VANTAGGI FISCALI

Commenti

Transcript

VANTAGGI FISCALI
VANTAGGI FISCALI
VANTAGGI FISCALI
LE AGEVOLAZIONI FISCALI
La legge di stabilità 2014 (legge 27 dicembre 2013, n. 147) ha prorogato la detrazione
fiscale per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici.
L’agevolazione fiscale consiste in detrazioni dall’Irpef (Imposta sul reddito delle persone
fisiche) o dall’Ires (Imposta sul reddito delle società) ed è concessa quando si eseguono
interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. In
particolare, le detrazioni sono riconosciute se le spese sono state sostenute per:
� la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento
� il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni - pavimenti - finestre,
comprensive di infissi)
� l’installazione di pannelli solari
� la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.
Le detrazioni, da ripartire in dieci rate annuali di pari importo, sono riconosciute nelle
seguenti misure:
Per gli interventi di riqualificazione energetica
� 65% delle spese sostenute
� dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2014 per interventi sulle singole unità immobiliari
� dal 6 giugno 2013 al 30 giugno 2015, se l’intervento è effettuato sulle parti comuni degli
edifici condominiali, o se riguarda tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo
condominio
E’ ritenuto un intervento di riqualificazione energetica l’installazione di una caldaia
a condensazione con valvole termostatiche.
Dal 1 gennaio 2015 la detrazione fiscale per la sostituzione della caldaia negli
appartamenti passerà a:
� 50% delle spese sostenute
� dal 1° gennaio 2015 al 31 dicembre 2015 per interventi sulle singole unità immobiliari
� dal 1° luglio 2015 al 30 giugno 2016 per interventi sulle parti comuni degli edifici
condominiali o che interessino tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo
condominio.
Dal 1° gennaio 2016 - per i condomini dal 1° luglio 2016 - l’agevolazione sarà invece
sostituita con la detrazione fiscale prevista per le spese di ristrutturazioni edilizie.
L’Agenzia per le entrate ha pubblicato una dettagliata guida che descrive i vari tipi di
intervento per i quali si può richiedere la detrazione (dall’Irpef e dall’Ires) e riassume gli
la pagina
adempimenti richiesti e le procedure da seguire per poterne usufruire
- (vedi
pagina
webweb)
Ristrutturazione edilizia
Con la modifica dell’articolo 16 del decreto legge n. 63/2013, convertito dalla legge n.
90/2013 la detrazione del 50% per ristrutturazioni edilizie viene confermata sino al 31
dicembre 2014.
A coloro che fruiscono della detrazione per ristrutturazioni edilizie è riconosciuta anche
una detrazione dall’imposta lorda per le ulteriori spese, documentate, sostenute per
l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A
per i forni, per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati
all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.
La detrazione spetta nella misura del 50% delle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31
dicembre 2014 ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro.
La detrazione fiscale del 50% si applica anche nel caso della sostituzione di una
caldaia con una nuova di tipo tradizionale (tipo C alta efficienza) o nel caso di
pompe di calore.

Documenti analoghi