ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA ELEMENTARE e MEDIA

Commenti

Transcript

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA ELEMENTARE e MEDIA
ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA ELEMENTARE e MEDIA
Folgaria - Lavarone - Luserna
PATTO EDUCATIVO DI
CORRESPONSABILITÀ FAMIGLIE SCUOLA PRIMARIA FOLGARIA
Art.5 bis del D.P.R. 235 del 21 novembre 2007 – Regolamento recante
modifiche ed integrazioni al D.P.R. 249 del 24 giugno 1998,
concernente lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola
secondaria
Il patto è stato approvato dal Collegio Docenti dell’Istituzione
scolastica, quindi, verrà integrato a seguito di una attività
didattica con gli studenti.
Ciascun Consiglio di classe potrà apportare modifiche adattandolo
al contesto della specifica classe.
Firma:
Il genitore
_______________________
L’alunno/a
_______________________
Il
Coordinatore
di
______________________
classe
(per
il
Consiglio
di
classe)
Data ________________________
2
Gli insegnanti si impegnano a …
Offerta formativa
­Proporre un’offerta formativa rispondente ai bisogni dell’alunno.
­Considerare l’età dei bambini e la loro capacità di tenuta del lavoro.
­ Creare un ambiente Relazioni e educativo sereno.
benessere
­Favorire rapporti con adulti e compagni stabilendo regole comuni.
­Promuovere a mensa comportamenti corretti,per educare ad una adeguata alimentazione.
­ Abituare il bambino all’uso di un linguaggio corretto.
Partecipazione ­ Stimolare la partecipazione di tutti alle varie esperienze proposte.
Integrazione
Interventi educativo ­ didattici
La famiglia si impegna a…
L’alunno si impegna a…
­ Condividere il piano dell’offerta formativa.
­ Considerare la funzione formativa della Scuola e darne il giusto valore.
­ Impartire ai figli le regole del vivere
civile, dando importanza alla buona educazione e al rispetto degli altri e delle cose di tutti.
­Educare ad un
corretto comportamento a tavola. ­ Partecipare attivamente alle riunioni previste.
­ Comportarsi correttamente.
­ Stare con tutti evitando offese verbali e/o fisiche.
­ A mensa, parlare sottovoce solamente con chi ti sta a fianco.
­ Ascoltare i compagni e adulti.
­ Attendere il turno nelle conversazioni.
­Favorire l’integrazione di ­ Rafforzare nei figli il ­ Rispettare ed aiutare i alunni con bisogni senso di accettazione e di compagni stranieri o in educativi speciali e rispetto delle diversità.
difficoltà accogliendoli stranieri.
nel gruppo.
­ Mandare avvisi, ­ Controllare le ­ Consegnare le comunicazioni ed comunicazioni della comunicazioni e/o i annotazioni per mantenere scuola e restituirle quaderni o libri quando uno stretto e costruttivo firmate con puntualità.
l’insegnante lo rapporto con le famiglie.
­ Documentarsi su norme richiede.
­ Far rispettare norme e e regolamenti.
­ Tenere in ordine il regolamenti.
­ Fare riferimento ai materiale scolastico, ­ Dare agli alunni semplici rappresentanti di classe integrando quello competenze sociali e per presentare proposte.
esaurito.
comportamentali.
­ Evitare di esprimere − Controllare l’orario ­ Assegnare agli alunni giudizi sulla scuola e/o per organizzare la piccoli incarichi nella docenti, in presenza degli giornata scolastica.
gestione della classe.
alunni per non creare loro ­ Favorire l’apprendimento disagio.
lavorando, per quanto ­ Solo se richiesto dai possibile, in gruppi ridotti docenti, far presenziare di alunni.
l’alunno alle udienze.
3
Puntualità
Compiti
Valutazione
­ La scuola si impegna a garantire la puntualità e la continuità del servizio scolastico;
­ A sorvegliare gli alunni trasportati sia all’arrivo a scuola che al rientro, alla fermata degli scuolabus;
­ Assegnare compiti tenendo conto dell’impegno richiesto.
­ Consigliare e proporre esercizi di rinforzo.
­ Controllare le esercitazioni svolte.
­ Stimolare la conclusione delle applicazioni in un tempo ragionevole:
­ Garantire la regolarità della frequenza scolastica,
­Garantire la
puntualità del figlio;
­ Giustificare eventuali assenze o ritardi.
­Evitare di sostituirsi al bambino nell’esecuzione dei compiti. ­ Controllare il loro svolgimento.
­ Assegnare un tempo adeguato, ma non eccessivamente lungo per evitare forme di lentezza.
­ In caso di assenza, rivolgersi ai compagni del figlio, per il recupero delle attività svolte.
­ Valutare ciascuno in base ­ Collaborare con la agli esiti e ai progressi scuola per potenziare, nel raggiunti nel percorso figlio, una coscienza delle d’apprendimento.
proprie risorse. ­ Garantire la privacy del singolo. ­ Informare le famiglie sui criteri di valutazione complessiva e delle singole prove.
­ Rispettare l’ora di inizio delle lezioni. ­ Prendere nota dei compiti assegnati.
­ Portare a casa e a scuola i libri o quaderni necessari per per lo svolgimento dei compiti. ­ Riconsegnare tempestivamente e in ottimo stato i documenti ufficiali: scheda di valutazione quadrimestrale.
4

Documenti analoghi