accordo di partenariato

Commenti

Transcript

accordo di partenariato
MINISTERO DELLA PUBBLICA
ISTRUZIONE
Ufficio Scolastico Regionale per la
Lombardia
ACCORDO DI PARTENARIATO EDUCATIVO TRA
L’ACADEMIE DE STRASBOURG E L’UFFICIO SCOLASTICO
REGIONALE PER LA LOMBARDIA
Firmato a Milano e Strasbourg il 3 ottobre 2006.
ACCORDO DI PARTENARIATO EDUCATIVO TRA L’ACADEMIE DE
STRASBOURG E L’UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA
Premessa
L’Accademia di Strasburgo e le autorità scolastiche dell’Ufficio Scolastico Regionale per la
Lombardia, considerando sia gli interessi comuni sia le azioni già intraprese nell’ambito
scolastico, decidono di incoraggiare e di sviluppare le attività di scambi scolastici e di
cooperazione tra le due regioni.
Obiettivi generali
Migliore conoscenza tra i partner, allo scopo di educare i giovani alla cittadinanza
europea.
Sostegno dell’insegnamento del francese in Lombardia e dell’italiano in Alsazia e
possibilità data ai giovani di incontrarsi e di realizzare scambi.
Realizzare scambi nell’ambito dell’insegnamento delle lingue e dell’insegnamento di
una materia in lingua straniera, in particolar modo per quanto riguarda l’insegnamento della
storia.
Formare gli insegnanti alla didattica delle lingue e dell’insegnamento di una materia in
lingua straniera e particolarmente l’insegnamento della storia..
Accogliere i partner italiani nella rete degli attuali partner dell’Accademia di
Strasburgo:
Germania/Baden-Württemberg e Renania-Palatinato, Spagna/Andalusia, Polonia/BassaSlesia, Portogallo/Algarve, Regno Unito/ East-Midlands e Irlanda del Nord, Indiana/USA, e
dei partner futuri.
Obiettivi operativi
Pertanto, questo partenariato mira, grazie alle azioni educative previste, a rendere gli studenti
più aperti agli altri, a insegnar loro a muoversi in un contesto europeo e mondiale.
Nel contempo inciterà gli insegnanti a sviluppare delle attività di cooperazione culturale tra le
rispettive scuole.
Sensibilizzerà inoltre gli studenti francesi e italiani alla diversità delle lingue e culture
europee.
E offrirà loro la possibilità di trovarsi in contatto diretto con la lingua francese o la lingua
italiana, in una relazione di scanbio e di lavoro con i giovani dell’altro paese.
Azioni previste per la durata dell’accordo
•
•
•
•
•
Scambi scolastici, sulla base della reciprocità, con alloggio presso le famigle. Questi
scambi avranno una durata minima di una settimana e saranno impostati su un
progetto didattico, ad esempio: argomento di ricerca in comune, realizzazione
comune, corrispondenza scolastica
Attuazione di progetti europei Comenius
Attuazione di nuove azioni che figurano sul nuovo progetto europeo di educazione del
2007
Organizzazione di seminari incrociati di formazione degli insegnanti nell’ambito delle
possibilità offerte dai programmi europei di educazione
Partecipazione reciproca a delle manifestazioni del partner come, ad esempio,
seminari di formazione, giornata europea delle lingue, edizione di documenti ecc.
Modalità e monitoraggio
Viene costituito un gruppo di monitoraggio del partenariato. Si compone di Gisella Langé per
l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia e Elisabeth Heitz per l’Académie de
Strasbourg.
I risultati del partenariato saranno valutati da una relazione annuale incrociata tra i due
partner.
Durata dell’accordo e modalità di aggiornamento
L’accordo ha validità di quattro anni, a partire dall’anno scolastico 2006-2007 e comprende il
programma di azione per i primi due anni. Al termine del secondo anno, una clausola
addizionale stabilirà il piano d’azione per i due anni successivi.
L’accordo potrà essere rinnovato se, alla fine dei quattro anni, entrambe le parti lo desiderano.
Milano e Strasbourg, 3 Ottobre 2006.
Il Direttore Generale
Ministero della Pubblica Istruzione
Ufficio Scolastico Regionale per la
Lombardia
Le Recteur
de l’Académie de Strasbourg
Mario Giacomo DUTTO
Gérald CHAIX