[VARESE - 22] TABLOID/VARESE/PROVINCIA_04UNTITLED

Commenti

Transcript

[VARESE - 22] TABLOID/VARESE/PROVINCIA_04UNTITLED
22
TRADATE - TRADATESE
MERCOLEDÌ
9
LUGLIO
2014
«Sulla moschea vogliamo chiarezza»
Pipolo (Fi) annuncia un’interrogazione per sapere se anche la contro-manifestazione di domenica era autorizzata
TRADATE - Due giorni
di calma apparente e poi
di nuovo polemica: nel mirino delle forze di minoranza (per il momento della sola Forza Italia ma
non è detto che rimarrà sola) torna la manifestazione sul centralissimo corso
Bernacchi di domenica
scorsa che aveva come oggetto la potenziale istituzione di una moschea in
via Damiano Chiesa dove
è già insediato un centro
islamico. «Presenterò una
interrogazione con risposta scritta - conferma l’ex
vice sindaco e ora consigliere "forzista" Vito Pipolo - per sapere se tutte
le autorizzazioni erano in
regola in quanto mi risulta che l’unica autorizzata,
dopo aver inoltrato regolare richiesta, fosse quella
di Forza Nuova». Il riferimento della interrogazione, annunciata dall’ex vice sindaco, è soprattutto
rivolta alla contro-manifestazione - che qualcuno
sostiene sia stata spontanea dopo che si era diffusa la voce del presidio
messo in atto dalla destra
più radicale - andata in
scena di fronte al presidio
scelto dagli esponenti di
Forza Nuova: il gazebo è
stato posizionato in piazza Mazzini, poco distante
dal monumento.
«Vogliamo chiarezza - aggiunge Pipolo - perchè
non passi il concetto che
le regole non sono uguali
per tutti visto che in piaz-
Manifestazione e contro-manifestazione: una domenica di tensione a Tradate (foto Blitz)
za c’erano pure parlamentari: se sono richiesti permessi per occupare gli
spazi pubblici, la regola
deve valere per tutti, indipendentemente dal colore
politico».
L’esponente di Forza Ita-
lia, sollecitato ad esprimere un suo pensiero sull’eventuale insediamento
di una moschea ribadisce
DUE GIORNI DI SPETTACOLI
Giochi e musica country in piazzetta
VEDANO OLONA - Importante
weekend di metà luglio quello che vivrà
a partire già da domani. Saranno giocoleria, animazione e truccabimbi ad aprire
la strada al divertimento Lo spettacolo è
proposto dal Cag e dal gruppo Extravaganti, e comincerà alle 20.30 in piazzetta
della Pace. Il giorno dopo, sempre in
piazzetta della Pace, toccherà a Roby
Greco con musica country (ore 21).
L'appuntamento più atteso andrà in scena però sabato e domenica a Villa Fara
Forni dove sarà ricordata la bella favola
di Angelo Poretti, vedanese doc, sindaco della cittadina, fondatore della casa di
riposo Poretti e Magnani e naturalmente
iniziatore del celeberrimo birrificio. E
non a caso il titolo scelto è proprio "Luppolo in fabula". Si parte sabato alle 15
con l'inaugurazione della mostra dedicata a Poretti, poi alle 17 lo spettacolo di
giocoleria a cura de Centro Giovani
Oqupé e a seguire alle 21 il cabaret di
Omar Pirovano direttamente da Zelig.
la sua posizione espressa
durante una conferenza
stampa di qualche mese
fa: «Se la moschea è un
luogo in cui si professa la
propria religione non ho
certo remore a dire anche
sì perchè si tratta di un diritto di tutti i popoli. Secondo me è probabile, come già capitato in altre occasioni, che quelli non siano luoghi di preghiera ma
luoghi in cui si fa politica.
Mi auguro che quanto è
avvenuto nel corso della
discussione sul Pgt non
sia riconducibile al mantenimento di una promessa
fatta in campagna elettorale dall’attuale maggioranza».
Insomma, la polemica
non si placa e, a quanto pare, la manifestazione di
Forza Nuova per ribadire
il no alla moschea, dovrebbe essere seguita presto da altre iniziative in
cui si ribadisce il no a questo tipo di strutture. Secondo quanto si è appreso, infatti, anche sull’onda dei malumori espressi
dai residenti di via Damiano Chiesa, alcuni partiti
di minoranza (e in particolare la Lega Nord) potrebbero organizzare un presidio così da spiegare le ragioni del no. Dal canto
suo l’amministrazione di
centro sinistra ha ribadito
che «quel luogo di culto
va nella direzione di un
inarrestabile processo di
integrazione fra i popoli».
Silvio Peron
PROTESTANO I RESIDENTI
Abbiate Guazzone allagata
«Bisogna completare i lavori»
TRADATE - (s.p.) La città, dopo la costruzione di
alcune opere che imbrigliano le acque (scolmatori
e nuovi argini dei torrenti) è praticamente al riparo
da inondazioni. Ma ci sono ormai fenomeni incontrollabili che mettono a dura prova anche opere
idrauliche di grande livello. E uno di questi fenomeni è successo martedì sera: acqua torrenziale nelle zone a rischio: una ragazza è rimasta imprigionata in auto nel sottopassaggio di via Marone mentre nel centro di Abbiate Guazzone, come si può
notare nella foto che ci ha inviato un lettore, si sono vissuti attimi di apprensione: «Se non ci completa il lavoro - dice appunto l’autore della foto - ogni
volta che piove un po’ più forte, rischio di avere
l’acqua in casa».
Acqua che scende velocemente dalla piazza Centenari e si riversa in piazza Unità d’Italia e via Vittorio Veneto: «Se non si fa manutenzione e se non si
completano le opere, il rischio c’è. Penso che certe opere debbano avere la priorità su tutto».
«Più risparmi, meno tasse: ci stiamo lavorando»
Emanuele Poretti replica alle accuse sulla gestione finanziaria lanciate dal Pd
Il sindaco Emanuele Poretti replica alle critiche Pd (foto Archivio)
CASTIGLIONE OLONA - «Anziché scaricare le responsabilità sul proprio candidato
sindaco, il Pd farebbe meglio a recitare un
profondo mea culpa».
Poco prima di andare in consiglio per l'approvazione definitiva del Pgt il sindaco Emanuele Poretti ne approfitta per rispondere duramente a Ugo Azzolin, segretario dei Democratici castiglionesi, che aveva fortemente attaccato la maggioranza di centrodestra sulla
«cattiva gestione amministrativa» all'indomani del via libera al consuntivo 2013.
«Fa sorridere - commenta ironico il primo cittadino - che il Pd sia ancora fermo a commentare il mio primo mandato e non si ricordi, o
meglio faccia finta di non ricordare, che a
maggio è uscito ancora una volta sconfitto
dalle elezioni: e questa volta nonostante il dato nazionale a favore. Segno che ha completamente fallito». Poretti poi entra nel merito della querelle. «La situazione - continua - era
ben conosciuta dall'opposizione, nessuno ha
nascosto nulla nel cassetto. Probabilmente ci
si è fatti troppo distrarre dai "flash mob" elettorali. Azzolin mente clamorosamente ai cittadini quando dice che non ci sarebbero nemmeno i soldi per la benzina o per la carta degli
uffici. Si tratta del solito allarmismo che non
ha premiato in passato ma sul quale ci si ostina a insistere: va beh, meglio così. Con senso
di responsabilità e non volendo nascondere
nulla abbiamo detto più volte che la situazione finanziaria della nostra città, come succede peraltro anche per altri comuni, deve esse-
Ambrogio Crespi ha risposto in municipio alle tante domande dei giovani del Parco Robinson
I ragazzi intervistano il sindaco. E chiedono spazi
VENEGONO SUPERIORE (l.m.) È stata una invasione festosa e multicolore quella portata al
palazzo comunale da una ventina
di ragazzini del "Parco Robinson"
che sono andati a trovare il primo
cittadino Ambrogio Crespi per rivolgergli alcune domande sulla
sua attività istituzionale che poi saranno saranno inserite all'interno
del giornalino e di un video-tg tutto particolare che stanno realizzando sotto la guida dei loro educatori. E il primo cittadino si è sottoposto di buon grado al fuoco di fila
delle domande, annunciando poi
che non ci sarà per lui un secondo
mandato perché la sua intenzione
è di portare regolarmente a conclu-
sione il quinquennio in corso per
poi lasciare spazio ai giovani e godersi famiglia e nipotini. Lavoro
duro quello del sindaco ma di gran-
de soddisfazione, anche se tutti i
giorni si è costretti a fare i conti
con problemi e difficoltà. Quello
che conta però, ha aggiunto Cre-
spi, «è di fare il bene della comunità». Tantissime le richieste dei ragazzini: la possibilità di creare un
campo di calcio al Parco Pratone,
esclusa però dal sindaco perchè a
breve cominceranno i lavori al centro sportivo per dotare il campo B
di erba sintetica e perché c'è comunque a disposizione la struttura
dell'oratorio; riaprire il Cag (anche
questa eventualità però è esclusa)
e predisporre maggiori attività per
gli alunni delle scuole medie. Alla
fine grande foto di gruppo con la
partecipazione anche dell'assessore ai servizi sociali Maria Luisa
Limido che ha illustrato ai ragazzini le diverse possibilità messe in
opera dal Comune.
re tenuta in quotidiano monitoraggio. Stiamo
già lavorando, grazie al fondamentale contributo dell'assessore Serati e del consigliere
con delega ai tributi Erika Salvalaggio, per
un'attenta verifica delle possibilità di riduzione dei costi della macchina amministrativa,
per operare sulle entrate in maniera tale da
soddisfare le esigenze di cassa del comune
senza gravare sulle tasche dei contribuenti e
per recuperare nel più breve tempo possibile i
mancati incassi.
Un lavoro non semplice ma per il quale abbiamo un impegno nei confronti dei cittadini che
ci hanno eletto, e comunque di tutti i castiglionesi, che intendiamo onorare in maniera seria
e responsabile».
Luciano Mazziotta
Venerdì grigliata da record
TRADATE - (s.p.) I "Venerdì bianchi" si allungano
fino a metà corso Matteotti per merito della "Pasticceria del corso": infatti dalla torta si passa a un grigliatona da record. Con tante sorprese.