Merce in deposito in Germania Tra l`Italia e

Commenti

Transcript

Merce in deposito in Germania Tra l`Italia e
Merce in deposito in Germania
Tra l’Italia e Germania già esistono dei rapporti economici molto intensi. Con ogni probabilità
questi rapporti si intensificano nel futuro ancora di più.
Per tale motivo il desiderio di un imprenditore italiano è spesso di mantenere un magazzino
presso il suo agente o distributore in Germania senza che la merce sia già venduta o già
fatturata.
Il presente articolo si occupa perciò con la domanda se un ditta italiana che esporta merce in
Germania può depositare la merce con l’aiuto di un rappresentante fiscale o tributario in un
deposito temporaneo e consegnare la merce dopo un certo tempo per il rappresentante
fiscale ai clienti finali a seconda del bisogno, come se fosse una consegna diretta dalla ditta
italiana ai clienti finali tedeschi.
L’art. 16 I B.e) della 6a direttiva sull‘imposta sugli affari 77/388/EWG accorda la possibilità di
adottare le misure speciali per non avere il giro d’affari sotto l’obbligo dell’imposta sugli affari.
Però la premessa è sempre che la vendita non succeda per il consumo finale e che l’IVA
pagata alla fine corrisponde all’ammontare il quale sarebbe stato da pagare come imposta
sugli affari nel paese d’esportazione o nel paese d’importazione.
La suddetta direttiva dà la possibilità ai paesi comunitari in un modo facoltativo di trovare una
sistemazione per rendere possibile il deposito temporaneo di merce presso il rappresentante
fiscale.
La Repubblica Federale Tedesca semplicemente non ha trovato una tale sistemazione
speciale.
Ciò significa che un deposito temporaneo di merce non è possibile senza che i clienti finali
tedeschi debbano pagare l’IVA per la merce.
Riassumendo si può dire: chi vuole mantenere un magazzino in Germania, ha due
alternative:
1. Vendita ai terzi (è probabilmente fuori discussione per motivi di praticabilità).
2. Costituzione di una società o un’organizzazione stabile e perciò praticamente vendita a
se stesso (ciò è legato a grandi costi e burocratismo).
Nella prassi solamente la seconda alternativa fa senso. Però un imprenditore italiano
dovrebbe calcolare molto precisamente i costi ed il vantaggio di una tale decisione.
A cura dell´Avvocato Roland Plecher
Tel.: 0049 (0)89 743 89 640
Fax: 0049 (0)89 743 89 639
www.plecher.com