanti sui temi di grande coinvolgimento sociale
per dare valore concreto all’integrazione territoriale, con la cognizione che lo sviluppo
debba avvenire in modo equilibrato con interventi differenziati in relazione alle
caratteristiche e alle specificità dei quartieri.
3.d
PIAZZA PER IL MERCATO
Dare connotazione sociale a Marotta attraverso le ultime importanti occasioni di
espansione edilizia, con la realizzazione di una grande struttura pubblica: la piazza per il
mercato, un’area di aggregazione per attività commerciali, culturali e ricreative, un luogo di
ritrovo dei cittadini che conferisce centralità ad un tessuto urbano allungato su tutto il
litorale.
3.e
RECUPERO TEATRO DI MONDOLFO
Recuperare la funzionalità del teatro di Mondolfo (Ex Cinema Adriatico), di proprietà
comunale, conferendo alla struttura caratteristiche di polifunzionalità per lo svolgimento
d’attività culturali, ricreative, d’aggregazione sociale e per eventi di promozione turistica e
sociale per l’intero territorio.
3.f
INTEGRAZIONE DEI PIANI TERRITORIALI
Integrare le previsioni del Piano Regolatore Generale e dei Piani particolareggiati
della spiaggia e del centro storico, con quelli vigenti nel territorio di Marotta ex Fano.
Omogeneizzare le norme dei relativi regolamenti edilizi.
3.g
COLLEGAMENTO DEI CENTRI URBANI
Realizzare il collegamento tra i centri urbani del territorio, con mezzi di trasporto
collettivi per promuovere il territorio dal punto di vista turistico, per favorire la
partecipazione alle manifestazioni sportive e culturali, nonché agevolare l’accesso degli
anziani ai servizi sanitari al cimitero comunale,
4 - TUTELA DELL’AMBIENTE
4.a
NO AL CONSUMO DEL TERRITORIO
Fare dei centri abitati del territorio, dove lo stile urbanistico orientato dalle
generazioni precedenti suggerisce anche le trasformazioni successive, gli elementi di
aggregazione per i nuovi insediamenti urbanistici, rifuggendo l’urbanistica frammentata
che oltre a saturare il territorio introduce costi crescenti di collegamento ed erogazione dei
servizi di rete (fogne, illuminazione, acqua, gas), di manutenzione della viabilità, di
trasporto scolastico, ecc.
4.b
QUALITA’ DELL’ARIA
Promuovere interventi idonei al monitoraggio della qualità dell’aria, con controlli
periodici per verificare le emissioni in atmosfera, l’inquinamento acustico ed il livello
d’inquinamento da onde elettromagnetiche.
4.c
ENERGIE RINNOVABILI
Favorire lo sviluppo delle energie rinnovabili, in particolare cogliendo la possibilità di
istallare impianti fotovoltaici sugli edifici pubblici, con l’obiettivo di ridurre i costi e il
consumo di energia prodotto con gli idrocarburi.
4.d
RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI
Dare ulteriore corso al progetto di raccolta differenziata dei rifiuti, con la previsione
di forme di raccolta molto avanzate per generi e modalità, anche legate a forme
d’incentivazione concrete per i cittadini. Promuovere iniziative per diffondere la cultura e la
sensibilità nel rispetto dell’ambiente.
4.e
CRESCITA URBANA CORRELATA ALLA QUALITA’ DELLA VITA
Cogliere l’opportunità di migliorare la qualità della vita dei cittadini ad ogni intervento
di sviluppo urbano, produttivo o commerciale, associando a questi la realizzazione
equilibrata di strade, parcheggi, aree verdi e strutture per la cultura ed il tempo libero.
4.f
EDUCAZIONE ALL’USO DEL TERRITORIO
Promuovere iniziative per sviluppare la sensibilità dei cittadini sul corretto uso del
territorio (pulizia dei fossi, piantumazioni, corretta aratura dei campi, ecc.) al fine di
prevenire il dissesto idrogeologico.
4.g
REALIZZAZIONE DI UNA ZONA VERDE
Realizzazione di un zona alberata, nell’area compresa tra il centro abitato di
Marotta ed il casello autostradale, come intervento riequilibratore del rapido sviluppo
edilizio costiero, e come barriera contro l’inquinamento acustico ed atmosferico derivante
dall’autostrada. Stipulare accordi di programma con la Provincia di Pesaro Urbino, la
Società Autostrade ed il Corpo Forestale dello Stato per la fornitura di piante e manufatti.
4.h
PARCO DELLA VALLE DEI TUFI
Realizzazione in sinergia con il comune di San Costanzo del Parco della Valle dei
tufi inserito nel contesto del percorso naturalistico esistente.
5 - POLITICHE SOCIALI E CULTURALI
5.a
CERTEZZA E FUNZIONALITA’ DEI SERVIZI
Garantire l’erogazione di un ventaglio di servizi avanzati che forniscano un supporto
sociale certo e qualificato alle famiglie residenti in questo comune che crescono i loro figli,
ususfruiscono degli spazi pubblici, delle strutture scolastiche, degli impianti sportivi, di
aggregazione sociale, del mare, del territorio e delle sue potenzialità.
5.b
CONSULTA DEI GIOVANI
Istituire la “Consulta dei giovani” quale organismo permanente di elaborazione di
idee, di confronto e di dialogo con l’Amministrazione comunale, fucina di iniziative di
carattere culturale, ricreativo, sportivo e di integrazione sociale con gli immigrati.
5.c
CONSULTA DEL VOLONTARIATO SOCIALE
Sviluppare le collaborazioni e le sinergie formate con le Associazioni di volontariato
sociale attraverso la “Staffetta della Solidarietà”, per rispondere ai bisogni delle persone e
delle famiglie in difficoltà, sostenere le attività di raccolta e distribuzione dei viveri, del
vestiario e di arredi.
Promuovere tra le nuove generazioni la cultura del volontariato sociale, promuovere
campagne contro il consumo degli alcolici e la pratica del bullismo.
5.d
CASA DELLE ASSOCIAZIONI
Approfittare dell’opportunità fornita dall’acquisizione della “Ex Caserma della
Guardia di Finanza” a Marotta per creare un’area di coworking che ospiti le sedi delle
associazioni del territorio per “far rete” e condividere gli spazi.
5.e
INTERNET WI-FI NEGLI SPAZI PUBBLICI
Favorire l’istallazione da parte di soggetti privati dei punti di accesso wi-fi alla rete
internet per consentire anche nei luoghi pubblici la possibilità di studiare, organizzare
dopo-scuola, accedere ai servizi dell’Amministrazione Comunale.
5.f
PISTA PER L’ELIAMBULANZA
Rafforzare la collaborazione con la Croce Rossa di Marotta ed altri soggetti e
istituzioni e per realizzare la pista di l’atterraggio dell’Eliambulanza per il soccorso e il
trasporto rapido delle persone all’Ospedale Regionale di Torrette.
5.g
CONTRATTI DI AFFITTO A CANONE CONCORDATO
Sollecitare la Regione Marche all’inserimento del comune tra quelli ad “Alta densità
abitativa”, allo scopo di realizzare la stipula dei contratti di affitto a canone concordato, in
favore delle famiglie a basso reddito.
5.h
ORTICOLTURA PER ANZIANI
Reperire appezzamenti di terreni per promuovere le attività di orticoltura in favore
degli anziani;
6 – GESTIONE DEL TERRITORIO
6.a
SICUREZZA IDRO-GEOLOGICA
Pianificare gli interventi per assicurare alle aree di Marotta Nord che presentano
maggiore criticità di allagamento durante le precipitazioni metereologiche, opere che
pongano rimedio all’edificazione, realizzata purtroppo senza i necessari interventi di
sicurezza idraulica.
6.b
ROTATORIA A MAROTTA ALL’INCROCIO TRA LA SS 16 E LA SS 424
Portare a compimento la realizzazione di una rotatoria nell’incrocio l’incrocio tra le
due principali arterie stradali del territorio in sostituzione dell’impianto semaforico, per
decongestionare il traffico contribuendo così alla riduzione dell’emissione degli scarichi in
atmosfera e dell’inquinamento acustico.
6.c
COMPLETAMENTO CIRCONVALLAZIONE DELL’ABITATO DI MAROTTA
Portare a compimento la strada di circonvallazione a monte dell’abitato di Marotta di
congiunzione tra la strada statale Valcesano con la strada provinciale Cesanense.
Realizzata in gran parte con le opere complementari alla terza corsia autostradale e delle
opere connesse alle nuove zone di urbanizzazione, manca del tratto di congiunzione tra
via del Sole e via della Luna.
6.d
REALIZZAZIONE DI PARCHEGGI
Realizzare parcheggi nei centri urbani, con priorità per il centro storico di Mondolfo
e lungo la statale adriatica a nord della stazione ferroviaria. Prevedere nelle nuove zone
di sviluppo commerciale la realizzazione contestuale di parcheggi.
6.e
REALIZZAZIONE DI MARCIAPIEDI E PISTE CICLABILI
Realizzare marciapiedi nelle zone urbane sprovviste mediante interventi economici,
gradevoli ed innovativi. Collegare con piste ciclabili le zone periferiche con i centri urbani.
6.f
VALORIZZAZIONE DELLE ASSOCIAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE
Promuovere e valorizzare le forme organizzate di volontariato che hanno l’obiettivo
della Protezione Civile delle persone e dei beni del territorio, come attività di prevenzione
alle sofferenze che possono essere prodotte da eventi climatici, esondazioni, movimenti
tellurici.
6.g
ARREDO URBANO
Condurre iniziative per la realizzazione di decorosi spazi pubblici nei centri e nelle
periferie del territorio, che prevedano la cura delle aiuole, la dotazione di panchine, giochi
per bambini, pensiline e tabelloni di informazione pubblicitaria, anche con la
partecipazione di privati.
6.h
DIFESA DEL LITORALE
Condurre una serrata azione di sollecitazione politica nei confronti delle Opere
Marittime della Regione, affinchè venga adottato un piano per il ripascimento delle
scogliere o della battigia a difesa della spiaggia, soggetta a continua erosione a causa
delle mareggiate.
6.i
RICONVERSIONE DEL CAMPO SPORTIVO DI VIA FERMI
Riqualificare l’area del campo sportivo di via Fermi con un manto di erba sintetica
per lo svolgimento di attività sportive polivalenti. Aprire l’azione di riqualificazione alla
partecipazione di Associazioni Sportive locali.
6.l
IMPIANTO SPORTIVO A PIANO MARINA
Prevedere la realizzazione di un impianto sportivo polivalente nel quartiere di Piano
Marina, per rispondere alle necessità di aggregazione, educazione e socializzazione dei
giovani e dell’intera popolazione residente.
6.m
PROMUOVERE COLLEGAMENTO STRADALE CON PONTE SASSO
Promuovere la prosecuzione di viaUnita d’Italia, situata a monte dell’arteria
autostradale, sino alla località di Ponte Sasso (zona centro sociale). La nuova strada
permetterà di far defluire il traffico in uscita dal Casello dell’autostrada in direzione Fano
evitando il centro di Marotta.
6.n
PAVIMENTAZIONE PIAZZA DEL COMUNE
Realizzare una nuova pavimentazione in Piazza del Comune, che permetta il
parcheggio regolamentato degli automezzi e la fruizione dell’area per l’aggregazione e le
manifestazioni culturali ed istituzionali.
7 – ATTIVITA’ ISTITUZIONALI
7.a
INFORMAZIONE E TRASPARENZA
Assicurare ai cittadini la massima trasparenza amministrativa, nonché una periodica
informazione sull’andamento dell’attività dell’ente, mediante l’apertura di un sito di cronaca
amministrativa.
Utilizzare gli strumenti e le tecnologie di ultima generazione per consentire ai
cittadini ed alle imprese di comunicare e ricevere servizi dall’Ente tramite la rete Internet.
7.b
CONTRASTO ALL’EVASIONE FISCALE
Utilizzare i più recenti strumenti informatici oggi a disposizione per attivare nuove
forme di contrasto all’evasione fiscale facendo ricorso anche alla collaborazione del
Ministero delle Finanze e degli altri Enti dello Stato.
7.c
VIDEO SORVEGLIANZA E SICUREZZA
Istallare videocamere di controllo nei punti del territorio di maggiore criticità in
relazione alla violazione della norme di circolazione, per comportamenti antisociali, per
commercio abusivo, abbandono di rifiuti, per lo spaccio di sostanze stupefacenti.
Attuare un programma articolato di controllo del territorio finalizzato alla
prevenzione delle violazioni ed alla sicurezza dei cittadini attraverso l’azione congiunta e
coordinata con le altre forze dell’ordine.
7.d
PROCESSO DI FUSIONE DEI COMUNI
Nella consapevolezza che per rispondere alle moderne esigenze gestionali e
amministrative sarà avviato un processo di formazione di comuni di medie dimensioni,
guardiamo con favore all’ipotesi di formazione di una entità amministrativa con il comune
di San Costanzo, omogeneo per cultura, servizi e la morfologia del territorio “collemare”.
Nella ipotesi di ottemperare ad un dettato legislativo di costituzione di macrocomuni, la nostra propensione è verso il territorio di Senigallia, con il quale condividiamo la
storia, le tradizioni e i caratteri culturali sin dal medioevo, e nella considerazione che
anche oggi molti cittadini prediligono i centri commerciali di Senigallia, le scuole, la
struttura ospedaliera e la confinante spiaggia di velluto.
7.e
ACCESSO AI FONDI DELLA UNIONE EUROPEA
Prendere parte attivamente ai progetti di sviluppo organizzati da istituzioni
pubbliche (Provincia, Regione, Ambiti Territoriali) per l’accesso ai finanziamenti
dell’Unione Europea.

Documenti analoghi