Energia in Carnia

Commenti

Transcript

Energia in Carnia
PRODUZIONE DI ENERGIA
ELETTRICA
IN CARNIA
GENERALITA’
I problemi legati alla produzione di energia
elettrica in Carnia trovano attualmente
soluzione su due fronti:
z IDROELETTRICA
z DA BIOMASSA
ENERGIA IDROELETTRICA
Certamente la soluzione più datata,
attualmente sfrutta buona parte delle acque
facenti capo al bacino del Tagliamento.
Trattasi di un sistema che poggia su alcune
centrali principali, di gestione ENEL, ed alcune piccole centrali locali su corsi d’acqua
minori
RETE PRINCIPALE
La rete principale fa capo al sistema che lega
il bacino della località Maina ( Lago di Sauris)
alla centrale di Somplago Lago di Cavazzo).
L’acqua raccolta nel bacino del Lumiei, viene
utilizzata per azionare le turbine presso la
centrale di Ampezzo; da qui, in condotta
forzata, l’acqua raggiunge lo sbarramento di
Caprizi ( Priuso) dove viene raccolta.
RETE PRINCIPALE 2
Da Caprizi, sempre in condotta, l’acqua viene
convogliata presso il lago di Verzegnis e
centrale di Somplago dove aziona le turbine
per l’ultima volta prima di essere rilasciata
nel lago di Cavazzo.
Schede tecniche
Diga de la Maina Sauris (del Lumiei)
Anni di costruzione
Corso d'acqua
Altezza dello sbarramento
1941-48
Lumiei
[m]136.15
Capacità bacino
[milioni di metri cubi]
73
ALCUNE FOTOGRAFIE
Diga dell’ Ambiesta (o Verzegnis)
La diga dell'Ambiesta è il secondo
sbarramento degli impianti del Tagliamento.
Nel suo bacino confluiscono le acque
provenienti dalla centrale di Ampezzo, dalle
prese sul torrente Degano e dalla presa di
Caprizzi. Lo sfruttamento delle sue acque
avviene nella centrale di Somplago.
Schede tecniche
Diga dell’ Ambiesta (o Verzegnis)
Anni di costruzione
Corso d'acqua
Altezza dello sbarramento
1956
Ambiesta
[m]60
Capacità bacino
[milioni di metri cubi]
3,6
ALCUNE FOTOGRAFIE
ALCUNE FOTOGRAFIE
LA CENTRALE DI SOMPLAGO
L'impianto è situato in galleria a circa 600 metri
all'interno della montagna. La sua costruzione risale
alla prima metà degli anni 50 e sfrutta le acque del
serbatoio dell'Ambiesta per alimentare le sue tre
turbine Francis che arrivano a utilizzare 66 mc/s di
acqua. Bisogna tener conto che nel serbatoio
dell'Ambiesta si riesce a fa confluire, dagli scarichi
della centrale di Ampezzo, dalla presa di Caprizzi e
quella sul torrente Degano poco più di 30 mc/s.
Questo rende il serbatoio dell'Ambiesta una vasca di
carico giornaliera e genera delle variazioni di livello
del bacino di 7-8 metri al giorno.
LA CENTRALE DI SOMPLAGO
L'impianto è predisposto per l'installazione di altri
due gruppi, per un totale di 5 turbine, solo che a
causa del disastro del Vajont non si sono mai portati
a compimento i progetti di costruzione degli altri
sbarramenti e derivazioni che dovevano consentire
di avere la portata d'acqua necessaria ad alimentare
i 5 impianti. Ora, a fianco della caverna dove si
trovano i 3 corpi macchina funzionanti si possono
vedere le enormi fondamenta che erano state
preparate per le altre due turbine e generatori..
LA CENTRALE DI SOMPLAGO
z
z
z
La condotta principale di derivazione ha il diametro
di 5 metri e si divide in 3 condotte forzate, del
diametro di 2,5 metri ciascuna, che portano alle
turbine
Le turbine, costruite dalla ditta Riva, sono del tipo
Francis dal diametro di poco più di 6 metri e durante
il funzionamento a regime vengono fatte girare a
4300 giri/min.
Per alimentare le componenti ausiliarie della centrale
esiste anche un piccola turbina Pelton, oltre ad un
gruppo elettrogeno esterno.
LA CENTRALE DI SOMPLAGO
z
Attualmente l'impianto è completamente
automatizzato ed è telecomandato dalla
centrale Edipower di Milano e quindi è
necessario pochissimo personale per
controllarlo. Prima dell'automatizzazione dei
sistemi vi lavoravano un centinaio di persone
di cui in parte erano addetti alla sala
macchine.
ALCUNE FOTOGRAFIE
PRODUZIONE DI ENERGIA
DA BIOMASSE
z
z
z
Attualmente i corsi d’acqua principali sono stati
sfruttati, direttamente o no, per la produzione di
energia idroelettrica
Rimangono ancora utilizzabili alcuni affluenti di
piccola portata, che possono portare alla produzione
di modesti quantitativi di energia, per uso locale.
Recentemente si è deciso di puntare sulla
produzione di energia a partire dalla combustione di
biomasse (scarti di lavorazione delle produzione
legnosa in particolare)
PRODUZIONE DI ENERGIA
DA BIOMASSE
z
z
E’ in fase di collaudo una centrale di tale tipo
ad Arta Terme, sull’alveo del But, in
prossimità dello stabilimento termale.
Tale impianto dovrebbe garantire la
produzione di acqua calda e di energia
elettrica
Caratteristiche generali
UTILIZZO PRODUZIONE ENERGETICA

Documenti analoghi