(dedicato a mia figlia) Danza sul lago leggiadra

Commenti

Transcript

(dedicato a mia figlia) Danza sul lago leggiadra
(dedicato a mia figlia)
Danza sul lago
leggiadra volteggiando
la notte scura
tu il cigno bianco
mi fissi mentre io ammiro
le ampie movenze
il grande amore
del padre e di sua figlia
raro smeraldo
la serena alba
il vento del mattino
la luna a sera
autunni e inverni
estati e primavere
cigno dorato.
***
Trovan ristoro
all’ombra di un ciliegio
le stanche membra
mentre il vento trasporta
eco di canti antichi
Ore e ore fisso
vibrare i lunghi rami
riflessi d’oro
e quando si fa sera
si congeda anche il vento
***
Sfido la tigre
occhi lame roteanti
non fa più paura
Sole ed acciaio è il mio cuore
forgia indistruttibile
Coraggio è azione
pensiero strategico
calma di un giunco
lentamente trasmigro
divengo tigre e vento
***
(dedicato a mia moglie)
Labbra fiammanti
i due amanti a un sol passo
una maschera
ne cela i guardi
noi due in fibrillazione
culla la luna
frementi bocci
chiara e stellata notte
lunghi i sospiri
scendono i veli
le colline d’ebano
rasenta il sole
ed oltre questo
nessuna maschera v’è
tra chi tanto ama
la felicità
né come né sai quando
attendi e arriva
è un gran bagliore
è la vita che erompe
la nostra estate
tredici gemme
or quindici rintocchi
noi innamorati
***
RENGA DI MASSIMO BALDI PUBBLICATI TRA IL 2010 E IL 2012
Tutti i testi dell'Autore s'intendono soggetti a copyright ©