Obiettivi del Corso 2016-17 - Scuola Superiore Di Osteopatia Italiana

Commenti

Transcript

Obiettivi del Corso 2016-17 - Scuola Superiore Di Osteopatia Italiana
SCUOLA SUPERIORE DI OSTEOPATIA ITALIANA
Scuola Superiore di Osteopatia Italiana S.r.l. - C.so Sommeiller n° 23 - 10128 Torino- Tel./Fax 011/4472889 - P.IVA 10164550013e-mail: [email protected] – www.ssoi.it
- Certificazione di Qualità
UNI EN ISO 9001:2008
“ L’OSTEOPATIA APPLICATA ALLA SFERA CRANIO-IOIDO-FARINGO-LARINGO-MANDIBOLO-LINGUALE E ALLA FONIATRIA”
di Alain PIRON*, D.O. Belgio
*Osteopata D.O. (B), ricercatore, consulente universitario.
Corso per Osteopati D.O.
Massimo 25 partecipanti.
Importo complessivo: Euro 2.000,00 di cui Euro 600,00 come Acconto all’atto dell’iscrizione .
Saldo del corso in data 29 settembre 2016.
“L’OSTEOPATIA APPLICATA ALLA SFERA CRANIO-IOIDO-FARINGO-LARINGO-MANDIBOLO-LINGUALE E ALLA FONIATRIA”
di Alain PIRON, Osteopata D.O. - Belgio, ricercatore e consulente universitario.
Il corso si svolgerà in tre livelli, nella nostra sede di P.zza Benini, 12 – Torino con orario 09.00/18.00 per
tutte le giornate .
1° livello: 29 – 30 Settembre – 1° Ottobre 2016;
2° livello: 10 – 11– 12 Dicembre 2016;
3° livello: 09 – 10 – 11 Febbraio 2017.
Obiettivi pedagogici:
A. PIRON, Osteopata D.O., già autore del testo “Tecniche osteopatiche applicate alla foniatria” (Ed. Symétrie 2007), docente presso gli Istituti di Studi Superiori in Osteopatia I.D.H.E.O. / Nantes e C.E.E.S.O. Paris, relatore e
ricercatore presso l’Università cattolica di Lovanio, fondatore di “Ostéovox” e “Phonostéo” per la formazione post Laurea rispettivamente degli Osteopati e dei Logopedisti, propone per la quarta volta in Italia il suo corso con
le seguenti finalità:
1) Esaminare nel dettaglio la loggia anteriore del collo, considerata come intricato sistema anatomo-fisiologico ove le funzioni di osso ioide, laringe, faringe, lingua e mandibola sono strettamente interdipendenti.
2) Perfezionare e organizzare il trattamento osteopatico tenendo conto delle seguenti funzioni globali e specifiche: postura, respirazione, fonazione, masticazione, occlusione, deglutizione.
3) In base ai principi della “tensegrità”, comprendere la peculiare condizione neurofisiologica della regione e imparare a riprodurre le posture linguali, mandibolari, laringee e respiratorie in termini di corretto e vitale
adattamento, anche mediante accurate esercitazioni pratiche guidate.
Tali obiettivi vanno riferiti, in particolare, alle seguenti patologie:
a)
b)
c)
d)
e)
f)
g)
Sofferenze vocali: disfonie funzionali e disfonie strutturali;
Traumi cervicali ed esiti chirurgici (tiroidectomia, discectomia, chirurgia vascolare etc. );
Vertigini, alterazioni della permeabilità tubarica, acufeni, sinusiti etc.
Sindromi ostruttive, apnee e dispnee notturne;
Deficit occlusali e ortodontici, patologie cranio-mandibolari e disordini dello “spazio libero”;
Disturbi della deglutizione: disfagie neurologiche e post-traumatiche;
Cefalee miotensive, cervicalgie specifiche, Arnolditi, nevralgie cervico-brachiali.
L’approccio diagnostico e le normalizzazioni analizzano due aspetti fondamentali:
1)
2)
3)
Test e tecniche di normalizzazione clinica specifici e riferiti ai sistemi in esame;
Le condizioni neurosensitive e propriocettive ancora poco considerate in osteopatia;
Identificazione delle disfunzioni derivanti da disordine neuro-muscolare centrale anziché da disfunzioni strutturali o funzionali periferiche. Diagnosi differenziale delle stesse e trattamento mediante tecniche di
induzione propriocettiva e di reinformazione neuro-muscolare.
Aspetti fondamentali considerati nel corso (parole chiave):
1)
2)
3)
Ontogenesi; Tensegrità, Sistema respiratorio; Sistema Ioideo parietale e viscerale; Sistema faringeo.
Sistema masticatorio; Sistema linguale; occluso-ortodonzia bio-progressiva; rieducazione funzionale.
Sistema laringeo; Esame e normalizzazione cervico-maxillo-facciale mediante induzione propriocettiva.
Scarica il programma e la domanda d’iscrizione