Rifiuti via Frattina - Comune di Cadoneghe

Commenti

Transcript

Rifiuti via Frattina - Comune di Cadoneghe
Comunicato stampa
18 maggio 2015
Via Frattina, i rifiuti abbandonati vengono raccolti. Ma chi sbaglia
paga
Sul tema della raccolta e dello smaltimento corretti dei rifiuti l’Amministrazione comunale si
impegna da anni con decisione e i risultati si vedono. In risposta alla segnalazione di
presunte anomalie nella raccolta di rifiuti in via Frattina interviene l’assessore all’Ambiente
Enrico Nania: «In linea generale, dai cittadini giungono risposte soddisfacenti: stiamo
riscontrando una crescita della coscienza ecologica generale che ci conforta nell’idea che
l’opera di educazione ambientale intrapresa funziona e conduce a una migliore gestione dei
rifiuti, tesa a ridurre sempre più le quantità di rifiuti non riciclabili in favore di un aumento di
quelli recuperabili. Certo esistono ancora casi critici di non rispetto delle regole e di scarsa
coscienza ecologica (basti pensare all’abbandono di rifiuti non differenziati al di fuori dei
contenitori dedicati presso le isole ecologiche), sui quali il Comune vigila comminando
sanzioni e contemporaneamente intensificando l’opera di educazione ambientale. Nel
nostro territorio non esistono “zone franche”, in cui la raccolta differenziata può non essere
praticata: tutti i cittadini hanno il dovere di praticarla, senza distinzioni. Il Comune ha il
dovere di vigilare, ma soprattutto di promuovere e incentivare i comportamenti virtuosi.
L’igiene pubblica è un bene di tutti e va tutelata. Ovviamente non si può permettere che in
caso di inadempienza da parte di qualcuno la spazzatura venga indiscriminatamente
abbandonata a marcire in luoghi non deputati ad accoglierla, e dunque in questi casi Etra
entra in azione. È altrettanto ovvio che chi si rende responsabile di abbandono di rifiuti o di
un loro non corretto conferimento viene sottoposto a sanzioni pecuniarie. L’identificazione è
semplice specie quando il comportamento scorretto è chiaramente riconducibile al soggetto
per contiguità rispetto al luogo di residenza oppure per effetto di segnalazioni e anche
dell’azione delle telecamere di sorveglianza».
Poiché la segnalazione riguarda nello specifico il campo nomadi sito in via Frattina, si
ricorda poi come il vigente regolamento comunale di igiene ambientale, all’art. 57, preveda
che «nelle aree assegnate alla sosta dei nomadi secondo le normative vigenti, viene
istituito uno specifico servizio di raccolta dei rifiuti. Il relativo addebito è calcolato con i criteri
dell’art. 23 “Produzione di rifiuti particolare o servizi non compresi“ ed è dovuto anche nel
caso di occupazione abusiva. Gli utilizzatori delle aree sono comunque tenuti a rispettare le
norme generali previste dal Regolamento».
«Ciò significa – spiega il sindaco Michele Schiavo – che Etra comunque, nel contratto di
servizio, prevede queste voci. Invitiamo chi si prodiga tanto in mille segnalazioni a
documentarsi prima nel modo dovuto».
Ufficio Stampa Comune di Cadoneghe: Marco Bevilacqua
Comunicazioni telefoniche: 3312792718
Comunicazioni e-mail: [email protected]