notizie n. 2 l`inizio dell`imprenditorialità del patrimonio culturale al

Commenti

Transcript

notizie n. 2 l`inizio dell`imprenditorialità del patrimonio culturale al
NOTIZIE N. 2
L’INIZIO DELL’IMPRENDITORIALITÀ DEL PATRIMONIO CULTURALE AL
LIVELLO (GLOBALE) LOCALE: LE STRATEGIE E GLI STRUMENTI PER
L’INTEGRAZIONE, LA PROTEZIONE DEL TERRITORIO, LA MOBILIZZAZIONE
DEI VALORI CULTURALI E LA DIVULGAZIONE DI ESPERIENZE
Il museo archeologico di Rodi
La porta della vecchia città di Rodi
1.
LA BREVE DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ DALL’INIZIO DEL PROGETTO FINO ALLA
FINE DEL NOVEMBRE 2011
Nei primi sei mesi del 2011 si sono svolte le attività preparatorie del progetto. A febbraio 2011 si è
firmato il contratto di collaborazione ed a maggio 2011 si è firmato il contratto di cofinanziamento
del progetto.
Nel quadro della prima riunione di lavoro il partner capofila ha elaborato un piano d’azione in cui le
attività del progetto intero sono strutturate nei periodi di tempo e definite per ciascun partner di
progetto. Si è elaborato anche il manuale d’uso per eseguire il progetto in cui sono descritte le
attività secondo le serie lavorative, gli scopi, i risultati previsti e le persone che sono responsabili
per l’esecuzione. Sono stati elaborati anche gli aspetti finanziari secondo le riunioni di lavoro e
riguardo ai partner di progetto.
A giugno 2011 si è preparato ed assegnato il primo rapporto intermedio per il periodo dal 1 marzo
2011 al 31 maggio 2011.
Nel quadro della seconda riunione ad agosto 2011 il partner capofila ha elaborato un piano di
comunicazione e di disseminazione. È stato sviluppato un proposito della pagina web di progetto
come uno dei più importanti strumenti per la comunicazione durante il progetto. Si stava
elaborando un proposito di logo del progetto ed a novembre è stato preparato uno schizzo
dell’opuscolo di progetto.
Nel quadro della terza riunione di lavoro alla fine di settembre 2011 (dal 28 settembre 2011 al 30
settembre 2011) ha avuto luogo la prima riunione dei partner di progetto. Il partner capofila
University ot the AEGEAN – Research unit / U AEGEAN è stato l’organizzatore di questa riunione.
La riunione si è svolta nell’isola di Rodi in Grecia. Il partner capofila ha formulato preliminarmente
il programma della riunione, le istruzioni per l’alloggio e lo svolgimento della prima riunione dei
partner, la visita di studio e il convegno di valutazione. Sono state definiti anche le strutture di
amministrazione del progetto (il comitato di vigilanza, il comitato tecnico, il comitato per il controllo
di qualità).
Ad ottobre ed a novembre si è continuato con le attività per un lavoro più intensivo sul progetto.
Durante la terza riunione sono state realizzate le istruzioni per l’acquisizione dei partner satellitari
del progetto e le istruzioni per il loro lavoro. Il partner capofila ha elaborato un modello d’invito al
convegno ed alla discussione attorno a tavolo rotondo. Tutti i partner hanno ricevuto
un’applicazione in cui inseriranno i dati e per poter disaminare i partner satellitari che
parteciperanno nel progetto (e sottoscriveranno le lettere d’intenti).
2.
LA PRIMA RIUNIONE DI PROGETTO DEL 28 SETTEMBRE 2011 IN RODI
La prima riunione di progetto è avvenuta il 28 settembre 2011 nell’isola di Rodi in Grecia. Il partner
ospitante è stato il partner capofila University of the AEGEAN – Research unit / U AEGEAN. La
riunione si è svolta presso la camera di commercio Dodecanese nella città di Rodi. Il rettore
dell’University of the Aegean ha avuto un discorso introduttivo e ha salutato i partecipanti.
Nella riunione il partner capofila ha presentato in breve il progetto. Siccome si trattava della nostra
prima riunione tutti i partner partecipanti si sono presentati con brevi presentazioni e hanno
stabilito la collaborazione reciproca.
Abbiamo definito anche alcuni compiti formali del progetto. Abbiamo determinato le strutture di
amministrazione del progetto:
 Il consiglio di amministrazione (un membro di ogni partner di progetto);
 Il comitato tecnico (un membro di ogni partner di progetto);
 Il comitato per il controllo di qualità (il controllo di risultati, le deroghe, le deviazioni).
La struttura dell’organizzazione del progetto
Il primo giorno dell’incontro ha avuto per l’obiettivo la programmazione delle attività del progetto, di
determinare il calendario degli eventi e di analizzare le strutture finanziarie. È stato presentato il
piano di comunicazione. Alla fine della riunione è stata aperta la discussione.
Il primo incontro dei partner
La presentazione dei partner di progetto
3. LA PRIMA VISITA DI STUDIO, IL 29 SETTEMBRE 2011
Nel secondo giorno dell’incontro è avvenuta la visita di studio. Abbiamo visitato il famoso santuario
storico Lindo e l’insediamento medievale che porta lo stesso nome.
La città di Lindo fu fondata dai dori sotto il governo del re Tlepolemo di Rodi che vennero
prossimamente nel X secolo a. C. Questa era una delle sei città che si trovavano nel territorio
detto anche l’Hexapolis dorica. Lindo fu un centro commerciale molto importante. Ma la sua
importanza si diminuì dopo la fondazione della città di Rodi alla fine del secolo V.
Nei tempi classici nello spazio di acropoli di Lindo ci fu un grandissimo tempio dorico di Atene
Lindia che si era formato intorno all’anno 300 a. C. Nel periodo ellenico e romano il tempio crebbe,
si aggiunsero vari edifici. Nell’Alto Medioevo abbandonarono l’uso di questi edifici. Nel XIV secolo
il tempio fu ricostruito in una grande fortezza, costruita sull’Acropoli, che fu molto utile ai cavalieri
di San Giovanni perché difese l’isola dagli attacchi di Turchi.
La città di Lindo
La visita di acropoli Lindo
Dopo abbiamo visitato la città vecchia di Rodi con le porta d’ingresso, il fossato, il grande palazzo
e la via dei Cavalieri. La città di Rodi è la capitale dell’isola Rodi. Fu conosciuta già nell’antichità
come il Colosso di Rodi, una delle cosiddette sette meraviglie del mondo antico. La fortezza di
Rodi che fu costruita dai cavalieri ospitalieri fu una delle fortezze medievali più conservate
nell’Europa e nel 1988 l’UNESCO l’ha definita come la parte del patrimonio culturale mondiale.
L’isola e la città di Rodi è la destinazione turistica ed internazionale molto popolare.
Nel posto dove oggi si trova il palazzo fu la fortezza bizantina che fu anche la sede. Il palazzo fu
costruito nel XIV secolo dai cavalieri di Rodi che venero negli anni tra il 1309 e il 1522. Dopo che
l’isola era divenuta una parte dell’Impero ottomano il palazzo si utilizzò come la fortezza.
Durante la visita di studio abbiamo, infatti, svolto in prassi e sotto la guida della prof. Dorothee
Papathenasiou – Zuhrt (la dirigente del progetto) l’esempio di un giro turistico con una meta
turistica determinata che è anche una destinazione turistica molto visitata e popolare. Con la visita
di studio abbiamo sperimentato sul posto le esperienze dei visitatori, direttamente collegate con
l’attrazione turistica culturale, con la città e con ciascun servizio che è a disposizione ai visitatori.
La prima visita di studio è stata il punto di partenza per le riflessioni sul fatto che queste
esperienze e conoscenze possono aiutare come:

Una piattaforma per lo sviluppo di una metodologia comune al livello sovranazionale e per
la formazione di una prassi comune per gli undici progetti pilota;


4.
Una piattaforma per lo scambio delle esperienze e delle conoscenze per una
collaborazione sovranazionale e per informare i partecipanti come integrare e presentare i
valori del patrimonio culturale;
Un criterio per la scelta della localizzazione ricca del patrimonio culturale per i futuri progetti
pilota.
IL CONVEGNO SULLA VALUTAZIONE DEL 30 SETTEMBRE 2011
Nell’ultimo giorno si è svolto il convegno sulla valutazione. Abbiamo discusso sulle attrazioni
culturali che abbiamo presentato. Abbiamo trattato anche i seguenti documenti:
A. La parte prima: la metodologia
B. La parte seconda: la storia e l’ambiente
C. La parte terza: le localizzazioni
D. Il formulario per il lavoro sul terreno
Grazie ai documenti i partecipanti hanno compreso i due più importanti punti che riguardano la
programmazione del turismo e la migliore comprensione delle fonti culturali e storiche sul posto
stesso. Il convegno si è concluso con i seguenti commenti:
 Senza una conoscenza più profonda dei valori culturali essi non possono essere presentati
in modo appropriato e neanche usati per promuovere lo sviluppo. Perciò è di grande
importanza proprio questa parte della programmazione;
 La demarcazione e l’orientamento dei visitatori non sono sufficientemente efficaci
soprattutto nelle località più visitate; nello stesso tempo è necessario migliorare la sicurezza
dei visitatori nella strada verso il santuario di Lindo;
 Nel territorio dell’intera località non sono a disposizione le informazioni e le descrizioni delle
attrazioni turistiche;
 L’uso degli asini come mezzo di trasporto per la visita della Lindo medievale è l’attrazione
supplementare per i visitatori, però abbiamo suggerito una migliore cura degli animali;
 I movimenti imprevisti dei visitatori in tutte le località comportano gli ostacoli e gli accumuli il
che riduce la qualità delle esperienze dei visitatori quando visitano l’attrazione turistica.
Il convegno sulla valutazione
Il convegno sulla valutazione
LE PREVISIONI DELLE ATIVITÀ E DEGLI EVENTI
5.





Il proseguimento dell’elaborazione della pagina web, le preparazioni per l’e-educazione
(attraverso il programma Moodle);
L’organizzazione e l’armonizzazione dell’immagine intera del progetto;
Il proseguimento con le attività di acquisizione dei partner satellitari del progetto;
L’organizzazione della discussione a tavolo rotondo;
Le preparazioni per il secondo incontro del progetto e per la seconda visita di studio a
Venezia.
Le nostre attività nell’ambito del progetto Sagittarius avranno successo soltanto con la vostra
partecipazione, con le vostre proposte, idee ed informazioni. Sfruttiamo l’occasione e vi invitiamo
a collaborare con noi.
Le informazioni di contatto del progetto si trovano sulla pagina web del partner capofila
UNIVERSITY OF THE AEGEAN (www.aegean.gr) e sulle pagine web di altri partner del progetto.

Documenti analoghi