Omaggio a Fryderyk Chopin (File pdf - 468KB)

Commenti

Transcript

Omaggio a Fryderyk Chopin (File pdf - 468KB)
PROGRAMMA DEI CONCERTI
Ottobre
Comune di
Scarperia
Omaggio a
Fryderyk Chopin
nel bicentenario della nascita 1810-2010
Sabato 25 settembre 2010
ore 21.00
Scarperia
Palazzo dei Vicari
INGRESSO LIBERO
INGRESSO LIBERO
info: www.genioterritorio.it
25_9_Libretto_A5_100915.indd 1
15-09-2010 15:53:18
Sabato 25 settembre
ore 21.00
Scarperia
Palazzo dei Vicari
Fryderyk Chopin
(Żelazowa Wola, Varsavia, 1810 - Parigi, 1849)
SCUOLA DI MUSICA DI FIESOLE
Compositore e pianista, nasce a Varsavia da padre francese e da madre polacca il 22 febbraio 1810.
Introduce
Mario Setti, musicologo
Ballata n. 1 in sol minore op. 23
All’età di 6 anni inizia gli studi musicali e dopo tre anni è già in grado di esibirsi come concertista ed essere
pertanto noto e ammirato nell’alta società di Varsavia. Viene quindi affidato per il suo perfezionamento
2 Notturni op. 55
nella composizione a Józef Elsner, rinomato maestro.
Notturno in re bemolle maggiore op. 27 n. 2
N. 1 in fa minore-maggiore
Intenzionato a intraprendere la carriera concertistica, nel 1830 si reca dapprima a Vienna e - mentre
Scherzo n.4 in mi maggiore op. 54
N. 2 in mi bemolle maggiore
Varsavia insorge invano contro i russi occupanti - a Parigi, dove si stabilisce definitivamente. In Polonia,
3 Mazurche op. 59
Polacca in la bemolle maggiore op. 53 (Eroica)
Scherzo n. 2 in si bemolle minore op. 31
Gaia Federica Caporiccio, pianoforte
Andrea Solinas, pianoforte
invece, non tornerà mai più. Nella capitale francese conquista i circoli aristocratici con il suo modo di
suonare poetico e raffinato, intraprendendo una lucrosa attività di insegnante privato. Rarissime le
apparizioni in sala da concerto.
Dal 1838 al 1847 è compagno della eccentrica scrittrice George Sand, più grande di lui, separata dal
Gaia Federica Caporiccio
Nata a Firenze nel 1988. A 18 anni si diploma
in pianoforte al Conservatorio “L. Cherubini”,
dove ha poi conseguito il diploma accademico
di II livello con lode.
Dall’età di 10 anni si esibisce regolarmente in
diverse sale da solista e in gruppi cameristici:
a Milano per l’Associazione Musicale “Dino
Ciani”, a Pistoia, Lucca, Empoli, Scandicci e
Firenze.
Ha frequentato masterclass di Piero Rattalino,
Pietro De Maria, Dario De Rosa, Andrea
Lucchesini, Jeffrey Swann, Vincenzo Balzani e
Marcella Crudeli.
Ha partecipato a numerosi concorsi
classificandosi ai primi posti.
Attualmente è iscritta al corso speciale di
pianoforte tenuto da Pietro De Maria e a quello
di musica da camera tenuto da Bruno Canino
presso la Scuola di Musica di Fiesole.
25_9_Libretto_A5_100915.indd 2
Andrea Solinas
Nato a Sassari nel 1985. Si diploma in pianoforte
al Conservatorio “Canepa” di Sassari con il
massimo dei voti sotto la guida di Enrico Stellini
e successivamente si laurea con lode al biennio
specialistico con Andrea Ivaldi. Nel 2009 si
diploma al corso triennale dell’Accademia di
Pinerolo con i maestri Pietro de Maria, Enrico
Stellini, Andrea Lucchesini. Di quest’ultimo è
attualmente allievo presso la Scuola di Musica
di Fiesole. Studia anche composizione e direzione
d’orchestra. Ha tenuto concerti in Sardegna,
Piemonte, Toscana e Campania. Oltre all’attività
solistica collabora con complessi corali e cantanti
lirici in Italia e all’estero. Insegna pianoforte alla
Scuola Civica di Porto Torres.
marito e madre di due figli, ma ben presto il rapporto diviene nervoso e caotico.
Per un certo periodo i due amanti si rifugiano a Maiorca, nella Certosa di Valdemossa; presto però sono
costretti a lasciarla per l’aggravarsi della tisi di cui soffre Chopin.
Durante l’ultimo periodo della sua vita Chopin è assistito da una allieva scozzese, Jane Stirling, che lo
convince a trasferirsi in Inghilterra.
Rientrato a Parigi, muore il 17 ottobre del 1849 circondato dagli intimi. Viene sepolto a Parigi nel cimitero
di Père Lachaise mentre il suo cuore viene traslato a Varsavia.
Considerato uno dei maggiori compositori del romanticismo, artefice di melodie indimenticabili, liriche
e vibranti, timbricamente suggestive, Chopin scrive quasi esclusivamente per il pianoforte. Si dedica
perlopiù alle piccole forme (Valzer, Notturni, Studi, Preludi, Improvvisi, Berceuse, Barcarola); alcune,
come già si capisce dai titoli, di ispirazione nazionalistica (Mazurche, Polacche). Il suo stile è totalmente
originale rispetto ai contemporanei e molto influirà sugli autori del primo Novecento, specie francesi.
15-09-2010 15:53:18