Procedura per la trascrizione in Italia di divorzio avvenuto in Tunisia

Commenti

Transcript

Procedura per la trascrizione in Italia di divorzio avvenuto in Tunisia
A M B A S C I A T A D’I T A L I A
T U N I S I
Cancelleria Consolare
Procedura per la trascrizione in Italia di divorzio avvenuto in Tunisia
Per trascrivere in Italia un divorzio pronunciato da un Tribunale tunisino occorre presentare
all’Ufficio Stato Civile dell’Ambasciata gli originali di:
1- Sentenza di divorzio
2- Attestato di non ricorso in Appello
N.B. Nel caso in cui sia stata pronunciata anche la Sentenza d’Appello occorre presentare la
Sentenza d’Appello e l’Attestato di non ricorso in Cassazione
Tali atti, rilasciati dal competente Tribunale tunisino dovranno essere stati legalizzati presso
- il Ministero della Giustizia e
- il Ministero degli Affari Esteri
ed infine tradotti in italiano da un traduttore giurato (per consultare la lista dei traduttori giurati,
vedi lista su questo sito).
Al momento della consegna in Ambasciata degli atti di cui sopra, il cittadino italiano dovrà
fornire copia del proprio passaporto (pagina con la fotografia e pagina con la firma del titolare),
dovrà prevedere la spesa per le legalizzazioni da eseguire a cura del Servizio Consolare (circa
75 dinari per ogni atto) e dovrà compilare una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà e
una richiesta di trascrizione presso il Comune italiano competente.

Documenti analoghi